Montanaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Montanaro (disambigua).
Montanaro
comune
Montanaro – Stemma Montanaro – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Torino-Stemma.svg Torino
Amministrazione
Sindaco Giovanni Ponchia dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 45°14′00″N 7°51′00″E / 45.233333°N 7.85°E45.233333; 7.85 (Montanaro)Coordinate: 45°14′00″N 7°51′00″E / 45.233333°N 7.85°E45.233333; 7.85 (Montanaro)
Altitudine 209 m s.l.m.
Superficie 20,81 km²
Abitanti 5 405[1] (31-12-2010)
Densità 259,73 ab./km²
Comuni confinanti Caluso, Chivasso, Foglizzo, San Benigno Canavese
Altre informazioni
Cod. postale 10017
Prefisso 011
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 001161
Cod. catastale F422
Targa TO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 667 GG[2]
Nome abitanti montanaresi
Patrono Assunzione di Maria
Giorno festivo 15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montanaro
Localizzazione del Comune di Montanaro nella Provincia di Torino.
Localizzazione del Comune di Montanaro nella Provincia di Torino.
Sito istituzionale

Montanaro (Montanèr in piemontese) è un comune italiano di 5.407 abitanti della provincia di Torino, in Piemonte.

Il toponimo deriverebbe, secondo il Ponchia[3] dalla allocazione geografica del paese che si trova in posizione rialzata rispetto alla riva dell'Orco e che, un tempo, era contornato da fitti e scuri boschi per cui da "monte nero" sarebbe derivato montanaro.
Qualcun altro vede nel suffisso -nar - una derivazione di origine celtica. Seguendo le indicazioni fornite da Rossebastiano[4],R.Bena[5] sostiene che l'esito del toponimo, deriva dal latino "montanus" seguito dal suffisso "arius" (indicante attività e professione) da cui "montanarius" o "montenarius", aggettivi attestati in latino medievale.
Il toponimo che in bocca ai montanaresi suona 'muntanèr' con la contrazione di una evidente e aperta del suffisso latino -arius, è perfettamente in linea con altri esiti di parole contenenti il medesimo suffisso come per esempio 'furnèr' (fornaio) e 'maslèr' (macellaio) attestate anche nell'Ais[6]. Il nome sarebbe legato perciò ad una attività di svernamento e allevamento di greggi provenienti dall'alta valle dell'Orco, da zone di montagna : le greggi dei montanari trovavano in questa zona abbondante presenza di acque necessarie all'abbeveraggio del bestiame.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Persone legate a Montanaro[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Cena (Montanaro, 12 gennaio 1870 - Roma, 7 dicembre 1917), scrittore e poeta. Diresse la rivista letteraria La Nuova Antologia. Profuse la sua opera filantropica fondando scuole nei territori dell'Agro Pontino. Fu famosa la sua relazione con la scrittrice Rina Faccio, in arte Sibilla Aleramo, come egli stesso la ribattezzò.
  • Filiberto Guala (Montanaro, 18 dicembre 1907 - Albano Laziale, 24 dicembre 2000), dirigente industriale e sacerdote.

Architetture[modifica | modifica wikitesto]

Campanile del Vittone, visto dal centro storico d Montanaro

Degni di nota il complesso abbaziale vittoriano, progettato e realizzato in stile barocco da Bernardo Antonio Vittone, che comprende il municipio con il campanile e le chiese di Santa Maria Assunta e San Nicolao e quelle della Confraternita di San Giovanni Decollato e Santa Marta.[8].
Nel paese sono inoltre presenti la Chiesa di Santa Maria dell'Isola, la Torre campanaria, il Santuario di Santa Maria di Loreto, la Chiesa di San Grato e il Pilone della Goretta.[9]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Prodotto tipico di Montanaro sono i "Canastrej 'd montanèr" (canestrelli di Montanaro), dolci tipici del Canavese, sottili con grigliatura leggera, variamente aromatizzati, così chiamati in quanto già anticamente venivano deposti su appositi canestri che ne permettevano la naturale esitazione, lasciando sul loro fondo la caratteristica trama dei vimini. I canestrelli di Montanaro si differenziano dagli altri, prodotti in varie zone del Piemonte, per la loro sottigliezza, la particolare consistenza croccante, il colore dal paglierino chiaro alla crosta di pane, la fragranza . Si possono trovare anche nella variante al gusto e colore del cacao.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Ponchia Giuseppe, Gruppo Cultori di Storia di Montanaro, Montanaro nell'Abbazia di Fruttuaria, 1970
  4. ^ A. Rossebastiano in Dizionario di toponomastica - Storia e significato dei nomi geografici italiani - UTET - Torino, 1990-1997 a cura di G. Gasca Queirazza, pag. 484
  5. ^ R. Bena - "Per fare chiarezza sul nome di Montanaro" in Canavéis n. 13 - primavera estate 2008 - Tip. Baima e Ronchetti e C. snc per Cumba edizioni, Salassa, Torino
  6. ^ Atlante linguistico dell'Italia e della Svizzera Meridionale
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ Come da descrizione sul sito ufficiale del comune http://www.comune.montanaro.to.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/854
  9. ^ Come da elenco sul sito ufficiale del comune http://www.comune.montanaro.to.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/853
  10. ^ Comune di Montanaro - Menu Orizzontale - Home
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte