Contigliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Contigliano
comune
Contigliano – Stemma Contigliano – Bandiera
Contigliano – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Provincia di Rieti-Stemma.png Rieti
Amministrazione
Sindaco Angelo Toni (lista civica) dal 01/06/2009
Territorio
Coordinate 42°25′N 12°46′E / 42.416667°N 12.766667°E42.416667; 12.766667 (Contigliano)Coordinate: 42°25′N 12°46′E / 42.416667°N 12.766667°E42.416667; 12.766667 (Contigliano)
Altitudine 488 m s.l.m.
Superficie 53,55 km²
Abitanti 3 833[1] (30-6-2017)
Densità 71,58 ab./km²
Frazioni San Filippo, Collebaccaro, Terria, Montisola
Comuni confinanti Casperia, Colli sul Velino, Cottanello, Greccio, Montasola, Rieti
Altre informazioni
Cod. postale 02043
Prefisso 0746
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 057025
Cod. catastale C969
Targa RI
Cl. sismica zona 2B (sismicità media)
Nome abitanti contiglianesi
Patrono san Michele Arcangelo
Giorno festivo 29 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Contigliano
Contigliano
Contigliano – Mappa
Posizione del comune di Contigliano nella provincia di Rieti
Sito istituzionale

Contigliano è un comune italiano di 3 833 abitanti della provincia di Rieti, nel Lazio, situato 7 km ad est del capoluogo.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il paese di Contigliano si trova su un colle ai piedi dei monti Sabini, sul bordo sud-occidentale della valle reatina. Dall'altura il paese domina la parte terminale della Valle Cupa, che si apre tra i monti in direzione di Cottanello ed è attraversata dalla strada provinciale di Fontecerro.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Classificazione climatica: zona E, 2253 GR/G

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'antico nome di Contigliano deriva dalla villa di Marco Fabio Quintiliano, famoso oratore e retore del I sec. d.C., amico e consigliere di Marco Flavio Vespasiano, originario della Sabina. Quando l'oratore si ritirò dal pubblico insegnamento visse nel proprio ager Quintilianus che si popolò di case, costituendo un primo nucleo di abitazioni.

Del 1157 è il primo ricordo di un centro fortificato denominato castrum Quintilianum. Il castrum dipendeva da Rieti che esercitava il controllo per la sua posizione strategica. Nel 1501 vi fu l'attacco del cavaliere Vitellozzo Vitelli che capitanava una schiera di soldati d'avventura, mentre si recava verso L'Aquila, al servizio di Cesare Borgia. Il condottiero attaccò Contigliano poiché la città gli aveva negato le vettovaglie per il suo esercito e perché una donna lo aveva colpito con una grossa pietra ferendolo leggermente.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il paese, chiuso tra Porta dei Santi (con portale originale) e Porta Codarda, conserva ancora l'antico nucleo, circondato in parte da mura medioevali e in parte da case serrate tra loro come a volerlo difendere. I numerosi palazzi cinquecenteschi e seicenteschi gli conferiscono un aspetto statuario ed austero.

La parte alta di Contigliano è ricca di viuzze e di gradinate, che con un alternarsi di archi e di scalette giungono nella parte più alta caratterizzata dall'imponente struttura della Collegiata.

  • Collegiata di S. Michele Arcangelo: iniziata per volontà delle famiglie locali nel 1683, fu portata a termine nel 1747. La chiesa è caratterizzata da una navata unica sulla quale si aprono quattro cappelle laterali, numerosi sono gli affreschi e i dipinti del XVII e XVIII sec., tra i quali l'Arcangelo Gabriele del reatino Filippo Zucchetti (1710), la Caduta di Simon Mago del romano Francesco Ricci (1764). All'interno si può osservare il coro e l'organo ligneo del XVIII sec. intagliato da Venanzio di Nanzio di Pescocostanzo.
  • Nella zona a nord del paese sono i ruderi della Chiesa di S. Giovanni, luogo suggestivo dal quale si ammira il paesaggio della conca reatina, a ridosso della quale il paese si è sviluppato nel corso della storia.
  • Il luogo più antico è costituito dai resti della Chiesa di S. Lorenzo che sorge al di fuori della città in aperta campagna.
  • Sulla strada per Greccio si nota l'imponente struttura dell'Abbazia Cistercense di S. Pastore, fondata nel 1255, come attestavano due lapidi oggi non più in loco. L'Abbazia ricoprì un ruolo fondamentale tra il XIII e XIV sec. ma ben presto iniziò la parabola discendente che la portò alla rovina dei suoi beni terreni e architettonici. Dalla chiesa a forma di croce latina divisa in tre navate si manifesta la semplicità e la linearità dell'arte cistercense; sul chiostro si affacciano gli ambienti più importanti per la vita monastica: la sacrestia, la aula capitolare, caratterizzata da una doppia volta a crociera costolonata e il parlatorio. Al di sopra si sviluppa l'appartamento commendatario dove, ancora oggi, sono visibili, in parte, gli affreschi.

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

Una parte della Riserva parziale naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile rientra nel territorio comunale.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Persone legate a Contigliano[modifica | modifica wikitesto]

Contigliano fu caro al famoso baritono Mattia Battistini, che fece costruire una villa ed una tomba gentilizia (dove oggi riposano le sue spoglie e quelle della consorte) in località Collebaccaro (frazione di Contigliano). Il baritono, nato a Roma nel 1856, seppe farsi amare per le sue doti vocali e per l'eleganza con la quale interpretava i suoi personaggi. Fu ammirato in molti teatri d'Europa ma soprattutto in Russia. Con la città di San Pietroburgo è stato formalizzato un gemellaggio per ricordarlo, con convegni e spettacoli.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è servito da uno svincolo sulla superstrada Rieti-Terni (SS79 Ternana).

Contigliano è inoltre un importante snodo per la viabilità provinciale, in quanto vi si incrociano la Via di Fontecerro - SP 45 (la strada provinciale che va da Rieti a Cottanello, principale collegamento tra la Piana Reatina e la val d'Aia), e la Via Tancia - SP 46 (la strada provinciale che collega Rieti a Poggio Mirteto).

Inoltre, una breve diramazione della via di Fontecerro (la SP 45/e) collega Contigliano alla strada provinciale di Reopasto (SP1) che rappresentava il principale collegamento con Terni prima della costruzione della superstrada, e oggi permette di raggiungere le frazioni di Terria e Montisola nonché il confinante comune di Greccio.

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

La ferrovia con il paese di Contigliano sullo sfondo

Il comune è attraversato dalla ferrovia Terni-Rieti-L'Aquila ed è servito dalla stazione di Contigliano, che si trova a circa 1,5 km dal paese.

Fino al 2014 era attiva anche la fermata di Terria, oggi soppressa, a servizio dell'omonima frazione.

Piste ciclabili[modifica | modifica wikitesto]

A circa un chilometro dal paese scorre la Ciclovia della Conca Reatina, che collega Contigliano con Rieti e con le frazioni di Terria, Chiesa Nuova, Piani Sant'Elia, Piani Poggio Fidoni.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1923 passa dalla provincia di Perugia in Umbria, alla provincia di Roma nel Lazio, e nel 1927, a seguito del riordino delle Circoscrizioni Provinciali stabilito dal regio decreto N°1 del 2 gennaio 1927, per volontà del governo fascista, quando venne istituita la provincia di Rieti, Contigliano passa a quella di Rieti.

Nel 1928 il comune di Contigliano viene aggregato a quello di Rieti, da cui viene nuovamente distaccato nel 1946.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Nella Melchiorri lista civica Sindaco
2009 in carica Angelo Toni lista civica Sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2017.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN234776261
Lazio Portale Lazio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lazio