Shoichi Funaki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Shoichi Funaki
Shoichi nella gimmick di Kung Fu Naki
Shoichi nella gimmick di Kung Fu Naki
Nome 船木 勝一
Ring name Funaki
Kung Fu Naki
Shoichi Funaki
Sho Funaki
Nazionalità Giappone Giappone
Nascita Tokyo
24 agosto 1968
Residenza San Antonio
Altezza 170 cm
Allenatore Animal Hamaguchi
Yoshiaki Fujiwara
Debutto 1990
Progetto Wrestling

Shoichi Funaki (Tokyo, 24 agosto 1968) è un wrestler giapponese attualmente sotto contratto con la WWE dove svolge il ruolo di commentatore dei pay-per-view in lingua giapponese.

In WWE è noto per i suoi trascorsi come Funaki e Kung Fu Naki. Dal 1990 al 1998, Shoichi ha militato nelle indies del Giappone e degli USA, dove ha fatto incetta di titoli. Nella WWE ha vinto nel 2000 il WWF Hardcore Championship e nel 2004 il WWE Cruiserweight Championship.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni (1990-1998)[modifica | modifica wikitesto]

Shoichi cominciò la sua carriera nella Pro Wrestling Fujiwara Gumi promotion (1990-1996) di Yoshiaki Fujiwara adottando lo stile della Lucha libre. Passò in seguito alla Michinoku Pro Wrestling (1996), formando con Taka Michinoku, Dick Togo e Men's Teioh una stable chiamata Kai En Tai. Successivamente passò alla Universal Wrestling Association (1997) dove vinse il UWA World Middleweight Championship sconfiggendo El Pantera il 19 marzo 1997 in Giappone.

World Wrestling Federation/Entertainment[modifica | modifica wikitesto]

Kai En Tai (1998-2001)[modifica | modifica wikitesto]

Shoichi approdò alla World Wrestling Federation nel marzo del 1998 combattendo con il ring name Funaki. Dopo aver riformato i Kai En Tai con Dick Togo e Men's Teioh, ebbe un feud con Taka Michinoku, e i tre lo sconfissero in un 3-on-2 Handicap match (dove Michinoku faceva coppia con Justin Bradshaw) a Over the Edge: In Your House. Il 2 aprile 2000, a WrestleMania 2000, Funaki vinse il WWF Hardcore Championship schienando Viscera in una Battle Royal ma venne subito dopo privato del titolo da Rodney. Nel 2001 i Kai En Tai si sciolsero e Funaki tornò a combattere da solo.

Cruiserweight Champion (2002-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Funaki come Cruiserweight Champion

Autoproclamandosi il primo annunciatore di SmackDown!, il 12 marzo 2002 viene nettamente sconfitto dal giovane Brock Lesnar in un dark match. Il 26 ottobre a Rebellion sconfigge Crash Holly. Funaki cerca in più occasioni di conquistare i WWE Tag Team Championships assieme al connazionale Último Dragón ma vengono prima sconfitti da Eddie Guerrero e Tajiri, il 6 settembre a Velocity, e poi dai Basham Brothers il 24 gennaio 2003. Nel 2004 Funaki entra nella divisione dei pesi leggeri di SmackDown! e nello stesso anno perde contro il Cruiserweight Champion Chavo Guerrero in un non-title match. L'11 marzo partecipa ad un 8 man tag team match insieme a Rey Mysterio, Billy Kidman e Último Dragón contro Tajiri, Jamie Noble, Akio e Ryan Sakoda, riuscendo a trionfare assieme ai suoi tre compagni. A Wrestlemania XX Funaki partecipa ad una Cruiserweight Open Challenge ma viene eliminato da Jamie Noble. Il 9 dicembre vince un match contro Paul London, Nunzio, Shannon Moore, Billy Kidman, Chavo Guerrero e Akio valido per affrontare il Cruiserweight Champion Spike Dudley ad Armageddon. Lo sfavorito Funaki vince poi il Cruiserweight Championship contro Spike Dudley ad Armageddon, il 12 dicembre, grazie ad un roll-up e nel post match ringrazia calorosamente i commentatori Tazz e Michael Cole. Difende successivamente il titolo in un Fatal 4-Way match contro Spike Dudley, Nunzio e Akio a SmackDown!.

Il 10 febbraio 2005 difende ancora il titolo contro Chavo Guerrero. Il 20 febbraio 2005, però, perde il titolo proprio contro Chavo Guerrero in un 6-Man Elimination match che includeva anche Akio, Paul London, Shannon Moore e Spike Dudley a No Way Out. Il 29 marzo partecipa ad una Battle Royal con in palio il Cruiserweight Championship di Chavo Guerrero insieme a Akio, Billy Kidman, Nunzio, Scotty 2 Hotty, Spike Dudley e Paul London ma è quest'ultimo a vincere la contesa e il titolo. L'8 agosto Funaki affronta John Bradshaw Layfield in un No Holds Barred match ma questo termina in un no contest a causa dell'intervento di Batista. Il 25 agosto perde anche contro Mr. Ken Anderson, poi noto come Mr. Kennedy (al suo match di debutto). Il 18 dicembre ad Armageddon perde contro Jamie Noble. Durante un'intervista con il Cruiserweight Champion Kid Kash, a SmackDown!, viene assalito da questi che effettua una brainbuster sul tavolo di commento.

Il 27 gennaio 2006 sconfigge Finlay per squalifica, dopo che l'arbitro aveva inizialmente decretato la vittoria dell'irlandese per schienamento, rivedendo poi la sua decisione e decretando la vittoria del giapponese per squalifica. Alla Royal Rumble del 29 gennaio Funaki ha partecipato ad un 6-Way match per il Cruiserweight Championship assieme al campione Kid Kash, Jamie Noble, Nunzio, Paul London e Gregory Helms ma la contesa viene vinta da quest'ultimo grazie ad una Shining Wizard sullo stesso Funaki, laureandosi così nuovo Cruiserweight Champion. A No Way Out del 19 febbraio prende parte ad un 9-man Cruiserweight match ma Helms mantiene il titolo. Il 25 febbraio a Velocity Funaki si allea con i WWE Tag Team Champions Paul London e Brian Kendrick, affrontando in un six-man tag team match Simon Dean e i The Gymini (Jesse e Jake), perdendo. Il 3 marzo sconfigge Jamie Noble, mentre il giorno dopo sconfigge Sylvan. Il 5 marzo perde, insieme a London e Kendrick, contro Helms, Kid Kash e Jamie Noble. Perde ancora, in coppia con Scotty 2 Hotty, contro Kid Kash e Jamie Noble l'11 marzo a Velocity. Il 31 marzo perde contro Vito; affronta poi The Great Khali (al debutto) il 21 aprile ma viene distrutto dal gigante indiano in pochi istanti. Viene poi sconfitto assieme a Scotty 2 Hotty in un tag team match contro Vito e Nunzio il 19 maggio. Funaki e Scotty perdono ancora contro Kid Kash e Jamie Noble il 26 maggio. Il 22 settembre a SmackDown! viene sconfitto anche da The Miz.

Tentò un secondo assalto al Cruiserweight Championship nelle varie Cruiserweight Open Challenge, entrambe nel 2007: la prima, disputata a No Way Out (a cui parteciparono anche Daivari, Scotty 2 Hotty, Shannon Moore, Chavo Guerrero e Jimmy Wang Yang), vide Funaki affrontare il campione Gregory Helms, il quale annientò il giapponese in pochi istanti ma venne in seguito sconfitto da Jimmy Wang Yang, il quale poi perse definitivamente contro Chavo Guerrero, che si laureò così nuovo campione. Nella seconda, invece, Funaki partecipò ad una 6-Man Cruiserweight Open a The Great American Bash insieme a Shannon Moore, Jamie Noble, Jimmy Wang Yang e Chavo Guerrero ma il titolo venne stavolta vinto a sorpresa da Hornswoggle. Nell'estate 2007 Shoichi è stato sospeso per un mese per infrazione al WWE Wellness Program. Shoichi ha fatto parte della divisione pesi leggeri alla ricerca di un secondo regno da campione della divisione ma da quando il titolo è stato revocato il 25 settembre, Shoichi si è alleato con Shannon Moore con cui ha militato nella divisione di coppia, andando più volte all'assalto dei WWE Tag Team Championships, detenuti da The Miz e John Morrison. Da quando Shannon Moore è stato licenziato, Shoichi fu relegato al ruolo di jobber. Il 17 dicembre partecipa ad una Battle Royal per il World Heavyweight Championship, reso vacante da Edge, ma viene eliminato subito da The Great Khali, il quale vince la contesa diventando nuovo campione.

Kung Fu Naki (2008-2010)[modifica | modifica wikitesto]

Dall'ottobre 2008 combatté a SmackDown con la gimmick di un karateka con il nome Kung Fu Naki. Il suo primo incontro fu il 24 ottobre in un tag team match assieme ad R-Truth (colui che gli ha suggerito nel backstage l'idea per la sua nuova gimmick) contro Montel Vontavious Porter (MVP) e Shelton Benjamin, uscendone vittorioso. In un'altra occasione, il 14 novembre 2008, sconfigge nuovamente MVP grazie all'intervento di The Great Khali. Il 5 dicembre 2008 viene sconfitto dal WWE Champion Edge, incassando la prima sconfitta nella sua nuova gimmick. Il 9 dicembre viene sconfitto, insieme a Jimmy Wang Yang, da The Miz e John Morrison in ECW. Viene in seguito sconfitto anche da Umaga il 6 febbraio 2009. Kung Fu Naki venne licenziato dalla WWE il 22 aprile 2010 dopo più di dieci anni di lavoro con la compagnia.

Sporadiche apparizioni e circuito indipendente (2011-2015)[modifica | modifica wikitesto]

Poco tempo dopo tornò a combattere in Giappone per la Pro Wrestling Zero1 e debuttò il 30 maggio in un incontro tag team al fianco di Ikuto Hidaka; insieme sconfissero Yoshiaki Fujiwara e Katsumi Usuda. Il 2 dicembre 2011 ritornò in WWE in occasione di un house show in Giappone dove arbitrò il match tra Beth Phoenix e Kelly Kelly.

Ritorno in WWE (2016-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 Funaki è tornato in WWE nel ruolo di commentatore dei pay-per-view in lingua giapponese, nonché ospite di This Week in WWE e membro del cast di The Edge and Christian Show. Il 31 agosto è apparso come interprete del giapponese Akira Tozawa, partecipante al torneo WWE Cruiserweight Classic.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

  • Come Funaki
    • Rising Sun (Tornado DDT) – 2001-2008
    • Shawn Capture (Cross Kneelock)
  • Come Kung Fu Naki
    • Crane Kick – 2008-2010
    • Standing bicycle kick, preceduto da gesti tratti dal film Karate Kid

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "SmackDown's #1 Announcer"

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "Matador" di Terumasa Hino (PWFG; 1990–1996)
  • "Come Out And Play (Keep 'Em Separated)" degli Offspring (MPRO; 1996–1997)
  • "Kaientai" di Jim Johnston (WWF/E; 1998–2008)
  • "Kung Fu San" dei Dice Raw e Jim Johnston (WWE; 2008–2010)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Pro Wrestling Illustrated

  • PWI ranked him #103 of the top 500 singles wrestlers of the year in the PWI 500 in 2001

Texas Wrestling Alliance

  • TWA Heavyweight Championship (1)

Universal Wrestling Association

World Wrestling Federation/Entertainment

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]