The Streak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Undertaker nel novembre 2008

La Streak (traducibile in italiano come Striscia) è stata una serie di ventuno vittorie consecutive del wrestler statunitense Mark Calaway, meglio conosciuto come The Undertaker, allo storico pay-per-view WrestleMania, l'evento annuale più importante della World Wrestling Entertainment (WWE).[1]

La Streak è iniziata a WrestleMania VII (1991), dove The Undertaker ha sconfitto Jimmy Snuka, e ha visto la sua ultima vittoria a WrestleMania 29 (2013), nel match tra il Phenom e CM Punk; la sua conclusione è infine arrivata a WrestleMania XXX (2014), per mano di Brock Lesnar, dopo ventitré anni di intaccabilità.

Con il passare degli anni, la Streak è diventata una componente fondamentale di WrestleMania, tanto che una potenziale vittoria contro The Undertaker in tale evento veniva descritta come il più grande onore che un wrestler avrebbe potuto ottenere nella propria carriera.[2] Nonostante facesse parte della kayfabe, questa serie di vittorie è stata definita come "la più grande nella storia dello sport" ed è stata spesso paragonata a quella del pugile statunitense Floyd Mayweather.[3] Per molti anni gli appassionati di wrestling e gli esperti del settore si sono chiesti se la Streak avrebbe mai avuto fine e, nel caso, quale atleta l'avrebbe interrotta.[4]

Premesse[modifica | modifica wikitesto]

WrestleMania[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania.

WrestleMania è uno dei pay-per-view organizzati annualmente dalla World Wrestling Entertainment (WWE), il più longevo tra quelli proposti nonché il più importante, tanto da essere considerato uno dei cosiddetti Big Four (insieme a Royal Rumble, SummerSlam e Survivor Series).

WrestleMania viene spesso chiamata The Grandest Stage of Them All o The Showcase of the Immortals per sottolinearne la sua longevità e importanza: è infatti la manifestazione di wrestling per eccellenza e ha la stessa valenza del Super Bowl per il football americano e delle NBA Finals per il basket; lottare nell'incontro principale di WrestleMania rappresenta il punto più alto nella carriera di un wrestler.

Nel corso di WrestleMania hanno spesso luogo dei veri e propri match da sogno (ad esempio, Hulk Hogan contro The Rock nel 2002 o John Cena contro The Rock nel 2012) e in alcune occasioni i grandi lottatori del passato tornano a combattere per una sola notte; anche l'ingresso degli atleti è generalmente più articolato e spettacolare del solito.

The Undertaker[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Undertaker.

Mark William Calaway (Houston, 4 marzo 1965), meglio conosciuto con lo pseudonimo di The Undertaker, è un wrestler statunitense. È sotto contratto con la World Wrestling Entertainment (WWE), federazione di cui è il lottatore più longevo, ed è l'ultimo rimasto attivo fin dalla prima puntata di Monday Night Raw dell'11 gennaio 1993.

Calaway ha iniziato la sua carriera nella World Class Championship Wrestling (WCCW) nel 1984. Dopo aver lottato nella World Championship Wrestling (WCW) per un anno, ha firmato con l'allora World Wrestling Federation (WWF) nel 1990, rimanendovi fino ai giorni nostri.

Calaway è un sette volte campione del mondo, avendo detenuto quattro volte il WWF/E Championship e tre volte il World Heavyweight Championship, vincendo inoltre l'edizione 2007 della Royal Rumble.[5]

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Legenda:

     – Vittoria
     – Sconfitta
     – Assenza

Match della Streak[modifica | modifica wikitesto]

Data Luogo Edizione Avversario Record Note Durata Fonte
24 marzo 1991 Stati Uniti Los Angeles WrestleMania 7 Stati Uniti Jimmy Snuka 1 - 0 04:20 [6]
5 aprile 1992 Stati Uniti Indianapolis WrestleMania 8 Stati Uniti Jake Roberts 2 - 0 06:35 [7]
4 aprile 1993 Stati Uniti Las Vegas WrestleMania 9 Argentina Giant González 3 - 0 07:33 [8]
20 marzo 1994 Stati Uniti New York WrestleMania 10
2 aprile 1995 Stati Uniti Hartford WrestleMania 11 Stati Uniti King Kong Bundy 4 - 0 06:35 [9]
31 marzo 1996 Stati Uniti Anaheim WrestleMania 12 Stati Uniti Diesel 5 - 0 16:45 [10]
23 marzo 1997 Stati Uniti Chicago WrestleMania 13 Stati Uniti Sycho Sid 6 - 0 In un No-Disqualification match 21:20 [11]
29 marzo 1998 Stati Uniti Boston WrestleMania 14 Stati Uniti Kane 7 - 0 16:58 [12]
28 marzo 1999 Stati Uniti Filadelfia WrestleMania 15 Stati Uniti Big Boss Man 8 - 0 In un Hell in a Cell match 09:48 [13]
2 aprile 2000 Stati Uniti Anaheim WrestleMania 16
1º aprile 2001 Stati Uniti Houston WrestleMania 17 Stati Uniti Triple H 9 - 0 18:17 [14]
17 marzo 2002 Canada Toronto WrestleMania 18 Stati Uniti Ric Flair 10 - 0 In un No-Disqualification match 18:47 [15]
30 marzo 2003 Stati Uniti Seattle WrestleMania 19 Stati Uniti A-Train & Big Show 11 - 0 In un 2-on-1 Handicap match 09:45 [16]
14 marzo 2004 Stati Uniti New York WrestleMania 20 Stati Uniti Kane 12 - 0 07:45 [17]
3 aprile 2005 Stati Uniti Los Angeles WrestleMania 21 Stati Uniti Randy Orton 13 - 0 14:15 [18]
2 aprile 2006 Stati Uniti Chicago WrestleMania 22 Stati Uniti Mark Henry 14 - 0 In un Casket match 09:25 [19]
1º aprile 2007 Stati Uniti Detroit WrestleMania 23 Stati Uniti Batista 15 - 0 15:47 [20]
30 marzo 2008 Stati Uniti Orlando WrestleMania 24 Canada Edge 16 - 0 24:03 [21]
5 aprile 2009 Stati Uniti Houston WrestleMania 25 Stati Uniti Shawn Michaels 17 - 0 30:45 [22]
28 marzo 2010 Stati Uniti Phoenix WrestleMania 26 Stati Uniti Shawn Michaels 18 - 0 In un No-Disqualification match 24:00 [23]
3 aprile 2011 Stati Uniti Atlanta WrestleMania 27 Stati Uniti Triple H 19 - 0 In un No-Disqualification match 29:25 [24]
1º aprile 2012 Stati Uniti Miami WrestleMania 28 Stati Uniti Triple H 20 - 0 In un Hell in a Cell match 30:50 [25]
7 aprile 2013 Stati Uniti East Rutherford WrestleMania 29 Stati Uniti CM Punk 21 - 0 22:07 [26]
6 aprile 2014 Stati Uniti New Orléans WrestleMania 30 Stati Uniti Brock Lesnar 21 - 1 25:12 [27]

1991: vs. Jimmy Snuka[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania VII.

Il match è terminato quando Jimmy Snuka ha cercato di effettuare una manovra in springboard su The Undertaker, ma il Phenom lo ha afferrato in volo ed ha eseguito su di lui una Tombstone Piledriver.[28]

1992: vs. Jake Roberts[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania VIII.

Il match è terminato quando Jake Roberts è uscito dal ring per attaccare il manager Paul Bearer e ha subìto la Tombstone Piledriver da parte di The Undertaker, che lo ha riportato al centro per schienarlo.[29]

1993: vs. Giant González[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania IX.

Il match è terminato quando Giant González è stato squalificato per aver ricoperto la faccia di The Undertaker con un panno imbevuto di cloroformio.[30]

Questa è stata l'unica vittoria per squalifica del Phenom durante la sua Streak.

1995: vs. King Kong Bundy[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania XI.

Il match, arbitrato dal giudice di baseball Larry Young, è terminato quando The Undertaker ha eseguito una Body slam ed una Flying clothesline su King Kong Bundy per poi schienarlo al centro del ring.[31]

1996: vs. Diesel[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania XII.

Prima di passare alla World Championship Wrestling (WCW), federazione rivale della WWF, Diesel ha perso contro The Undertaker dopo una Tombstone Piledriver.[32]

1997: vs. Sycho Sid[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania 13.

Durante il match valido per il WWF World Heavyweight Championship, Bret Hart è intervenuto distraendo Sycho Sid e permettendo a The Undertaker di vincere il titolo con la Tombstone Piledriver.[33]

1998: vs. Kane[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania XIV.

Dopo che Kane è uscito da due Tombstone Piledriver, The Undertaker ne ha eseguita una terza per ottenere la vittoria contro il fratellastro (kayfabe).[34]

1999: vs. Big Boss Man[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania XV.

Il primo Hell in a Cell match nella storia di WrestleMania si è concluso quando The Undertaker ha eseguito una Tombstone Piledriver su Big Boss Man, che è stato poi impiccato (kayfabe) con un cappio dal tetto della gabbia dal Brood (Christian, Edge e Gangrel).[35]

2001: vs. Triple H[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania X-Seven.

Dopo un match che ha visto i due wrestler lottare anche tra il pubblico, The Undertaker ha schienato Triple H in seguito ad una Last Ride.[36]

Questo incontro ha segnato la prima apparizione del Phenom a WrestleMania con la gimmick motociclistica dell'American Bad Ass.

2002: vs. Ric Flair[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania X8.

In un No-Disqualification match, The Undertaker ha sconfitto Ric Flair dopo aver eseguito una Tombstone Piledriver su di lui, nonostante in precedenza fosse stato ostacolato dall'interferenza di Arn Anderson.[37]

2003: vs. A-Train & Big Show[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania XIX.

Sebbene il compagno di tag-team di The Undertaker, Nathan Jones, fosse stato dichiarato impossibilitato a combattere poco prima del match, il Phenom è riuscito a vincere l'incontro da solo grazie ad una Tombstone Piledriver su A-Train.[38]

2004: vs. Kane[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania XX.

Tornato al personaggio del Deadman dopo quattro anni, The Undertaker ha sconfitto Kane per la seconda volta a WrestleMania in seguito ad una Tombstone Piledriver.[39]

2005: vs. Randy Orton[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania 21.

Il match è terminato quando Randy Orton ha tentato di eseguire una Tombstone Piledriver su The Undertaker, ma il Phenom ha ribaltato la manovra ed ha eseguito la sua finisher per vincere l'incontro.[40]

Questo match ha segnato la prima volta in cui un avversario di The Undertaker, in questo caso Orton, ha voluto esplicitamente affrontare il Phenom a WrestleMania per interrompere la sua Streak, piuttosto che iniziare una vera e propria rivalità con lui.

2006: vs. Mark Henry[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania 22.

The Undertaker ha vinto il Casket match quando ha chiuso Mark Henry nella bara.[41]

2007: vs. Batista[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania 23.

Grazie alla vittoria della Royal Rumble 2007,[42] The Undertaker si è guadagnato l'opportunità di selezionare il suo avversario per WrestleMania 23,[43] potendo scegliere di lottare contro il WWE Champion John Cena, l'ECW Champion Bobby Lashley o il World Heavyweight Champion Batista; il Phenom ha deciso di affrontare proprio quest'ultimo.[44]

Durante il match The Undertaker ha usato tutte le sue mosse caratteristiche, tra cui lo Snake Eyes, la Old School ed una flying clothesline, per poi eseguire un suicide dive su Batista, che ha ricambiato eseguendo una running powerslam sul tavolo dei commentatori. Batista ha poi messo a segno una Spear ed una Batista Bomb, ma The Undertaker è riuscito a uscire dallo schienamento. Batista ha provato a eseguire nuovamente la sua mossa finale, ma Undertaker l'ha ribaltata e ha eseguito una Tombstone Piledriver per ottenere la vittoria e vincere il World Heavyweight Championship.[45]

2008: vs. Edge[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania XXIV.

Nonostante The Undertaker arrivasse all'evento con un record di 15-0, anche Edge non aveva mai perso a WrestleMania.[46][47]

Il match è stato pieno di ribaltamenti da parte di Edge, che difendeva il World Heavyweight Championship, con Undertaker che ha eseguito le sue caratteristiche manovre (Old School, big boot, Last Ride e Tombstone Piledriver) mentre Edge ha messo a segno le sue manovre migliori come la Impaler DDT e la Edge-O-Matic. La fine del match è arrivata quando, nonostante Edge abbia usato una telecamera come oggetto contundente e l'interferenza dei membri de La Familia, tra cui gli Edgeheads (Curt Hawkins e Zack Ryder), Undertaker lo ha bloccato nella Hell's Gate dopo essere stato colpito dalla mossa finale di Edge, la Spear. Edge ha ceduto e per la seconda volta di fila The Undertaker ha vinto il World Heavyweight Championship a WrestleMania.[48]

In un'intervista del 2009, Edge ha definito questo match «il più grande incontro» della sua carriera.[senza fonte]

2009: vs. Shawn Michaels[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania XXV.

Dopo aver sconfitto Vladimir Kozlov nella puntata di Raw del 2 marzo 2009, Shawn Michaels si è guadagnato il diritto di affrontare The Undertaker a WrestleMania XXV.[49]

Durante il match Undertaker ha tentato di eseguire il suo caratteristico suicide dive, ma Micheals ha messo un cameraman nella traiettoria, facendo cadere Undertaker sul collo; tale spot ha "aggiunto più dramma ed emozione al match, dandogli un elemento di realismo". La conclusione, descritta come "emotivamente forte", ha visto Undertaker usare tutte e quattro delle sue mosse finali (Tombstone Piledriver, Last Ride, Chokeslam e Hell's Gate) senza riuscire a vincere il match; "gli occhi spalancati di tristezza e disperazione" di Undertaker dopo che Michaels è uscito dallo schienamento della Tombstone Piledriver è stato descritto come un "istantanea del cuore e della passione che era in mostra nello spettacolo".[50][51] Michaels ha reagito e ha eseguito la sua mossa finale, la Sweet Chin Music, ma Undertaker è uscito dallo schienamento. Poco dopo Michaels ha tentato di eseguire un moonsault dalla corda più alta, ma è stato afferrato al volo da Undertaker, che ha eseguito una seconda Tombstone Piledriver che gli ha permesso di vincere il match.[50]

Questo match è da molti considerato il migliore nella storia della WWE.[51][52]

2010: vs. Shawn Michaels[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania XXVI.

The Undertaker aveva inizialmente rifiutato la proposta di una rivincita con Shawn Michaels.[53] A Elimination Chamber, Micheals è arrivato da sotto il ring e ha eseguito una Sweet Chin Music, permettendo a Chris Jericho di schienare Undertaker e sottrargli il World Heavyweight Championship.[54]

Verso la fine del match Micheals ha eseguito una Sweet Chin Music fuori dal ring, lasciando Undertaker steso sul tavolo dei commentatori, per poi eseguire un moonsault dalla corda più alta, distruggendo il tavolo dei commentatori.[55] Alla fine dei ventiquattro minuti di match, dopo essere uscito dallo schienamento di una Tombstone Piledriver, Micheals ha schiaffeggiato The Undertaker, che ha eseguito una Tombstone Piledriver in salto per ottenere la vittoria.[56][57] Come parte della stipulazione prima del match,[58] Micheals è stato costretto a ritirarsi dal wrestling,[59][60] in un momento che è stato descritto come "la fine di un'era".[61]

2011: vs. Triple H[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania XXVII.

Dopo quasi trenta minuti di contesa in un No Holds Barred match[62] e dopo che entrambi i wrestler sono usciti dallo schienamento dopo aver subito le rispettive mosse finali, The Undertaker ha ottenuto la vittoria quando ha eseguito la Hell's Gate su Triple H, che ha ceduto dopo non essere riuscito ad afferrare il suo caratteristico sledgehammer.[63][64]

2012: vs. Triple H[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania XXVIII.

In un Hell in a Cell match arbitrato da Shawn Michaels, il match, venduto come "la fine di un'era", è iniziato con una rissa dentro e fuori dal ring. Successivamente, con i gradoni d'acciaio sul ring, Triple H ha eseguito una spinebuster su Undertaker, che lo ha poi intrappolato nella Hell's Gate, ribaltata da Triple H quando lo ha sollevato e sbattuto sui gradoni. Il match è stato pieno di colpi con oggetti contundenti, incluse sedici consecutive sediate da parte di Triple H, seguite da un colpo alla testa con lo sledgehammer, tutto mentre Undertaker diceva a Micheals di non fermare il match. Dopo essere stato attaccato da Micheals, Undertaker lo ha intrappolato nella Hell's Gate, facendolo svenire. L'arbitro di rimpiazzo, Charles Robinson, è corso sul ring dopo che Undertaker aveva eseguito una Chokelsam su Triple H, ma il conteggio si è arrestato al conto di due ed è stato poi l'arbitro stesso a subire una Chokeslam. Michaels si è ripreso e ha colpito Undertaker con la Sweet Chin Music seguita dal Pedigree di Triple H, ma ciò non è stato abbastanza per il conto di tre. Entrambi i wrestler hanno eseguito le loro mosse finali per delle near-fall, con Undertaker che ha poi eseguito la sua serie di sediate per un altro conto di due. Undertaker ha vinto il match poco dopo con una Tombstone Piledriver.[65][66][67]

Il match è stato acclamato come uno dei "migliori Hell in a Cell match di tutti i tempi",[68] mentre Triple H lo ritiene uno dei suoi match preferiti.[69]

2013: vs. CM Punk[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania 29.

In un controverso angle avvenuto la settimana prima di WrestleMania 29, Paul Heyman (il manager di CM Punk) si era vestito come il recentemente deceduto Paul Bearer (lo storico manager di The Undertaker), usando anche i manierismi di Bearer per provocare Undertaker mentre era accompagnato dai caratteristici druidi di Undertaker. Quando Undertaker li ha attaccati, Punk, vestito come druido, lo ha assalito, per poi spargergli addosso le ceneri dell'urna funeraria che, secondo la storyline, conteneva quelle di Bearer.[70]

Durante il match durato ventidue minuti in cui i fan hanno intonato il coro this is awesome ("questo è fantastico"), Punk ha eseguito un diving elbow drop dalla corda più alta su The Undertaker, che era stato posizionato sul tavolo dei commentatori.[71] Dopo essersi ripreso, Undertaker, è stato colpito con l'urna contenente le presunte ceneri di Bearer e, mentre stava per subire la GTS, mossa finale di Punk, è riuscito a ribaltarla nella Tombstone Piledriver ottenendo la vittoria.[72]

2014: vs. Brock Lesnar[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: WrestleMania XXX e WrestleMania 31.

Il 23 ottobre 2010, dopo aver perso l'UFC Heavyweight Championship contro Cain Velasquez a UFC 121, Brock Lesnar è stato confrontato da The Undertaker, presente tra il pubblico in abiti civili, il quale gli ha chiesto se volesse combattere un match a WrestleMania.[73][74]

Nella puntata di Raw del 24 febbraio 2014 The Undertaker, alla sua prima apparizione in WWE dopo dieci mesi, ha sfidato Brock Lesnar in un match a WrestleMania XXX, che si sarebbe svolta il 6 aprile al Mercedes-Benz Superdome di New Orleans (Louisiana).[75] Il Phenom arrivò al match inizialmente come assoluto favorito secondo gli scommettitori,[76] ma dopo una Kimura lock e tre F-5 Lesnar lo ha schienato in venticinque minuti e dodici secondi per concludere la Streak, lasciando il pubblico in silenzio e scioccato;[77][78] The Undertaker è stato successivamente portato in ospedale a causa di una commozione cerebrale subita all'inizio del match.[79][80] La musica di Lesnar non è partita per un paio di minuti, mentre le telecamere continuavano a mostrare la reazione incredula del pubblico.

La sconfitta di The Undertaker a WrestleMania XXX è stata definita come "il risultato più scioccante nella storia del wrestling".[81][82] Un gran numero di fan ha contestato il risultato; Justin Henry di WrestleCrap ha invece difeso la decisione.[83] Interrogato da "Stone Cold" Steve Austin sulla decisione di terminare la Streak, Vince McMahon ha detto che non c'erano altri validi candidati per il ruolo.[84]

Match dopo la Streak[modifica | modifica wikitesto]

Data Luogo Edizione Avversario Record Note Durata Fonte
29 marzo 2015 Stati Uniti Santa Clara WrestleMania 31 Stati Uniti Bray Wyatt 22 - 1 15:12 [85]
3 aprile 2016 Stati Uniti Arlington WrestleMania 32 Stati Uniti Shane McMahon 23 - 1 In un Hell in a Cell match 30:05 [86]
2 aprile 2017 Stati Uniti Orlando WrestleMania 33 Stati Uniti Roman Reigns 23 - 2 In un No Holds Barred match 22:58 [87]
8 aprile 2018 Stati Uniti New Orléans WrestleMania 34 Stati Uniti John Cena 24 - 2 02:55 [88]
7 aprile 2019 Stati Uniti East Rutherford WrestleMania 35
4 aprile 2020 Stati Uniti Orlando WrestleMania 36 Stati Uniti AJ Styles 25 - 2 In un Boneyard match 18:45 [89]

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

DVD[modifica | modifica wikitesto]

La WWE ha rilasciato diversi DVD riguardanti la Streak, incluso quello che riprendeva il 21-0 di WrestleMania 29.[90] Una versione aggiornata, comprendente anche la clamorosa sconfitta di The Undertaker contro Brock Lesnar a WrestleMania 30, è stata rilasciata nell'ottobre del 2015.[91]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco WWE 2K14 (2013) includeva una modalità dedicata alla Streak, in cui i giocatori potevano tentare di difendere la striscia di imbattibilità con il personaggio di The Undertaker oppure cercare di interromperla usando un qualsiasi altro lottatore presente nel roster.[92]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Undertaker, su wwe.com, WWE. URL consultato il 21 febbraio 2015.
  2. ^ (EN) Henry Tiger Oliver, Why Brock Lesnar won't break The Undertaker's WrestleMania win streak, su newsok.com, The Oklahoman, 26 marzo 2014. URL consultato il 16 marzo 2015.
  3. ^ (EN) The greatest winning streak in sport is still going strong, su the42.ie, The Journal.ie, 8 aprile 2013. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  4. ^ (EN) Michael Knight, Who Will End the Undertaker's Streak at Wrestlemania?, su vice.com, Vice, 10 ottobre 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  5. ^ (EN) 10 Youngest WWE Champions, su wwe.com, WWE. URL consultato il 18 marzo 2016.
  6. ^ (EN) WWF WrestleMania VII, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  7. ^ (EN) WWF WrestleMania VIII, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  8. ^ (EN) WWF WrestleMania IX, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  9. ^ (EN) WWF WrestleMania XI, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  10. ^ (EN) WWF WrestleMania XII, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  11. ^ (EN) WWF WrestleMania 13, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  12. ^ (EN) WWF WrestleMania XIV, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  13. ^ (EN) WWF WrestleMania XV, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  14. ^ (EN) WWF WrestleMania X-Seven, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  15. ^ (EN) WWF WrestleMania X8, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  16. ^ (EN) WWE WrestleMania XIX, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  17. ^ (EN) WWE WrestleMania XX, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  18. ^ (EN) WWE WrestleMania 21, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  19. ^ (EN) WWE WrestleMania 22, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  20. ^ (EN) WWE WrestleMania 23, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  21. ^ (EN) WWE WrestleMania XXIV, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  22. ^ (EN) WWE WrestleMania XXV, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  23. ^ (EN) WWE WrestleMania XXVI, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  24. ^ (EN) WWE WrestleMania XXVII, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  25. ^ (EN) WWE WrestleMania XXVIII, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  26. ^ (EN) WWE WrestleMania 29, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  27. ^ (EN) WWE WrestleMania XXX, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  28. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, Superfly first to fall, su slam.canoe.com, Canoe, 20 febbraio 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  29. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, Undertaker stomps a Snake, su slam.canoe.com, Canoe, 20 febbraio 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  30. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, Slaying a giant, su slam.canoe.com, Canoe, 21 febbraio 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  31. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, DiBiase can't lead Bundy to win, su slam.canoe.com, Canoe, 21 febbraio 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  32. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, Nash lays down on way out, su slam.canoe.com, Canoe, 21 febbraio 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  33. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, Sid drops the belt, slam.canoe.com, 20 febbraio 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  34. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, Brother versus brother, su slam.canoe.com, Canoe, 22 febbraio 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  35. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, Bossman hangs, su slam.canoe.com, Canoe, 23 febbraio 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  36. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, The first battle with Triple H, su slam.canoe.com, Canoe, 23 febbraio 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  37. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, The Streak: Whooo! A battle with the Nature Boy, su slam.canoe.com, Canoe, 24 febbraio 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  38. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, Two is not better than one, su slam.canoe.com, Canoe, 26 febbraio 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  39. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, Again, Kane is not able, su slam.canoe.com, Canoe, 27 febbraio 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  40. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, The Legend Killer get Tombstoned, su slam.canoe.com, Canoe, 27 febbraio 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  41. ^ (EN) Blaine Van Der Greind, Finishing the World's Strongest Man, su slam.canoe.com, Canoe, 2 marzo 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  42. ^ (EN) Undertaker wins the Royal Rumble Match, su wwe.com, 28 gennaio 2007. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  43. ^ (EN) Louis Dee, Decision at hand, su wwe.com, 3 febbraio 2007. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  44. ^ (EN) Louis Dee, Tickets punched for WrestleMania, su wwe.com, 5 febbraio 2007. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  45. ^ (EN) Dale Plummer e Nick Tylwalk, Undertaker the champ - WrestleMania 23 delivers big time, su slam.canoe.ca, Canoe, 1º aprile 2007. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  46. ^ (EN) Tim Baines, Canadian boy Copeland fights to keep his Edge, su slam.canoe.ca, Canoe, 30 marzo 2008. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  47. ^ (EN) Nick Tylwalk, 'Über-villain' Edge aims to steal the show, su slam.canoe.ca, Canoe, 30 marzo 2008. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  48. ^ (EN) Dale Plummer, Mayweather, Orton survive Mania; Edge, Flair don't, su slam.canoe.ca, Canoe, 31 marzo 2008. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  49. ^ (EN) James Caldwell, Undertaker's WrestleMania opponent determined on Raw tonight, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 2 marzo 2009. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  50. ^ a b (EN) Dan Wahlers, Dan Wahlers talks Undertaker vs. Shawn Michaels, su f4online.com, Wrestling Observer Newsletter, 9 aprile 2009. URL consultato il 28 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2014).
  51. ^ a b Sumit Rehal, Top ten WrestleMania matches of all time, su independent.co.uk, The Independent, 5 aprile 2014. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  52. ^ (EN) Kevin Eck, Shawn Michaels vs. The Undertaker, su baltimoresun.com, The Baltimore Sun, 5 aprile 2009. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  53. ^ (EN) Winning the Royal Rumble is your only chance at salvation, su cagematch.net, Cagematch, 18 gennaio 2010. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  54. ^ (EN) James Caldwell, Complete coverage of Raw & Smackdown Elimination Chamber matches - Sheamus and Undertaker defend titles, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 21 febbraio 2010. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  55. ^ (EN) Bill Simmons, WrestleMania XXVI - Bill Simmons' diary, su espn.com, ESPN, 30 marzo 2010. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  56. ^ (EN) Dale Plummer e Nick Tylwalk, Undertaker ends Shawn Michaels' career in thrilling rematch to cap off Wrestlemania XXVI, su slam.canoe.ca, Canoe, 29 marzo 2010. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  57. ^ (EN) James Caldwell, WrestleMania 26 Results - The Undertaker vs. Shawn Michaels Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 28 marzo 2010. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  58. ^ (EN) Dale Plummer e Nick Tylwalk, Undertaker ends Shawn Michaels' career in thrilling rematch to cap off Wrestlemania XXVI, su slam.canoe.ca, Canoe, 29 marzo 2010. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  59. ^ (EN) Kevin Eck, Shawn Michaels says goodbye on Raw, su baltimoresun.com, The Baltimore Sun, 30 marzo 2010. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  60. ^ (EN) Mark Xamin, HBK's retirement the end of an era, su slam.canoe.ca, Canoe, 30 marzo 2010. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  61. ^ (EN) Dave Scherer, Looking at Shawn Michaels' retirement, su pwinsider.com, PWInsider, 30 marzo 2010. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  62. ^ (EN) Shane McKinley, Triple H vs. Undertaker preview special, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 28 marzo 2011. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  63. ^ (EN) James Caldwell, The Undertaker vs. Triple H with The Streak on the line, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 3 aprile 2011. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  64. ^ (EN) Dave Meltzer, WrestleMania 27 live coverage from the Georgia Dome, su f4online.com, Wrestling Observer Newsletter, 3 aprile 2011. URL consultato il 7 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 7 giugno 2011).
  65. ^ (EN) Dave Plummer e Nick Tylwalk, Highs of Taker-HHH, Cena-Rock and Punk-Jericho overcome plenty of lows at WrestleMania XXVIII, su slam.canoe.ca, Canoe, 29 marzo 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  66. ^ (EN) Wade Keller, KELLER'S WWE WRESTLEMANIA 28 TAKE 4/1: Rock vs. Cena, Undertaker vs. Triple H, Jericho vs. Punk, Sheamus vs. Bryan, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 2 aprile 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  67. ^ (EN) James Caldwell, Caldwell's WWE WrestleMania 28 PPV Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 1º aprile 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  68. ^ (EN) Mayer Nissim, WWE Hell in a Cell: 5 best-ever bouts, su digitalspy.com, Digital Spy, 25 ottobre 2013. URL consultato il 24 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2014).
  69. ^ (EN) Triple H says Undertaker clash at WrestleMania 28 was one of his best, su skysports.com, Sky Sports, 23 ottobre 2014. URL consultato il 27 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2014).
  70. ^ (EN) Arda Ocal, Pre-WrestleMania Raw highlighted by Paul Bearer imposter, urn's ashes, su baltimoresun.com, The Baltimore Sun, 2 aprile 2013. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  71. ^ (EN) Bryan Graham, 80,676 WrestleMania Fans Can't Be Wrong, su si.com, Sports Illustrated, 9 aprile 2013. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  72. ^ (EN) James Caldwell, Taker-Punk result - did Punk break The Streak?, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 7 aprile 2013. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  73. ^ (EN) Paul Hopkinson, Brock Lesnar vs. Cain Velasquez Fight Overshadowed By Undertaker?, su cbsnews.com, CBS News, 27 ottobre 2010. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  74. ^ (EN) Kevin Eck, Is Brock Lesnar going to wrestle The Undertaker at WrestleMania XXVII?, su baltimoresun.com, The Baltimore Sun, 25 ottobre 2010. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  75. ^ (EN) Alex Oster, The Undertaker returns on Monday Night Raw, upstaging Hulk Hogan, su baltimoresun.com, The Baltimore Sun, 25 febbraio 2014. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  76. ^ (EN) Chris Smith, Gamblers Knew The Undertaker Would Lose At WrestleMania 30, su forbes.com, Forbes, 7 aprile 2014. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  77. ^ (EN) Christopher Hooton, Undertaker's streak ends at WrestleMania 30, su independent.co.uk, The Independent, 7 aprile 2014. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  78. ^ (EN) James Caldwell, The Undertaker's Streak is over, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 6 aprile 2014. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  79. ^ (EN) Amelia Butterly, WWE WrestleMania star The Undertaker has head injury, su bbc.co.uk, BBC, 8 aprile 2014. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  80. ^ (EN) wwe.com staff, The Undertaker injured at WrestleMania 30, su wwe.com, WWE, 7 aprile 2014. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  81. ^ (EN) Wrestlemania XXX: The Live Report, SLAM! Wrestling, 6 aprile 2014. URL consultato il 7 aprile 2014.
  82. ^ (EN) The Undertaker vs. Brock Lesnar, su WrestleView.com, 6 aprile 2014. URL consultato il 7 aprile 2014.
  83. ^ (EN) Justin Henry, The End of the Streak is Not WrestleCrap, su wrestlecrap.com, WrestleCrap, 12 gennaio 2015. URL consultato il 10 aprile 2015.
  84. ^ (EN) James Caldwell, Austin/McMahon podcast, su pwtorch.com, PWTorch, 2 dicembre 2014. URL consultato il 10 aprile 2014.
  85. ^ (EN) WWE WrestleMania 31, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  86. ^ (EN) WWE WrestleMania 32, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  87. ^ (EN) WWE WrestleMania 33, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  88. ^ (EN) WWE WrestleMania 34, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  89. ^ (EN) WWE WrestleMania 36, su profightdb.com. URL consultato il 6 aprile 2020.
  90. ^ (EN) James Caldwell, More details on WWE's "Streak" DVD, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 10 aprile 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  91. ^ (EN) Tuesday Update, su f4online.com, Wrestling Observer Newsletter, 20 ottobre 2015. URL consultato il 21 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2015).
  92. ^ (EN) WWE 2K14 Goes for the GOAT, su ign.com, IGN, 14 ottobre 2013. URL consultato il 28 agosto 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling