I giorni dell'arcobaleno/Era di primavera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I giorni dell'arcobaleno/Era di primavera
ArtistaNicola Di Bari
Tipo albumSingolo
Pubblicazionefebbraio 1972
Album di provenienzaI giorni dell'arcobaleno
GenerePop
EtichettaRCA Italiana PM 3639
ProduttoreGian Piero Reverberi
Nicola Di Bari - cronologia

I giorni dell'arcobaleno/Era di primavera è un singolo di Nicola Di Bari pubblicato nel 1972; entrambi i brani furono inseriti nell'album I giorni dell'arcobaleno.

I giorni dell'arcobaleno[modifica | modifica wikitesto]

'I giorni dell'arcobaleno, scritto da Dalmazio Masini per il testo, da Nicola Di Bari e Piero Pintucci per la musica ed arrangiato da Pintucci, fu presentato al Festival di Sanremo 1972 nell'interpretazione dello stesso Di Bari, ed arrivò al primo posto (dopo la vittoria dell'anno precedente con il brano Il cuore è uno zingaro in abbinamento con Nada), vincendo con 343 voti scavalcando Gagliardi giunto alla seconda posizione.

Sempre nello stesso anno partecipò per l'Italia all'Eurovision Song Contest, quell'anno svoltosi a Edimburgo, e si posizionò alla sesta posizione.[1]

Nel 1998 Frank Michael registrò la versione francese dal titolo Le temps qu'il nous reste inserita nell'album Le Chanteur des amoureux (Flarenasch, 30443512)

Classifica settimanale[2][modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1972) Posizione Artista
Italia 2 Nicola Di Bari

Classifica annuale[2][modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1972) Posizione Artista
Italia 27 Nicola Di Bari

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. I giorni dell'arcobaleno
  2. Era di primavera

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Canzone vincitrice del Festival di Sanremo Successore
Il cuore è uno zingaro 1972 Un grande amore e niente più