Eugene (wrestler)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Nick Dinsmore)
Nick Dinsmore
Immagine di Nick Dinsmore
Nome Nicholas Dinsmore
Ring name Conquistador Dos[1]
Doink[1]
Doctor Jordan Brown[1]
Special E[1]
U-Gene[1]
Eugene Dinsmore[1]
Mr. Wrestling 2[1]
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Jeffersonville[1]
17 dicembre 1975 (40 anni)
Residenza Sioux Falls[1]
Residenza dichiarata Louisville[1]
Altezza 1,83[1] cm
Peso 107[1] kg
Peso dichiarato 103 kg
Allenatore Dean Malenko[1]
Doug Basham[1]
Debutto 1997[1]
Progetto Wrestling

Nicholas "Nick" Dinsmore, meglio conosciuto con il ring name di Eugene Dinsmore, successivamente abbreviato in Eugene (Jeffersonville, 17 dicembre 1975), è un wrestler statunitense.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ohio Valley Wrestling (2007-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Dinsmore ha lottato nella Ohio Valley Wrestling con il suo vero nome, in coppia con Rob Conway. Nel corso del suo stint in OVW ha anche effettuato alcune apparizioni nei main roster della WWE: in due occasioni celandosi sotto la maschera di Doink the Clown ed una volta accanto a Conway con la gimmick dei Los Conquistadores. Detiene il record di OVW Heavyweight Championship vinti, ben nove. A distanza di poche settimane dal licenziamento, Dinsmore è tornato a lavorare per la Ohio Valley Wrestling, ricoprendo il ruolo di responsabile della Derby City Wrestling, gruppo di livello intermedio affiliato alla OVW. Dinsmore prende il posto di Adam Birch. Nel 2008 è tornato a lottare nella OVW, riutilizzando come ring name Nick Dinsmore e riprendendo la gimmick di "Mr. Wrestling". Secondo l'angle che sta interpretando, l'intero periodo passato a lottare sotto la gimmick di Eugene è stato solo un brutto sogno fatto durante un sonno dal quale si è appena svegliato.[2] Il 20 febbraio 2008 ha sconfitto Jay Bradley conquistando per la nona volta l'OVW Heavyweight Championship.

World Wrestling Entertainment (2004-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Eugene con la sua gimmick

Il debutto ufficiale di Dinsmore nella WWE risale al 5 aprile 2004, nel corso di una puntata di RAW, interpretando Eugene, il nipote con ritardo mentale del General Manager Eric Bischoff; lo zio affidò Eugene alle cure di William Regal. Sin dal suo primo match risultò evidente che lo stile di lotta di Eugene era quello tipico del wrestling degli anni settanta e ottanta; inoltre non esitava a ricorrere a diverse trademark moves tipiche dei più grandi popolari wrestlers della WWE o a mosse prive di qualsiasi utilità come l'Helicopter Spin. Eugene entrò nelle grazie di The Rock e dell'allora World Heavyweight Champion Chris Benoit ma allo stesso tempo ebbe dei severi attriti con Jonathan Coachman e la sua spalla Garrison Cade. Ebbe anche un angle con Triple H, precedentemente indicato da Eugene come il suo wrestler preferito nel corso di un gustosissimo siparietto con The Rock. La storyline, costruita ad arte, vide Hunter utilizzare le sue tattiche da mind games per portare dalla sua Eugene, salvo poi sbarazzarsi di lui senza pietà nel corso di uno Steel Cage Match. Nel corso del feud il personaggio di Eugene non riuscì a raggiungere il risultato che i booker avevano previsto, giacché i fan smisero gradualmente di parteggiare per lui in favore di Triple H. La stessa scena si ripresentò più avanti, quando iniziò un feud con Kurt Angle. Per sopperire a questa situazione i booker invitarono Dinsmore a simulare un grave infortunio alla spalla nel corso dello steel cage match, in modo da poterlo tenere lontano dai ring per qualche tempo e studiare manovre migliorative per il suo personaggio. Al suo ritorno venne affiancato a Regal nell'ottica di un feud contro lo zio Eric. La storyline portò ad un match al pay-per-view Taboo Tuesday 2004; i fan, che avevano l'opportunità di scegliere la stipulazione speciale per l'incontro, optarono per un match nel quale il perdente avrebbe dovuto essere rasato a zero. Eugene vinse il match ed agì di conseguenza su Eric Bischoff.

Eugene in seguito lottò in coppia con William Regal, vincendo il World Tag Team Championship ai danni de La Résistance nel corso di RAW del 15 novembre 2004. Nel corso del suo match a New Year's Revolution 2005 Dinsmore sbagliò l'esecuzione di un dropkick, con gravi conseguenze: si ruppe, questa volta realmente, il tendine della rotula del ginocchio sinistro; ciò richiese un'operazione ed uno stop di diversi mesi. Ciò inoltre costò al suo tag team il Titolo di Coppia, giacché Regal e Coachman (sostituto di Eugene) persero le Corone in un match contro La Résistance in un house show svoltosi a Winnipeg, in Canada. Nonostante fosse fuori gioco per l'infortunio, Eugene partecipò in diversi modi alla promozione di WrestleMania 21. Fu il protagonista di uno spot nel quale effettuava una parodia di Forrest Gump e fece un'apparizione speciale nel corso dell'evento, lanciandosi nel suo classico discorso al microfono, questa volta interrotto da Muhammad Hassan e Daivari, che lo attaccarono. Fu il preludio al largamente anticipato ritorno sul ring di Hulk Hogan, che corse in aiuto di Eugene e, insieme a lui, affrontò il duo arabo, sconfiggendolo. Tornò a tempo pieno sul ring nella puntata di RAW del 25 luglio 2005, come ospite del Kurt Angle Invitational. Eugene fu il primo tra i partecipanti alla contesa a sconfiggere Angle e quindi conquistò la Medaglia d'oro del Campione Olimpico. Il 1º agosto a RAW Eugene, accompagnato da Christy Hemme, diede ufficialmente inizio allo "Eugene Invitational." Angle ovviamente arrivò sul ring per rispondere alla sfida aperta di Eugene, ma prima di lui toccò a Tatanka lottare per la medaglia. Quando Eugene iniziò ad imitare le movenze di Angle e riuscì a chiudere Tatanka nella Angle Lock, Kurt salì sul quadrato cercando di mettere fuori combattimento Eugene, decretandone perciò l'automatica vittoria per squalifica. La faida tra i due ebbe fine a SummerSlam 2005 quando Angle riuscì a sconfiggere Eugene e a riconquistare la sua medaglia. Come già accadde nel corso del feud con Triple H, la gimmick da cartoon di Dinsmore fu bersagliata dai cori di disapprovazione del pubblico che prese le parti di Angle e della sua gimmick "reale". Eugene iniziò a lottare match di coppia accanto a Tajiri, con risultati non entusiasmanti e comunque senza alcun riscontro positivo da parte dei fan. Ebbe quindi un feud con Rob Conway che portò ad un tag team match a Taboo Tuesday 2005: da una parte Conway e Tyson Tomko, dall'altra Eugene e "Superfly" Jimmy Snuka, quest'ultimo scelto dai fan a scapito di Kamala e Jim Duggan. Fu proprio Snuka a chiudere il match, con un Superfly Splash. Il 18 novembre 2005, Dinsmore venne ricoverato in ospedale dopo essere svenuto in hotel la sera prima; WWE.com inoltre dichiarò che per il wrestler era stato decisa una sospensione a tempo indefinito. Pochi giorni dopo Dinsmore dichiarò di avere problemi di dipendenza da Carisoprodol, un rilassante muscolare. Ciò, unito al fatto che la WWE aveva annunciato da pochi giorni la sua nuova politica di lotta alle droghe sull'onda emozionale della morte di Eddie Guerrero, diede una valenza di gravità estrema alla sua posizione. Dinsmore tornò a vestire i panni di Eugene nella WWE nel corso della Royal Rumble 2006; entrò con il numero 18 nel corso del classico match a 30 e venne eliminato da Chris Benoit. Iniziò ad apparire soltanto ad Heat, senza troppe soddisfazioni. Ebbe in seguito un feud con Matt Striker e, più avanti, con Umaga; accanto a sé Eugene ebbe Jim Duggan, che ricoprì per lui il ruolo di "tutore". Combatté anche diversi tag team match, specialmente contro la Spirit Squad, con risultati alterni. Cambiò anche allineamento, passando da face ad heel e schierandosi contro Jim Duggan. Nel mese di gennaio 2007 tornò ad essere face ed iniziò a prendersi gioco di Matt Striker e King Booker.

Come conseguenza della Draft Lottery 2007, Eugene abbandona il roster di RAW per passare a quello di SmackDown!.

Il 1º settembre la WWE comunicò il licenziamento di Dinsmore senza fornire troppe spiegazioni. Il wrestler fu semplicemente accompagnato all'uscita dell'arena dopo aver partecipato ad un meeting tra wrestler WWE riguardante lo scandalo steroidi. Dinsmore si disse molto sorpreso da quanto accaduto ma sembra che ciò sia stato dovuto ad una possibile terza infrazione del Wellness Program della federazione da parte di Dinsmore. Nel luglio 2009 Dinsmore è tornato in WWE firmando un contratto per fare l'allenatore nella Florida Championship Wrestling, federazione di sviluppo della WWE. Il 10 agosto torna in televisione affrontando The Calgary Kid in un Contract on a Pole match, dove a vincere è quest'ultimo, che poi si rivelerà essere The Miz. Quattro giorni dopo viene svincolato nuovamente dalla WWE.[3]

Juggalo Championship Wrestling (2007, 2011–2013)[modifica | modifica wikitesto]

Dinsmore debuttò alla Juggalo Championship Wrestling (JCW) nell'ottobre 2007, come U-Gene. Tornò nel 2010 all'evento "Flashlight Wrestling: Legends & Loonies", dove perse contro Breyer Wellington. Diventò un membro a tempo pieno del roster dall'anno successivo. Ebbe una breve storyline dove era infatuato con il lottatore Jailbird Man, che fanno inavvertitamente perdere i match di Jailbird. U-Gene partecipò al primo pay-per-view della ad essere trasmesso su internet, Hatchet Attacks, dove sconfisse Raven. Formò un tag team con Zach Gowen ad Up in Smoke, credendo che poteva essere la seconda gamba di Gowen, ma persero il match dopo che U-Gene distrasse l'arbitro. Il 28 luglio, Gowen e U-Gene sconfissero i Ring Rydas vincendo i JCW Tag Team Championship. Tuttavia, Gowen rese vacante il titolo dopo aver realizzato che U-Gene gabolò per vincere, causando l'attacco da parte di U-Gene, e il successivo sgretolamento del tag team. U-Gene sconfisse Gowen a Bloodymania 5, ma l'arbitro annullò la decisione dopo aver capito che U-Gene aveva barato.

Federazioni Indipendenti (2007–2013)[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2007, Dinsmore divenne il capo funzionario responsabile di Wrestling Derby City, il gruppo di livello intermedio affilato alla Ohio Valley Wrestling, dopo che Joey Matthews lasciò la sua posizione. Fece alcune apparizioni negli show nella portoricana World Wrestling Council (WWC), come Eugene. Dinsmore lottò per la WFX Wrestling in Canada, in un ruolo simile a quello che aveva in WWE, sotto i nomi "U-Gene" e " U-gene Dinsmore ". Formò un tag team con Luke Williams, meglio conosciuto come uno dei membri dei The Bushwhackers. Egli lottò per la Ring of Honor (come Nick Dinsmore) in un Ring of Honor Wrestling taping, contro "The Prodigy" Mike Bennett. Nel 2009, fece parte del tour australiano di Hulk Hogan, Hulkamania, dove lottò come U-Gene. Dinsmore fece il suo debutto nella ROH il 9 dicembre 2010 ai suoi tapings, perdendo contro Mike Bennett. Nel dicembre 2011, Dinsmore partecipò al progetto della Total Nonstop Action Wrestling (TNA) in India, la Ring Ka King come Doctor Nicholas Dinsmore. Il 27 luglio, Dinsmore, come "U-Gene", sfidò senza successo Freight Train per la 5 Dollar Championship Wrestling nel main event del primo PPV della federazione a essere trasmesso in Internet.

Ritorno alla OVW (2008–2013)[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 febbraio del 2008, Dinsmore tornò alla Ohio Valley Wrestling (OVW) con il suo vero nome e sconfisse Jay Bradley vincendo il suo nono titolo dei pesi massimi. Perse la cintura contro Anthony Barvado il 25 luglio 2008. Il 26 ottobre 2011, Dinsmore sconfisse Jason Wayne vincendo il OVW Heavyweight Championship per la decima volta, turnando heel. Dinsmore perse il titolo contro Rudy Switchblade sette giorni dopo, in un Eight Man Melee, che includeva Wayne, Adam Revolver, Ted McNaler, James Thomas, Rocco Bellagio e Mike Mondo.

Ritorno al circuito indipendente (2015–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Dinsmore al Hulkamania Tour.

Il 10 gennaio 2015, Dinsmore tornò a lottare, questa volta con la federazione britannica International Pro Wrestling: United Kingdom. Sconfisse Grado nel suo primo match nella promozione. Dinsmore cominciò a lottare nei suoi spettacoli a Sioux Falls, Dakota del Sud, sotto la bandiera della Midwest All Pro. Il primo live event si tenne il 7 novembre 2015.[4]

Vita Privata[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 2009, Dinsmore è impegnato con Stephanie Fischer, che sposò nel novembre 2015.[5]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Heartland Wrestling Association

Music City Wrestling

  • MCW North American Tag Team Championship (1 - con Rob Conway)

Pro Wrestling Illustrated

  • 21° nella classifica dei 500 migliori wrestlers su PWI 500 (2004)

Ohio Valley Wrestling

World Wrestling Entertainment

Mosse Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o (EN) Nick Dinsmore, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 30 giugno 2016.
  2. ^ Daniel Pena, WWE Scouts Beauty Pageant, Ranjin Singh Sidelined, Eugene "Wakes Up", Rajah.com, 20 febbraio 2008. URL consultato il 21 febbraio 2008.
  3. ^ http://www.wwe.com/inside/news/eugenerelease
  4. ^ Andrew Soucek, 11/7 Midwest All Pro in Sioux Falls, S.D.: Eugene's first show, Hayes from Tough Enough, Baszler, more, su PWTorch.com. URL consultato il 9 novembre 2015.
  5. ^ Battling back: Former WWE wrestler wants another shot, The Courier-Journal, 22 febbraio 2009. URL consultato il 25 febbraio 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]