Borgo Ticino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando informazioni sul quartiere Borgo Ticino di Pavia, vedi la sezione Borgo Ticino della voce Ponte Coperto di Pavia.
Borgo Ticino
comune
Borgo Ticino – Stemma
Borgo Ticino – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Novara-Stemma.png Novara
Amministrazione
Sindaco Francesco Gallo (Lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 45°41′00″N 8°36′00″E / 45.683333°N 8.6°E45.683333; 8.6 (Borgo Ticino)Coordinate: 45°41′00″N 8°36′00″E / 45.683333°N 8.6°E45.683333; 8.6 (Borgo Ticino)
Altitudine 324 m s.l.m.
Superficie 13 km²
Abitanti 4 872[1] (31-12-2010)
Densità 374,77 ab./km²
Frazioni Campagnola, Gagnago, Lazzaretto
Comuni confinanti Agrate Conturbia, Castelletto sopra Ticino, Comignago, Divignano, Varallo Pombia, Veruno
Altre informazioni
Cod. postale 28040
Prefisso 0321
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 003025
Cod. catastale B043
Targa NO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti borgoticinesi
Patrono san Rocco
Giorno festivo 16 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Borgo Ticino
Sito istituzionale

Borgo Ticino (Borgh Tisén in piemontese, Burgh Tisin in lombardo) è un comune italiano di 4.872 abitanti della provincia di Novara in Piemonte.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante la seconda guerra mondiale, Borgo Ticino fu vittima di un sanguinoso eccidio: il 13 agosto 1944 per rappresaglia le truppe nazifasciste misero a morte 12 giovani innocenti, poi saccheggiarono e incendiarono numerose case. Ai dodici martiri è dedicata la piazza principale del paese.

Il testimone Alessandro Griggio ha detto: “Io, con queste mani, proprio con queste, li ho presi e portati al cimitero. Con queste mani. Non posso dimenticare quella mattina, quello che ho fatto, quello che ho toccato. Le mie mani che prendono i corpi dei miei amici le ho sognate e le sogno tuttora”[2]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa parrocchiale
  • Santuario della Madonna delle Grazie, posto fuori dal paese in direzione di Arona. Documentato a partire dal XII secolo fu ricostruito in chiave barocca nel 1631; dell'originaria costruzione romanica si conservano oggi solo il campanile ed un tratto del muro settentrionale.
  • Chiesa parrocchiale di Santa Maria Vergine Assunta, costruzione barocca che sorge sull'altura detta del "castellazzo" e conserva nel campanile resti di affreschi medievali.

Natura[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

La popolazione residente conta numerose comunità immigrate nel primo dopoguerra da altre regioni italiane, specialmente Calabria e Veneto

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]


Persone legate a Borgo Ticino[modifica | modifica wikitesto]

Il borgo ha dato i natali al poeta latino Antonio Cerruti (1503-1560 circa).

Economia[modifica | modifica wikitesto]

In tempi recenti vi sono sorti numerosi insediamenti industriali, artigianali e commerciali.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Impianti sportivi: pista di go kart, pista di supermotard, maneggi, campo di calcio e basket.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Foto "Io ho visto": gli ex bambini salvati per caso - Repubblica.it
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28 dicembre 2012.
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte