Crevoladossola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crevoladossola
comune
Crevoladossola – Stemma Crevoladossola – Bandiera
Crevoladossola – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia del Verbano-Cusio-Ossola-Stemma.png Verbania
Amministrazione
Sindaco Gianni Rondinelli (lista civica) dal 28-29/03/2010
Territorio
Coordinate 46°10′00″N 8°18′00″E / 46.166667°N 8.3°E46.166667; 8.3 (Crevoladossola)Coordinate: 46°10′00″N 8°18′00″E / 46.166667°N 8.3°E46.166667; 8.3 (Crevoladossola)
Altitudine 292 m s.l.m.
Superficie 39,87 km²
Abitanti 4 765[1] (31-12-2010)
Densità 119,51 ab./km²
Frazioni Bisate, Bosco, Caddo, Oira, Pontemaglio, Preglia
Comuni confinanti Bognanco, Crodo, Domodossola, Masera, Montecrestese, Trasquera, Varzo
Altre informazioni
Cod. postale 28865
Prefisso 0324
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 103025
Cod. catastale D168
Targa VB
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti crevolesi
Patrono santi Pietro e Paolo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Crevoladossola
Sito istituzionale

Crevoladossola (Creussa in piemontese, Creula in dialetto ossolano) è un comune italiano di 4.711 abitanti della provincia del Verbano Cusio Ossola. È situato sulla strada statale del Sempione ed è separato dalla contigua Domodossola dal torrente Bogna, in corrispondenza della sua confluenza nel fiume Toce.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Da Crevoladossola si dipartono due delle valli ossolane: la val Divedro, che porta al confine con la Svizzera ed è attraversata dalla ferrovia internazionale del Sempione e la Valle Antigorio, segnata dal corso del Toce. Il comune di Crevoladossola è essenzialmente formato dai tre abitati di Crevola, Preglia e Caddo. La zona maggiormente popolata è quella di Preglia, situata in piano nella zona sud del comune, dotata di stazione ferroviaria e ormai praticamente saldata all'abitato di Domodossola, come di fatto anche la frazione Caddo. Il centro vero e proprio di Crevoladossola si trova in posizione rialzata dominante la conca di Domodossola.

Monumenti e Luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La Chiesa parrocchiale
  • La Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo risale ai primi decenni del sec. XI, come si può apprezzare ancora nella torre campanaria, e ha subito nei secoli diverse modifiche. In particolare nel XVI secolo, su commissione della nobile famiglia dei Della Silva, venne realizzato l'attuale presbiterio, in forme tardo-gotiche, per opera dell’architetto presmellese Ulrich Ruffiner, operante nel Vallese. Le preziose vetrate istoriate, opera del maestro vetraio bernese Hans Funk, vennero realizzate nel 1526. Le pareti del presbiterio sono ornate da affreschi monocromatici negli sguinci delle finestre e da rappresentazioni dei Santi, attribuiti al pittore cinquecentesco Sperindio Cagnoli, così come l’ Ultima Cena e le Sibille del sottarco.
  • I borghi di origine medievale di Oira e Canova

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia è basata sull'industria, specialmente quella della lavorazione del sasso e, in minor misura, sul terziario ed il turismo alpino. Il Comune, nonostante l'alto numero di abitanti e la sollecitazione dei cittadini con raccolta di firme, non presentava una linea telefonica a banda larga (ADSL) fino a luglio 2009. Dalla fine del 2009 l'ADSL, attraverso la posa di un cavo in fibra ottica, è effettivamente attiva. Restano comunque escluse dall'erogazione del servizio alcune zone del territorio comunale.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]