Craveggia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Craveggia
comune
Craveggia – Stemma
Craveggia – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia del Verbano-Cusio-Ossola-Stemma.png Verbania
Amministrazione
Sindaco Paolo Giovanola (lista civica) dall'08/06/2009, riconfermato 26/05/2014
Territorio
Coordinate 46°08′00″N 8°30′00″E / 46.133333°N 8.5°E46.133333; 8.5 (Craveggia)Coordinate: 46°08′00″N 8°30′00″E / 46.133333°N 8.5°E46.133333; 8.5 (Craveggia)
Altitudine 889 m s.l.m.
Superficie 36,22 km²
Abitanti 754[2] (31-12-2010)
Densità 20,82 ab./km²
Frazioni Prestinone, Vocogno[1]
Comuni confinanti Malesco, Onsernone (CH-TI), Re, Santa Maria Maggiore, Toceno, Vergeletto (CH-TI), Villette
Altre informazioni
Cod. postale 28852
Prefisso 0324
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 103024
Cod. catastale D134
Targa VB
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti craveggiesi (in dialetto "Craugiaign")
Patrono Santi Giacomo e Cristoforo
Giorno festivo 25 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Craveggia
Sito istituzionale

Craveggia (Crovegia in piemontese, Cravegia in dialetto ossolano) è un comune italiano di 755 abitanti della provincia del Verbano Cusio Ossola in Piemonte.

È uno dei borghi più pittoreschi della Val Vigezzo ed è famoso per i suoi innumerevoli camini in pietra che svettano sopra i tetti in beole delle case. In passato gli alti camini erano considerati simbolo di ricchezza delle famiglie borghesi del luogo che facevano a gara per chi ne costruiva di più imponenti e numerosi.

La località Bagni di Craveggia (frazione ormai disabitata) è accessibile per gli automezzi solo dalla Svizzera, attraverso la valle Onsernone, mentre è possibile raggiungerla a piedi passando dal crinale del monte che la sovrasta.

Cultura religiosa[modifica | modifica wikitesto]

Nel paese di Vocogno (frazione di Craveggia) la parrocchia (sotto la Diocesi di Novara), la cui prepositurale è dedicata a Santa Caterina di Alessandria, segue la Forma Straordinaria del Rito Romano per la celebrazione di tutti i Sacramenti. Le Messe celebrate quotidianamente, le festive come le feriali, seguono perciò il Rito Romano Antico, in ottemperanza alle norme del Motu Proprio Summorum Pontificum promulgato da Papa Benedetto XVI[3].

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Persone legate a Craveggia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Craveggia - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  3. ^ Dal sito della parrocchia: [1]
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]