Limito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Limito
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Città metropolitanaProvincia di Milano-Stemma.svg Milano
ComunePioltello-Stemma.svg Pioltello
Territorio
Coordinate45°28′58″N 9°20′04″E / 45.482778°N 9.334444°E45.482778; 9.334444 (Limito)
Altitudine116 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale20096
Prefisso02
Fuso orarioUTC+1
TargaMI
Nome abitantilimitesi
Patronosan Giorgio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Limito
Limito

Limito (Limed in dialetto milanese, AFI: [liˈmeːt]) è una frazione del comune di Pioltello, situato nella città metropolitana di Milano, di cui costituisce la porzione meridionale oltre la ferrovia Milano-Venezia. Costituì un comune autonomo fino al 1869.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Periodo medievale[modifica | modifica wikitesto]

La piccola località rurale di Limito, di antica origine, costituiva un comune compreso nella pieve di Segrate, parte del Ducato di Milano.

Tra il Settecento e l'Ottocento[modifica | modifica wikitesto]

Registrata agli atti del 1751 come un villaggio milanese di 289 abitanti, alla proclamazione del Regno d'Italia nel 1805 Limito risultava avere 359 residenti.[1] Con un decreto di Napoleone del 1809 il comune di Limito venne soppresso e aggregato al limitrofo comune di Pioltello[2], recuperando l'autonomia con l'istituzione del Regno Lombardo-Veneto.[3]

Periodo dell'Unità d'Italia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1853 il comune di Limito contava 691 abitanti, saliti a 742 nel 1859 e a 843 nel 1861. Il comune venne aggregato a Pioltello nel 1869[4], riproponendo l'antico modello napoleonico.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

A Limito di Pioltello esiste la sede principale della società Esselunga.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Limito, 1798 - 1809 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali
  2. ^ Decreto 4 novembre 1809 a
  3. ^ Notificazione 12 febbraio 1816
  4. ^ Regio Decreto n° 4837 del 17 gennaio 1869, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n° 53 del 22 febbraio 1869 e Regio Decreto n° 5167 del 21 giugno 1869, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n° 199 del 23 luglio 1869

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Milano: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di milano