Santa Maria Maggiore (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santa Maria Maggiore
comune
Santa Maria Maggiore – Stemma
Santa Maria Maggiore – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia del Verbano-Cusio-Ossola-Stemma.png Verbania
Amministrazione
Sindaco Claudio Cottini (lista civica) dall'08/06/2009, riconfermato 26/05/2014
Territorio
Coordinate 46°08′00″N 8°28′00″E / 46.133333°N 8.466667°E46.133333; 8.466667 (Santa Maria Maggiore)Coordinate: 46°08′00″N 8°28′00″E / 46.133333°N 8.466667°E46.133333; 8.466667 (Santa Maria Maggiore)
Altitudine 816 m s.l.m.
Superficie 53 km²
Abitanti 1 271[2] (31-12-2010)
Densità 23,98 ab./km²
Frazioni Buttogno, Crana
Comuni confinanti Campo (Vallemaggia) (CH-TI), Craveggia, Druogno, Malesco, Toceno, Vergeletto (CH-TI)
Altre informazioni
Cod. postale 28857[1] (fino al 1997 era 28038)
Prefisso 0324
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 103062
Cod. catastale I249
Targa VB
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti maggioritani
Patrono Maria Santissima Assunta
Giorno festivo 15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Santa Maria Maggiore
Sito istituzionale

Santa Maria Maggiore (Santa Marìa in piemontese e in dialetto ossolano) è un comune di 1.263 abitanti della provincia del Verbano Cusio Ossola. Si trova in Val Vigezzo della quale rappresenta il centro politico e religioso più importante. Fu anche il paese in cui le famiglie nobili e aristocratiche Vigezzine, di origine Celtica e Germanica, si stabilirono. Parte del suo territorio è compresa nel Parco Nazionale della Val Grande. È il paese natale di Giovanni Paolo Feminis e di Giovanni Maria Farina, rispettivamente inventore e divulgatore dell'Acqua di Colonia.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

La Chiesa Parrocchiale di Maria Santissima Assunta
Interno della Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Maggiore, con il Tripudio di Maria Santissima in Cielo affrescato dal Borgnis

Chiesa Parrocchiale di Maria Santissima Assunta[modifica | modifica sorgente]

La prima parrocchiale dedicata all'Assunzione di Maria fu edificata probabilmente nel IX secolo quando fu costituito il borgo che successivamente prese il nome di "Santa Maria Maggiore". L'attuale edificio è stato ricostruito interamente tra il 1733 e il 1742 abbattendo la precedente chiesa di stile romanico lombardo della quale si è conservato solo il campanile (probabilmente l'edificio più antico della Valle Vigezzo) e è stato in gran parte finanziato da Giovanni Paolo Feminis, inventore dell'Acqua di Colonia. Costituita da una sola ampia navata è considerata la chiesa più bella e grandiosa dell'Ossola insieme a quella di Domodossola e della vicina Craveggia[3]. L'interno è decorato con affreschi di due importanti pittori vigezzini quali Lorenzo Peretti di Buttogno e Giuseppe Mattia Borgnis[4] di Craveggia. Nel catino absidale il Borgnis ha affrescato il Tripudio di Maria Santissima in Cielo, composto da oltre quattrocento figure. Il Peretti realizzò gli affreschi del catino del portico di facciata con l'Assunzione della Vergine. Gli altari laterali della chiesa sono dedicati al Santissimo Crocifisso, alla Madonna del Rosario, alla Madonna del Sangue di Re (a destra dell'altar maggiore) e all'Arcangelo Raffaele, a San Carlo Borromeo e alla Vergine Immacolata (a sinistra dell'altar maggiore).

Chiese di san Giovanni Evangelista e di San Rocco[modifica | modifica sorgente]

Le piccole chiese di Crana in una giornata di primavera

Si trovano nella frazione Crana, lungo la strada che collega Santa Maria Maggiore con il vicino comune di Toceno. Si tratta di due chiese intersecate e caratterizzate da stili distinti: la Chiesa di san Giovanni Evangelista e l'Oratorio di San Rocco. La chiesa dedicata a san Giovanni Evangelista, più ampia, risale al 1483, anche se venne quasi completamente riedificata nel 1744. L'intera spesa per la costruzione della chiesa fu sostenuta da Gian Paolo Feminis, inventore dell'Acqua di Colonia originario di Crana. L'altare maggiore della chiesa ospita una pala d'altare del XVII secolo raffigurante san Giovanni Battista e la Vergine. L'affresco della cupola, risalente al 1745, è considerato tra le opere migliori del pittore craveggese Giuseppe Mattia Borgnis. Sono del Borgnis anche gli ovali del corpo della chiesa con i santi Defendente, Bernardo da Mentone, Sebastiano e Vittore. L'oratorio di San Rocco, più piccolo rispetto alla chiesa di san Giovanni Evangelista,fu costruito per ex voto dalla popolazione di Crana per lo scampato pericolo da una terribile ondata di peste del 1529-1530. L'interno dell'oratorio è interamente affrescato dal pittore lombardo del XVI secolo Giovanni Battista da Legnano, che ha dipinto dodici scene sulla vita di san Rocco.

Villa Antonia[modifica | modifica sorgente]

Villa Antonia, attuale sede del Comune e della Pro Loco

Villa Antonia, costruita nel XVIII secolo dalla famiglia Rossetti, è attualmente la sede del comune. I primi proprietari decisero di costruire la Villa ispirandosi agli edifici transalpini, con un tetto spiovente e i tasselli sottogronda decorati. Inoltre, essendo pittori, arricchirono la loro abitazione con diversi affreschi e la adornarono molto: sono pregevoli in particolar modo i vetri piombiati dipinti con motivi naturalistici e realizzati a Zurigo nel 1780. Il parco della Villa è caratterizzato da una collezione di faggi rossi che fanno contrasto cromatico con le altre essenze verdi. È attualmente pubblico ed è la sede di numerose iniziative organizzate dalla locale Pro Loco.

Museo internazionale dello Spazzacamino[modifica | modifica sorgente]

Ingresso del Museo dello Spazzacamino. Sullo sfondo si nota la Chiesa Parrocchiale.

Santa Maria Maggiore ospita all'interno della settecentesca Villa Antonia, nel centro storico del paese, una realtà unica in Italia: il Museo dello Spazzacamino. Inaugurato nel 1983 e rinnovato nel 2005, il museo propone ai visitatori un originale percorso multisensoriale allo scoperta del duro lavoro dello spazzacamino che fu fondamentale per i vigezzini nel corso di diversi secoli (dal XVI al XX secolo).

Vecchio Municipio[modifica | modifica sorgente]

Il Vecchio Municipio di Santa Maria Maggiore. La torretta laterale ospitava le prigioni.

Il Vecchio Municipio, situato nella centralissima Piazza Risorgimento, era l'antica sede del Pretore della Valle Vigezzo. Successivamente ha ospitato il consiglio della Valle e il consiglio comunale. L'edificio è decorato con colori geometrici ed è composto da diverse parti di epoche diverse: la torretta laterale, con le vecchie prigioni, è la parte più antica, la piccola sala con gli archi a tutto sesto è del XVII secolo, mentre la parte rivolta a sud è del XIX secolo. Recentemente è stato trasformato in un'area espositiva a disposizione del comune, che ogni anno organizza numerose mostre.

Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini[modifica | modifica sorgente]

La Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini

Si trova nel centro storico di Santa Maria Maggiore, in via Rossetti Valentini 1. L'edificio scolastico, ottocentesco, risponde perfettamente ai canoni tipici dell'architettura vigezzina (si consideri, ad esempio, il caratteristico tetto in piode). La Scuola ospita un'esposizione permanente di opere dei pittori vigezzini dalla metà del '700 a tutto il '900 (tra gli altri si possono ricordare in particolare Giacomo Rossetti, Enrico Cavalli e Carlo Fornara). La Scuola è attiva dal 1878 e organizza ancora oggi corsi di pittura e di intarsio del legno.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Santa Maria Maggiore in inverno. Sullo sfondo la catena del Monte Rosa.

La Pioda di Crana (2430 m.)vista dalla Piana di Vigezzo

Santa Maria Maggiore si trova in Valle Vigezzo, nelle Alpi Lepontine. La Valle Vigezzo è un vasto altipiano supera di poco gli 800 metri di quota ed l'unica tra le vallate ossolane ad essere longitudinale. Dal centro di Santa Maria Maggiore è possibile ammirare, oltre alle vicine montagne della vallata, come la Pioda di Crana e la Scheggia, anche la catena del Monte Rosa.

Iniziative ed eventi[modifica | modifica sorgente]

Mostra del capretto tipico vigezzino[modifica | modifica sorgente]

Un capretto vigezzino alla mostra del capretto

Considerata una mostra unica nel suo genere[5], si tiene ogni anno presso il Centro del Fondo di Santa Maria Maggiore la domenica precedente la Pasqua (domenica delle Palme) ed è organizzata dall'Associazione Allevatori Agricoltori della Valle Vigezzo. Durante la mostra viene allestito un mercatino in cui è possibile acquistare prodotti tipici. Inoltre, in occasione della mostra alcuni ristoranti di Santa Maria Maggiore offrono dei pranzi tradizionali a base di capretto tipico.

Rassegna Sentieri e Pensieri[modifica | modifica sorgente]

Nel mese di agosto si tiene in Piazza Risorgimento la Rassegna Sentieri e Pensieri, una programmazione culturale firmata dal Salone Internazionale del Libro di Torino, caratterizzata da incontri, presentazioni di libri, concerti e reading a ingresso gratuito. Durante la rassegna è allestita una libreria.

Raduno internazionale degli Spazzacamini[modifica | modifica sorgente]

Un momento della sfilata degli spazzacamini per le vie del centro di Santa Maria Maggiore.
Spazzacamino che partecipa alla sfilata con l'abbigliamento tradizionale.

Ogni anno, nel primo week end di settembre, si ritrovano a Santa Maria Maggiore più di un migliaio di spazzacamini provenienti da ogni parte del mondo per festeggiare il loro duro lavoro e ricordare quanti ad esso si sono dedicati nel corso dei secoli. L'evento principale del raduno è la grande sfilata per le vie del paese della domenica mattina, cui assistono migliaia di turisti e appassionati. Durante i giorni del raduno sono organizzate serate di festa, con musica e danze, e altre iniziative che variano ogni anno.

Mostra bovina della Razza Bruna[modifica | modifica sorgente]

Si tiene ogni anno presso il Centro del Fondo di Santa Maria Maggiore nel mese di ottobre, è organizzata dall'Associazione Allevatori Agricoltori della Valle Vigezzo e dall'Associazione Provinciale Allevatori ed è considerata la fiera zootenica più importante del Verbano Cusio Ossola[6]. Durante l'esposizione è possibile gustare i numerosi prodotti tipici (in particolare formaggi e salumi)e acquistare prodotti di artigianato.

Mercatini di Natale[modifica | modifica sorgente]

Ogni anno, in un week end di dicembre, si tengono nelle vie del centro storico di Santa Maria Maggiore i mercatini di Natale. Composti da circa 200 espositori, sono tra più grandi del Piemonte. Ogni anno è presente ai mercatini una corposa rappresentativa dell'artigianato della Valle Vigezzo e del Verbano Cusio Ossola. Tra i prodotti tipici che si possono gustare durante questa iniziativa sono degni di nota gli Stinchett, sottilissime cialde a base di farina, arricchite da poco burro e da un pizzico di sale. Durante i mercatini il paese è vestito a festa con un maestoso albero di Natale in Piazza Risorgimento e numerosi addobbi per le vie. È stato calcolato che l'edizione 2013 dei Mercatini di Natale ha avuto circa 50.000 visitatori[7].

Sport[modifica | modifica sorgente]

Sport invernali[modifica | modifica sorgente]

Durante l'inverno Santa Maria Maggiore è meta soprattutto degli appassionati dello sci di fondo, grazie al tracciato agonistico di 15 km che si snoda dal Centro del Fondo di Santa Maria Maggiore e raggiunge le vicine località Malesco e Druogno. Una più piccola pista di 2,5 km è illuminata a giorno di notte e permette di conseguenza lo sci di fondo notturno. A Prestinone, frazione di Craveggia immediatamente confinanza con Santa Maria Maggiore, si trova la stazione di partenza di una moderna cabinovia ad otto posti che raggiunge la Piana di Vigezzo, località sciistica situata ad una altitudine di circa 1700 metri, dove si trovano 20 km di piste di varia difficoltà.

Sport estivi[modifica | modifica sorgente]

Centro di Santa Maria Maggiore visto da Vocogno. Sullo sfondo si vede parte della Pineta, area adibita alle attività sportive.

Durante l'estate Santa Maria Maggiore è meta di numerosi escursionisti che percorrono i sentieri della Valle Vigezzo[8]. Lungo questi sentieri negli ultimi anni risulta sempre più praticato il mountain biking. Viene inoltre praticato il ciclismo soprattutto lungo la strada ciclabile che attraverso la Valle Vigezzo immersa nel verde. Sono numerosi anche gli appassionati del volo libero che partono dalla Piana di Vigezzo e atterrano presso il Centro del Fondo. Presso la Pineta di Santa Maria Maggiore si trovano inoltre dei campi da tennis, una piscina estiva e un campo da golf.

Appuntamenti sportivi[modifica | modifica sorgente]

Ogni anno, nel mese di agosto, il club di volo libero "Ali libere Vigezzo. I Barbagianni", organizza la Festa dell'Aria, che unisce all'esibizione dei voli in parapendio spettacoli con aeromodellini e uccelli rapaci. A fine agosto Santa Maria Maggiore è il luogo di partenza e arrivo della Sgamelàà d'Vigezz. Si tratta di una marcia internazionale sportiva non competitiva cui partecipano centinaia di atleti che si svolge dal 1973. Il percorso della marcia è di 26 km e si snoda attraverso i paesi della Valle Vigezzo.

Prodotti tipici[modifica | modifica sorgente]

Stinchett[modifica | modifica sorgente]

Gli Stinchett sono un prodotto tipico della Valle Vigezzo, la cui tipicità è stata riconosciuta ufficialmente dal comune di Santa Maria Maggiore. Si tratta di una sfoglia molto sottile a base di farina ed acqua cotta velocemente su una piastra di ferro rovente e successivamente lievemente imburrata e salata. La preparazione degli Stinchett, piuttosto impegnativa, richiede un lungo periodo di riposo dell'impasto[9]. Gli Stinchett vengono preparati durante tutte le feste che si tengono a Santa Maria Maggiore e negli altri paesi della Valle Vigezzo.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

La Vigezzina: il caratteristico trenino turistico che attraversa la Valle Vigezzo

A Santa Maria Maria Maggiore si trova nelle immediate vicinanze del centro storico la stazione della ferrovia Vigezzina. Si tratta di una storica linea ferroviaria di particolare rilievo turistico che, collegando Domodossola a Locarno (in Svizzera), attraversa l'intera Val Vigezzo. I treni circolano mediamente con frequenza oraria durante la giornata (sono però più frequenti nel periodo estivo)[10]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[11]

[modifica | modifica sorgente]

Persone legate a Santa Maria Maggiore[modifica | modifica sorgente]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ CAP di Santa Maria Maggiore sulle Pagine Bianche. URL consultato il 18 settembre 2013.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  3. ^ Paolo Crosa Lenz, Giulio Frangioni, Escursionismo in Valdossola - Valle Vigezzo, pag.31, Domodossola, Grossi, 1989.
  4. ^ Giuseppe Mattia Borgnis
  5. ^ La mostra del capretto tipico vigezzino.
  6. ^ Successo per la Bruna Alpina. Guarda la Fotogallery ed i video della manifestazione
  7. ^ Mercatini di Natale: migliaia di visitatori. Applausi e qualche critica
  8. ^ Trekking Valle Vigezzo : Laurasca, Panelatte, Margineta, Ziccher, Pioda Crana, Pizzo Formalone, Pizzo Ragno, Pizzo Ruggia, Mater
  9. ^ Sapori di montagna: i Rundit – Scienza in cucina - Blog - Le Scienze
  10. ^ http://www.vigezzina.com/index.php.
  11. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]