Luke Gallows

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Andrew Hankinson)
Luke Gallows
Gallows nel febbraio 2016
Gallows nel febbraio 2016
Nome Andrew Hankinson
Ring name The Big LG[1]
Big XLG[1]
Deacon Deville[1]
Director of Chaos[1]
Doc Gallows[1]
Dorian Deville[1]
Festus[1]
Festus Dalton[1]
Freakin' Deacon[1]
Impostor Kane[1]
Isaiah Cash[1]
Johnny 99[1]
Justice Dalton[1]
Keith Hanson[1]
Luke Gallows[1]
The Masked Assassin[1]
The New Millennium Assassin[1]
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Cumberland, Maryland
22 dicembre 1983 (33 anni)
Residenza Monroe
Altezza dichiarata 203 cm
Peso dichiarato 138 kg
Allenatore Bill DeMott[1]
Deep South Wrestling[1]
Debutto 22 gennaio 2005[1]
Federazione WWE[1] - Raw
Progetto Wrestling

Andrew "Drew" Hankinson (Cumberland, 22 dicembre 1983) è un wrestler statunitense sotto contratto con la WWE, dove lotta con il ring name Luke Gallows dove è l'attuale detentore del WWE Raw Tag Team Championship con Karl Anderson al suo primo regno.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

World Wrestling Entertainment[modifica | modifica wikitesto]

Deep South Wrestling e il falso Kane (2005–2007)[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2006 Hankinson ha interpretato la gimmick del falso Kane, vincendo un match contro quest'ultimo a Vengeance 2006. Visto lo scarso interesse del pubblico per la faida, nella puntata di Raw successiva è stato massacrato dal vero Kane, terminando così la faida. Dopo ciò è stato rispedito in OVW.

Festus (2007–2009)[modifica | modifica wikitesto]

Torna in WWE nel roster di Smackdown, come Festus, formando un tag team con Jesse. La sua gimmick è alquanto strana: egli prima del suono della campana del ring è in uno stato comatoso ed appena suona la campana del ring impazzisce e si accanisce contro gli avversari. I due il 20 luglio 2008 a The Great American Bash 2008 in un Fatal Four Way match, perdono contro The Miz e John Morrison in un match al quale presero parte anche Finlay & Hornswoggle.Tale match era valevole per il WWE Tag Team Championship di SmackDown e fu vinto da Curt Hawkins e Zack Ryder con uno schienamento effettuato su Jesse. Passa a RAW con la draft supplementare 2009, ma non ha mai esordito nel roster con un match. L'unico match che svolge in quel periodo è un tag team match nella FCW: lui in coppia con Sebastian Slater contro Trent Barreta e Caylen Croft.

The Straight Edge Society (2009–2010)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The Straight Edge Society.

Dopo tre mesi fuori dalle scene, Hankinson fa il suo ritorno 27 novembre 2009 a SmackDown come Heel con il ring name "Luke Gallows", sfoggiando un nuovo ring attire con il pizzetto, testa rasata e più magro diventando la guardia del corpo di CM Punk, che ha spiegato che il suo precedente strano comportamento era dovuto dall'assunzione di pillole dannose. CM Punk e Luke Gallows iniziano a "salvare" delle persone dal pubblico rasandole a zero, e facendole entrare nella Straight Edge Society; una di queste persone "salvate" è Serena ora manager di CM Punk e Luke Gallows. Gallows avrà nei mesi successivi delle buone prestazioni sconfiggendo, Matt Hardy, MVP, e anche Rey Mysterio. Più tardi al team si aggiunge Joey Mercury. A WWE Summerslam 2010, la Straight Edge Society affronterà Big Show in un Handicap match. A SummerSlam la Straight Edge Society viene sconfitta da Big Show in un 3 vs 1 . Nella puntata del 3 settembre Big Show batte Luke Gallows e CM Punk, a fine match Punk, frustrato, esegue la sua mossa finale su Luke Gallows decretando la fine della stable.

Dopo alcuni sporadici match, effettua la sua ultima apparizione a SmackDown fu in un segmento nel backstage con Kane il 19 novembre, è stato infatti rilasciato dalla WWE lo stesso giorno, insieme a molte altre superstar.

Circuito indipendente (2010–2016)[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 febbraio 2011 ha combattuto per la promotion Inoki Genome Federation, compagnia di proprietà di Antonio Inoki, contro Sylvester Terkay riuscendo a batterlo grazie alla Spinebuster. Il 14 giugno 2011 viene sconfitto da Gunner in un dark match nella TNA.

Total Nonstop Action (2011–2013)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Aces & Eights.

Il 14 giugno 2011 perde un dark match di prova contro Gunner e, nel dicembre, prende parte al progetto indiano della federazione (Ring Ka King) col ring name di "Outlaw" Isaiah Cash. All'esordio perde un six-man tag team match, ma al termine del match picchia le altre cinque superstars.

Hankinson debutta nel main roster come membro mascherato della stable Aces & 8s attaccando Sting ed altre superstar della TNA. Nella puntata del 1º novembre di iMPACT!, durante il match tra Devon e Bully Ray, Hankinson viene smascherato da Joseph Park. Dopo ciò, Hankinson infuriato effettua una Chokeslam ai danni di Park su un tavolo. Nella puntata dell'8 novembre viene presentato come DOC ed ha un match insieme a Devon contro Sting e Kurt Angle, ma finisce in No-Contest poiché Devon colpisce sia Angle che Sting con una mazza da baseball; il tutto fa scoppiare una rissa, con atleti di iMPACT! contro membri degli Aces & 8s. Alla fine Hankinson effettua una Chokeslam su Sting su un tavolo e poi lo colpisce ripetute volte con un martello. Durante TNA Turning Point 2012 sconfigge Joseph Park.

A Final Resolution (9 dicembre) fa coppia con Devon e due membri mascherati degli Aces & Eights perdendo contro Kurt Angle, Garett Bischoff, Samoa Joe e Wes Brisco. Il 13 gennaio 2013 a Genesis viene sconfitto da Sting. Il 7 febbraio, nella puntata di Impact, viene sconfitto in coppia con Devon da Bully Ray e Sting in un Tables match. A Lockdown (10 marzo) prende parte al Lethal Lockdown match Aces & Eights vs. Team TNA perdendo. Successivamente inizia una faida con Mr. Anderson.

Il 12 giugno il suo contratto scade e dopo quattro giorni la TNA e Hankinson annunciano la separazione.

New Japan Pro Wrestling (2013–2016)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Bullet Club.

Il 23 novembre 2013, Doc Gallows fa il suo debutto in Giappone come membro del Bullet Club formando un tag team con Karl Anderson, col quale vincerà per tre volte l'IWGP Tag Team Championship e il World Tag League nel 2013.

Ritorno alla WWE[modifica | modifica wikitesto]

The Club (2016–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The Club (wrestling).

Nella puntata di Raw dell'11 aprile 2016, Luke Gallows e Karl Anderson attaccano brutalmente gli Usos dopo che questi avevano battuto Curtis Axel e Heath Slater dei Social Outcasts nel torneo per decretare i primi sfidanti ai WWE Tag Team Championship. Il 19 giugno a Money in the Bank Anderson e Gallows non sono riusciti a conquistare il WWE Tag Team Championship in un Fatal 4-Way Tag Team match che includeva anche Enzo Amore e Big Cass, i Vaudevillains (Aiden English e Simon Gotch) e i campioni del New Day (Big E, Kofi Kingston e Xavier Woods), poiché questi ultimi hanno vinto l'incontro, mantenendo i titoli.[2][3]

Con la Draft Lottery avvenuta nella puntata di SmackDown del 19 luglio, sia Anderson che Gallows sono stati trasferiti nel roster di Raw, venendo però separati da AJ Styles (che è invece andato a SmackDown). Una volta trasferiti nei rispettivi roster, Gallows e Anderson hanno ripreso la faida col New Day, per cercare di conquistare il WWE Tag Team Championship detenuto dai tre. Nella puntata di Raw del 1º agosto Big E e Kingston hanno trionfato su Karl Anderson e Luke Gallows in un match non titolato ma, nel post match, i due avversari hanno brutalmente attaccato Big E, infortunandolo all'inguine (kayfabe). Nella successiva puntata di Raw dell'8 agosto è stato annunciato che Kingston e Woods, privi dell'infortunato Big E, avrebbero dovuto affrontare Anderson e Gallows a SummerSlam con in palio il WWE Tag Team Championship. Nella puntata di Raw del 15 agosto Gallows e Anderson hanno sconfitto facilmente i Golden Truth (Goldust e R-Truth). Il 21 agosto, a SummerSlam, Gallows e Anderson hanno affrontato Kofi Kingston e Xavier Woods (Big E era stato infortunato da Anderson e Gallows nella puntata di Raw del 1º agosto) per il WWE Tag Team Championship ma l'incontro è terminato con la squalifica di Kingston e Woods a causa dell'intervento di Big E ai danni degli avversari, facendo sì che il New Day mantenesse comunque le cinture.[4] Il 25 settembre a Clash of Champions Gallows e Anderson hanno tentato di conquistare il WWE Raw Tag Team Championship contro il Big E e Kofi Kingston del New Day ma sono stati sconfitti.[5] La scena si è ripetuta anche la sera dopo a Raw, quando Big E e Kingston hanno nuovamente difeso con successo i titoli contro Anderson e Gallows.[6] Nella puntata di Raw del 3 ottobre Gallows e Anderson hanno sconfitto i Golden Truth per la seconda volta. Il 30 ottobre, a Hell in a Cell, Gallows e Anderson hanno sconfitto Enzo Amore e Big Cass.[7] Il 20 novembre, a Survivor Series, Gallows e Anderson hanno preso parte ad un 10-on-10 Traditional Survivor Series Tag Team Elimination match come membri del Team Raw che ha sconfitto il Team SmackDown (anche se sono stati eliminati dai WWE SmackDown Tag Team Champions Heath Slater e Rhyno).[8] Nella puntata di Raw del 21 novembre Gallows e Anderson hanno sconfitto i Golden Truth per la terza volta, ottenendo così un altro match titolato contro il New Day per la settimana dopo. Nella puntata di Raw del 28 novembre, però, Gallows e Anderson sono stati sconfitti da Big E e Xavier Woods del New Day, fallendo l'assalto ai titoli di coppia.[9] Nella puntata di Raw del 5 dicembre Gallows e Anderson hanno affrontato Cesaro e Sheamus per determinare i contendenti n°1 al WWE Raw Tag Team Championship ma il match è terminato in doppia squalifica causa dell'intervento del New Day. Nella puntata di Raw del 12 dicembre Gallows e Anderson hanno affrontato Big E e Kofi Kingston del New Day e Cesaro e Sheamus in un Triple Threat Tag Team match per il WWE Raw Tag Team Championship ma sono stati sconfitti; Kingston ha schienato Anderson dopo che questi era stato colpito dal Brogue Kick di Sheamus, mentre Big E ha tenuto bloccato Cesaro.[10] Il 14 dicembre, a Tribute to the Troops, Gallows e Anderson hanno partecipato ad un Fatal 4-Way Tag Team match che includeva anche Cesaro e Sheamus, i Golden Truth e gli Shining Stars (Primo e Epico) per determinare i contendenti n°1 al WWE Raw Tag Team Championship del New Day per Roadblock: End of the Line ma il match è stato vinto da Cesaro e Sheamus.[11] Nella puntata di Raw del 19 dicembre Gallows, Anderson e gli Shining Stars sono stati sconfitti da Cesaro, Sheamus, Big E e Kofi Kingston. Nella puntata di Raw del 26 dicembre Gallows e Anderson hanno sconfitto i Golden Truth. Nella puntata di Raw del 16 gennaio 2017 Gallows e Anderson hanno sconfitto Cesaro e Sheamus per squalifica ma questi hanno comunque mantenuto i titoli; in realtà Gallows e Anderson erano riusciti a vincere l'incontro schienando Cesaro dopo la Magic Killer, con lo schienamento convalidato da un secondo arbitro, tuttavia il primo arbitro, che era stato colpito precedentemente da Sheamus, ha revocato il tutto assegnando si la vittoria a Gallows e Anderson ma per squalifica (e senza dunque il cambio di titolo).[12] Il 29 gennaio, nel Kick-off della Royal Rumble, Gallows e Anderson hanno sconfitto Cesaro e Sheamus diventando per la prima volta WWE Raw Tag Team Champions.[13] Nella puntata di Raw del 6 febbraio Gallows e Anderson hanno difeso con successo i titoli contro Cesaro e Sheamus seppur per squalifica a causa dell'intervento di Big Cass ai danni di Anderson.[14]

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

  • Come Doc Gallows
    • Gallows Pole / Hangman's Noose (Chokebomb) - a volte dalla terza corda

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

National Wrestling League

  • NWL Heavyweight Championship (1)

Summit Wrestling Association

  • SWA Heavyweight Championship (1)

Rampage Pro Wrestling

  • RPW Heavyweight Championship (1)

Vanguard Championship Wrestling

  • VCW Heavyweight Championship (1)

Pro Wrestling Illustrated

  • 178° tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2011)

WWE

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u (EN) Doc Gallows, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 12 aprile 2016.
  2. ^ Errore nell'uso delle note: Marcatore <ref> non valido; non è stato indicato alcun testo per il marcatore MITB
  3. ^ (EN) James Caldwell, 6/19 WWE MITB PPV Results – Caldwell's Complete Live Report, su pwtorch.com, Pro Wrestling Torch, 19 giugno 2016. URL consultato il 20 giugno 2016.
  4. ^ Matthew Artus, Luke Gallows & Karl Anderson def. WWE Tag Team Champions The New Day via disqualification, su WWE. URL consultato il 21 agosto 2016.
  5. ^ Anthony Benigno, Raw Tag Team Champions The New Day def. Luke Gallows & Karl Anderson, su WWE. URL consultato il 25 settembre 2016.
  6. ^ Jeff Hamlin, WWE Raw live results: Clash of Champions fallout, su Wrestling Observer Newsletter, 26 settembre 2016. URL consultato il 27 settembre 2016.
  7. ^ Ryan Pappolla, Luke Gallows & Karl Anderson def. Enzo Amore & Big Cass, su WWE. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  8. ^ (EN) Team Raw def. Team SmackDown LIVE in a 10-on-10 Traditional Survivor Series Tag Team Elimination match, WWE, 20 novembre 2016. URL consultato il 21 novembre 2016.
  9. ^ Jeff Hamlin, WWE Raw live results: Charlotte Flair vs. Sasha Banks, su Wrestling Observer Newsletter, 28 novembre 2016. URL consultato il 28 novembre 2016.
  10. ^ Anthony Benigno, Raw Tag Team Champions The New Day def. Cesaro & Sheamus and Luke Gallows & Karl Anderson, su WWE, 12 dicembre 2016. URL consultato il 12 dicembre 2016.
  11. ^ John Clapp, Raw Tag Team Champions The New Day vs. Cesaro & Sheamus, su WWE. URL consultato il 14 dicembre 2016.
  12. ^ Anthony Benigno, Luke Gallows & Karl Anderson def. Raw Tag Team Champions Cesaro & Sheamus via Disqualification, su WWE. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  13. ^ Greg Adkins, Luke Gallows & Karl Anderson def. Cesaro & Sheamus to win the Raw Tag Team Championships, su WWE, 29 gennaio 2017. URL consultato il 29 gennaio 2017.
  14. ^ Anthony Benigno, Raw Tag Team Champions Luke Gallows & Karl Anderson def. Cesaro & Sheamus via Disqualification, su WWE, 6 febbraio 2017. URL consultato il 6 febbraio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling