Allenatori del Football Club Internazionale Milano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sono 60 gli allenatori ad avere avuto la conduzione tecnica del Football Club Internazionale Milano (in cinque occasioni con incarico ad interim).[1]

Árpád Weisz, ungherese di origine ebrea, vinse il primo campionato a girone unico nella stagione 1929-1930.
Alfredo Foni, fautore di una doppietta tricolore negli anni cinquanta.
Il Mago Helenio Herrera, primatista di presenze e trofei negli anni sessanta.
Il sergente di ferro[2] Eugenio Bersellini, protagonista in panchina a cavallo degli anni settanta e ottanta.
Giovanni Trapattoni, allenatore dell'Inter dei record[3] nella stagione 1988-1989.
Roberto Mancini, vincitore di tre scudetti consecutivi con l'Inter dal 2006 al 2008.
Il portoghese José Mourinho, allenatore dell'Inter nella stagione 2009-2010, coronata dalla conquista dello storico triplete.

Per molte stagioni la società non ebbe un vero e proprio allenatore, ma una Commissione Tecnica a cui era demandato l'onere di decidere chi mandare in campo. Il primo allenatore dell'Internazionale fu il britannico Bob Spottiswood, il quale guidò i nerazzurri nelle stagioni 1922-23 e 1923-24.[4]

Il tecnico più a lungo in carica è stato Helenio Herrera, rimasto alla guida della squadra per nove anni, di cui otto consecutivi (dal 1960 al 1968): un record per un allenatore straniero sulla panchina di un club italiano; il Mago (come è conosciuto in Italia) per aver vinto tre scudetti, due Coppe dei Campioni (consecutive: record italiano alla pari con il Milan) e due Coppe Intercontinentali (per la prima volta in Italia e anch'esse consecutive: altro record italiano alla pari con il Milan) detiene anche i primati del numero di partite come allenatore (366) e di trofei vinti con il club (7).[1] Herrera condivide quest'ultimo record con Roberto Mancini, allenatore del club dal 2004 al 2008, e finora l'unico a vincere tre scudetti consecutivi con l'Inter (oltre a due Coppe Italia e due Supercoppe italiane).

Degni certamente di menzione i cinque anni trascorsi sulla panchina nerazzurra da Giovanni Trapattoni, artefice del campionato dei record nella stagione 1988-89 (poi replicata ancora da Mancini nel 2007) e tecnico del ritorno al successo in Europa (Coppa UEFA 1990-91) e della prima Supercoppa Italiana (Supercoppa italiana). In campo europeo vanno ricordati altresì i successi (ancora in Coppa UEFA) di Osvaldo Bagnoli nel 1994 (anche se a concludere la stagione fu l'ex nerazzurro Gianpiero Marini) e di Luigi Simoni nel 1998.

Ma soprattutto è stato José Mourinho ad entrare di diritto nella storia della società nerazzurra con la conquista della Coppa dei Campioni dopo 45 anni. Nella stessa stagione la Beneamata è stata la prima squadra italiana (la sesta in Europa) a centrare il cosiddetto treble.[5] Lo Special One in due anni di Inter ha inoltre vinto due scudetti (2008-09 e 2009-10), una Coppa Italia e una Supercoppa italiana nel 2008. Menzioni particolari per i suoi successori: lo spagnolo Rafael Benítez, che ha guidato l'Inter alle conseguenti vittorie in Supercoppa italiana e soprattutto in Coppa del mondo per club (riportando i nerazzurri sul tetto del mondo dopo 45 anni[6]) e il brasiliano Leonardo (subentrato al primo) vincitore con l'Inter della settima Coppa Italia.

Allenatori di successo sono stati anche Armando Castellazzi (Campionato 1937-38), l'austriaco Tony Cargnelli (Coppa Italia 1938-39 e Campionato 1939-40), Alfredo Foni (due scudetti consecutivi negli anni Cinquanta), Giovanni Invernizzi (artefice della rimonta-scudetto nel 1970-71, concludendo una stagione iniziata male da Heriberto Herrera) e soprattutto Eugenio Bersellini, il sergente di ferro che in cinque anni conquistò un campionato (1979-80) e due Coppe Italia (1977-78 e 1981-82).

Una citazione infine per Árpád Weisz, vincitore del primo campionato giocato a girone unico, l'attuale Serie A, nel 1930 nonché il più giovane allenatore a laurearsi campione d'Italia, a 34 anni, record tuttora imbattuto.[7] Prima di Herrera era stato recordman per stagioni, partite e vittorie in campionato (all'epoca non esistevano altre competizioni nazionali né la UEFA) ed inoltre, durante il suo periodo di permanenza a Milano, fu lo scopritore di Giuseppe Meazza e fu anche autore, insieme all'allora dirigente Aldo Molinari, di un manuale calcistico, lI giuoco del calcio, testo all'avanguardia rispetto ai dettami "inglesi" del tempo.[7]

Sono stati sia calciatori che allenatori dell'Inter (in ordine cronologico): József Viola, Árpád Weisz, Armando Castellazzi, Giuseppe Peruchetti, Italo Zamberletti, Giovanni Ferrari, Giuseppe Meazza, Aldo Campatelli, Annibale Frossi, Luigi Ferrero, Camillo Achilli, Maino Neri, Giovanni Invernizzi, Enea Masiero, Luis Suárez, Mario Corso, Gianpiero Marini e Marco Tardelli.[1]

Lista degli allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Gli allenatori dell'Inter

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Dati aggiornati fino al 23 agosto 2015 e includono tutti i match ufficiali e statistiche totali per allenatore. In grassetto l'attuale tecnico.

Nome Nazionalità Stagioni Incontri Vittorie Vittorie
%
Pareggi Pareggi
%
Sconfitte Sconfitte
%
Leonardo Brasile Brasile 1 32 22 68.75% 3 9.37% 7 21.87%
Achilli Camillo Italia Italia 1 11 4 36.36% 3 27.27% 4 36.36%
Astley David John Galles Galles 1 25 12 48% 8 32% 5 20%
Bagnoli Osvaldo Italia Italia 2 74 36 48.65% 24 32.43% 14 18.92%
Benítez Rafael Spagna Spagna 1 25 12 48% 6 24% 7 28%
Bersellini Eugenio Italia Italia 5 207 92 44.44% 80 38.65% 35 16.91%
Bianchi Ottavio Italia Italia 2 48 21 43.75% 12 25% 15 31.25%
Bigogno Giuseppe Italia Italia 1 27 16 59.26% 6 22.22% 5 18.52%
Campatelli Aldo Italia Italia 3 53 26 49.06% 11 20.75% 16 30.19%
Cappelli Giulio Italia Italia 2 51 31 60.78% 12 23.52% 8 15.68%
Carcano Carlo Italia Italia 3 74 31 41.89% 16 21.62% 27 36.49%
Cargnelli Tony Austria Austria 2 69 40 57.97% 14 20.29% 15 21.74%
Carraro Albino Italia Italia 1 21 13 61.90% 5 23.81% 3 14.29%
Carver Jesse Inghilterra Inghilterra 1 40 13 32.5% 13 32.5% 14 35%
Castagner Ilario Italia Italia 2 70 37 52.86% 20 28.57% 13 18.57%
Castellazzi Armando Italia Italia 2 72 33 45.83% 23 31.94% 16 22.22%
Castellini Luciano Italia Italia 2 6 2 33.33% 2 33.33% 2 33.33%
Chiappella Giuseppe Italia Italia 2 83 38 45.78% 27 32.53% 18 21.69%
Corso Mario Italia Italia 1 30 13 43.33% 7 23.33% 10 33.33%
Cúper Héctor Argentina Argentina 3 110 57 51.82% 31 28.18% 22 20%
Feldmann Gyula Ungheria Ungheria 2 59 28 47.46% 20 33.90% 11 18.64%
Ferrari Giovanni Italia Italia 3 31 15 48.39% 4 12.90% 12 38.71%
Ferrero Luigi Italia Italia 1 24 8 33.33% 11 45.83% 5 20.83%
Fiorentini Ivo Italia Italia 1 31 7 22.58% 12 38.71% 12 38.71%
Foni Alfredo Italia Italia 4 135 66 48.89% 41 30.37% 28 20.74%
Frossi Annibale Italia Italia 1 6 2 33.33% 2 33.33% 2 33.33%
Gasperini Gian Piero Italia Italia 1 5 0 0.00% 1 20.00% 4 80.00%
Herrera Helenio Argentina Argentina 9 366 205 56.01% 93 25.41% 68 18.58%
Herrera Heriberto Paraguay Paraguay 2 56 27 48.21% 15 26.79% 14 25%
Hodgson Roy Inghilterra Inghilterra 3 89 40 44.94% 26 29.21% 23 25.84%
Invernizzi Giovanni Italia Italia 3 100 54 54% 26 26% 20 20%
Lippi Marcello Italia Italia 2 50 25 50% 11 22% 14 28%
Lucescu Mircea Romania Romania 1 22 7 31.82% 5 22.73% 10 45.45%
Mancini Roberto [8] Italia Italia 6 261 153 58.62% 71 27.20% 37 14.18%
Marchesi Rino Italia Italia 1 47 20 42.55% 17 36.17% 10 21.28%
Marini Gianpiero Italia Italia 1 18 6 33.33% 2 11.11% 10 55.56%
Masiero Enea Italia Italia 2 32 15 46.87% 9 28.12% 8 25%
Mazzarri Walter Italia Italia 2 58 25 43,10 21 36,21% 12 20,69
Meazza Giuseppe Italia Italia 4 82 37 45.12% 15 18.29% 30 36.59%
Molnár Ferenc Ungheria Ungheria 1 6 0 00.00% 3 50.00% 3 50.00%
Mourinho José Portogallo Portogallo 2 108 68 62.96% 25 23.15% 15 13.89%
Neri Maino Italia Italia 1 1 0 0% 0 0% 1 100%
Olivieri Aldo Italia Italia 2 76 48 63.16% 13 17.11% 15 19.74%
Orrico Corrado Italia Italia 1 23 8 34.78% 11 47.83% 4 17.39%
Peruchetti Giuseppe Italia Italia 1 31 14 45.16% 7 22.58% 10 32.26%
Radice Luigi Italia Italia 1 41 16 39.02% 13 31.71% 12 29.27%
Ranieri Claudio Italia Italia 1 35 17 48.57% 5 14.29% 13 37.14%
Scheidler Paolo Italia Italia 2 44 22 50% 6 13.64% 16 36.36%
Simoni Luigi Italia Italia 2 73 45 61.64% 12 16.44% 16 21.92%
Spottiswood Bob Inghilterra Inghilterra 2 47 21 44.68% 11 23.40% 15 31.91%
Stramaccioni Andrea Italia Italia 2 65 31 47.69% 11 16.92% 23 35.39%
Suárez Luis Spagna Spagna 3 76 31 40.79% 24 31.58% 21 27.63%
Tardelli Marco Italia Italia 1 40 15 37.5% 13 32.5% 12 30%
Tóth István Ungheria Ungheria 1 34 15 44.12% 8 23.53% 11 32.35%
Trapattoni Giovanni Italia Italia 5 233 126 54.08% 59 25.32% 48 20.60%
Weisz Árpád Ungheria Ungheria 6 212 110 51.89% 47 22.17% 55 25.94%
Verdelli Corrado Italia Italia 1 1 0 0% 0 0% 1 100%
Viola József Ungheria Ungheria 1 25 12 48% 3 12% 10 40%
Zaccheroni Alberto Italia Italia 1 43 18 41.86% 14 32.56% 11 25.58%
Zamberletti Italo Italia Italia 1 31 14 45.16% 7 22.58% 10 32.26%

Fonte:[1]

Record[modifica | modifica wikitesto]

Presenze in partite ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Totali
Campionato

Fonte:[1]

N.B.: tra le presenze totali sono state computate partite giocate in competizioni non riconosciute dalla UEFA o ad essa precedenti.

Vittorie in partite ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Totali
Campionato

Fonte:[1]

N.B.: tra le vittorie totali sono stati computati successi ottenuti in competizioni non riconosciute dalla UEFA o ad essa precedenti.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono riportati gli allenatori che possono vantare dei riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale durante la loro militanza nell'Inter.

A livello nazionale[modifica | modifica wikitesto]

  1. Italia Luigi Simoni 1997-98
  2. Italia Roberto Mancini 2007-08
  3. Portogallo José Mourinho 2009-10

(*) Trofeo assegnato dall'Associazione Italiana Allenatori Calcio (AIAC) dalla stagione 1990-91 al miglior allenatore del campionato italiano di Serie A.

(**) Trofeo assegnato dall'Associazione Italiana Calciatori (AIC) dal 1997.

A livello internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Hall of Fame[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 la Federazione Italiana Giuoco Calcio e la Fondazione Museo del Calcio di Coverciano istituirono per la prima volta una Hall of Fame con l'obiettivo di riconoscere la vita e la carriera di diverse personalità del calcio in Italia.[10] In quell'anno furono riconosciuti tredici personalità in sei categorie diverse, tra le quali cinque allenatori.[11] Tale iniziativa fu riadottata da entrambe le istituzioni dieci anni dopo con la presentazione della Hall of Fame del calcio italiano a Firenze.[12]

Calcio italiano
  • Hall of Fame - I magnifici del calcio italiano (2000):
  1. Italia Giuseppe Meazza
  1. Italia Giovanni Trapattoni: introdotto nel 2012

(*) Trofeo assegnato dalla Federazione Internazionale del Calcio (FIFA) a partire dal 2010.

(**) Trofeo assegnato dall'Istituto Internazionale di Storia e Statistiche del Calcio (IFFHS), organizzazione riconosciuta dalla FIFA, dal 1996.

(***) Trofeo istituito dalla rivista inglese World Soccer nel 1982.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Allenatori, inter.it. URL consultato il 1º agosto 2013. Nota Bene: La fonte erroneamente non cita fra i tecnici interisti Maino Neri, il quale guidò la squadra per una sola partita, la finale della Supercoppa dei Campioni Intercontinentali 1968, competizione internazionale riconosciuta come ufficiale dalla CONMEBOL. Cfr. David Messina, Heriberto applaudito in Corriere dello Sport, 25 giugno 1969, p. 8. URL consultato il 18 gennaio 2014.
  2. ^ Corriere della Sera: Bersellini, il sergente che piace al Colonnello, 9 febbraio 2001. URL consultato il 28 agosto 2008.
  3. ^ Un'altra Inter dei record 18 anni dopo il Trap, corriere.it, 22 aprile 2007. URL consultato il 30 marzo 2010.
  4. ^ Vito Galasso, 1001 storie e curiosità sulla grande Inter che dovresti conoscere, Newton Compton, 2014, ISBN 9788854143319.
  5. ^ Valerio Clari, Inter nella storia! La Champions è tua in La Gazzetta dello Sport, 22 maggio 2010. URL consultato il 22 maggio 2010.
  6. ^ Valerio Clari, Inter campione del mondo! in La Gazzetta dello Sport, 18 dicembre 2010. URL consultato il 18 dicembre 2010.
  7. ^ a b Stefano Olivari, Arpad Weisz e la brava gente in blog.guerinsportivo.it, 15 gennaio 2013.
  8. ^ Roberto Mancini, transfermarkt.it. URL consultato il 25 agosto 2015.
  9. ^ a b c Allenatore della squadra solo nella prima parte dell'anno.
  10. ^ The Hall of Fame. La FIGC inaugura la galleria dei campioni del calcio italiano, Rai Sport, 17 gennaio 2001. URL consultato il 18 febbraio 2013.
  11. ^ (EN) Hall of Fame - I magnifici del calcio italiano, forza_azzurri.homestead.com. URL consultato il 21 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale l'11 aprile 2012).
  12. ^ Oggi la consegna dei premi “Hall of Fame” del calcio italiano, figc.it, 5 novembre 2011. URL consultato il 18 febbraio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]