WrestleMania X8

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "WWE WrestleMania X8" rimanda qui. Se stai cercando il videogioco, vedi WWE WrestleMania X8.
WrestleMania X8
HHH after winning the WWE Undisputed Championship.jpg
Triple H dopo aver vinto l'Undisputed WWF Championship contro Chris Jericho
TaglineThe One and Only
Colonna sonoraTear Away dei Drowning Pool
Superstar dei Saliva
Prodotto daWorld Wrestling Federation
SponsorSour Skittles
Data17 marzo 2002
SedeSkyDome
CittàToronto, Canada
Spettatori68.237
Cronologia pay-per-view
No Way Out (2002)WrestleMania X8Backlash (2002)
Progetto Wrestling

WrestleMania X8 è stata la 18ª edizione dell'annuale evento in pay-per-view WrestleMania, promosso dalla World Wrestling Federation (WWF). L'evento si è svolto il 17 marzo 2002 presso lo SkyDome di Toronto, nell'Ontario. L'evento è stato commercializzato come ultima WrestleMania sotto il marchio WWF. La tagline dell'evento è stata "The One and Only", le theme song, invece, "Superstar" del gruppo rock Saliva e "Tear Away" dei Drowning Pool.

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

La faida principale per questa edizione fu quella fra Chris Jericho e Triple H. Il 9 dicembre 2001, a Vengeance, Jericho vinse un torneo a cui presero parte anche The Rock, Stone Cold Steve Austin e Kurt Angle, diventando il primo WWF Undisputed Champion. Il 20 gennaio 2002, alla Royal Rumble, Triple H vinse il Royal Rumble match eliminando per ultimi Kurt Angle e Mr. Perfect e conquistò il diritto di affrontare Jericho, il quale aveva precedentemente difeso il titolo dall'assalto di The Rock, in un match titolato a WrestleMania X8. Il 17 febbraio, a No Way Out, Angle sconfisse Triple H in un match con Stephanie McMahon come arbitro speciale sottraendogli, come da stipulazione, la nomina di primo sfidante all'Undisputed WWF Championship di Jericho per WrestleMania X8. Tuttavia, nella seguente puntata di Raw, Ric Flair (proprietario di Raw nell'ambito della storyline) concesse a Triple H una rivincita contro Angle, con Stephanie bandita da bordo ring, e se The Game avesse vinto, avrebbe riottenuto la nomina di primo sfidante al titolo di Jericho per WrestleMania X8. La sera stessa, Triple H sconfisse Angle e riottenne la sua opportunità titolata contro Jericho.

A No Way Out, The Rock sconfisse The Undertaker. Al termine del match, The Rock venne raggiunto nel backstage dai membri della nWo (Hollywood Hulk Hogan, Kevin Nash e Scott Hall) perché Hogan voleva fare una foto assieme a lui, in modo tale da poterla dare a suo figlio, ma una volta fatta la foto, Hogan iniziò ad insultare Rock mentre quest'ultimo se ne stava andando via. La sera successiva, a Raw, The Rock (che aveva sentito gli insulti di Hogan) interruppe un promo dello stesso Hollywood Hogan per sfidarlo ad un match a WrestleMania X8 e, quando Hogan accettò la sfida, Rock gli rifilò una Rock Bottom. Subito dopo, però, gli altri due membri della nWo (Kevin Nash e Scott Hall) attaccarono alle spalle The Rock, lasciandolo esanime sul ring e scrivendogli con dello spray le iniziali della nWo sulla schiena (come era solito fare il gruppo ai tempi della WCW). Contemporaneamente a quanto accaduto con The Rock, la nWo entrò in faida anche con Stone Cold Steve Austin quando Hogan, Nash e Hall costarono ad Austin la vittoria del WWF Undisputed Championship contro il campione Chris Jericho a No Way Out. Visto che The Rock e Hollywood Hogan si erano lanciati una sfida in quel di WrestleMania X8, Steve Austin si concentrò su Nash e Hall. Diverse settimane prima dell'evento, Austin sfidò ufficialmente Scott Hall per un match a WrestleMania X8 e quest'ultimo accettò, a patto che lo stesso Hall abbia avuto Nash a bordo ring.

Un'altra importante faida per questa edizione fu quella tra The Undertaker ed il comproprietario della WWF, Ric Flair. La faida iniziò a causa delle riprovevoli azioni compiute da The Undertaker nei confronti di The Rock (una chokeslam e una Tombstone effettuate sul tetto di una macchina), avvenute prima del loro match a No Way Out. Queste azioni non vennero tollerate da Flair, che interferì nel match tra The Undertaker e The Rock di No Way Out, aiutando Rock a vincere. Successivamente, The Undertaker sfidò Flair per un match a WrestleMania X8, ma egli rifiutò. Così, l'American Badass provò a convincere Flair ad accettare la sua proposta, attaccando diversi amici e familiari del Nature Boy. Il primo che attaccò fu Arn Anderson, caro amico di Flair da anni, e successivamente attaccò suo figlio, David Flair, costringendolo ad accettare nell'episodio di SmackDown! del 7 marzo. L'incontro di WrestleMania X8 venne, poi, modificato in un No Disqualification match.

Evento[modifica | modifica wikitesto]

Prima della messa in onda dell'evento, Albert, Rikishi e Scotty 2 Hotty sconfissero Mr. Perfect, Lance Storm e Test in un Six-man Tag Team match, con Jacqueline come arbitro speciale, a Sunday Night Heat. I primi tre vinsero il match dopo l'esecuzione di un Banzai Drop da parte di Rikishi ai danni di Mr. Perfect.

Match preliminari[modifica | modifica wikitesto]

L'evento si aprì con l'esibizione dal vivo dei Saliva, che cantarono il loro singolo "Superstar".

Il primo match della serata fu quello valevole per il WWF Intercontinental Championship tra il campione William Regal e lo sfidante Rob Van Dam. Durante il match, Regal cercò per ben due volte di colpire Van Dam con la sua Power of the Punch utilizzando un tirapugni, ma in entrambe le occasioni quest'ultimo contrattaccò. Van Dam effettuò, poi, una Five-Star Frog Splash su Regal per vincere il match e conquistare per la prima volta tale titolo.

Il match successivo fu quello valevole per il WWF European Championship tra il campione Diamond Dallas Page e lo sfidante Christian. Christian eseguì un neckbreaker su Page, ma ottenne solamente un conto di due. Page effettuò, poi, un roll-up per schienare Christian, ma quest'ultimo si liberò al conto di due. Nel finale, DDP sconfisse Christian dopo l'esecuzione di una Diamond Cutter, mantenendo il titolo.

Il terzo incontro fu l'Hardcore match valevole per il WWF Hardcore Championship tra il campione Maven e lo sfidante Goldust. Il match terminò quando entrambi rimasero a terra dopo che si colpirono a vicenda con dei coperchi dei bidoni della spazzatura. In seguito, Spike Dudley si presentò sul ring e schienò Maven per vincere il titolo (secondo la regola 24/7 vigente sul WWF Hardcore Championship, Spike diventò il nuovo campione ufficiale). Successivamente, Goldust, Maven e Crash Holly inseguirono Spike attraverso il pubblico presente all'interno dello stadio. Dopo che i Drowning Pool cantarono dal vivo "Tear Away", Spike riuscì a sfuggire a Holly lanciandolo contro una porta del backstage. Tuttavia, The Hurricane sorprese Spike colpendolo con un superkick per schienarlo e vincere l'Hardcore Championship.

Il match che seguì fu quello tra Kane e Kurt Angle. Durante il match, Angle colpì Kane con una flying clothesline. In confidenza con quanto appena fatto, Angle riprovò a colpire Kane con la medesima mossa, ma quest'ultimo contrattaccò eseguendo una clothesline ai danni di Angle. Kane tentò, in seguito, un Tombstone Piledriver, ma Angle lo afferrò per la maschera per liberarsi dalla morsa del Big Red Monster per poi atterrarlo con una Angle Slam. Angle applicò, poi, la Ankle Lock su Kane, ma quest'ultimo uscì dalla presa dopo aver toccato le corde del ring. Nonostante Kane avesse toccato le corde, l'Olympic Hero gli tenne bloccato un piede, ma Kane riuscì a liberarsi eseguendo un enzuigiri con il piede libero. Successivamente, Angle sventò un attacco aereo di Kane atterrandolo con un belly to belly suplex dalla terza corda del ring. Nel finale, Angle rovesciò un tentativo di chokeslam da parte di Kane e lo schienò con un roll-up facendo illegalmente leva sulle corde per vincere il match.

Il quinto incontro della serata fu il No Disqualification match tra The Undertaker e Ric Flair. Il match iniziò con una rissa tra i due all'esterno del ring, dove The Undertaker lanciò Flair contro il paletto del quadrato. Ritornati sul ring, The Undertaker tentò una Old School, ma Flair contrattaccò facendolo cadere. Flair applicò, poi, la figure-four leglock ai danni dell'American Badass, ma quest'ultimo riuscì a liberarsi dalla presa eseguendo una chokeslam sul Nature Boy. In seguito, Arn Anderson interferì in favore di Flair effettuando una Spinebuster su The Undertaker, ma Flair ottenne solo un conto di due. The Undertaker applicò una dragon sleeper ai danni di Anderson, ma Flair interruppe l'American Badass colpendolo con una sedia d'acciaio. The Undertaker si riprese e sventò un altro colpo di sedia da parte di Flair colpendo quest'ultimo con un big boot per poi tentare una Last Ride, ma il tentativo fallì a causa della stanchezza accusata dallo stesso The Undertaker. Nonostante fu esausto, The Undertaker eseguì un Tombstone Piledriver su Flair per vincere il match e per portare la sua Streak sul 10-0.

Il match successivo fu tra Edge e Booker T. Il match iniziò con Booker in controllo della contesa. Edge si riprese ed effettuò una Hurricanrana su Booker, per evitare un attacco dalla terza corda del ring di quest'ultimo, per poi colpirlo con uno spinning heel kick dalla corda più alta. Booker eseguì, poi, un Scissors Kick ai danni di Edge, ma ottenne solamente un conto di due. Edge rispose, in seguito, con una Spear su Booker, ma ottenne solo un conto di due. Dopo aver effettuato una versione personale dello Spinaroonie di Booker T, Edge evitò un superkick di Booker per poi eseguire su di lui una Edgecution per schienarlo e vincere il match.

Dopodiché, nel backstage, Jonathan Coachman intervistò The Hurricane riguardo alla vittoria dell'Hardcore Championship, ma Mighty Molly apparì e colpì The Hurricane alla nuca con una pentola per friggere per poi schienarlo e conquistare il titolo.

Il settimo match fu tra Stone Cold Steve Austin e Scott Hall (con Kevin Nash). Essendo Nash all'angolo di Hall, Austin dovette fare attenzione ad entrambi. Il lavoro di squadra da parte dei due membri della nWo permise a Hall di lanciare Austin con un Irish Whip contro un tenditore delle corde esposto. Austin riuscì, poi, ad eseguire una Stunner su Hall, ma Nash fermò il conteggio trascinando l'arbitro fuori dal ring per poi attaccare Austin. In seguito, Austin effettuò una Stunner sia su Hall che su Nash, ma quest'ultimo si riprese e fermò ancora il conteggio colpendo con una gomitata un secondo arbitro, accorso in sostituzione di quello originale. Hall ne approfittò per tentare una Razor's Edge ai danni di Austin, ma il Texas Rattlesnake contrattaccò con un back body drop facendo cadere Hall all'esterno del quadrato. Contemporaneamente, la sicurezza intervenne per portare Nash nel backstage. Hall eseguì una Stunner ai danni di Austin, ma ottenne solamente un conto di due. Nel finale, Austin colpì Hall con due Stunner per schienarlo e vincere il match.

L'incontro che seguì fu il Four Corners Elimination match valevole per il WWF Tag Team Championship tra la coppia campione Billy e Chuck, gli APA (Bradshaw e Faarooq), i Dudley Boyz (Bubba Ray Dudley e D-Von Dudley) (con Stacy Keibler) e gli Hardy Boyz (Matt Hardy e Jeff Hardy). I primi ad essere eliminati furono gli APA dopo l'esecuzione di una 3D da parte dei Dudley Boyz ai danni di Bradshaw, il quale venne schienato ed eliminato da D-Von. I Dudley Boyz piazzarono, poi, un tavolo all'esterno del ring. Successivamente, Stacy Keibler (valletta dei Dudley Boyz) tentò di distrarre Jeff Hardy mostrandogli il proprio perizoma, ma quest'ultimo la sculacciò e la baciò per poi spingerla giù dall'apron ring. I Dudley Boyz cercarono, in seguito, di eseguire un Whassup headbutt dalla terza corda del quadrato, ma Billy anticipò D-Von buttandolo all'esterno del ring e quest'ultimo andò ad impattare contro il tavolo, piazzato in precedenza dagli stessi Dudleys, mandandolo in frantumi. Matt Hardy eseguì, poi, una Twist of Fate, seguita da una Swanton Bomb di Jeff, su Bubba Ray per schienarlo ed eliminare di conseguenza i Dudley Boyz. Nel finale, Billy colpì Jeff al volto con un una cintura dei titoli di coppia e Chuck ne approfittò per schienare Jeff e mantenere il WWF Tag Team Championship.

In seguito, nel backstage, Mighty Molly corse per scappare dallo stadio con l'Hardcore Championship appena conquistato, ma Christian aprì una porta e centrò in pieno Molly lasciandola a terra esanime. Christian approfittò della situazione e schienò Molly per conquistare l'Hardcore Championship.

Match principali[modifica | modifica wikitesto]

The Rock (a sinistra) posa verso il pubblico prima del suo match contro Hollywood Hulk Hogan (a destra).

Il nono match della serata fu l'atteso scontro tra The Rock e Hollywood Hulk Hogan. Nonostante The Rock fosse un face e Hogan fosse un heel, il pubblico canadese presente nello stadio iniziò a tifare molto di più per quest'ultimo. Durante il match, The Rock applicò la Sharpshooter su Hogan, che cedette alla presa, ma poiché l'arbitro fu messo accidentalmente KO pochi istanti prima dallo stesso The Rock, egli non poté vedere. Dato ciò, The Rock lasciò la presa per sincerarsi delle condizioni dell'arbitro, ma Hogan lo colpì prima con un low-blow e poi con una Rock Bottom. Nonostante l'arbitro si riprese, Hogan ottenne solamente un conto di due. In seguito, i due eseguirono le loro rispettive mosse finali per colpirsi a vicenda (The Rock eseguì la Rock Bottom, mentre Hogan il Leg Drop), ma entrambi si liberarono dallo schienamento al conto di due. Dopo aver effettuato ancora due Rock Bottom e un People's Elbow, The Rock schienò Hogan per vincere il match. Al temine del match, entrambi si strinsero la mano in segno di reciproco rispetto. Nel momento in cui The Rock stava lasciando il ring, Kevin Nash e Scott Hall si presentarono per attaccare Hogan sancendo, di fatto, l'uscita definitiva di quest'ultimo dalla nWo. The Rock rientrò, poi, nel quadrato per salvare Hogan da ulteriori attacchi da parte di Hall e Nash e li scacciò. In segno di rispetto, The Rock convinse Hogan a rimanere un attimo all'interno del ring per rivolgere al pubblico le sue caratteristiche pose e, dato ciò, Hogan effettuò un turn face per la prima volta dal 1996.

L'incontro successivo fu il Triple Threat match valevole per il WWF Women's Championship tra la campionessa Jazz e le sfidanti Trish Stratus e Lita. Vicino alla fine del match, Trish tentò di eseguire una Stratusfaction su Lita, ma quest'ultima contrattaccò lanciando Trish all'esterno del ring. Nel finale, Jazz effettuò un fisherman suplex ai danni di Lita per vincere il match e mantenere il titolo femminile.

Successivamente, nel parcheggio coperto dello SkyDome, Christian cercò di lasciare l'impianto utilizzando un taxi, ma prima di salirci sopra fu sorpreso da Maven, che lo schienò con un roll-up per riconquistare l'Hardcore Championship. Maven salì immediatamente sul taxi al posto di Christian e lasciò, dunque, lo stadio con il titolo.

Il main event dell'evento fu il match valevole per l'Undisputed WWF Championship tra il campione in carica Chris Jericho (con Stephanie McMahon) e lo sfidante Triple H. Dato che Triple H ebbe la gamba sinistra bendata, durante il corso del match, sia Jericho che Stephanie diedero numerosi colpi alla suddetta gamba. Triple H riuscì, poi, ad evitare un attacco di Jericho e quest'ultimo finì addosso a Stephanie, la quale cadde all'esterno del ring. In seguito, i due si spostarono fuori dal quadrato e Triple H tentò di eseguire un Pedigree su Jericho attraverso il tavolo dei commentatori, ma Y2J contrattaccò con un back body drop gettando The Game attraverso l'altro tavolo dei commentatori, posto di fianco, mandandolo in frantumi. Jericho intrappolò, in seguito, Triple H nella Walls of Jericho, ma quest'ultimo si liberò afferrando le corde del ring. Stephanie cercò, poi, di colpire Triple H con una sedia d'acciaio, ma l'arbitro la fermò. Data la distrazione del direttore di gara, Jericho provò a colpire Triple H con la sedia, ma The Game rovesciò il tentativo di Y2J eseguendo una DDT sulla sedia. Triple H effettuò, poi, un Pedigree ai danni di Stephanie e, mentre l'arbitro si sincerava delle condizioni di quest'ultima, Jericho ne approfittò e colpì Triple H in volto con la sedia, ma ottenne solamente un conto di due. Jericho tentò di eseguire un Pedigree sullo stesso Triple H, ma The Game rovesciò il tutto lanciando il campione all'angolo con un catapult. Jericho riuscì ad attaccarsi alle corde dell'angolo per evitare l'impatto contro il tenditore delle corde e, nel tentativo di atterrare Triple H con un attacco aereo, quest'ultimo contrattaccò colpendo Jericho con un calcio allo stomaco per poi eseguire un Pedigree per schienarlo e vincere il titolo.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Incontri Stipulazioni Durata
1 Rob Van Dam ha sconfitto William Regal (c) Single match per il WWF Intercontinental Championship 06:19
2 Diamond Dallas Page (c) ha sconfitto Christian Single match per il WWF European Championship 06:08
3 Maven (c) vs. Goldust è terminato quando Spike Dudley ha schienato Maven Hardcore match per il WWF Hardcore Championship 03:17
4 Kurt Angle ha sconfitto Kane Single match 10:45
5 The Undertaker ha sconfitto Ric Flair No Disqualification match 18:47
6 Edge ha sconfitto Booker T Single match 06:32
7 "Stone Cold" Steve Austin ha sconfitto Scott Hall (con Kevin Nash) Single match 09:51
8 Billy e Chuck (c) hanno sconfitto The APA (Bradshaw e Faarooq), The Dudley Boyz (Bubba Ray Dudley e D-Von Dudley) (con Stacy Keibler) e The Hardy Boyz (Matt Hardy e Jeff Hardy) Four Corners Elimination match per il WWF Tag Team Championship 13:50
9 The Rock ha sconfitto Hollywood Hulk Hogan Single match 16:23
10 Jazz (c) ha sconfitto Lita e Trish Stratus Triple Threat match per il WWF Women's Championship 06:16
11 Triple H ha sconfitto Chris Jericho (c) (con Stephanie McMahon) Single match per l'Undisputed WWF Championship 18:40

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

La faida fra Triple H e Chris Jericho andrà a finire a favore del primo: a Judgment Day, The Game batterà Jericho in un Hell in a Cell Match. Hollywood Hogan ritornerà a vestire i panni di Hulk Hogan con i quali vincerà il WWE Undisputed Championship a Backlash affrontando Triple H. Successivamente il titolo verrà da lui perso a WWE Judgment Day 2002 contro The Undertaker. Maven perderà il WWE Hardcore Championship il 28 marzo 2002 in un Hardcore Match contro Raven che vincerà per la dodicesima volta quella cintura. Rob Van Dam perderà il WWE Intercontinental Championship il 21 aprile 2002 contro Eddie Guerrero. RVD poi tenterà, senza successo, di riconquistare la cintura a Judgment Day. Il 19 maggio 2002, Billy e Chuck perderanno i World Tag Team Championship contro Rico e Rikishi. Essi riconquisteranno i titoli il 4 giugno 2002. Trish Stratus rivincerà il WWE Women's Championship il 13 maggio 2002 a Toronto in un Tag Team Match in coppia con Bubba Ray Dudley sconfiggendo Jazz e Steven Richards. DDP perderà il WWE European Championship il 19 marzo 2002 contro William Regal in un'edizione di SmackDown!.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling