Val della Torre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Val della Torre
comune
Val della Torre – Stemma Val della Torre – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Torino-Stemma.svg Torino
Amministrazione
Sindaco Francesco Burrelli (lista civica) dal 07/06/2009
Territorio
Coordinate 45°10′00″N 7°26′00″E / 45.166667°N 7.433333°E45.166667; 7.433333 (Val della Torre)Coordinate: 45°10′00″N 7°26′00″E / 45.166667°N 7.433333°E45.166667; 7.433333 (Val della Torre)
Altitudine 510 m s.l.m.
Superficie 36,74 km²
Abitanti 3 850[1] (31-12-2010)
Densità 104,79 ab./km²
Comuni confinanti Almese, Alpignano, Caselette, Givoletto, Rubiana, San Gillio, Varisella, Viù
Altre informazioni
Cod. postale 10040
Prefisso 011
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 001284
Cod. catastale L555
Targa TO
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Cl. climatica zona F, 3 119 GG[2]
Nome abitanti valtorresi
Patrono san Donato
Giorno festivo 1º agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Val della Torre
Localizzazione del Comune di Val della Torre nella Provincia di Torino.
Localizzazione del Comune di Val della Torre nella Provincia di Torino.
Sito istituzionale

Val della Torre (Val dla Tor in piemontese) è un comune italiano di 3.847 abitanti della provincia di Torino, in Piemonte.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Val della Torre è collocata in Val Casternone ed il comune occupa tutta la parte montana del bacino del torrente omonimo. Il suo territorio è bagnato dal Torrente Casternone e dai suoi affluenti e comprende, tra gli altri, il Monte Musinè (1.150 m), il Monte Curt (1.132 m), il Monte Arpone (1.602 m) e il Monte Lera (1.368 m). Le frazioni principali si snodano lungo una linea Nord-Ovest Sud-Est non troppo discoste dal torrente; mentre nella parte alta della valle l'abitato si concentra soprattutto sulla sinistra orografica andando verso la pianura le costruzioni tendono invece a disporsi sul lato opposto del corso d'acqua. La zona è frequentata dagli appassionati di escursionismo essendo dotata di parecchi itinerari[3].

Storia[modifica | modifica sorgente]

L’insediamento umano nel territorio di Val della Torre risale almeno all’epoca romana, sono stati anche rinvenuti resti di un villaggio dell’età del bronzo nei pressi dei laghetti di Caselette, allo sbocco della valle sulla pianura. Durante l'alto medioevo nei pressi di Brione fu attivo un monastero benedettino intitolato a San Martiniano. Dopo la decadenza di quest’ultimo sempre a Brione venne fondato, nel XIII secolo, il monastero di Santa Maria della Spina. Si trattava di un monastero femminile cistercense rivolto in particolare all’aristocrazia e alla borghesia torinese dell’epoca; la chiesa monastica è tutt’ora presente, mentre il monastero fu soppresso all’inizio del Seicento. Nel Settecento, durante la guerra di successione spagnola, la Val Casternone fu il centro di scontri che causarono tra l’altro la distruzione, da parte dei francesi, del castello che controllava l’accesso ai colli Lunella e Portia e i cui pochi resti sono ancora oggi visibili nei pressi della frazione Castello. Nel corso del Novecento la zona fu interessata da estesi lavori di rimboschimento e di miglioramento forestale. La Resistenza portò in valle scontri e rastrellamenti che costarono la vita a parecchi partigiani. Negli anni settanta il comune entrò a far parte della Comunità Montana Val Ceronda e Casternone.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]

Geografia antropica[modifica | modifica sorgente]

Frazioni[modifica | modifica sorgente]

Balegno, Betulle, Borgo Nuovo, Brione, Buffa, Casas, Cascina Monache, Castello, Ciaine, Giachero, Grange di Brione, Grangia, Molino, Montelera, Pragranero, Santa Apollonia, Trucco di Brione, Trucco Rossato, Tuberga, Verna [5]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Francesco Burrelli lista civica Sindaco
2009 in carica Francesco Burrelli lista civica Sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

Sin al 2008 parte della Comunità Montana Val Ceronda e Casternone, ora è membro della Comunità Montana Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Club Alpino Italiano – Sezione di Val Della Torre (TO) » Sentieri ufficiali
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Val della Torre su Italia.indettaglio.it. URL consultato il 20 dicembre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte