Bovalino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bovalino
comune
Bovalino – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Calabria.svg Calabria
Provincia Provincia di Reggio Calabria-Stemma.png Reggio Calabria
Amministrazione
Sindaco Tommaso Mittiga (centro) dal 29/03/2010
Territorio
Coordinate 38°09′00″N 16°10′00″E / 38.15°N 16.166667°E38.15; 16.166667 (Bovalino)Coordinate: 38°09′00″N 16°10′00″E / 38.15°N 16.166667°E38.15; 16.166667 (Bovalino)
Altitudine 11 m s.l.m.
Superficie 17 km²
Abitanti 8 850[1] (30-11-2013)
Densità 520,59 ab./km²
Frazioni Bosco Sant'Ippolito, Bovalino Superiore, Pozzo
Comuni confinanti Ardore, Benestare, Casignana, San Luca
Altre informazioni
Cod. postale 89034
Prefisso 0964
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 080012
Cod. catastale B098
Targa RC
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti bovalinesi
Patrono san Francesco di Paola
Giorno festivo 2 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bovalino
Posizione del comune di Bovalino all'interno della provincia di Reggio Calabria
Posizione del comune di Bovalino all'interno della provincia di Reggio Calabria
Sito istituzionale

Bovalino è un comune italiano di 8.850 abitanti della provincia di Reggio Calabria, in Calabria.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Bovalino si affaccia sulla costa ionica ed è uno dei tanti punti di riferimento dei turisti che scelgono la Calabria. Notevole lo sviluppo della spiaggia libera. Oltre a Bovalino Marina vi è Bovalino Superiore, ad un'altezza di circa 150 metri..

Storia[modifica | modifica sorgente]

Bovalino Superiore contiene il castello costruito dal Conte Ruggero d'Altavilla detto il Normanno dopo la conquista dei Normanni del meridione (1059); in passato era un maestoso castello reale per l'amministrazione del territorio e venne affidato alla famiglia Conclubet, signori d'Arena, di Stilo e di Gerace. Il primo feudatario fu Fulcone Ruffo, a questi seguirno: Caracciolo, De Pol, Centelles, Pignatelli, Gagliardi, Marullo, Galeota, Loffredo, Orsini, Vitale, Del Negro, Spinelli, Caracciolo, ed infine i Pescara Diano i quali conservarono il feudo fino all'eversione della feudalità (1806). Oggi come testimonianza del castello rimane solo qualche rudere abbandonato.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Bovalino è una cittadina commerciale, turistica e culturale. È un punto di riferimento per gli abitanti dei paesi dell'entroterra che qui trovano servizi pubblici e ogni tipo di merce.

Pur non essendo molto attrezzato dal punto di vista turistico, Bovalino è adatto per una vacanza rilassante e per chi non ama troppo la confusione e le spiagge affollate. Ci sono 2 centri commerciali: "I Gelsomini", dove si può accedere sia dal paese di Bovalino che dalla S.S.106, e del parco commerciale "La Galleria", dove si trova la sede principale del gruppo Center Gross-Euronics.

Arte, cultura e musica[modifica | modifica sorgente]

Bovalino vanta alcuni artisti: gruppi musicali (Quartaumentata, Plasma, Invece, The Bronx); gruppi teatrali (Gruppo Spontaneo) e molteplici esponenti che operano nel campo letterario e delle belle arti. Nell'estate 2012 si è tenuta la prima edizione "Festa dei Rioni" organizzata dalla Parrocchia "San Nicola di Bari" ove il territorio della Marina è stato diviso in sei rioni.

Istruzione[modifica | modifica sorgente]

A seguito del Piano di Razionalizzazione della Rete Scolastica nel Comune sussistono le seguenti Istituzioni Scolastiche:

  • ISTITUTO COMPRENSIVO di BOVALINO
  • ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE "F. LA CAVA"

Frazioni[modifica | modifica sorgente]

Bosco S. Ippolito (Dialetto Greco-Calabro: Aghios Ippòlytos), Bricà (Dialetto Greco-Calabro: Brikià), S. Nicola, Pozzo, Bovalino Superiore, Biviera, Rosa, Cipparello, Prato.

Persone legate a Bovalino[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

  • Amaranto.svg A.S.D. Bovalinese

Calcio a 5[modifica | modifica sorgente]

  • Amaranto.svg A.S.D. Bovalino C5

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]


Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2012.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]