Lesa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Lesa (disambigua).
Lesa
comune
Lesa – Stemma
Solcio di Lesa
Solcio di Lesa
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Novara-Stemma.png Novara
Amministrazione
Sindaco Roberto Grignoli (lista civica) dal 14/06/2004, riconfermato 08/06/2009 e 26/05/2014
Territorio
Coordinate 45°50′00″N 8°34′00″E / 45.833333°N 8.566667°E45.833333; 8.566667 (Lesa)Coordinate: 45°50′00″N 8°34′00″E / 45.833333°N 8.566667°E45.833333; 8.566667 (Lesa)
Altitudine 198 m s.l.m.
Superficie 13,58 km²
Abitanti 2 351[1] (31-12-2010)
Densità 173,12 ab./km²
Frazioni Calogna, Comnago, Solcio, Villa Lesa
Comuni confinanti Belgirate (VB), Brovello-Carpugnino (VB), Ispra (VA), Massino Visconti, Meina, Nebbiuno, Ranco (VA), Stresa (VB)
Altre informazioni
Cod. postale 28040
Prefisso 0322
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 003084
Cod. catastale E544
Targa NO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti lesiani
Patrono san Martino
Giorno festivo 11 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Lesa
Sito istituzionale

Lesa (così anche in piemontese e in lombardo) è un comune di 2.402 abitanti della provincia di Novara. È il più settentrionale dei comuni della provincia che sorgono in riva al Lago Maggiore.

A Lesa amava soggiornare Alessandro Manzoni nella villa della seconda moglie Teresa Borri, vedova Stampa. Durante questi soggiorni frequentò il beato e filosofo Antonio Rosmini che dimorava a Stresa.

Solcio è una frazione che sorge in riva al lago, tra Meina e Lesa: interessante è la sua parrocchiale Chiesa di San Rocco fatta costruire in forme neoclassiche dal filantropo locale Felice Borroni nella prima metà del XIX secolo su progetto dell'intrese Bartolomeo Franzosini (1768 - 1853), con affreschi nei pennacchi della cupola (i quattro Evangelisti) di Gerolamo Induno.

Sempre a Solcio di Lesa, nella Villa Cavallini, un affresco di Luigi Morgari (1924) rappresentante Fanciulle danzanti in una scena di paesaggio di questa stessa località.

A Solcio ha vissuto e tenuto studio anche il pittore milanese Siro Penagini morto a Solcio nel 1952 e qui sepolto.

Le due frazioni, Calogna e Comnago, sono piccoli e amabili paesini sui colli circostanti.

Con Belgirate e Meina costituisce l'Unione di comuni del Vergante.

Fino al 1923 Lesa era a capo dell'omonimo mandamento, avendo quindi una buona importanza a livello amministrativo. Il Mandamento di Lesa, comprendeva Lesa con le attuali frazioni di Solcio, Calogna e Comnago, Belgirate, Brovello-Carpugnino con l'odierna frazione di Graglia Piana, Gignese con Vezzo e Nocco, Massino Visconti, Nebbiuno con Fosseno, Corciago e Tapigliano, Pisano, Stresa con Brisino, Vedasco, Vignolo, Magognino, Stropino, Sovazza (oggi frazione di Armeno, all'epoca incluso nel Mandamento di Orta San Giulio).

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Persone legate a Lesa[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Sessa (1410 circa - post 1473), figlio del nobile Gabardo Sessa; personaggio legato alla corte ducale degli Sforza, ebbe nel 1453 l'esenzione dalle tasse sui suoi vasti possedimenti a Lesa[3]
  • Filippo Aliprando Visconti di Massino (1779 - 1832), consignore di Massino e Invorio
  • Felice Borroni (Solcio 1761 - 1840), imprenditore e filantropo
  • Alessandro Manzoni (Milano 1785 - Milano 1873), scrittore e poeta, deputato, senatore del Regno dalla VII legislatura.[4]
  • Giulio Carcano (Milano 1812 - Lesa 1884), patriota, scrittore, poeta e traduttore di Shakespeare, senatore del Regno dalla XII legislatura
  • Cesare Correnti (Milano 1815 - Lesa 1888), patriota, deputato, ministro della Pubblica Istruzione e senatore del Regno dalla XVI legislatura
  • Gaspare Cavallini (Mede 1817 - Lesa 1903), deputato, senatore del Regno dalla XI legislatura
  • Amerigo Leber (Ohio 1868? - Solcio di Lesa 1905), pittore impressionista italiano
  • Siro Penagini (Milano 1885 - Solcio di Lesa 1952), pittore italiano
  • Gianpiero Cantoni (Milano 1939), economista e politico, senatore della Repubblica nella XIV, XV e XVI legislatura[senza fonte]
  • Salvatore Sciascia (Moglia 1943), senatore della Repubblica nella XVI legislatura[senza fonte]
  • Mario Monti (Varese 1943), economista e politico italiano, commissario europeo dal 1994 al 2004, presidente del Consiglio dei ministri dal 2011 al 2013[5]
  • Rino Cammilleri (Cianciana 1950), scrittore e saggista cattolico[senza fonte]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Verbanus, Società dei Verbanisti, 2004 vol. 25: il documento lo descrive come Don Francesco Sessa figlio del qm. Gabardo, presente a Lesa nel 1457 come possidente di terre
  4. ^ Comune di Lesa, pagina dedicata al Museo Manzoniano.
  5. ^ ‘Staycation’s the word for Europe’s leaders | euronews, world news

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte