Incidenti ferroviari in Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nella storia delle ferrovie italiane sono avvenuti diversi incidenti ferroviari in Italia. Il più grave di essi fu il disastro di Balvano avvenuto il 3 marzo 1944 in provincia di Potenza, che causò 517 morti e oltre 90 feriti, ottavo fra gli incidenti ferroviari più gravi del mondo per numero di vittime).[senza fonte]

Definizione di incidente ferroviario[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Incidente ferroviario.
Incidente ferroviario al porto di Piombino del 31 luglio 1983.

Secondo la definizione del legislatore italiano (articolo 3 del Decreto Legislativo n. 162/2007)[1] l'incidente ferroviario è un "evento improvviso indesiderato e non intenzionale o specifica catena di siffatti eventi aventi conseguenze dannose" e si divide nelle seguenti tipologie:

  • collisione:
    • fra treni
    • fra treno e ostacolo
  • deragliamento
  • incidente al passaggio a livello
  • incidente a persone causato da materiale rotabile in movimento (esclusi i suicidi)[2]
  • incendio al materiale rotabile
  • altro

L'incidente ferroviario è definito "grave" nel caso di collisione ferroviaria o deragliamento di treni che causa la morte di almeno una persona o il ferimento grave di cinque o più persone o seri danni (almeno 2 milioni di euro) a materiale rotabile, infrastruttura o ambiente e qualsiasi altro incidente analogo avente un evidente impatto sulla regolamentazione o gestione della sicurezza ferroviaria[1].

Secondo la definizione della Commissione europea l'incidente grave deve coinvolgere "almeno un veicolo ferroviario in movimento e causa almeno un decesso o un ferito grave, danni significativi[3] a materiale, binari, altri impianti o all'ambiente oppure un'interruzione prolungata del traffico. Sono esclusi gli incidenti nelle officine, nei magazzini o nei depositi"[4].

In base alla definizione dell'Union internationale des chemins de fer (UIC) bisogna escludere dalle statistiche degli incidenti ferroviari quelli che coinvolgono suicidi (anche tentati) e morti criminali o naturali.

Indagini successive all'incidente[modifica | modifica wikitesto]

A seguito di incidenti ferroviari gravi è obbligatoria l'apertura di un'indagine investigativa da parte della Direzione Generale per le Investigazioni Ferroviarie e Marittime (DIGIFEMA) sotto le dipendenze del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti[5], al fine di fornire eventuali raccomandazioni finalizzate al miglioramento della sicurezza ferroviaria e alla prevenzione di incidenti. La relazione conclusiva deve essere trasmessa all'Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e all'Agenzia ferroviaria europea. I report vengono poi archiviati e resi disponibili a chiunque nella banca dati ERAIL (European Railways Accident Information Link - Collegamenti alle informazioni sugli incidenti ferroviari europei).[6]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e l'ISTAT svolgono rilevazioni statistiche sugli incidenti ferroviari in Italia. Le statistiche prodotte distinguono tali eventi secondo alcune categorie definite: collisioni, deragliamenti, incidenti a passaggi a livello, incidenti a persone causati da rotabili in movimento, incendi al materiale rotabile ed altri[7].

Nel periodo 2004-2007 si verificarono in Italia in media 149 incidenti per anno con una punta massima di 166 nel 2006; di questi solo 16 collisioni e deragliamenti in media per anno[7] Dal 2008 al 2014 si verificarono in media circa 120 incidenti gravi, con una somma media complessiva annua di 70 morti e 47 feriti gravi. Le collisioni e i deragliamento risultarono in media poco più di 13 per anno[8]. Il confronto tra i due periodi 2004-2007 e 2008-2014 evidenzia una consistente diminuzione degli eventi e la predominanza degli eventi luttuosi sulle categorie "passaggi a livello" e "investimenti di persone per cause varie".

Gli incidenti gravi più frequenti risultano essere quelli causati da materiale rotabile in movimento e quelli che avvengono in corrispondenza dei passaggi a livello: in tali incidenti le vittime sono in genere costituite da persone estranee alla circolazione ferroviaria. Viceversa le persone a bordo del treno (passeggeri e personale dipendente delle ferrovie) costituiscono una piccola percentuale delle vittime annuali[7][8].

Elenco degli incidenti ferroviari più gravi in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'elenco che segue sono riportati gli incidenti ferroviari più gravi avvenuti in Italia secondo la definizione normativa, derivanti da collisione o deragliamento, con almeno un morto o cinque feriti gravi (ricoverati in ospedale per più di 24 ore).

Nell'elenco non sono inclusi gli atti intenzionali, quali attentati o suicidi, in quanto tali eventi sono espressamente esclusi dalla definizione di incidente ferroviario (evento improvviso indesiderato e non intenzionale).

Incidente Giorno e mese Anno Luogo Morti Feriti Causa e fonti
Incidente ferroviario di Orte 12 agosto 1873 Orte (VT) 2 40 Il treno investe tre bovini incustoditi che si trovavano sui binari.
Incidente ferroviario di Vadino 10 novembre 1886 Albenga (SV) 2 0 A seguito di uno straripamento del Rio Avarenna e del conseguente crollo del ponte Vadino, un treno merci raccoglitore precipita nel vuoto uccidendo il macchinista e il fuochista.
Incidente ferroviario di Pianerottolo d'Ariano 29-30 settembre 1889 Galleria di valico presso la Stazione di Pianerottolo d'Ariano (AV) 2 7 Scontro frontale tra due treni (uno dei quali carico di bestiame) all'interno del traforo.
Incidente ferroviario di Rapallo 20 novembre 1889 Stazione di Rapallo 1 16 Il treno viaggiatori n. 153 Genova-Pisa investe il treno merci n. 1212 fermo in stazione, a causa di errato instradamento
Incidente ferroviario di Vignale 6 ottobre 1890 tra Vignale e Bellinzago (Novara) 1 15 Un treno viaggiatori diretto in Svizzera viene fatto partire per errore dalla stazione di Novara e si scontra con un treno merci in senso inverso
Incidente ferroviario di San Severo (1890) 7 ottobre 1890 Stazione di San Severo 1 17 Il treno merci n. 2600, attardatosi a rifornirsi d'acqua venne tamponato dal treno direttissimo n. 68 uccidendo il frenatore di coda[9]
Disastro ferroviario di Limito 28 novembre 1893 Limito, Pioltello (MI) 40 22 A seguito di collisione frontale tra un treno passeggeri e un merci, causa la fitta nebbia, alcuni vagoni si rovesciano e si incendiano per la rottura dell'impianto di illuminazione e riscaldamento a gas delle vetture
Incidente ferroviario di Scorcetoli 19 luglio 1895 Stazione di Scorcetoli (MS) 1 1 Svio di un treno merci prima del ponte sul torrente Caprio per cedimento della sede ferroviaria.[10]
Incidente ferroviario dei Giovi 11 agosto 1898 Galleria dei Giovi presso la Stazione di Piano Orizzontale dei Giovi (GE) 13 oltre 100 Arresto di un treno merci in galleria causato dall'asfissia da fumo del personale di macchina e dei frenatori. Slittamento incontrollato del treno, che entra in collisione con un treno viaggiatori fermo in stazione.
Incidente ferroviario di Castel Giubileo 12 agosto 1900 Castel Giubileo (Roma) 20 100 Per un improvviso guasto ai freni un treno passeggeri (su cui viaggiavano le delegazioni reali di ritorno dai funerali di re Umberto I e dall'incoronazione di Vittorio Emanuele III) si ferma sulla linea per Firenze. A seguito della mancata segnalazione dell'ostacolo, il treno seguente tampona il convoglio fermo. Il neo re d'Italia giunge da Roma per soccorrere i feriti, mentre lo zio Pietro di Russia interviene a spegnere la caldaia della locomotiva a vapore per non farla esplodere.
Incidente ferroviario di Beano 27 agosto 1903 Beano di Codroipo (UD) 13 66 Scontro frontale tra un treno merci e una tradotta militare[11].
Incidente ferroviario di Baldichieri 3 giugno 1906 Stazione di Baldichieri-Tigliole 2 2 Diciassette carri merci staccatisi accidentalmente dal treno in manovra nella stazione di Villafranca d'Asti presa velocità in discesa colpiscono un treno merci in partenza da Baldichieri[12]
Incidente ferroviario dell'Acquabella 20 gennaio 1908 Milano 7 23 Due treni passeggeri investono un primo treno fermo al bivio dell'Acquabella, nei pressi della Stazione Centrale di Milano.
Incidente ferroviario di Roccapietra 8 giugno 1908 Roccapietra (VC) 5 98 Treno merci tampona un convoglio passeggeri
Incidente ferroviario di Foggia del 1910 6 gennaio 1910 Tra la Stazione di Foggia e quella di Incoronata 5 15 Il treno diretto 51 si scontra con il treno merci facoltativo 9710
Incidente ferroviario di Bressana Bottarone 8 novembre 1910 Tra le stazioni di Lungavilla e di Bressana 1 decine Un treno direttissimo Milano-Genova investe un treno merci
Incidente ferroviario di Riola 3 settembre 1912 Stazione di Riola 3 14 Il treno diretto n. 24 proveniente da Firenze investe il treno merci con alcuni carri deragliati durante la manovra sugli scambi di uscita della stazione di Riola.
Incidente ferroviario di Guardia Mangano 15 dicembre 1912 Stazione di Guardia-Mangano-Santa Venerina (CT) 15 30 Treno diretto 116 si scontra con il merci 913 in sosta sul terzo binario della stazione.
Incidente ferroviario di Ceccano 29 novembre 1913 Stazione di Ceccano 9 24 Il treno direttissimo n. 111 si scontra con un treno merci fermo in stazione a causa di errore nell'instradamento[13]
Incidente ferroviario di Riardo 5 dicembre 1914 Stazione di Riardo-Pietramelara 6 50 Il treno merci 7179 tampona il treno accelerato 1809 fermo nella stazione[14].
Disastro ferroviario di San Lazzaro di Savena 28 dicembre 1915 Stazione di San Lazzaro di Savena 20 oltre 80 Un treno merci fermo all'ingresso della stazione viene tamponato da un treno passeggeri carico di soldati e civili[15][16].
Incidente ferroviario di Pedaso 4 marzo 1916 Stazione di Pedaso 11 30 Il treno accelerato 1843 si scontra con una tradotta militare in corso di manovra nella stazione
Incidente ferroviario di Arquata Scrivia 7 agosto 1917 Arquata Scrivia (AL) 36 60 Velocità eccessiva[17]
Incidente ferroviario del ponte sulla Laguna di Venezia 8 ottobre 1920 Venezia 25 oltre 30 Il treno direttissimo 619 tampona il treno diretto 184 fermo per avaria ai freni di alcune vetture
Incidente ferroviario della Magliana 27 agosto 1921 Magliana (Roma) 23 85 Il treno passeggeri 4681 viene speronato sullo scambio dal treno merci 6715 in manovra che ha occupato indebitamente l'itinerario. Le 8 carrozze centrali vengono rovesciate nella scarpata[18]
Incidente ferroviario del Lingotto 19 giugno 1922 Lingotto (Torino) 2 15 Il treno direttissimo n. 9 fermo in linea viene tamponato dal treno omnibus per Cuneo
Incidente ferroviario di Bordighera 24 febbraio 1923 Bordighera (IM) 1 0 [19]
Incidente ferroviario di Saronno 17 luglio 1924 Saronno 3 80 Deragliamento del treno viaggiatori n. 222, Novara-Saronno.
Incidente ferroviario di Bressana 17 ottobre 1925 Bressana Bottarone (PV) 12 25 Un treno merci tampona un accelerato nella stazione di Bressana.
Incidente ferroviario di Triggiano 30 ottobre 1927 Triggiano (BA) 9 200 Tamponamento di altro convoglio fermo presso la stazione ferroviaria[20]
Incidente ferroviario di Sasso Bolognese 3 luglio 1930 Stazione di Sasso 15 40 Scontro sul primo binario della stazione con treno merci fermo per errato instradamento del treno diretto n. 39
Incidente ferroviario di Fermo 26 novembre 1930 pressi di Torre dei venti a Fermo (FM) 8 11 Deragliamento del locomotore 21 in via Roma, sfondamento di un muretto e successiva caduta per una decina di metri nella sottostante via Santa Croce
Incidente ferroviario di Domodossola 11 agosto 1931 Domodossola 6 13 (gravi) Un treno misto proveniente da Iselle, a causa della rottura dei freni entrò a forte velocità nella stazione di Domodossola e deragliò investendo una locomotiva di manovra; il materiale trainato si sfasciò in buona parte nell'urto[21]
Incidente ferroviario di Solopaca 20 luglio 1933 Ferrovia Napoli-Foggia 8 30 Il treno diretto proveniente da Napoli venne fatto proseguire, nonostante avesse un incrocio nella Stazione di Solopaca, per errore del capostazione e si scontrò in linea con il treno accelerato proveniente da Foggia. Morirono 5 ferrovieri e 3 impiegati postali; rimasero ferite circa 30 persone tra i passeggeri di cui 4 gravi[22]
Incidente ferroviario di Piombino 18 febbraio 1934 Ferrovia Campiglia Marittima-Piombino 16 11 Un'automotrice partita indebitamente senza attendere l'arrivo del treno incrociante si scontra con questo in piena linea e si incendia.
Incidente ferroviario di Contigliano 3 ottobre 1936 Contigliano (RI) almeno 15[23] 69[23] Scontro frontale in piena linea tra una littorina e un convoglio postale[24]
Incidente ferroviario della Bufola 10 giugno 1936 Località Bufola (Napoli) 6 40 Tre carrozze di un treno della ferrovia Napoli-Nola-Baiano giunto all'altezza del bivio di immissione nella linea Circumvesuviana deragliarono rovesciandosi[25].
Incidente ferroviario di Cisterna 31 dicembre 1940 Stazione di Cisterna di Latina 2 24 Alle ore 7:00 del 31 dicembre il treno diretto n. 82 proveniente dalla Calabria e diretto a Roma tampona il treno straordinario n. 3728 in manovra nella stazione sfasciando la carrozza di coda; non ha rispettato il segnale di protezione posto a via impedita. 2 morti e 24 feriti, 4 gravi.[26]
Incidente ferroviario di Como Val Mulini 20 luglio 1941 Como - Località Val Mulini 40 150 All' 1:19 il treno passeggeri 3588 trainato da una E428 semiaerodinamica proveniente da Milano si scontra in discesa a 80 km/h con il contrappeso di una gru che giaceva sul binario staccatosi poco prima dal convoglio merci 5571 proveniente dalla stazione di Como San Giovanni[27].
Incidente ferroviario di Alessandria 22 ottobre 1941 pressi del ponte sulla Bormida (AL) 2 11 Treno viaggiatori 1039 tampona treno merci 5739 fermo al segnale.
Incidente ferroviario di Nocera Inferiore 27 novembre 1942 Stazione di Nocera Inferiore (SA) 28 diversi feriti Scontro tra un treno merci e una tradotta militare.
Disastro di Balvano 3 marzo 1944 Balvano (PZ) 517 oltre 90 Avvelenamento da monossido di carbonio.[28]
Incidente ferroviario di Baschi 13 giugno 1945 Tra le stazioni di Baschi e Attigliano km 114 70 100 Collisione frontale fra due treni, di cui uno carico di soldati, seguito da un incendio.
Incidente ferroviario di Tronzano Vercellese 7 novembre 1945 Stazione di Tronzano 6 22 Violento urto del treno diretto n. 182 Milano-Torino, contro il terminale di un binario tronco della stazione di Tronzano, sulla ferrovia Milano-Torino a causa di un errato instradamento.
Incidente ferroviario di Sessa Aurunca 14 dicembre 1946 Sessa Aurunca (CE) 5 50-60 Scontro fra un treno diretto e un treno merci. Fra le vittime il deputato della Costituente Gigino Battisti.[29]
Incidente ferroviario di Mornago 6 maggio 1948 Galleria di Mornago 6 20 Il treno viaggiatori 1564 tampona il treno merci 5706 fermo in galleria sulla Gallarate-Laveno[30].
Incidente ferroviario di Castelvetrano 6 agosto 1950 Contrada Bizzirri (Castelvetrano) 7 35 Un'automotrice RALn 60 della ferrovia Castelvetrano-Partanna deraglia in una curva al termine di una forte discesa e precipita in una scarpata profonda 50 m. Molti tra i feriti in gravi condizioni[31].
Incidente ferroviario di Reggio Emilia 1º ottobre 1952 Stazione di Reggio Emilia 4 31 Il treno rapido 522 deraglia per cattivo funzionamento di uno scambio e si scontra con un treno merci in sosta nella stazione
Incidente ferroviario di Benevento 15 febbraio 1953 Benevento 22 70 Deragliamento del Direttissimo Lecce-Roma che, entrando nella stazione di Benevento su percorso deviato a velocità elevata, supera a forte velocità il segnale rosso; quasi tutti i vagoni si rovesciano su un fianco.[32]
Incidente ferroviario del Bivio Santa Lucia di Verona 26 maggio 1953 Bivio Santa Lucia (Verona) 4 30 Il treno accelerato 2267 Verona-Mantova sperona al bivio Santa Lucia il treno accelerato 2120 Bologna-Verona.
Incidente ferroviario di Filattiera 4 ottobre 1953 Filattiera (MS) 6 3 Il treno merci 5777 con i freni guasti, in discesa da Pontremoli, giunto a folle velocità nella stazione di Filattiera si scontrò con il treno merci 6652 che viaggiava in senso inverso sul binario unico[33].
Incidente ferroviario di Nizza di Sicilia 16 gennaio 1954 Stazione di Nizza di Sicilia 1 20 Il treno direttissimo AT 430 si scontrò con un treno merci fermo in stazione.
Incidente ferroviario di Enna 24 dicembre 1954 Tratta Enna-Pirato 1 6 Scontro tra il treno merci n. 6422 (di 15 carri) proveniente da Caltanissetta e il treno merci n. 7423 (di 20 carri) proveniente da Catania, sul binario unico a un km dallo sbocco della galleria Vetri. Morto sul colpo il capotreno del 7423; feriti tutti i sei ferrovieri in servizio[34].
Incidente ferroviario di Premosello 9 giugno 1955 Stazione di Premosello 1 14 Scontro all'ingresso in stazione tra il Direct Orient Express e la coda di un treno merci non completamento entro traversa limite.
Incidente ferroviario di Scilla 4 gennaio 1956 Scilla (RC) 0 11 Deragliamento del treno che investe un treno merci.
Incidente ferroviario di Codogno 9 dicembre 1957 Codogno (LO) 15 oltre 30 Investimento di un autocarro bloccato a un passaggio livello.
Incidente ferroviario di Monza 5 gennaio 1960 Ferrovia Lecco-Milano (MB) 15 124 [35]Deragliamento del treno 341 proveniente da Sondrio e diretto a Milano. L'incidente si verifica all'altezza del sottopasso in costruzione di v.le Libertà. Cause ipotizzate, fitta nebbia, elevata velocità. Nel tratto che doveva essere percorso a passo d'uomo (essendo in corso i lavori per la costruzione del sottopasso), il treno era transitato a 90 km orari.
Incidente ferroviario di Acquabona 11 marzo 1960 Ferrovia delle Dolomiti 2 30 [35] Un treno passeggeri, proveniente da Cortina, ad Acquabona, a causa della rottura di una boccola del bagagliaio, uscì dai binari; una vettura, che si trovava in curva, si rovesciò e fu trascinata per alcuni metri dalla motrice rimasta sulle rotaie.
Incidente ferroviario di Mandela 15 novembre 1960 Ferrovia Roma-Sulmona-Pescara (RM) 7 2 Alle 7:25 il convoglio n. 772, proveniente da Roma travolge una corriera proveniente da Cineto Romano e diretta a Tivoli sul passaggio a livello di Mandela, al km 50,200 della Tiburtina Valeria; l'autista aveva convinto la casellante ad alzare la barriera che era abbassata per favorire un rapido passaggio in deroga alla procedura di sicurezza.
Incidente ferroviario di Ospitaletto 17 dicembre 1960 Linea Milano-Brescia 4 36 Il treno rapido Arlecchino Trieste-Venezia-Milano investe un treno direttissimo deragliato poco prima.
Incidente ferroviario della Fiumarella 23 dicembre 1961 Ferrovia Cosenza-Catanzaro Lido (CZ) 71 27 Deragliamento di una carrozza precipitata poi dal viadotto Fiumarella.
Incidente ferroviario di Castel Bolognese 8 marzo 1962 Castel Bolognese (RA) 13 92 Un direttissimo entra in stazione a 100 km/h invece di 30 km/h; deragliano 9 vetture.
Incidente ferroviario di Bonassola del 1962 30 marzo 1962 Bonassola (SP) 5 20 Incendio del treno rapido GR (Genova - Roma) all'interno della galleria Marmi Salici prima della stazione di Bonassola.
Incidente ferroviario di Roma Ostiense 27 maggio 1962 stazione di Roma Ostiense - 30 Scontro di treni pendolari in servizio sulla ferrovia Roma-Fiumicino appena fuori dalla stazione di Roma Ostiense per errato instradammento. Gravità ridotta grazie alla velocità bassa dei due treni[36].
Incidente ferroviario di Voghera 31 maggio 1962 Voghera (PV) 64 70 Tamponamento di altro convoglio fermo.
Incidente ferroviario di Foggia del 1962 28 luglio 1962 Tratta Foggia-Cervaro 2 18 Scontro tra treno AT 239 e locomotiva elettrica in manovra per errato instradamento
Incidente ferroviario di Niella Tanaro 7 giugno 1964 Niella Tanaro 3 45 Scontro fra due treni viaggiatori sulla linea a binario unico Bra-Ceva al tempo parte della Torino-Savona.
Incidente ferroviario di Pompei 20 dicembre 1964 Pompei (NA) 3 70 Un treno accelerato fatto partire indebitamente da Torre Annunziata tampona il direttissimo Milano-Messina ancora fermo al segnale a via impedita[37]
Incidente ferroviario di Bonassola del 1965 16 gennaio 1965 Bonassola (SP) 10 48 Esplosione sotto il locale 1702; il materiale esplosivo serviva per i lavori in corso sulla linea ferroviaria.
Incidente ferroviario di Brescia 3 novembre 1967 Bivio Mello (Brescia) 1 41 Un treno merci sperona al Bivio Mello il treno diretto n. 198.
Incidente ferroviario di Battipaglia 9 novembre 1967 Tra Battipaglia e San Nicola Varco di Eboli (SA) 12 72 Il treno direttissimo 904 investe una mandria di bufale e deraglia; poco dopo sopraggiunge il direttissimo "Conca d'oro" in direzione contraria che investe ancora la mandria e il convoglio fermo[38].
Incidente ferroviario di Trainiti 11 agosto 1968 Posto di movimento di Trainiti 2 3 Scontro di treni merci su binario unico.
Incidente ferroviario di Como 17 dicembre 1968 Stazione di Como 3 3 Un treno merci proveniente da Camerlata a causa dei freni non funzionanti sul materiale rimorchiato piomba su un altro treno in sosta nella stazione di Como; si sfasciano i locomotori e i carrri si accatastano l'uno sull'altro. Restano uccisi i tre componenti l'equipaggio del merci investitore[39].
Incidente ferroviario di Barcellona-Castroreale 15 giugno 1969 Galleria Sant'Antonio (ME) 8 12 Scontro frontale fra un treno passeggeri e un treno merci nella Galleria Sant'Antonio, tra Barcellona e Castroreale Terme, sulla linea Messina-Palermo, allora interamente a binario unico.
Incidente ferroviario di Arcore 11 settembre 1970 Arcore (Provincia di Milano) 2 52 Tamponamento tra un treno viaggiatori e un treno merci in sosta nella stazione.
Incidente ferroviario di Pizzo Calabro 19 aprile 1971 Pizzo Calabro 1 36 Deragliamento dell'espresso "Freccia del Sud"
Incidente ferroviario dei Cappuccini 22 luglio 1972 Pozzuoli (NA) 7 decine Scontro frontale fra due treni della Cumana nella Galleria dei Cappuccini. Il treno proveniente da Montesanto si scontra con quello proveniente da Torregaveta all'entrata della galleria, nei pressi della stazione di Cappuccini.
Incidente ferroviario di Torricola 8 giugno 1973 Torricola (RM) 5 29 Il diretto 2701 Milano-Salerno stava transitando alla stazione di Torricola a velocità sostenuta, urta un'automotrice che si era rovesciata sui binari dopo essere stata a sua volta urtata sul binario parallelo da un convoglio di carrelli in manovra.[40]
Incidente ferroviario di Fornacette 10 marzo 1978 Fornacette (PI) 6[41] 44 il diretto La Spezia-Firenze si schianta contro un pilone del ponte provvisorio sul canale Bientina.
Incidente ferroviario di Murazze di Vado 14 aprile 1978 Monzuno (BO) 42[42] 120 Deragliamento a causa di una frana del treno espresso 508 Lecce-Milano, deviato dalla linea adriatica a causa del crollo di un ponte a Giulianova, contro cui va successivamente a urtare il rapido Freccia della Laguna che viaggia in senso opposto. Il rapido deraglia a sua volta e precipita nella scarpata.
Incidente ferroviario di Cercola 10 luglio 1979 Cercola (NA) 14[43] 70 Si scontrano frontalmente due treni della ferrovia a scartamento ridotto Circumvesuviana.
Incidente ferroviario tra Curinga ed Eccellente 21 novembre 1980 Curinga (CZ) - Eccellente (VV) 28[44] 100 L'espresso 587 deraglia tra la stazione di Curinga e la stazione Eccellente per l'urto contro un gruppo di 28 carri inspiegabilmente sganciatisi da un treno merci partito poco prima da Lamezia Terme Centrale diretto a Villa San Giovanni. Successivamente l'espresso 588 diretto a nord investe le vetture deragliate.
Incidente ferroviario di Capo Bonifati 21 gennaio 1981 Bonifati (CS) 4[43] 18 il treno espresso 689 proveniente da Roma investe una frana sul binario e deraglia; l'espresso 588 in arrivo da Reggio Calabria colpisce di striscio un lembo di una vettura posta di traverso.
Incidente ferroviario di Fiumetorto 9 aprile 1982 Fiumetorto (PA) 3[43] 25 Il treno espresso Palermo-Brennero si scontra con il treno locale Cefalù-Palermo.
Incidente ferroviario di San Benedetto del Tronto 27 novembre 1982 San Benedetto del Tronto (AP) 3[43] 32 L'espresso Milano – Taranto ("Freccia del levante") entra nella stazione su un binario dove sono in corso lavori e deraglia.
Incidente ferroviario di Robilante 24 maggio 1985 Robilante (CN) 5[45] 24 Un'automotrice in fase di collaudo prosegue oltre la stazione sede di incrocio e si scontra frontalmente con il treno locale Cuneo-Ventimiglia.
Incidente ferroviario di Coronella 22 dicembre 1985 Coronella (FE) 10[46] 11 Un'elettromotrice partita da Bologna si schianta a 100 km/h contro un treno merci fermo a un segnale.
Incidente ferroviario di San Severo 3 aprile 1989 San Severo (FG) 8 20 Il treno locale n. 12472 proveniente da Bari entrò in stazione a forte velocità e deragliò demolendo in parte gli edifici della stazione[47].
Incidente ferroviario di Crotone 16 novembre 1989 Crotone (KR) 12 32 Il treno locale 12706, che da Catanzaro Lido era diretto a Taranto si scontra con il diretto 8437, proveniente da Cariati per Catanzaro Lido, nei pressi del passaggio a livello, al km 237+322 della s.s. 106 Jonica, a sud della stazione.[48]
Incidente ferroviario di Trebisacce 18 luglio 1991 In piena linea Jonica 1 22 Deragliamento a 120 km/h del treno Intercity Bari-Villa San Giovanni nei pressi della stazione di Amendolara[49]
Incidente ferroviario di Villa San Giovanni 8 agosto 1991 Stazione di Villa San Giovanni 1 18 Scontro sul deviatoio di ingresso tra il treno espresso Roma-Siracusa e il treno rapido Magna Grecia per Bari[50]
Incidente ferroviario di Frattamaggiore 21 ottobre 1991 Provincia di Napoli 1 40 Un treno locale della Ferrovia Alifana deraglia in stazione.[51]
Incidente ferroviario di Napoli 21 ottobre 1991 Stazione di Napoli Campi Flegrei 1 alcuni feriti Un treno locale della tratta metropolitana Napoli-Pozzuoli tampona un treno merci che era stato lì instradato causa incidente di Frattamaggiore.[51]
Incidente ferroviario di Ciampino 27 gennaio 1992 Ciampino (RM) 6[52] 150 A Ciampino presso Santa Maria della Mole si scontrano due treni di pendolari.
Incidente ferroviario di Badia al Pino 12 maggio 1992 Badia al Pino (AR) 3[53] 75 Sulla linea ferroviaria Arezzo-Sinalunga si scontrano frontalmente due treni locali carichi di studenti e pendolari.
Incidente ferroviario di Caluso 10 giugno 1992 Caluso (TO) 6 33 Scontro frontale all'ingresso di una galleria fra due treni passeggeri.
Incidente ferroviario di Città della Pieve 14 marzo 1995 Città della Pieve 2 30 Scontro tra treno merci e treno espresso.
Incidente ferroviario di Piacenza 12 gennaio 1997 Piacenza (PC) 8 30 L'elettrotreno ETR 460 n. 29 in servizio da Milano a Roma deraglia sulla curva all'ingresso della stazione di Piacenza. Secondo alcune fonti, poi smentite, la causa è stata la rottura di un asse di trasmissione con conseguente impuntamento tra le traversine e impennamento della vettura; l'indagine ha successivamente riscontrato che la velocità era superiore al limite consentito in quel punto.
Incidente ferroviario di Firenze 23 marzo 1998 Firenze (FI) 1 39 L'elettrotreno ETR 480 n. 34 poco dopo la sua immissione in servizio, tamponò un treno passeggeri regionale spinto dalla Locomotiva FS E.646.009 che, spinta fuori dai binari, penetrava nell'ultima carrozza del treno; i macchinisti patteggiarono una condanna per omicidio colposo, dato che fu dimostrata la loro responsabilità nel non aver rispettato un segnale.[54]
Incidente ferroviario di Solignano 4 giugno 2000 Solignano (PR) 5 1 Scontro frontale tra due treni merci avvenuto verso le 03:45 a poche decine di metri dalla stazione di Solignano, sull'Appennino parmense. Si suppone che il treno diretto verso Parma non abbia rispettato il segnale rosso.[55]
Incidente ferroviario di Rometta Messinese 20 luglio 2002 Rometta Marea (ME) 8 47 Cause da accertare ma possibile guasto su un binario.[56]
Incidente ferroviario di Libarna 11 maggio 2004 Libarna (AL) 1 39 L'interregionale 2050 proveniente da Livorno e diretto a Torino Porta Nuova sulla Linea Genova-Torino deragliò invadendo il binario opposto dove stavano arrivando due locomotori isolati. Otto vetture dell'IR si inclinarono e l'ultima venne urtata da dai due locomotori che viaggiavano in senso opposto diretti a Genova Sestri Ponente. Il deragliamento ha causato 39 feriti e il decesso di una passeggera su 60 passeggeri totali. L'incidente è stato causato da una rotaia deformata e dall'azionamento da parte dei macchinisti dell'IR del freno di emergenza, che però non ha impedito il deragliamento[57].
Incidente ferroviario di Crevalcore 7 gennaio 2005 Crevalcore (BO) 17[58] 80 Un treno interregionale e un treno merci si scontrano presso un posto di movimento a causa del mancato rispetto di un segnale di arresto da parte del treno passeggeri.
Incidente ferroviario di Roccasecca 20 dicembre 2005 Roccasecca (FR) 2 70 Treno interregionale in marcia si scontra con un treno regionale fermo, a causa di un errore umano.[59]
Incidente ferroviario di Bortigali 15 giugno 2007 Bortigali (NU) 3 8 Scontro frontale tra una ADe 90 diretta a Macomer e un treno speciale diretto a Nuoro, composto da un LDe e una carrozza di servizio, lungo la linea Macomer-Nuoro a scartamento ridotto e binario unico. A causa della mancata segnalazione dell'incrocio tra i due treni nella stazione di Bortigali, il macchinista dell'ADe (deceduto nell'incidente) ha proseguito la marcia senza attendere l'arrivo dell'altro convoglio[60].
Incidente ferroviario di Viareggio 29 giugno 2009 Viareggio (LU) 32 25 La rottura di un fusello della sala montata di un carro cisterna provoca il deragliamento di un treno merci; il GPL fuoriuscito dalla cisterna danneggiata successivamente esplode mentre il treno si trova nella stazione di Viareggio.
Incidente ferroviario di Laces 12 aprile 2010 Laces (BZ) 9 28 Una frana provoca il deragliamento di un ATR 100 del treno regionale 108 della SAD che stava percorrendo la ferrovia della Val Venosta in direzione Merano.
Incidente ferroviario di Andora 17 gennaio 2014 Andora (SV) 0 5 Dopo giorni di maltempo, una frana causa il deragliamento del treno IC 660 Milano Centrale - Ventimiglia, coinvolgendo il locomotore E.444.022 e la prima carrozza, che restano in bilico sullo strapiombo trattenuti da un muretto.[61] L'incidente causa due feriti gravi e tre contusi, oltre a limitati i danni all'infrastruttura (500.000 euro) e al materiale rotabile (700.000 euro). Tuttavia, la rimozione del locomotore risultò particolarmente difficile (dovette intervenire una gru su chiatta galleggiante) e costosa (2.400.000 euro), causando l'interruzione della linea per 40 giorni.[62]
Incidente ferroviario tra Andria e Corato 12 luglio 2016 Andria (BT) 23 57 Due treni della società Ferrotramviaria si scontrano lungo la ferrovia Bari-Barletta tra le stazioni di Andria e Corato[63].
Incidente ferroviario di Pioltello-Limito 25 gennaio 2018 Pioltello-Limito (MI) 3 46 Il treno regionale 10452 operato da Trenord, partito da Cremona alle 5:32 e diretto a Milano Porta Garibaldi, deraglia presso Pioltello-Limito mentre viaggia a circa 140 km/h. Il convoglio era composto da una locomotiva E.464 (in coda), 4 carrozze MDVC e una semipilota piano ribassato. Secondo una primissima ricostruzione, l'incidente è avvenuto a causa di un cedimento strutturale di circa 20 cm del binario su cui viaggiava il treno, il quale ha proseguito la corsa per circa 2 km con alcune ruote fuori rotaia prima che una delle tre vetture centrali impattasse un palo della trazione elettrica e si accartocciasse facendo intraversare l'intero convoglio.[64][65]
Incidente ferroviario

tra Rodallo e Caluso

23 maggio 2018 Caluso (TO) 2 23 Il treno regionale, Torino-Ivrea, n. 10027, si scontra alle 23:20 con un TIR fermo sui binari del passaggio a livello, tra le stazioni di Rodallo e Caluso, sulla linea Chivasso-Aosta nonostante il macchinista abbia azionato il freno di emergenza. Lo scontro fa deragliare il locomotore e due vagoni. Morti il macchinista e l'autista del mezzo di scorta tecnica al TIR[66].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Decreto legislativo 10 agosto 2007, n. 162, articolo 3, in materia di "Attuazione delle direttive 2004/49/CE e 2004/51/CE relative alla sicurezza e allo sviluppo delle ferrovie comunitarie"
  2. ^ Esempio: investimento di persone che attraversano indebitamente la sede ferroviaria
  3. ^ Valore superiore a 150.000 euro (fonte: ISTAT)
  4. ^ Regolamento (CE) N. 1192/2003 della Commissione europea del 3 luglio 2003 che modifica il regolamento (CE) n.91/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alle statistiche dei trasporti ferroviari (PDF), su ISTAT, 3 luglio 2003. URL consultato il 27 luglio 2016.
  5. ^ (art. 18 del D.lgs. 10 agosto 2007 n. 162)
  6. ^ ERAIL - European Railways Accident Information Link, su erail.era.europa.eu. URL consultato il 27 luglio 2016.
  7. ^ a b c Trasporto ferroviario, su ISTAT, 7 gennaio 2016. URL consultato il 6 giugno 2018.
  8. ^ a b Trasporto ferroviario, su ISTAT, 7 gennaio 2016. URL consultato il 27 luglio 2016.
  9. ^ Un altro disastro ferroviario. Un morto e diciassette feriti, in Gazzetta Piemontese, nº 239, 8-9 ottobre 1890, p. 1.
  10. ^ Patelli, p. 1
  11. ^ Archivio storico de La Stampa
  12. ^ Un dosastro ferroviario a Baldichieri, in La Stampa, nº 153, 4 giugno 1906, p. 2.
  13. ^ Uno scontro ferroviario sulla Roma-Napoli, in La Stampa, nº 332, 30 novembre 1913, p. 7.
  14. ^ Scontro ferroviario sulla Roma-Napoli: sei morti e parecchi feriti, gravi danni, in La Stampa, nº 333, 6 dicembre 1914, p. 4.
  15. ^ https://www.bibliotecasalaborsa.it/cronologia/bologna/1915/1614
  16. ^ http://rivisteclueb.it/riviste/index.php/quadsav/article/view/36
  17. ^ Incidente ferroviario ad Alessandria
  18. ^ Redazione, Terribile disastro ferroviario presso Roma, in La Stampa, nº 206, 30 agosto 1921, p. 2.
  19. ^ Disastro di Bordighera[collegamento interrotto]
  20. ^ giugnolio-esposito&catid=34%3Ascritti-su-noci-e-dintorni&Itemid=145&lang=it IL DISASTRO DI TRIGGIANO - parte I - di Giulio Esposito[collegamento interrotto]
  21. ^ I risultati dell'istruttoria sullo scontro ferroviario dell'agosto 1931 a Domodossola, in La Stampa, nº 246, 14 ottobre 1940, p. 1.
  22. ^ Scontro ferroviario sulla Napoli-Foggia. Otto morti e trenta feriti, in La Stampa della Sera, 21-22luglio 1933, p. 1.
  23. ^ a b Quindici morti e 69 feriti: contiglianesi e tifosi de L’Aquila ricordano il disastro ferroviario di Contigliano / FOTO, in RietiLife, 3 ottobre 2016. URL consultato il 3 ottobre 2016.
  24. ^ Sezione "Anni '30" della pagina Storia dell'Aquila Calcio, su L'Aquila Calcio 1927. URL consultato il 9 ottobre 2016.
  25. ^ Tre vagoni deviano sulla Napoli-Nola: 6 morti e 40 feriti, in Stampa Sera, nº 139, 10 giugno 1936, p. 1.
  26. ^ Scontro ferroviario presso Roma, in Stampa Sera, nº 310, 31 dicembre 1940-1 gennaio 1941, p. 1.
  27. ^ Un incidente ferroviario sulla Milano-Chiasso, in La Stampa, 21 luglio 1941, p. 4.
  28. ^ Consiglio dei ministri seduta 9 marzo 1944 Archiviato il 1º agosto 2013 in Internet Archive.. I morti dovrebbero essere oltre 600.
  29. ^ La Stampa del 17 dicembre 1946, pagina 1, disponibile nell'Archivio storico. L'incidente fu oggetto di un'interrogazione parlamentare di Antonio Cifaldi a cui rispose il Sottosegretario Umberto Merlin: Allegato alla CXXII seduta del 12 maggio 1947 - Risposte scritte ad interrogazioni, p. 458.
  30. ^ redazione, Scontro treni in una galleria, in La Stampa, nº 100, 7 maggio 1948, p. 3.
  31. ^ Un treno precipita. Sette morti e 34 feriti, in Stampa Sera (Torino), nº 185, 7 agosto 1950, p. 1.
  32. ^ Incidente del 15-2-1953 a Benevento Archiviato il 2 dicembre 2013 in Internet Archive., Archivio Storico dell’Unità
  33. ^ Eriberto Storti, Sei morti sulla Spezia-Parma per lo scontro di due merci, in Stampa Sera, nº 234, 5 ottobre 1953, p. 1.
  34. ^ Un morto e sei feriti nello scontro fra due treni, in La Nuova Stampa, nº 307, 25 dicembre 1954, p. 7.
  35. ^ a b Atti parlamentari Camera dei Deputati del 5 giugno 1962, p. 29677
  36. ^ Scontro di due treni a Roma:trenta feriti, in Stampa Sera (Torino), nº 126, 28 maggio 1962, p. 13.
  37. ^ Accusato di disastro ferroviario il capostazione fuggito da Pompei dopo lo scontro con tre morti, in La Stampa, nº 291, 21 dicembre 1964, p. 9.
  38. ^ Gianfranco Franci, Tragico groviglio di treni. Due treni investono una mandria di bufali deragliano e si scontrano: 12 morti e 72 feriti, in La Stampa, nº 266, 10 novembre 1967, pp. 1.
  39. ^ Tragico scontro ferroviario in stazione a Como:tre morti, in La Stampa (Torino), nº 290, 18 dicembre 1968, p. 15.
  40. ^ Archivio dell'Unità, 8 giugno 1973[collegamento interrotto]
  41. ^ ./1989/11/17/http://www.noidifornacette.it/fotogallery_scheda.php?rassegna=17
  42. ^ Murazze di Vado 14 aprile 1978
  43. ^ a b c d Centinaia Di Morti In Dieci Anni Di Incidenti Ma Il Piu' Grave Fu Nel - La Repubblica.It
  44. ^ Video Rai.TV - TG3 - 30 anni dopo
  45. ^ quest' anno tre disastri in soli sei mesi
  46. ^ Nella Nebbia Lo Schianto Fra I Due Treni - La Repubblica.It
  47. ^ Antonio Blasotta, Oggi, 3 aprile 1989, un treno proveniente da Bari a tutta velocità deraglia nella stazione di San Severo uccidendo 8 persone, in Il Mattino di Foggia e provincia, 3 aprile 2015.
  48. ^ novembreembre-1989-per-non-dimenticare.html dal sito ferrovieInCalabria
  49. ^ Pantaleone Sergi, Deraglia l'Intercity per colpa del caldo, in La Repubblica, 22 luglio 1991.
  50. ^ Scontro fra treni in Calabria. Una vittima e sette feriti gravi nella stazione di Villa S. G., in La Stampa, nº 182, Torino, 8 agosto 1991, pp. 1, 12.
  51. ^ a b Fonte: Il Mattino di Napoli
  52. ^ Anniversario incidente ferroviario di Casabianca[collegamento interrotto]
  53. ^ MORTE SUL TRENO DEI PENDOLARI - la Repubblica.it
  54. ^ Vedi anche la voce Pendolino.
  55. ^ Scontro fra treni merci. Cinque morti nel parmense., su repubblica.it, 4 giugno 2000.
  56. ^ Articolo tratto dall'archivio storico del Corriere della Sera
  57. ^ Incidenti ferroviari 2004 su macchinistisicuri.info
  58. ^ http://www.clubtrenibrianza.it/INCIDENTI/Incidenti_crevalcore2005.htm[collegamento interrotto]
  59. ^ Grave incidente ferroviario a Roccasecca
  60. ^ http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/cronaca/scontro-treni/scontro-treni/scontro-treni.html
  61. ^ gennaioova-ventimiglia-62800/ Maltempo Liguria, frana sui binari: deragliato treno, treni sospesi tra Albenga e Diano Marina » Genova24.it[collegamento interrotto]
  62. ^ Relazione conclusiva della commissione ministeriale d'inchiesta sull'incidente ferroviario del 17 gennaio 2014 in località Andora, Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, 9 giugno 2014.
  63. ^ Puglia, scontro fra treni tra Andria e Corato: 14 morti e oltre 30 feriti fra macchinisti e pendolari, in Repubblica, 12 luglio 2016.
  64. ^ Pioltello, deraglia il treno dei pendolari: quattro morti e 100 feriti, alcuni sono gravissimi, in la Repubblica, 25 gennaio 2018.
  65. ^ Pioltello, treno Trenord deragliato: «Fuori dai binari per due chilometri», in Corriere della Sera, 25 gennaio 2018.
  66. ^ F. Cravero,O. Giustetti, C. Rocci e A. Contaldo, Scontro tra treno e Tir nel Torinese: 2 morti e 23 feriti, tre gravi: indagato il camionista per disastro ferroviario, in La Repubblica.it, 24 maggio 2018. URL consultato il 26 agosto 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • F. Cesari, V. Rizzo, S. Luchetti, Elementi generali dell’esercizio ferroviario. Tradizione, evoluzione, prospettive, Roma, Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani, 1999, ISBN non esistente. capitolo 20. I grandi incidenti ferroviari, pp. 559–580
  • Stefano Patelli, I principali incidenti ferroviari in Italia e nel Mondo dal 1859 ai giorni nostri, [Firenze], Stefano Patelli, 2001, ISBN non esistente.
  • Maurizio Panconesi, Disastri ferroviari. Cronache dal 1815 di incidenti sulle strade ferrate, 2ª ed., Corpo di Reno, La vaporiera, 2011, ISBN non esistente.
  • Atti parlamentari, Seduta della Camera dei Deputati del 5 giugno 1962 (PDF), su legislature.camera.it, p. 29677. URL consultato il 30 giugno 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]