Ranco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Ranco (disambigua).
Ranco
comune
Ranco – Stemma Ranco – Bandiera
Scorcio con la chiesa parrocchiale
Scorcio con la chiesa parrocchiale
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Varese-Stemma.png Varese
Amministrazione
Sindaco Monica Brovelli (lista civica "Obiettivo Ranco") dal 25/05/2014 (1º mandato)
Territorio
Coordinate 45°48′00″N 8°34′00″E / 45.8°N 8.566667°E45.8; 8.566667 (Ranco)Coordinate: 45°48′00″N 8°34′00″E / 45.8°N 8.566667°E45.8; 8.566667 (Ranco)
Altitudine 214 m s.l.m.
Superficie 6,76 km²
Abitanti 1 371[1] (31-12-2010)
Densità 202,81 ab./km²
Frazioni Uponne
Comuni confinanti Angera, Ispra, Lesa (NO), Meina (NO)
Altre informazioni
Cod. postale 21020
Prefisso 0331
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 012116
Cod. catastale H174
Targa VA
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 446 GG[2]
Nome abitanti ranchesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Ranco
Ranco
Posizione del comune di Ranco nella provincia di Varese
Posizione del comune di Ranco nella provincia di Varese
Sito istituzionale

Ranco (Rànsh in dialetto varesotto) è un comune italiano di 1.371 abitanti della provincia di Varese in Lombardia.

In questo paesino si trovava il Museo dei trasporti Ogliari in trasferimento a Volandia. La località fu annessa ad Angera sia da Napoleone che da Mussolini, ma fu entrambe le volte ripristinata come comune al cambio di regime politico, nel 1816 e nel 1956.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Ranco fu in provincia di Como dal 1801 al 1927.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]