Stefano Vecchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stefano Vecchi
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Inter
Ritirato 2005 - giocatore
Carriera
Giovanili
1983-1986 Ponte San Pietro
1986-1990 Inter
Squadre di club1
1990-1991 Oltrepò 33 (0)
1991 Inter 0 (0)
1991-1992 Spezia 33 (1)
1992-1993 Arezzo 0 (0)
1993-1997 Fiorenzuola 132 (1)[1]
1997-1999 Brescello 59 (1)
1999-2003 SPAL 122 (0)
2003-2004 Pavia 10 (0)
2004-2005 Pergocrema 13 (2)
Carriera da allenatore
2005-2006 600px bisection vertical HEX-1D913D Black.svg Mapello
2006-2009 Colognese
2009-2011 Tritium
2011-2012 SPAL
2012-2013 Südtirol
2013-2014 Carpi
2014-2016 Inter Primavera
2016 Inter Ad interim
2016-2017 Inter Primavera
2017- Inter Ad interim
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 maggio 2017

Stefano Vecchi (Bergamo, 20 luglio 1971) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, tecnico ad interim dell'Inter.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Tecnicamente poco raffinato,[2] veniva impiegato come mediano davanti alla difesa, con compiti sia di rottura sia di costruzione.[3]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nel suo modulo cerca di adattarsi alle caratteristiche tecniche dei propri giocatori.[4] Utilizza di norma il 4-4-1-1, che può evolvere in un 4-2-3-1[5][6] o in un 4-3-3;[6][7] richiede lo sfruttamento delle fasce laterali,[5] un'alta intensità agonistica[2][5] e la ricerca del gioco palla a terra.[8]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel Ponte San Pietro, nel 1986 si trasferisce alle giovanili dell'Inter,[9] dove rimane fino al 1990, quando passa in comproprietà all'Oltrepò.[10] Riscattato dai nerazzurri,[10] nelle annate successive viene ceduto in prestito allo Spezia e poi all'Arezzo, entrambe in Serie C1.[10]

Nel 1993 viene ceduto (dapprima in compartecipazione e poi definitivamente) al Fiorenzuola, neopromosso in Serie C1:[10] nella formazione valdardese rimane per quattro stagioni di terza serie, l'ultima delle quali da capitano,[11] sfiorando la promozione in Serie B nel campionato 1994-1995, concluso con la sconfitta nella finale play-off. Nel 1997 si trasferisce al Brescello, allenato da Giancarlo D'Astoli che lo aveva già avuto nel Fiorenzuola,[12] in cambio di Antonio Terracciano;[13] nel 1999 passa alla SPAL, sempre in Serie C1 e sempre con D'Astoli,[12] rimanendovi per quattro stagioni, due delle quali da capitano.[14]

Nel 2003 viene acquistato a parametro zero dal Pavia,[15] con cui partecipa al suo ultimo campionato di Serie C1 offrendo un rendimento inferiore alle attese,[15] anche a causa di numerosi infortuni.[16] Dopo la retrocessione del Pavia, si trasferisce al Pergocrema, in Serie D,[17] con cui conclude la carriera agonistica.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia l'attività di allenatore sulla panchina del Mapello, con cui ottiene la promozione in Eccellenza nella stagione 2005-2006.[18] Nel 2006 passa sulla panchina della Colognese, che allena per tre campionati consecutivi centrando due volte i playoff per la promozione in D, e in seguito allena la Tritium:[18] con la formazione di Trezzo sull'Adda ottiene due promozioni in due anni, portandola a disputare il campionato di Lega Pro Prima Divisione,[18] e vince la Supercoppa di Lega di Seconda Divisione nel 2011.[6]

Nel 2011 torna alla SPAL come allenatore, guidandola nel campionato di Lega Pro Prima Divisione 2011-2012;[19] la stagione, nella quale arrivano problemi economici e 8 punti di penalizzazione, si conclude con la retrocessione ai play-out.[20] Dopo il fallimento degli estensi, passa sulla panchina del Südtirol,[20] con cui raggiunge i play-off nel campionato 2012-2013.

Il 17 luglio 2013, dopo una lunga trattativa con il Südtirol dovuta a problemi contrattuali e di patentino,[21] diventa il nuovo allenatore del Carpi, neopromosso in Serie B.[22] Viene esonerato il 17 marzo 2014 dopo aver ottenuto 39 punti in 29 gare e viene sostituito da Giuseppe Pillon.[23]

Dalla stagione 2014-2015 è l'allenatore della formazione Primavera dell'Inter,[24] che il 16 febbraio 2015 conduce alla vittoria del Torneo di Viareggio sconfiggendo il Verona in finale per 2-1.[25] In Coppa Italia Primavera viene eliminato dalla Roma ai quarti di finale, mentre in campionato viene eliminato dalla Lazio sempre ai quarti. L'anno seguente esce in semifinale sia al Torneo di Viareggio che in campionato per mano rispettivamente di Palermo e Roma, mentre vince la Coppa Italia Primavera battendo la Juventus complessivamente per 3-1.[26][27] Nella stagione 2016-2017 perde la Supercoppa Primavera contro la Roma, dal Viareggio esce ai quarti per mano del Sassuolo e dalla Coppa Italia viene eliminato dalla Roma in semifinale.

Il 1º novembre 2016, dopo l'esonero di Frank de Boer, viene chiamato momentaneamente ad allenare la prima squadra dell'Inter. Esordisce il 3 novembre in Europa League contro il Southampton,[28] perdendo 2-1. Il 6 novembre fa l'esordio in Serie A contro il Crotone, vincendo a San Siro per 3-0. L'8 novembre, dopo la nomina di Stefano Pioli come nuovo allenatore dell'Inter, Vecchi torna ad allenare la Primavera.

Il 9 maggio 2017, a seguito dell'esonero dello stesso Pioli, viene richiamato per per condurre la squadra nelle ultime tre partite di campionato.[29] Al suo secondo esordio sulla panchina nerazzurra, perde 2-1 contro il Sassuolo.

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 21 maggio 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale  % Vittorie
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P  %
2005-2006 Italia Mapello Promozione Lomb. 34 21 7 6 - - - - - - - - - - - - - - - 34 21 7 6 61,76
2006-2007 Italia Colognese D 34 11 13 10 CID 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 36 12 13 11 33,33
2007-2008 D 34+1[30] 15+0 12+1[30] 7+0 CID 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 37 16 13 8 43,24
2008-2009 D 34+2[31] 16+1[30] 12+0 6+1[30] CID 6 5 0 1 - - - - - - - - - - 42 22 12 8 52,38
Totale Colognese 102+3 42+1 37+1 23+1 10 7 0 3 114 50 37 27 43,86
2009-2010 Italia Tritium D 34 24 8 2 CID 3 2 0 1 - - - - - PS 2 1 1 0 39 27 9 3 69,23
2010-2011 LPSD 32 17 10 5 CILP 5 3 1 1 - - - - - SLSD 2 0 1 1 39 20 12 7 51,28
Totale Tritium 66 41 18 7 8 5 1 2 4 1 2 1 78 47 21 10 60,26
2011-2012 Italia SPAL LPPD 34+2[32] 11+0 9+1[33] 14+1[33] CILP 8 6 1 1 - - - - - - - - - - 44 17 11 16 38,64
2012-2013 Italia Südtirol LPPD 32+2[34] 13+0 11+1[30] 8+1[30] CILP+CI 2+2 1+0 0+1 1+1 - - - - - - - - - - 38 14 13 11 36,84
2013-2014 Italia Carpi B 29 11 6 12 CI 1 0 0 1 - - - - - - - - - - 30 11 6 13 36,67
2016-2017 Italia Inter A 3 2 0 1 CI - - - - UEL 1 0 0 1 - - - - - 4 2 0 2 50,00
Totale carriera 300+7 141+1 88+3 71+3 31 19 3 9 1 0 0 1 4 1 2 1 343 162 96 85 47,23

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

Mapello: 2005-2006

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Tritium: 2009-2010
Tritium: 2010-2011
Tritium: 2011

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2015
Inter: 2015-2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 135 (1) se si comprendono i play-off.
  2. ^ a b L'Alto Adige con lo spirito da mediano, Alto Adige, 24 ottobre 2012, pag.36
  3. ^ Vecchi, il Deschamps in campo che può esserlo pure in panchina, La Nuova Ferrara, 3 settembre 2011, pag.31
  4. ^ E ora l'Alto Adige può guardare in alto e lottare con le big, Alto Adige, 23 ottobre 2012, pag.37
  5. ^ a b c Tattica, maestri, moduli, carriera: ecco chi è il tecnico favorito Lospallino.com
  6. ^ a b c STEFANO VECCHI - Un outsider per la panchina amaranto: da Mapello alla conquista del calcio che conta Tuttoreggina.com
  7. ^ Carpi, Vecchi pronto e due test di lusso, La Gazzetta di Modena, 8 luglio 2013
  8. ^ «Possiamo fare meglio Voglio palla a terra e gioco semplice», La Nuova Ferrara, 12 agosto 2011, pag.35
  9. ^ Acquisti e cessioni dell'Inter 1980-1990 Storiainter.com
  10. ^ a b c d Acquisti e cessioni dell'Inter 1990-1996 Storiainter.com
  11. ^ Duello tra delusi a Fiorenzuola, La Stampa, 17 maggio 1997, pag.43
  12. ^ a b «Spal, Vecchi è una scelta vincente», La Nuova Ferrara, 27 giugno 2011, pag.28
  13. ^ Caramel e Filippi così il Savoia cancella i playoff, La Gazzetta dello Sport, 21 giugno 1997
  14. ^ Vecchi sfida la sua Spal, La Provincia Pavese, 20 dicembre 2003, pag.48
  15. ^ a b Lomi e Marziano, che idee, La Provincia Pavese, 2 dicembre 2003, pag.40
  16. ^ Vecchi: «Pavia, ho fallito», La Provincia Pavese, 27 maggio 2004, pag.54
  17. ^ Vecchi va al Pergocrema, La Provincia Pavese, 16 giugno 2004, pag.51
  18. ^ a b c Tritium, mister Stefano Vecchi l'uomo in più Tuttolegapro.com
  19. ^ «Sono tornato alla Spal per realizzare un sogno», La Nuova Ferrara, 18 giugno 2011, pag.35
  20. ^ a b Stefano Vecchi è il nuovo allenatore dell'Fc Alto Adige, Alto Adige, 14 giugno 2012, pag.53
  21. ^ Vecchi se ne va, anzi resta. Sfuma il passaggio al Carpi, Alto Adige, 28 giugno 2013, pag.41
  22. ^ Ufficiale, Vecchi allenerà il Carpi Carpifc1909.it
  23. ^ Panchina a Pillon Carpifc1909.it
  24. ^ Il quadro degli allenatori del settore giovanile nerazzurro, Inter.it, 3 luglio 2014. URL consultato il 4 luglio 2014.
  25. ^ Viareggio, Inter campione sotto gli occhi di Mancini: Bravo Bonazzoli Corrieredellosport.it
  26. ^ Gasport, Grosso: "L'Inter finisce spesso in rissa". Vecchi: "Stile Juve? Solo se vincono", su La Gazzetta dello Sport, 13 aprile 2016. URL consultato il 14 aprile 2016.
  27. ^ Primavera: la Coppa Italia è dell'Inter, su Calciomercato.com, 13 aprile 2016. URL consultato il 14 aprile 2016.
  28. ^ Comunicato di F.C. Internazionale, in inter.it, 1° novembre 2016. URL consultato il 1º novembre 2016.
  29. ^ F.C. Internazionale solleva dal proprio incarico l'allenatore Stefano Pioli inter.it
  30. ^ a b c d e f 1 nei play-off promozione.
  31. ^ 2 nei play-off promozione.
  32. ^ 2 nei play-out.
  33. ^ a b 1 nei play-out.
  34. ^ 2 nei play-off promozione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]