Casale Corte Cerro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casale Corte Cerro
comune
Casale Corte Cerro – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia del Verbano-Cusio-Ossola-Stemma.png Verbano-Cusio-Ossola
Amministrazione
Sindaco Grazia Richetti (lista civica) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 45°55′00″N 8°25′00″E / 45.916667°N 8.416667°E45.916667; 8.416667 (Casale Corte Cerro)Coordinate: 45°55′00″N 8°25′00″E / 45.916667°N 8.416667°E45.916667; 8.416667 (Casale Corte Cerro)
Altitudine 372 m s.l.m.
Superficie 12,52 km²
Abitanti 3 473[1] (31-12-2010)
Densità 277,4 ab./km²
Frazioni Arzo, Cafferonio, Cassinone, Cereda, Crebbia, Crottofantone, Gabbio, Montebuglio, Motto, Pramore, Ramate, Ricciano, Sant'Anna, Tanchello
Comuni confinanti Germagno, Gravellona Toce, Loreglia, Omegna, Ornavasso
Altre informazioni
Cod. postale 28881
Prefisso 0323
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 103019
Cod. catastale B876
Targa VB
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti casalesi
Patrono san Giorgio
Giorno festivo 23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Casale Corte Cerro
Sito istituzionale

Casale Corte Cerro (Casàl dla Cort Cèra in piemontese, Cäsàal dlä Cort Cèrä in dialetto locale) è un comune italiano di 3.505 abitanti della provincia del Verbano Cusio Ossola.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Casale Corte Cerro si trova a metà strada tra Gravellona Toce e Omegna. La sua altitudine varia dai 230 m della località Fontanaccia fino ai 1700 m del Monte Cerano. Il territorio comunale è in gran parte boschivo ed è percorso da una fitta rete di sentieri che, dalle località di Casale, Ramate, Montebuglio, Arzo, Cafferonio, S. Anna, Pramore, Cassinone, conducono ai vari alpeggi situati sulle ripide pendici della montagna (monte Zuccaro e monte Cerano). Da questi alpeggi, se le giornate sono limpide, si gode il panorama sui laghi d'Orta, Maggiore, di Varese, di Monate, di Comabbio, e sulla pianura novarese e lombarda.

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Appena sopra il capoluogo si trova a quota 500 m, dopo 15-20 minuti di cammino per una mulattiera, il santuario del Getsemani, costruito nel 1950 come casa di esercizi spirituali, ora chiusa. Le raffigurazioni murali(170 m2) sono del pittore Théodore Strawinsky. Tra i monumenti meritano una citazione le Chiese importanti del territorio: la Chiesa Parrocchiale del capoluogo, dedicata a San Giorgio e alla Madonna Del Rosario, barocca; la Chiesa Parrocchiale di San Tommaso a Montebuglio, del 1600-1700; la Chiesa Parrocchiale dedicata a San Lorenzo e a Sant'Anna a Ramate, originariamente oratorio del 1600 poi ampliato nel 1959 a seguito dell'elevazione a parrocchia. Altra chiesa importante è un piccolo santuario in mezzo ai boschi, dedicato alla Madonna di Caravaggio, conosciuto come Santuario del Balmello, situato fra le frazioni di Montebuglio e Cassinone. Esistono poi alcuni oratori, quali l'oratorio dedicato a S. Defendente e a S. Stefano nella frazione di Arzo, l'oratorio nella frazione dalla frazione della Cereda dedicato a S. Rocco e alla Madonna della Mercede, l'oratori della frazione di Crebbia dedicato alla SS. Trinità e l'oratorio della frazione di Tanchello dedicato a S. Giovanni Batista; infine sono presenti sul territorio numerose cappelle che vanno dalla più bassa localizzata nella frazione del Gabbio a quella edificata in alta montagna nella zona chiamata Minarola (Näròlä).

Feste e tradizioni[modifica | modifica wikitesto]

A Casale Corte Cerro sopravvivono numerose tradizioni. La prima tradizione che si può trovare cammin facendo durante l'anno è la festa di S. Giorgio che cade la domenica dopo il 23 aprile (la ricorrenza del santo). In questa festa nelle case era tradizione confezionare alcuni dolci fra cui la torta del pane (torta a base di pane, latte, uova, cioccolato e altri ingredienti che cambiano di famiglia in famiglia), la figascinä, tradizionali focaccine dolci di pasta frolla, e la casertä, una torta molto semplice il cui impasto sbattuto molto a lungo le donava la sua caratteristica sofficità. Un'altra tradizione per certi versi più pagana cade pochi giorni dopo, fra la notte del 30 aprile e del il primo maggio, quando gruppi di giovani si recavano e si recano tuttora di casa in casa, cantando una canzone ben augurale affinché il mese di maggio possa portare ricchezza e prosperità nelle famiglie, chiedendo in cambio quel poco che la povera gente poteva offrire loro. Un'ultima festa è quella della Madonna Delle Figlie (Madònä Di Mätän), questa festa ha inizio con la terza domenica d'ottobre quando il parroco annuncia alla popolazione la sua scelta di nominare una Priora e una Vicepriora, la prima deve essere una donna sposata e di almeno 65 anni, mentre la seconda non deve essere ancora sposata. La festa continua il sabato della seconda settimana di novembre quando bambine e ragazze dette cercone (scärcugn), vanno di casa in casa con un piccolo alberello di bosso decorato con fiocchi e caramelle, chiedendo offerte per la chiesa, dando in cambio caramelle, arachidi e mandarini tutti prodotti che anticamente nella zona erano rari e ricercati dai bambini. La festa si conclude con la messa della domenica della terza settimana di novembre, considera dai casalesi una festa alla pari della festa patronale.

Manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Tra le feste più importanti, la Festa di San Giorgio a Casale alla fine di aprile, e la Festa di Primavera a Montebuglio, l'ultima settimana di maggio.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Casale Corte Cerro fa parte della Comunità Montana dello Strona e Basso Toce.

Aderisce all'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.