Kairi Sane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kairi Sane
Kairi Sane April 2018.jpg
Kairi Sane nell'aprile del 2018
NomeKaori Hōsako
Ring nameDoku[1]
Kairi Hojo[2]
Kairian[3]
Kairian 3.0[4]
Kairi Sane[5]
Pirates Kaiser[6]
NazionalitàGiappone Giappone
NascitaHikari, Prefettura di Yamaguchi
23 settembre 1988 (31 anni)
ResidenzaOrlando, Stati Uniti
Altezza dichiarata155 cm
Peso dichiarato52 kg
AllenatoreFuka[7]
Debutto7 gennaio 2012
FederazioneWWE
Progetto Wrestling

Kaori Hōsako (宝迫 香織 Hōsako Kaori?; Hikari, 23 settembre 1988[2][8][9]) è una wrestler giapponese sotto contratto con la WWE, dove lotta nel roster di Raw con il ring name Kairi Sane (カイリ・セイン Kairi Sein?) e dove è l'attuale detentrice del WWE Women's Tag Team Championship con Asuka al suo primo regno.

Ha compiuto il suo debutto nel gennaio 2012 nella promozione World Wonder Ring Stardom, sotto il ring name Kairi Hojo (宝城 カイリ Hōjō Kairi?), dove è stata una volta World of Stardom Champion, tre volte Goddess of Stardom Champion, quattro volte Artist of Stardom Champion e vincitrice del 5★Star GP 2015 e Goddesses of Stardom Tag League 2016. La sua permanenza nella promozione di Tokyo è durata sino al giugno 2017, mese in cui è avvenuto il suo passaggio in WWE. Nel settembre del medesimo anno è divenuta la vincitrice del torneo Mae Young Classic. Successivamente, la Sane ha debuttato nel territorio di sviluppo di NXT dove ha vinto una volta l'NXT Women's Championship (il suo regno di 71 giorni è il più breve nella storia del titolo).

Nel 2016 Dave Meltzer, giornalista del Wrestling Observer Newsletter, l'ha definita una delle "tre migliori wrestler del mondo" assieme a Io Shirai e Mayu Iwatani.[10] Carriera Ha combattuto a Lucha Underground nella triade di Black Lotus

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

World Wonder Ring Stardom (2011–2017)[modifica | modifica wikitesto]

Lucha Underground[modifica | modifica wikitesto]

Ha combattuto nella triade di Black Lotus con il nome di Doku


WWE[modifica | modifica wikitesto]

Mae Young Classic (2017)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo diversi mesi di trattative, nel marzo 2017 la Hōsako sigla un contratto triennale con la WWE.[11] Rimane tuttavia alla Stardom sino al giugno 2017.

Kairi fa il suo ingresso durante un live-event.

Il 30 giugno, nel corso di un evento dal vivo a Tokyo, viene presentata in un video con il nome Kairi Sane ed assegnata nel territorio di sviluppo della compagnia, NXT. Nella stessa occasione è annunciata come una delle partecipanti del Mae Young Classic, torneo dedicato alla memoria dell'omonima wrestler scomparsa nel 2014.[12][13] Esordisce nel torneo il 13 luglio seguente, sconfiggendo Tessa Blanchard e avanzando al secondo round,[14] dove invece si impone su Bianca Belair. Seguiranno altre due vittorie contro Dakota Kai e Toni Storm, rispettivamente ai quarti e alle semifinali,[15] durante le quali subisce una commozione cerebrale e un lieve infortunio al collo.[16] Malgrado tali disagi riesce ad accedere alla finalissima del 12 settembre contro Shayna Baszler e a battere la sua sfidante, vincendo dunque il torneo. Grazie a tale successo la giapponese si guadagna anche un match per il vacante NXT Women's Championship, ora senza padrona dopo il passaggio di Asuka al roster di Raw.[17][18]

NXT (2017–2019)[modifica | modifica wikitesto]

La Sane compie il suo debutto ad NXT, territorio di sviluppo della WWE, il 10 agosto 2017, nel corso di un house show, facendo coppia con Aliyah e Dakota Kai in un Six-woman Tag Team match che le vede vittoriose su Billie Kay, Peyton Royce e Shayna Baszler, proprio grazie ad uno schienamento della giapponese su quest'ultima.[19] Kairi ha in seguito fatto il suo debutto televisivo nella puntata di NXT del 4 ottobre, sconfiggendo facilmente Aliyah, stabilendosi quindi come face. Nella puntata di NXT dell'8 novembre, Kairi ha sconfitto Billie Kay. Il 18 novembre, a NXT TakeOver: WarGames, Kairi ha partecipato ad un Fatal 4-Way match che includeva anche Ember Moon, Nikki Cross e Peyton Royce con in palio il vacante NXT Women's Championship, ma il match è stato vinto dalla Moon. Nella puntata di NXT del 29 novembre, Kairi ha sconfitto Peyton Royce. Il 28 gennaio, alla Royal Rumble, Kairi ha fatto la sua prima apparizione nel roster principale partecipando all' omonimo match femminile entrando col numero 6, ma è stata eliminata da Dana Brooke. Nella puntata di NXT del 28 febbraio, Kairi è stata sconfitta da Shayna Baszler. Nella puntata di NXT del 4 aprile, Kairi ha sconfitto Vanessa Borne. L'8 aprile, nel Kick-off di WrestleMania 34, Kairi ha fatto la sua seconda apparizione nel roster principale partecipando alla prima edizione della WrestleMania Women's Battle Royal, ma è stata eliminata. Nella puntata di NXT dell'11 aprile, Kairi ha sconfitto Lacey Evans. Nella puntata di NXT del 2 maggio, Kairi ha sconfitto la jobber Shazza McKenzie. Nella puntata di NXT del 23 maggio, Kairi è stata sconfitta da Lacey Evans. Nella puntata di NXT del 6 giugno, Kairi ha sconfitto Lacey Evans. Nella puntata di NXT dell'11 luglio, Kairi ha sconfitto Vanessa Borne. Nella puntata di NXT del 18 luglio, Kairi ha vinto un Triple Threat match che includeva anche Candice LeRae e Nikki Cross, diventando la contendente n°1 all'NXT Women's Championship di Shayna Baszler. Nella puntata di NXT del 15 agosto, Kairi ha sconfitto Aliyah.

Il 18 agosto, a NXT TakeOver: Brooklyn IV, Kairi ha sconfitto Shayna Baszler conquistando così l'NXT Women's Championship per la prima volta. Nella puntata di NXT del 5 settembre, Kairi ha sconfitto la jobber Tish Adora. Nella puntata di NXT del 26 settembre, Kairi ha sconfitto Vanessa Borne. Il 28 ottobre, a Evolution, Kairi ha perso il titolo contro Shayna Baszler dopo 71 giorni di regno, a causa di una distrazione delle debuttanti Jessamyn Duke e Marina Shafir in favore della Baszler. Il 17 novembre, a NXT TakeOver: WarGames II, Kairi ha affrontato Shayna Baszler in un 2-out-of-3 Falls match per l'NXT Women's Championship, ma è stata sconfitta per 2-1. Nella puntata di NXT del 30 gennaio 2019, la Sane e Io Shirai hanno sconfitto Jessamyn Dyke e Marina Sharif. Il 27 gennaio, alla Royal Rumble, Kairi entra con il numero 14; elimina Sarah Logan (insieme a Natalya), e dopo 17 minuti viene eliminata da Ruby Riott. Nella puntata di NXT del 30 gennaio, Kairi e Io Shirai hanno sconfitto Jessamyn Duke e Marina Shafir. Nella puntata di NXT del 6 febbraio, Kairi, Io Shirai e Bianca Belair hanno sconfitto Jessamyn, Marina e Shayna Baszler. Nella puntata di NXT del 3 aprile, il match fra Kairi e Bianca Belair finisce in No Contest. Il 5 aprile, a NXT TakeOver: New York, Kairi ha preso parte al Fatal-4-Way match per l'NXT Women's Championship che includeva la campionessa Shayna Baszler, Io Shirai e Bianca Belair, dove la Baszler ha difeso la cintura con successo. Il 7 aprile, nel Kick-off di WrestleMania 35, Kairi ha partecipato alla seconda edizione della WrestleMania Women's Battle Royal, ma è stata eliminata dalla Riott Squad (Ruby Riott, Liv Morgan e Sarah Logan). Nella puntata di NXT del 17 aprile, Kairi ha affrontato Shayna Baszler per l'NXT Women's Championship. ma è stata sconfitta per squalifica, in quello che sarà il suo ultimo match ad NXT.

The Kabuki Warriors e WWE Tag Team Champions (2019–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Con lo Shake-up del 16 aprile Kairi è stata promossa nel roster principale e assegnata a SmackDown, venendo presentata da Paige, manager del nuovo tag team composto dalla stessa Kairi e Asuka; quella stessa sera lei, Asuka, Bayley e Ember Moon hanno sconfitto le IIconics (Billie Kay e Peyton Royce), Mandy Rose e Sonya Deville. Nella puntata di SmackDown del 23 aprile Kairi ha sconfitto Peyton Royce nel suo primo match singolo nel roster principale. Nella puntata di SmackDown del 30 aprile Kairi e Asuka hanno sconfitto le jobber Jaylee e Queen Aminata. Nella puntata di SmackDown del 14 maggio Kairi e Asuka, soprannominate The Kabuki Warriors, hanno sconfitto Mandy Rose e Sonya Deville. Nella puntata di SmackDown del 18 giugno, Paige è nel backstage insieme alle Kabuki Warriors, dove ha un confronto con le attuali Women's Tag Team Champions le IIconics, dichiarando che nel caso in cui le giapponesi fossero riuscite a battere la australiane nel prossimo tour asiatico, avrebbero ottenuto una chance titolata. Nella puntata di SmackDown del 9 luglio, le Kabuki Warrior sono nel backstage con Paige e dopo uno scontro verbale contro le IIconics, la loro manager schiaffeggia Billie Kay e le avvisa che presto avranno il loro match titolato. Nella puntata di SmackDown del 16 luglio, le Kabuki Warrios hanno sconfitto le IIconics per count-out, volontariamente, mantenuto quindi i titoli; a fine match, le giapponesi attaccano le campionesse. Nella puntata di Raw del 5 agosto, le Kabuki Warriors hanno preso parte ad un Fatal 4-Way Tag Team Elimination match per i WWE Women's Tag Team Championship che includeva le campionesse, le IIconics, Mandy Rose e Sonya Deville, e le vincitrici del match, nonché nuove campionesse Alexa Bliss e Nikki Cross. Nella puntata di Raw del 12 agosto, le Kabuki Warriors sono state sconfitte da Alexa Bliss e Nikki Cross, non riuscendo a conquistare i titoli femminili di coppia. Nella puntata di SmackDown del 24 settembre, le Kabuki Warriors hanno sconfitto Mandy Rose e Sonya Deville.

Il 6 ottobre, a Hell in a Cell, le Kabuki Warriors hanno sconfitto Alexa Bliss e Nikki Cross conquistando il WWE Women's Tag Team Championship per la prima volta, quando Asuka ha sputato del green mist sul viso della Cross (per Kairi è il suo primo titolo in WWE), effettuando di fatto un turn heel (il primo per Kairi in WWE). Nella puntata di Raw del 7 ottobre, le Kabuki Warriors hanno sconfitto la Raw Women's Champion Becky Lynch e la nuova SmackDown Women's Champion Charlotte Flair, con Asuka che riutilizza il green mist sulla Lynch, permettendo alla Sane di schienarla; a fine match, assaltano la Flair, ma vengono fermate dall'intervento di Alexa Bliss e Nikki Cross. Nella puntata di Raw del 14 ottobre, le Kabuki Warriors sono passate in tale roster per effetto del Draft; nella stessa puntata, le Kabuki Warriors hanno sconfitto Lacey Evans (appartenente al roster di SmackDown) e Natalya in un match non titolato. Nella puntata di NXT del 23 ottobre, le Kabuki Warriors fanno una piccola apparizione sullo schermo, lasciando un messaggio alle nuove contendenti dei Women's Tag Team Championship Dakota Kai e Tegan Nox (appartenenti appunto al roster di NXT), stipulato per la settimana successiva. Nella puntata di Raw del 28 ottobre, le Kabuki Warriors vengono presentate dalla loro manager Paige (ritornata dopo due mesi di assenza per un intervento chirurgico), per poi attaccarla con il green mist sancendo la fine della collaborazione; a soccorrerla arriva la Raw Women's Champion Becky Lynch, la quale batte Kairi in un match. Nella puntata di NXT del 30 ottobre, le Kabuki Warriors hanno difeso con successo i titoli contro Dakota Kai e Tegan Nox. Nella puntata di Raw del 4 novembre, le Kabuki Warriors sono state sconfitte da Charlotte Flair e Natalya in un match non titolato. Nella puntata di Raw dell'11 novembre, le Kabuki Warriors hanno difeso con successo le cinture contro la Raw Women's Champion Becky Lynch e Charlotte Flair, grazie ad una distrazione provocata dalla NXT Women's Champion Shayna Baszler, la quale attacca la SmackDown Women's Champion Bayley a bordo ring, permettendo ad Asuka di effettuare il pin vincente sulla Lynch con un roll-up. Nella puntata di Raw del 18 novembre, Kairi ha accompagnato e aiutato Asuka a vincere il suo match contro Natalya; la stessa sera, le Kabuki Warriors vengono annunciate nel Team Raw per le Survivor Series durante il 5-on-5-on-5 Traditional Survivor Series Women's Elimination match contro i roster di SmackDown ed NXT. Nella puntata di NXT del 20 novembre, Kairi fa un'apparizione durante una rissa che vede coinvolte le superstars dei tre roster, terminata con Nikki Cross (appartenente al roster di SmackDown) che fa piazza pulita sul ring. Il 24 novembre, alle Survivor Serier, il Team Raw (Charlotte Flair, Asuka, Kairi Sane, Natalya e Sarah Logan) è opposto al Team SmackDown (Sasha Banks, Carmella, Dana Brooke, Lacey Evans e Nikki Cross) e al Team NXT (Rhea Ripley, Candice LeRae, Io Shirai, Bianca Belair e Toni Storm) in un 5-on-5-on-5 Traditional Survivor Series Women's Elimination match, dove Kairi viene eliminata dalla Banks; alla fine, il Team NXT conquista la contesa. Nella puntata di Raw del 25 novembre, Kairi ha aiutato Asuka a sconfiggere Charlotte Flair, distraendo l'arbitro e permettendo ad Asuka di utilizzare il green mist. Il 1° dicembre, durante l'evento Starrcade, le Kabuki Warriors hanno difeso le cinture contro Becky Lynch & Charlotte Flair, Bayley & Sasha Banks e Alexa Bliss & Nikki Cross in un Fatal 4-Way Tag Team match. Nella puntata di Raw del 2 dicembre, le Kabuki Warriors hanno sconfitto Charlotte Flair in un 2-on-1 Handicap match. Nella puntata di Raw del 9 dicembre, le Kabuki Warriors sono state sconfitte da Becky Lynch per squalifica, quando Asuka la colpisce con una sedia e Kairi connette l'InSane Elbow sulla Lynch posizionata su un tavolo; successivamente nel backstage attaccano Charlotte Flair, per poi sfidare la stessa Charlotte e Becky in un match valevole per i WWE Women's Tag Team Championship per TLC in un Tables, Ladders, and Chairs match.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Kairi esegue l'InSane Elbow su Bianca Belair.

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "Onna Kaizoku"[26]
  • "People's Champ"
  • "The Pirate Princess"

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "Kaizoku Ōjo" della World Wonder Ring Stardom[27]
  • "Last Voyage" della World Wonder Ring Stardom[28]
  • "The Next Voyage" dei CFO$ (NXT/WWE; 18 novembre 2017–presente)
  • "The Future Next Voyage" dei CFO$ (WWE; 2019–1° dicembre 2019; usata in team con Asuka)
  • "Unknown Theme" dei CFO$ (WWE; 2 dicembre 2019–presente; usata in team con Asuka)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • World Wonder Ring Stardom
    • Artist of Stardom Championship (4) – con Kaori Yoneyama e Yuhi (1), Chelsea e Koguma (1), Io Shirai e Mayu Iwatani (1), e Hiromi Mimura e Konami (1)
    • Goddess of Stardom Championship (3) – con Natsumi Showzuki (1), Nanae Takahashi (1), e Yoko Bito (1)
    • Wonder of Stardom Championship (1)
    • World of Stardom Championship (1)
    • 5★Star GP (2015)
    • Goddesses of Stardom Tag League (2016) – con Yoko Bito
    • 5★Star GP Best Match Award (2014) contro Nanae Takahashi il 24 agosto[30]
    • Best Match Award (2014) con Nanae Takahashi contro Risa Sera e Takumi Iroha il 23 dicembre[31]
    • Best Tag Team Award (2014) con Nanae Takahashi[31]
    • Best Tag Team Award (2016) con Yoko Bito[32]
    • MVP Award (2015)[33]
    • Outstanding Performance Award (2013)[34]
    • Technique Award (2016)[32]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ John Moore, 11/30 Moore’s Lucha Underground TV Review: Pentagon Jr. vs The Black Lotus Triad in a Gauntlet, Japanese stars Io Shirai, Kairi Hojo, and Mayu Iwatani make their debut, Matanza speaks, su Pro Wrestling Dot Net, 1º dicembre 2016. URL consultato il 1º dicembre 2016.
  2. ^ a b (JA) 〜ピープルズ・チャンプ〜 宝城カイリ, su World Wonder Ring Stardom, 22 maggio 2014. URL consultato il 3 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2017).
  3. ^ (JA) 2014年10月26日 「Stardom Mask Fiesta2014」~Halloween Party~ 新木場1stRing, su World Wonder Ring Stardom, 26 ottobre 2014. URL consultato il 3 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2014).
  4. ^ (JA) 2015年10月25日 Stardom Mask Fiesta2015~Halloween Party~, su World Wonder Ring Stardom, 25 ottobre 2015. URL consultato il 3 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2015).
  5. ^ John Clapp, Mae Young Classic field widens with addition of international sensations, including Japan's Kairi Sane, su WWE, 30 giugno 2017. URL consultato il 30 giugno 2017.
  6. ^ (JA) 2016年10月23日 Stardom Mask Fiesta2016, su World Wonder Ring Stardom, 23 ottobre 2015. URL consultato il 31 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 31 ottobre 2016).
  7. ^ Kairi Hojo, su Wrestlingdata. URL consultato il 3 giugno 2016.
  8. ^ (JA) 宝城カイリ, su Horipro. URL consultato il 3 giugno 2016.
  9. ^ (JA) 【各界の著名人&関係者に直撃!】『Super J-Cup』優勝予想大アンケート!(スターダム編)【SJ16】, su New Japan Pro-Wrestling, 9 agosto 2016. URL consultato il 9 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 9 agosto 2016).
  10. ^ Dave Meltzer, News Update: New ROH PPV dates; UFC drug test failure, su Wrestling Observer Newsletter, 8 aprile 2016. URL consultato il 3 giugno 2016.
  11. ^ Bryan Rose, Io Shirai trying out at the WWE Performance Center, su Wrestling Observer Newsletter, 15 marzo 2017. URL consultato il 16 marzo 2017.
  12. ^ Joseph Currier, Kairi Hojo gets new WWE name, announced for Mae Young Classic, su Wrestling Observer Newsletter, 30 giugno 2017. URL consultato il 30 giugno 2017.
  13. ^ (JA) 美女レスラー・宝城カイリ WWE参戦を正式発表, su Tokyo Sports, 30 giugno 2017. URL consultato il 30 giugno 2017.
  14. ^ JJ Williams, WWE Mae Young Classic taping spoilers: The tournament begins, su Wrestling Observer Newsletter, 13 luglio 2017. URL consultato il 14 luglio 2017.
  15. ^ JJ Williams, WWE Mae Young Classic taping spoilers: The finals are set, su Wrestling Observer Newsletter, 14 luglio 2017. URL consultato il 15 luglio 2017.
  16. ^ Dave Meltzer, Daily Update: Raw, Mayweather vs. McGregor PPV, Jericho, su Wrestling Observer Newsletter, 31 luglio 2017. URL consultato il 1º agosto 2017.
  17. ^ a b Bryan Rose, Kairi Sane wins Mae Young Classic, will challenge for NXT Women's title, su Wrestling Observer Newsletter, 12 settembre 2017. URL consultato il 12 settembre 2017.
  18. ^ John Powell, Kairi Sane wins Mae Young Classic and a title shot, su Slam! Sports, Canadian Online Explorer, 13 settembre 2017. URL consultato il 13 settembre 2017.
  19. ^ JJ Williams, NXT St. Petersburg, FL, live results: Kairi Sane & Shayna Baszler debut, su Wrestling Observer Newsletter, 11 agosto 2017. URL consultato l'11 agosto 2017.
  20. ^ (JA) 【スターダム】宝城カイリがワンダー王座V7, su Tokyo Sports, 27 marzo 2017. URL consultato il 27 marzo 2017.
  21. ^ (JA) 2014年5月17日 Gold May2015, su World Wonder Ring Stardom, 17 maggio 2015. URL consultato il 12 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 17 maggio 2015).
  22. ^ (JA) 2017年3月20日 Stardom the Highest, su World Wonder Ring Stardom, 20 marzo 2017. URL consultato il 12 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 20 marzo 2017).
  23. ^ (JA) 2017年3月26日 Grow up Stars2017, su World Wonder Ring Stardom, 26 marzo 2017. URL consultato il 12 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2017).
  24. ^ (JA) 2017年4月22日 ~宝城カイリ凱旋記念大会~, su World Wonder Ring Stardom, 23 aprile 2017. URL consultato il 12 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2017).
  25. ^ Mae Young Classic Finale results: The Pirate Princess sails into the history books, su WWE, 12 settembre 2017. URL consultato il 12 settembre 2017.
  26. ^ (JA) 宝城カイリが師匠ゆずポンの前でベルト取り誓う, su Tokyo Sports, 24 gennaio 2014. URL consultato il 3 giugno 2016.
  27. ^ (JA) World Wonder Ring"Stardom", su Amazon. URL consultato il 3 giugno 2016.
  28. ^ (JA) スターダム最新テーマ曲&選手の歌入りCDアルバム全容, su World Wonder Ring Stardom, 11 marzo 2016. URL consultato il 3 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2016).
  29. ^ Full 2017 PWI Female 50 List Revealed [collegamento interrotto], su diva-dirt.com, 8 marzo 2018. URL consultato l'8 marzo 2018.
  30. ^ (JA) 2014年9月23日 5★Star GP2014 最終戦 後楽園ホール, su World Wonder Ring Stardom, 23 settembre 2014. URL consultato il 3 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2014).
  31. ^ a b (JA) 2014年12月27日 スターダム忘年会&脇澤美穂プロレス生活謝恩会が開かれました, su World Wonder Ring Stardom, 28 dicembre 2014. URL consultato il 3 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 27 dicembre 2014).
  32. ^ a b (JA) 2016年12月23日 スターダムアワード2016が開かれました, su World Wonder Ring Stardom, 24 dicembre 2016. URL consultato il 23 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 23 dicembre 2016).
  33. ^ (JA) 2015年12月26日 スターダム・アワード2015発表会&安川惡斗引退記念パーティーが開かれました, su World Wonder Ring Stardom, 27 dicembre 2015. URL consultato il 3 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2015).
  34. ^ (JA) スターダム・アワードを発表!MVPは紫雷イオが受賞!, su World Wonder Ring Stardom, 29 dicembre 2013. URL consultato il 3 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2014).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]