Kane (wrestler)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Glenn Jacobs)
Kane
Kane nell'aprile 2014.
Kane nell'aprile 2014.
Nome Glenn Thomas Jacobs
Ring name Angus King[1]
Bruiser Mastino[1]
Christmas Creature[1]
Diesel[1]
Doomsday[1]
Isaac Yankem, DDS[1]
Kane[1]
Mike Unabomb[1]
Sid Powers[1]
Spartacus[1]
Unibomb[1]
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Torrejón de Ardoz[2]
26 aprile 1967 (48 anni)
Altezza dichiarata 213[3] cm
Peso dichiarato 147[3] kg
Allenatore Dean Malenko[1]
Jeff Bradley[1]
Ray Candy[1]
Debutto 18 giugno 1992[1]
Federazione WWE
Progetto Wrestling

Glenn Thomas Jacobs (Torrejón de Ardoz, 26 aprile 1967) è un wrestler e attore statunitense sotto contratto con la WWE, dove si esibisce con il ring name Kane.

Jacobs ha iniziato la sua carriera nel wrestling nel circuito indipendente nel 1992. Ha lottato in diverse federazioni minori, come la Smoky Mountain Wrestling (SMW) e la United States Wrestling Association (USWA), prima di unirsi alla World Wrestling Federation (WWF, poi WWE) nel 1995. Ha avuto diverse gimmick fino al 1997, anno in cui ha adottato definitivamente il personaggio di Kane, il fratellastro mascherato di The Undertaker, con il quale ha alternativamente avuto rivalità e alleanze nel tag team noto come The Brothers of Destruction.

Dopo il suo debutto, Kane è rimasto un punto cardine per la compagnia durante l'Attitude Era alla fine degli anni novanta e all'inizio degli anni duemila, sconfiggendo Stone Cold Steve Austin (descritto come il "poster boy" di quel periodo[4]) per il WWF Championship nel suo primo main event di un pay-per-view, a King of the Ring (1998). Ha continuato a lottare nel main event di pay-per-view della WWE per il titolo mondiale fino al 2014.[5] Nel 2015, l'amministratore esecutivo della WWE Triple H ha definito Kane "la costante" per le sue "sempre grandi" prestazioni sul ring durante la sua permanenza nella compagnia,[6] mentre Ric Flair lo ha definito "il migliore al mondo".[7]

La carriera di Kane non è stata segnata da grandi infortuni, al di là di quelli previsti dalla kayfabe. Si è infortunato una prima volta nell'aprile 2000 a una mano, essendo costretto ad assentarsi dagli show per un breve periodo prima di ritornare il 29 maggio a Raw.[8] Un secondo, più grave, infortunio (uno strappo al bicipite destro), occorso il 14 aprile 2002, ha richiesto un lento recupero, durato fino al 2 agosto.[9] Ciò gli ha permesso di tornare sul ring il 26 agosto a Raw.[10]

Kane ha vinto un totale di 18 titoli durante la sua carriera nella WWF/E, di cui tre titoli mondiali, avendo detenuto il WWF Championship, l'ECW Championship e il World Heavyweight Championship, ed è anche un dodici volte campione di coppia, avendo detenuto per nove volte il WWF/E (World) Tag Team Championship, WCW Tag Team Championship e due volte il WWE Tag Team Championship con diversi partner. È stato inoltre il vincitore del Money in the Bank, nell'edizione 2010.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Jacobs nacque a Torrejón de Ardoz, figlio di un ufficiale della United States Air Force di stanza in Spagna.[11][12] Crebbe nelle vicinanze di St. Louis, Missouri[13] e si laureò in letteratura inglese alla Northeast Missouri State University,[14] dove fu anche membro delle squadre di basket e football americano.

Carriera nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi (1992–1995)[modifica | modifica wikitesto]

A seguito di un grave infortunio al ginocchio lasciò la carriera nel football americano e decise di entrare nel mondo del wrestling, di cui era grande fan fin da ragazzino.[13] Si avvicinò a una federazione locale, la World League, dove conobbe Dutch Mantel, che lo avviò al mondo delle federazioni indipendenti. Successivamente, Jacobs entrò nella Malenko Wrestling Academy, gestita da Dean Malenko e dal padre Larry (noto come Boris Malenko). Dopo alcuni mesi in cui combatté tra il Giappone (nella Pro Wrestling Fujiwara Gumi (PWFG), federazione a carattere "shoot" in cui lavorava con il suo vero nome) e Porto Rico,[13] debuttò nel wrestling professionistico nel 1992 con il ring name Angus King.[1] Successivamente si trasferì nel sud degli Stati Uniti e adottò varie gimmick, tra cui Doomsday[1] e Christmas Creature.[1] Nel 1993 passò alla Smoky Mountain Wrestling (SMW), esibendovisi con i ring name Mike Unabomb e Unibomb.[1] In questa federazione conquistò il SMW Tag Team Championship insieme a Al Snow nel tag team chiamato "The Dynamic Duo".[15] Durante il successivo periodo, trascorso nella United States Wrestling Association (USWA), lottò come Doomsday e conquistò il titolo massimo.[16] Nel 1993 lottò anche un match nella World Championship Wrestling (WCW) con il ring name Bruiser Mastino: in tale match venne sconfitto dal pluricampione Sting.[17]

World Wrestling Federation/Entertainment/WWE[modifica | modifica wikitesto]

Prime gimmick (1995–1997)[modifica | modifica wikitesto]

Il debutto nella World Wrestling Federation (WWF) ebbe luogo nella puntata di Superstars of Wrestling del 18 agosto 1995, con la gimmick heel del Dr. Isaac Yankem,[18] dentista personale di Jerry Lawler, in un dark match perso per countout contro Bret Hart. Effettuò il debutto televisivo nel corso del pay-per-view SummerSlam contro Bret Hart, venendo sconfitto per squalifica.[19]

Dopo aver perso uno steel cage match contro Bret Hart a ottobre,[20] partecipò alle Survivor Series come membro del Team Royals (Yankem, Hunter Hearst Helmsley, Jerry Lawler e King Mabel), ma venne eliminato da The Undertaker, che vinse il match per il Team Darkside (The Undertaker, Savio Vega, Fatu e Henry O. Godwinn).[21]

Alla Royal Rumble, Yankeem entrò col numero 27, ma fu eliminato da Shawn Michaels dopo aver eliminato Fatu.[22] Combatté l'ultimo match con la gimmick di Isaac Yankem il 12 settembre 1996, perdendo contro Henry O. Godwinn.

Dal 23 settembre 1996 all'11 maggio 1997 interpretò la gimmick di Diesel, sostituendo Kevin Nash, che in quel periodo era passato alla rivale WCW. Diesel fece coppia con Razor Ramon (sostituto di Scott Hall, passato anch'egli alla WCW) per affrontare Owen Hart e British Bulldog a In Your House 12: It's Time in un match valido per il WWF Tag Team Championship, che venne però mantenuto dai campioni in carica.[23] Il "finto" Diesel prese poi parte all'annuale Royal Rumble, rimanendo tra gli ultimi tre wrestler rimasti prima di essere eliminato da Bret Hart.[24]

Fratellastro di Undertaker (1997–2000)[modifica | modifica wikitesto]

La gimmick più nota tra quelle interpretate da Jacobs è senza dubbio quella di Kane, il "fratellastro" di The Undertaker, desideroso di vendetta verso quest'ultimo dopo esser stato gravemente ustionato in faccia durante l'incendio della sua casa provocato dal fratello; Kane indossava una maschera per nascondere il suo volto deturpato, aveva delle evidenti turbe psichiche nate in seguito all'incidente e un modo di comportarsi alquanto singolare. Il suo esordio avvenne il 5 ottobre 1997 al pay-per-view Badd Blood: In Your House: in quell'occasione, accompagnato dallo storico ex-manager di Undertaker Paul Bearer, entrò nel ring durante il primo Hell in a Cell match della storia tra Undertaker e Shawn Michaels; Kane colpì The Undertaker con una Tombstone Piledriver, costandogli il match.[25] Alle Survivor Series, Jacobs lottò nel suo primo match come Kane e sconfisse Mankind,[26] per poi sconfiggere anche Vader a No Way Out of Texas: In Your House.[27]

The Undertaker, fratellastro di Kane secondo la storyline.

The Undertaker si rifiutò di lottare contro Kane, che tuttavia continuò a tormentarlo, intervenendo nel corso del Casket match tra Undertaker e Shawn Michaels alla Royal Rumble 1998, provocandone la sconfitta. Undertaker decise quindi di affrontarlo: a WrestleMania XIV, i due combatterono per la prima volta in un match singolo vinto da Undertaker dopo aver eseguito tre Tombstone Piledriver.[28] L'intero intreccio tra Kane e The Undertaker venne svelato solo dopo WrestleMania, il 19 maggio: Kane era, secondo la storyline, il risultato di una relazione clandestina tra la madre di Undertaker e Paul Bearer, un dipendente dell'impresa funebre gestita allora dalla famiglia di Undertaker; quando Kane e Undertaker erano bambini, quest'ultimo bruciò la sua casa (probabilmente mosso dall'odio provato verso Bearer, sua madre e il suo fratellastro) uccidendo i suoi parenti e deturpando irrimediabilmente la faccia di Kane (i genitori di Undertaker furono presumibilmente bruciati a Long Island; in una puntata di Raw a Long Island, Kane e Bearer riesumarono i loro corpi portandoli nell'arena). Bearer, sopravvissuto all'incendio, nascose Kane in un manicomio e, terminata la crescita del figlio, lo portò alla WWF con il solo scopo di vendicarsi del fratellastro. Nonostante la sconfitta subita a WrestleMania, la faida tra Kane e Undertaker continuò e i due si affrontarono a Unforgiven: In Your House nel primo Inferno match della storia, che fu vinto da Undertaker.[29] Kane affrontò poi Vader in un Mask vs. Mask match a Over the Edge: In Your House, vincendo e ottenendo il diritto di smascherare Vader.[30]

Kane scalò successivamente i vertici della federazione fino ad ottenere un match per il WWF Championship contro Stone Cold Steve Austin. I due si affrontarono al pay per view King of the Ring in un First Blood match, che Kane vinse grazie alla particolare stipulazione: per vincere bisognava far sanguinare l'avversario e Kane, protetto dalla maschera, non avrebbe mai potuto sanguinare. Kane vinse pertanto il titolo che, tuttavia, perse la sera dopo contro Austin in una rivincita.[25][31] Nella puntata di Raw del 13 luglio, Kane conquistò assieme a Mankind il WWF Tag Team Championship,[32] titolo che perse la settimana successiva contro Steve Austin e Undertaker.[33] Kane e Mankind riconquistarono il titolo nella puntata di Raw del 10 agosto, in un fatal four-way tag team match al quale presero parte anche i New Age Outlaws e The Rock e D'Lo Brown.[34] Persero nuovamente il titolo il 30 agosto a SummerSlam contro i New Age Outlaws.[35] A Breakdown: In Your House, Kane e Undertaker sconfissero il WWF Champion Steve Austin in un triple treat match, schienandolo contemporaneamente.[36] Ciò portò a un match tra Kane e Undertaker a Judgment Day: In Your House: il match si concluse però in no contest quando Steve Austin, arbitro speciale per l'occasione, colpì i due con la Stunner dichiarandosi campione; ciò portò Vince McMahon a licenziare (kayfabe) Austin il giorno dopo.[37]

Nel 1999, Kane si unì alla stable della Corporation, salvo poi essere cacciato dalla stessa per incomprensioni con Chyna; passò tra i face e diede vita a un tag team con X-Pac, supportato da Tori. La gimmick di Kane si evolse: il personaggio cominciò a parlare, sebbene assai raramente, con il supporto di un'elettrolaringe. X-Pac e Kane vinsero due volte il WWF Tag Team Championship: prima il 30 marzo del 1999 contro Owen Hart e Jeff Jarrett[38] e poi l'8 settembre dello stesso anno contro gli Acolytes (Bradshaw e Farooq).[39] Il tag team si sciolse quando X-Pac ritornò nella D-Generation X (DX); i due diedero il via a una faida, che si concluse con la vittoria di Kane a WrestleMania 2000 in un tag team match con Rikishi contro Road Dogg e lo stesso X-Pac.[40]

Brothers of Destruction (2000–2001)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Brothers of Destruction.

Poco tempo dopo Jacobs fu costretto a stare lontano dal ring per un mese a causa di un infortunio alla mano; al suo ritorno si unì a The Undertaker e The Rock nella loro faida contro la McMahon-Helmsley Faction. La rivalità tra Kane e Undertaker tornò a farsi sentire e i due si sfidarono in un match a SummerSlam finito in no contest, con Undertaker che smascherò Kane, costringendolo a scappare con il viso nascosto tra le mani.[41] Iniziò poi una breve faida per l'Intercontinental Championship con Chris Jericho, che Kane sconfisse alle Survivor Series e a Rebellion, per poi perdere in un Last Man Standing match al pay-per-view Armageddon.[42]

Kane ritornò alla Royal Rumble 2001, dove eliminò il numero record di undici avversari e venne eliminato per ultimo da Steve Austin.[25] A WrestleMania X-Seven, Kane vinse il WWF Hardcore Championship sconfiggendo Raven e Big Show in un Hardcore triple threat match.[43] Perse il titolo sedici giorni dopo in favore di Rhyno, aiutato da Triple H e Steve Austin.[43] Quindi strinse una nuova alleanza con The Undertaker, dando vita ai Brothers of Destruction; i due affrontarono diversi tag team e iniziarono una faida con il Power Trip formato dagli stessi Triple H e Steve Austin: Kane sconfisse Triple H a Judgment Day, vincendo l'Intercontinental Championship in un Chain match,[44] per poi vincere il WWF Tag Team Championship con Undertaker contro Edge e Christian il 19 aprile.[45] Il regno da campioni di coppia si concluse proprio contro il Power Trip a Backlash.[46][47] Il 28 luglio a SmackDownǃ, Kane perse anche l'Intercontinental Championship contro Albert.[48]

Nel corso dell'Invasion, Kane e Undertaker riconquistarono il WWF Tag Team Championship contro Diamond Dallas Page (DDP) e Chris Kanyon[49] I Brothers of Destruction vinsero poi il WCW Tag Team Championship nella puntata di SmackDownǃ del 9 agosto contro Sean O'Haire e Chuck Palumbo, per poi sconfiggere a SummerSlam DDP e Kanyon, unificando i titoli di coppia.[50] Iniziarono poi una faida con i KroniK (Brian Adams e Bryan Clark), conclusasi ad Unforgiven con la vittoria dei Brothers of Destruction.[51] Il 17 settembre, i due persero il WWF Tag Team Championship contro i Dudley Boyz,[52] per poi perdere anche il WCW Tag Team Championship contro Booker T e Test il 25 settembre.[53] Alle Survivor Series, i Brothers of Destruction combatterono per il Team WWF contro l'Alliance, contribuendo al successo del loro team.[54]

Regni titolati e smascheramento (2002–2004)[modifica | modifica wikitesto]

Kane con la maschera e i capelli nel 2003.

Le strade dei Brothers of Destruction si divisero: undertaker puntò al WWF Championship, mentre Kane avviò una faida con Kurt Angle che si concluse con la vittoria di Angle a WrestleMania X8.[55] Il 25 marzo 2002 avvenne la "Brand Extension" e Kane diventò un wrestler del roster di Raw[56] e iniziò una faida con il New World Order (nWo), che terminò anzitempo a causa di uno strappo al bicipite.

Tornato nell'estate del 2002, Kane formò tag team noto come "The HurriKane" assieme a The Hurricane; il duo vinse il WWE World Tag Team Championship il 23 settembre battendo Christian e Lance Storm.[3] Il 30 settembre, Kane vinse il suo secondo Intercontinental Championship contro Chris Jericho.[57] Gli HurriKane persero il titolo di coppia il 14 ottobre contro Christian e Jericho, per poi sciogliere il team.[58] Successivamente, Kane iniziò una faida con Triple H che portò a un match a No Mercy per unificare l'Intercontinental Championship con il World Heavyweight Championship. Nella storyline, Triple H affermò che, diversi anni prima, Kane aveva avuto una relazione segreta con una certa Katie Vick, che la ragazza era morta in un incidente automobilistico[59] e che Kane ne aveva stuprato il cadavere.[59] Tale angle non venne apprezzato dai fan e fu gradualmente ridimensionato. A No Mercy Triple H vinse il match unificando i due titoli.[60] Al pay-per-view Armageddon Kane venne sconfitto da Batista.[61]

All'annuale Royal Rumble Kane fu eliminato da Undertaker quando sul ring erano rimasti solo loro due e il vincitore Brock Lesnar.[62] Kane formò poi un tag team Rob Van Dam, vincendo con lui il World Tag Team Championship contro Lance Storm e Val Venis dopo essere stati sconfitti dagli stessi nella puntata di Heat che precedeva WrestleMania XIX.[63] Persero il titolo il 15 giugno a Bad Blood contro La Résistance.[64] In seguito, Triple H propose a Kane di abbandonare Rob Van Dam e di unirsi alla sua nuova stable, l'Evolution; tuttavia Steve Austin, co-General manager di Raw, gli fece una controproposta: se Kane avesse rifiutato, avrebbe ottenuto un match per il World Heavyweight Championship di Triple; tuttavia, se avesse perso tale match sarebbe stato costretto a smascherarsi. Kane accettò la proposta di Austin, ma venne sconfitto da Triple H (grazie all'intervento di Ric Flair e Randy Orton) e fu costretto a smascherarsi.[36] La cosa ebbe un impatto decisamente negativo su Kane, che cominciò ad assumere comportamenti schizofrenici e paranoici: iniziò ad attaccare chiunque incrociasse la sua strada, anche il suo compagno di tag team Van Dam, che sconfisse a SummerSlam in un No Holds Barred match,[65] il general manager Steve Austin, Eric Bischoff[25] e Jim Ross.[25] Dopo un attacco a Linda McMahon, Kane iniziò una faida con il figlio di lei, Shane, che sconfisse in un Last Man Standing match al pay-per-view Unforgiven[25] e in un Ambulance match alle Survivor Series.[25] Sempre alle Survivor Series, Kane attaccò Undertaker e lo seppellì vivo sotto un cumulo di terra con un bulldozer nel Buried Alive match tra Undertaker e Vince McMahon.[25] Il mese successivo, al pay-per-view Armageddon, Kane prese parte a un triple threat match per il World Heavyweight Championship insieme a Triple H e Goldberg, ma perse quando Triple H schienò quest'ultimo grazie all'aiuto dell'Evolution.[66]

Quanto successo alle Survivor Series diede poi il via a una nuova faida tra i fratellastri, conclusasi a WrestleMania XX col ritorno di Undertaker alla gimmick del "Deadman" e la sua vittoria su Kane.[67]

Relazione con Lita (2004–2005)[modifica | modifica wikitesto]

Kane durante la sua caratteristica sequenza d'entrata.

Dopo la sconfitta subita, Kane attaccò chiunque si trovasse sulla sua strada: assalì dispettosamente Shawn Michaels, mettendolo fuori causa;[25] si invaghì di Lita e la sottopose ad una serie di violenze psicologiche. Nelle settimane successive, Kane tormentò Matt Hardy, l'allora fidanzato di Lita, cercando di conquistare la ragazza. Riuscì a sconfiggere Hardy e a prendersi Lita con la forza a SummerSlam,[68] sposandola (kayfabe) nella puntata di Raw del 23 agosto. Venne poi sconfitto dal rientrante Shawn Michaels ad Unforgiven 2004 in un match senza squalifiche.[69] Cercò quindi invano di conquistare il World Heavyweight Championship, detenuto da Chris Benoit, in due match: uno a Bad Blood[70] e uno il giorno dopo a Raw.

Accadde poi un incidente sul ring: il debuttante Gene Snitsky colpì Kane alle spalle con una sedia, facendolo crollare su Lita, causando un aborto spontaneo del figlio che aspettava da Kane. A Taboo Tuesday, Kane affrontò Snitsky senza successo in un "Weapon of Choice" match, maneggiando una catena d'acciaio; Snitsky reagì e lo colpì con una sedia di acciaio, provocandogli un serio infortunio e qualche mese di stop forzato[71]; in realtà, questo angle era stato studiato per permettere a Jacobs di recitare nel film Il collezionista di occhi (See No Evil), in cui interpretò il protagonista Jacob Goodnight. Kane fece il suo ritorno e iniziò a perseguitare Snitsky, scoffiggendolo a New Year's Revolution[72] e poi a Raw[25] in uno steel cage match, ponendo fine alla loro faida. A WrestleMania 21, Kane prese parte senza successo al primo Money in the Bank ladder match della storia.[73] In seguito iniziò una faida con Trish Stratus, nemica di Lita, e Viscera, che si era invaghito della canadese e aveva colpito Kane a Raw; ciò portò a un match a Backlash vinto da Kane,[74] che riuscì a guadagnare il favore di sua moglie.

Stretti buoni rapporti con Kane e guadagnata la sua fiducia, Lita tradì Kane e si legò a Edge, costando al marito la finale del Gold Rush Tournament, un torneo che avrebbe determinato il primo sfidante per il World Heavyweight Championship. La settimana successiva, Lita gettò la fede nella tazza del gabinetto davanti allo stesso Kane, che si vendicò attaccando Lita e Edge durante il loro matrimonio.[25] Kane e Edge si affrontarono in una serie di match, tra cui uno steel cage match vinto dal secondo. Kane riuscì ad eseguire una Tombstone Piledriver su Lita, che fu costretta ad essere portarla via in barella,[25] per poi sconfiggere Edge a Vengeance.[75]

Team con Big Show (2005–2006)[modifica | modifica wikitesto]

Kane sanguinante durante uno steel cage match contro Edge.

Terminata la rivalità con Edge, Kane tornò a Raw il 17 ottobre, vincendo una 18-men battle royal.[76] Venne quindi incluso tra i candidati per un'opportunità per sfidare il WWE Champion John Cena a Taboo Tuesday, ma la scelta dei fan ricadde su Shawn Michaels[77]. Kane formò quindi un tag team con Big Show e il duo sconfisse Lance Cade e Trevor Murdoch per il World Tag Team Championship.[78] Prima di Taboo Tuesday, Kane, Big Show e altri membri di Raw attaccarono più volte i wrestler del roster di SackDownǃ; ciò portò a una faida tra i due roster che culminò in Survivor Series Elimination match alle Survivor Series, a cui Kane prese parte come membro dello sconfitto "Team Raw".[79] Kane e Big Show si presero una rivincita a Armageddon, dove sconfissero i detentori del WWE Tag Team Championship Rey Mysterio e Batista in un match non titolato.[80]

Kane avviò una carriera da singolo parallela a quella di campione di coppia; il 12 dicembre a Raw si qualificò all'Elimination Chamber match sconfiggendo Triple H. A New Year's Revolution 2006, Kane non riuscì tuttavia a conquistare il WWE Championship contro John Cena, Carlito, Chris Masters, Shawn Michaels e Kurt Angle, venendo eliminato per secondo.[81] A WrestleMania 22, Kane e Big Show difesero con successo il titolo di tag team contro Carlito e Chris Masters.[82] Kane e Big Show detennero il World Tag Team Championship fino alla puntata di Raw del 3 aprile, quando i membri della Spirit Squad li sconfissero per il titolo.[83] Con la perdita del titolo, i due si divisero e iniziarono una faida quando Kane attaccò Big Show; la faida culminò a Backlash, in un match che si concluso in no contest per un attacco di panico di Kane:[84] in qquel periodo, Kane era vittima di allucinazioni in cui veniva misteriosamente richiamata più volte la data del 19 maggio. Il solo nominare quella data faceva perdere a Kane il controllo di sé, impedendogli di portare a termine molti match. Kane svelò poi che il 19 maggio era il giorno in cui morì la sua famiglia nell'incendio provocato dal suo fratellastro The Undertaker.

Il 19 maggio, Kane sconfisse Rey Mysterio, ma al termine del match ebbe un altro attacco di panico.[85] Da allora, Kane iniziò a subire attacchi da un suo "io del passato", un altro Kane mascherato come lo era lui ai tempi del suo debutto nella WWE. Il wrestler, interpretato da Drew Hankinson, costò al vero Kane diversi, tra cui uno per l'Intercontinental Championship contro Shelton Benjamin. Successivamente, il vero Kane spiegò a Jim Ross di sapere chi era quell'impostore e perché lo stava attaccando: si trattava di un suo amico d'infanzia con problemi psicologici ancora più grandi dei suoi venuto a vendicarsi di lui per motivi mai rivelati. I due Kane si affrontarono in un match a Vengeance,[86], dove fu il falso Kane a vincere. Il vero Kane si vendicò la sera dopo a Raw, quando colpì l'impostore con una serie di Chokeslam, per poi smascherarlo e scaraventarlo fuori dall'arena;[87] ciò mise fine alla faida senza una spiegazione del perché questa persona proveniente dal suo passato nutrisse odio verso di lui (in realtà l'angle venne abbandonato perché non riscosse molto successo). Dopo alcune settimane fuori dagli show, Kane tornò nella puntata di Raw del 7 agosto, in cui sconfisse Shelton Benjamin[88] e conquistò così un'opportunità per l'Intercontinental Championship che utilizzò qualche tempo dopo a Raw contro Johnny Nitro; tuttavia, Kane non riuscì a vincere a causa dell'interferenza di Umaga.[89] Ciò portò a un match tra i due a Unforgiven, dove però non emerse nessun vincitore di fatto.[90] La sfida definitiva venne sancita in occasione dello show di Raw Family Reunion, dove vinse Umaga, che attaccò Kane con un Samoan Spike, causandogli un'emorragia interna (kayfabe) e costringendolo, come da stipulazione del match, a lasciare il roster di Raw.[91]

Reunion dei Brothers of Destruction (2006–2007)[modifica | modifica wikitesto]

I Brothers of Destruction.

Dopo un periodo di pausa, Kane tornò nel roster di SmackDownǃ; iniziò una faida con MVP e ritornò a fare coppia con The Undertaker, riformando i Brothers of Destruction.[92] Ad Armageddon Kane sconfisse MVP in un Inferno match.[93]

Kane prese parte alla Royal Rumble 2007, in cui eliminò King Booker, che poi rientrò sul ring per eliminarlo,[94] dando vita ad una faida che si concluse con la vittoria di Kane a No Way Out.[95] Tuttavia, Kane perse contro Booker un match valido per la qualificazione al Money in the Bank ladder match di WrestleMania 23 a causa di The Great Khali.[96] Ciò portò Kane ad attaccare Khali durante la Masterlock Challenge di Chris Masters, iniziando una faida che culminò in un match a WrestleMania 23 da cui Kane uscì sconfitto.[97] Dopo WrestleMania, Kane iniziò una faida con William Regal e Dave Taylor; prese parte alla puntata di SmackDownǃ registrata a Milano vincendo un Handicap match contro il duo inglese per countout quando questi ultimi si allontanarono dal ring;[98] Regal e Taylor furono costretti dal General Manager di SmackDownǃ Theodore Long ad affrontare Kane e The Boogeyman, che vinsero il match. Kane iniziò poi una faida con Mark Henry, che costò a The Undertaker il World Heavyweight Championship.[99] Kane cercò pertanto di vendicare il fratellastro, infortunato per via di uno strappo al bicipite, ma a One Night Stand perse contro Henry in un Lumberjack match.[100].

Al termine della faida tra Edge e Batista, Theodore Long nominò Kane primo sfidante al titolo a The Great American Bash.[101] La settimana successiva, tuttavia, Edge fu costretto a rendere vacante il titolo a causa di un infortunio, così Long indisse una Battle Royal per il titolo; Kane e Batista vennero eliminati contemporaneamente per ultimi da The Great Khali, che divenne così il nuovo World Heavyweight Champion.[102] Più tardi quella stessa sera si svolse un match per decretare il primo sfidante al titolo; Kane e Batista si affrontarono, ma il match terminò in no contest e i due furono nominati da Long entrambi contendenti al titolo. A The Great American Bash, Kane non riuscì a conquistare il titolo, venendo schienato da Khali.[103] Iniziò poi una breve faida con Finlay, che sconfisse a SummerSlam nonostante un infortunio alle costole (kayfabe).[104]

ECW Champion (2007–2008)[modifica | modifica wikitesto]

Kane come ECW Champion.

Nella puntata di ECW on SyFy del 16 ottobre Kane apparve al fianco dell'ECW Champion CM Punk, aiutandolo a sconfiggere John Morrison, The Miz e Big Daddy V;[105] Kane iniziò quindi una faida con quest'ultimo. Venne inoltre scelto dal pubblico come sfidante per lo United States Championship contro l'allora campione MVP a Cyber Sunday, ma vinse il match per countout, non conquistando il titolo.[106] Successivamente Kane continuò la faida con Big Daddy V; i due si trovarono nei team avversari che si scontrarono alle Survivor Series, dove Big Daddy V eliminò Kane, il cui team vinse tuttavia il match.[107] Kane perse assieme a CM Punk contro Big Daddy V e Mark Henry a Armageddon: il match terminò con lo schienamento ai danni di Punk.[108] Kane prese successivamente parte all'annuale Royal Rumble, venendo eliminato da Batista e Triple H quando sul ring erano rimasti solo quattro wrestler. Vinse poi nella Battle Royal tenutasi prima di WrestleMania XXIV, diventando il primo sfidante per l'ECW Championship, che vinse sconfiggendo in otto secondi l'allora Chavo Guerrero;[109] questo match fu il più breve nella storia di WrestleMania; in seguito a questa vittoria, Kane lasciò il roster di SmackDownǃ per unirsi al roster della ECW. A Backlash, Kane sconfisse Guerrero in una rivincita per il titolo.[110] In seguito continuò a lottare in tag team con CM Punk, ottenendo un match valido per il WWE Tag Team Championship a Judgment Day contro gli allora campioni John Morrison e The Miz, ma non riuscirono a vincere.[111].

World Heavyweight Champion (2008–2011)[modifica | modifica wikitesto]

Kane nel 2008.

Durante la puntata di Raw del 23 giugno 2008, Kane tornò al roster di Raw nell'ambito della Draft Lottery 2008, portando con sé l'ECW Championship,[112] titolo che perse a Night of Champions 2008 a favore di Mark Henry in un triple threat match che includeva anche Big Show.[113] Nella successiva puntata di Raw, dopo aver perso un fatal four-way match contro JBL, Batista e John Cena per decretare il primo sfidante per il World Heavyweight Championship a The Great American Bash, Kane tornò ad essere heel quando attaccò i commentatori e astanti a bordo ring urlando "è vivo o morto?".[114] A The Great American Bash, Kane attaccò CM Punk e Batista durante il loro match titolato, causando una doppia squalifica; in tal modo il titolo rimase a Punk.[115] Nelle settimane seguenti, Kane comparve durante gli show con un sacco, dichiarando che lì dentro c'era colui a cui si riferiva quando urlava "è vivo o è morto?". Nella successiva puntata di Raw, dopo aver perso un fatal four-way match contro JBL, Batista e John Cena per decretare il primo sfidante per il World Heavyweight Championship a The Great American Bash, Kane tornò ad essere heel quando attaccò i commentatori e astanti a bordo ring urlando "è vivo o morto?".[114] A The Great American Bash, Kane attaccò CM Punk e Batista durante il loro match titolato, causando una doppia squalifica; in tal modo il titolo rimase a Punk[115]. Nelle settimane seguenti, Kane comparve durante gli show con un sacco, affermando che lì dentro c'era colui a cui si riferiva quando urlava "è vivo o è morto?". Si scoprì poi che Kane si riferiva a Rey Mysterio[116]. Al pay-per-view Unforgiven, Kane prese parte allo Scramble match per il World Heavyweight Championship, ma il titolo fu vinto da Chris Jericho.[117] Kane continuò la faida con Mysterio: i due si affrontarono a Raw, dove Kane fu fermato solo dall'intervento di Evan Bourne,[118] che successivamente sconfisse a Superstars,[119] ottenendo un match contro Rey Mysterio a No Mercy,[120] dove perse per squalifica.[120] Kane e Mysterio si riaffrontarono a Cyber Sunday e i fan ottennero la possibilità di scegliere la stipulazione: No Holds Barred, Falls Count Anywhere o 2 out of 3 falls match.[121] La scelta dei fan ricadde sul No Holds Barred e il match fu vinto da Mysterio.[121] La faida si concluse alle Survivor Series, quando il team capitanato da Shawn Michaels (con Mysterio) sconfisse quello di JBL (con Kane).[122]

Kane esegue una doppia Chokeslam su Zack Ryder e Curt Hawkins nel 2008.

Kane prese parte alla sua undicesima Royal Rumble; entrò con il numero 23 e rimase sul ring per circa venti minuti eliminando tre wrestler prima di essere eliminato dalla Legacy formata da Randy Orton, Ted DiBiase, Jr. e Cody Rhodes.[123] A No Way Out, Kane prese parte all'Elimination Chamber per il World Heavyweight Championship, ma fu il primo eliminato.[124] Dopo aver sconfitto Mike Knox e Rey Mysterio, Kane si qualificò per il Money in the Bank ladder match a WrestleMania XXV, ma non riuscì a vincerlo.[125] Con la Draft Lottery 2009, Kane passò a SmackDown e a Backlash sconfisse l'allora "Mr. Money in the Bank" CM Punk in un match non valido per la valigetta.[126] Kane passò successivamente un periodo fuori dagli show e ritornò a The Bash, dove assalì The Great Khali, costandogli il match contro Dolph Ziggler.[127] Kane e Khali si affrontarono in due match, entrambi vinti da Kane: il primo a SummerSlam[128] e il secondo, un Singapore Cane match, a Breaking Point.[129] Nelle due settimane seguenti, Kane sconfisse R-Truth e John Morrison,[130] per poi iniziare una breve faida con Matt Hardy, che sconfisse in due separate occasioni a SmackDown e a Superstars.[131] A Bragging Rights, il Team SmackDown (di cui Kane era co-capitano insieme a Chris Jericho) sconfisse il Team Raw grazie al tradimento di Big Show verso i suoi compagni.[132] Nella successiva puntata di SmackDown, Kane tornò ad essere face quando salvò il fratellastro The Undertaker da un attacco di Big Show e Chris Jericho.[133] Verso la fine del 2009, Kane ebbe una faida con Mike Knox, che sconfisse in diverse occasioni.[134] Al pay-per-view Elimination Chamber, Kane affrontò senza successo Drew McIntyre in un match valido per l'Intercontinental Championship.[135] Nella puntata di SmackDown del 26 febbraio 2010, Kane si qualificò al Money in the Bank ladder match sconfiggendo McIntyre. A WrestleMania XXVI, tuttavia, non riuscì a vincere il match.[136]

Kane affronta Triple H.

Nella puntata di SmackDown del 28 maggio, Kane perse contro CM Punk e non si qualificò per il match valido per il titolo mondiale in palio a Fatal 4-Way[137] La settimana seguente a SmackDown, Kane annunciò di aver trovato il suo fratellastro The Undertaker in stato vegetativo (kayfabe) e giurò vendetta contro chiunque ne fosse stato responsabile; negli show successivi perseguitò prima CM Punk e poi Jack Swagger, ritenendoli colpevoli.[138] Dopo aver vinto il Money in the Bank ladder match nell'omonimo pay-per-view del 18 luglio 2010, la sera stessa Kane incassò la valigetta, sconfiggendo Rey Mysterio e conquistando il World Heavyweight Champion; con questa vittoria, Kane divenne il primo wrestler a vincere il WWF/E Championship, l'ECW Championship e il World Heavyweight Championship.[139] Dopo aver vinto il titolo, Kane iniziò una faida con Mysterio, che nella puntata di SmackDown del 6 agosto lo accusò di aver assalito e ridotto in coma Undertaker.[140] A SummerSlam, Kane sconfisse Mysterio e mantenne il titolo; al termine del match, Undertaker fece il suo ritorno e Kane si rivelò come il suo aggressore.[141] A Night of Champions, Kane sconfisse Undertaker in un No Holds barred match e mantenne il titolo.[142] Nella puntata di SmackDown successiva, Kane lanciò una nuova sfida a Undertaker per il titolo del mondo a Hell in a Cell, ma durante il suo discorso i druidi di Undertaker portarono una bara nella quale si trovava suo padre (kayfabe), Paul Bearer, che decise di schierarsi con Undertaker. A Hell in a Cell, Kane difese il il titolo con successo in un Hell in a Cell match grazie al tradimento di Bearer, che si schierò dalla parte di Kane.[143] A Bragging Rights, Kane sconfisse Undertaker ancora una volta, grazie all'intervento del Nexus, in un Buried Alive match.[144] Edge divenne poi il primo sfidante per il World Heavyweight Championship di Kane e nelle settimane precedenti alle Survivor Series rapì Bearer per far pressione su Kane. Alle Survivor Series, il match si concluse in pareggio e Kane conservò il titolo.[145] Nelle settimane successive, Edge provocò ancora Kane, tenendo in ostaggio Bearer e torturandolo ulteriolmente.[146] Nella puntata di SmackDown del 3 dicembre, Edge sfidò Kane a TLC in un TLC match per il World Heavyweight Championship. All'evento, Kane perse il titolo a favore di Edge in un fatal-four-way TLC match che includeva anche Rey Mysterio e Alberto Del Rio.[147] Nella puntata di SmackDown del 7 gennaio, Kane perse un Last man standing match contro Edge in una rivincita per il titolo.[148]

Dopo una breve assenza, Kane tornò nella puntata di SmackDown del 27 gennaio 2011 e partecipò alla "Over the Top Rope Challenge" lanciata da Del Rio, ma venne eliminato da Kofi Kingston.[149] Partecipò poi alla Royal Rumble entrando con il numero 40 ed eliminando Ezekiel Jackson, per poi essere eliminato da Rey Mysterio.[150] Nella puntata di SmackDown del 4 febbraio, Kane sconfisse Chavo Guerrero e conquistò un posto nell'Elimination Chamber match all'omoinimo pay-per-view valido per il World Heavyweight Championship.[151] Nella puntata numero 600 di SmackDown, Kane prese parte a un 12-man tag team match da cui usci sconfitto.[152] Al pay-per-view Elimination Chamber, Kane non riuscì a vincere il World Heavyweight Championship, difeso con successo da Edge.[153]

Kane e Big Show.

Nella puntata di SmackDown del 4 marzo, dopo un match finito per squalifica contro Big Show, Kane tornò ad essere face attaccando con una sedia Justin Gabriel con una sedia e guardando gli altri membri del Corre con aria minacciosa.[154] Nella puntata di SmackDown dell'11 marzo, Kane affrontò Wade Barrett in un match che vinse per squalifica a causa dell'attacco degli altri membri del Corre, ma venne salvato da Big Show e successivamente fu sancito un tag team match tra Big Show e Kane contro Barrett e Heath Slater; il match terminò per squalifica a favore dei primi.[155] Nella puntata di SmackDown del 18 marzo, Kane provò a conquistare il WWE Tag Team Championship insieme a Big Show, ma vinsero il match solo per squalifica, non conquistando il titolo.[156] A WrestleMania XXVII, il team di Kane (Kane, Big Show, Santino Marella e Vladimir Kozlov) sconfisse il Corre (Wade Barrett, Ezekiel Jackson, Heath Slater e Justin Gabriel).[157] Nella puntata di SmackDown del 22 aprile, Kane e Big Show sconfissero Gabriel e Slater conquistando il WWE Tag Team Championship.[158] Nella puntata di Raw dedicata al Draft 2011, Kane partecipò alla battle royal SmackDown vs. Raw, venendo però eliminato per primo da Sheamus e Vladimir Kozlov. Al pay-per-view Extreme Rules, Kane e Big Show difesero con successo il titolo sconfiggendo Barrett e Jackson in un tag team lumberjack match[159] Nella puntata di Raw del 2 maggio, Kane sconfisse Mason Ryan per squalifica.[160] Nella puntata di Raw del 17 maggio, Kane e Big Show furono sconfitti da Michael McGillicutty e David Otunga in un match non valido per il titolo.[161] A Over the Limit, Kane e Big Show mantennero il titolo sconfiggendo CM Punk e Mason Ryan;[162] lo persero tuttavia la sera successiva a Raw in una rivincita contro McGillicutty e Otunga.[163] Una decina di minuti dopo il match, Big Show venne investito dalla macchina di Alberto Del Rio e ciò mise fine al tag team con Kane. Nella puntata di SmackDown del 27 maggio, Kane sconfisse The Great Khali.[164] A Money in the Bank, Kane prese parte senza successo al Money in the Bank ladder match di SmackDown.[165] Nella puntata di SmackDown del 15 luglio, Kane sconfisse Randy Orton per countout.[166] La settimana successiva, Kane affrontò Orton in uno Street Fight match, perdendo; nonostante ciò, strinse la mano ad Orton, per poi subire l'attacco di Mark Henry, che gli causò una frattura al perone, lasciandolo fuori dal ring per diversi mesi (kayfabe).[167]

Rimascheramento e Team Hell No (2011–2013)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Team Hell No.

Nella puntata di Raw del 21 novembre venne mandato in onda un video su Kane in cui veniva dato fuoco alla sua vecchia maschera.[168] Nella puntata di Raw del 5 dicembre venne invece trasmesso un nuovo video, chiamato Kane Resurrected.[169][170] Nella puntata speciale di Raw del 13 dicembre dedicata agli Slammy Award, Kane fece il suo ritorno intervenendo nel main event tra Mark Henry e John Cena: si presentò con una maschera metallica e i capelli lunghi di un tempo, con un nuovo ring attire ispirato ai tagli effettuati durante un'autopsia, introdotto da una versione della sua vecchia musica d'ingresso, Burned (utilizzata dal 1997 al 2001), remixata con Man on Fire; giunto sul ring, Kane effettuò una Chokeslam su Cena, per poi togliersi la maschera metallica, rivelandone così un'altra, molto simile alla vecchia e quasi completamente rossa.[171] Nella puntata di Raw successiva, Kane spiegò il motivo dei suoi continui attacchi, sostenendo di voler aiutare Cena ad abbracciare l'odio, così da poter essere veramente libero, attaccando successivamente Zack Ryder, alleato di Cena. Alla Royal Rumble, il match tra Kane e Cena terminò in doppio countout,[172] Al pay-per-view Elimination Chamber, Kane perse contro John Cena in un Ambulance match che sancì la fine della loro faida.[173]

Kane iniziò poi una rivalità con Randy Orton, apparendo sullo stage nella puntata di SmackDown del 16 marzo per dare a Orton spiegazioni riguardo al suo atteggiamento ostile: al termine del loro match avvenuto l'estate precedente Kane era uscito sconfitto, ma gli aveva stretto la mano in segno di rispetto, mostrando però troppa umanità. Kane asserì quindi che Orton fosse diventato un vero mostro e che la WWE fosse troppo piccola per entrambi.[174] A WrestleMania XXVIII Kane sconfisse Orton,[175] che però lo sconfisse a Extreme Rules in un Falls Count Anywhere match che sancì la fine della loro faida.[176] Al pay-per-view Over the Limit Kane sconfisse Zack Ryder[177]

Kane offre un "hug it out" a Daniel Bryan.

Kane fu coinvolto in una faida con il WWE Champion CM Punk e Daniel Bryan[178][179] che portò a un triple threat match per il WWE Championship a No Way Out, perso da Kane a causa di una distrazione di AJ, l'ex fidanzata di Bryan che aveva rivolto attenzioni a lui e a Punk.[180] A Raw 1000, Kane fu salvato dall'attacco di Jinder Mahal, Drew McIntyre, Tyler Reks, Curt Hawkins, Hunico e Camacho da The Undertaker, tornando ad essere face. A SummerSlam, Kane perse contro Daniel Bryan.[181]

Nella puntata di Raw del 10 settembre, il Dr. Shelby (psicologo scelto da AJ, divenuta General Manager di Raw, per controllare la rabbia di Daniel Bryan, precedentemente abbandonato da lei davanti all'altare) forzò Kane e Bryan a fare coppia: nonostante diverse incomprensioni, i due prima sconfissero i Prime Time Players in un match che determinava i primi sfidanti per il WWE Tag Team Championship e poi a Night of Champions sconfissero Kofi Kingston e R-Truth per conquistare il titolo.[182] Due settimane dopo a Raw, "Team Hell No" fu scelto come nome ufficiale del team dopo un sondaggio su Twitter. Il Team Hell No successivamente iniziò una faida con il Team Rhodes Scolars (Cody Rhodes e Damien Sandow), difendendo il titolo a Hell in a Cell[183] e a Main Event. Nella puntata di Raw del 26 novembre, il Team Hell No venne attaccato dallo Shield (Dean Ambrose, Seth Rollins e Roman Reigns), ma trovò in Ryback un alleato. Kane, Bryan e Ryback furono sconfitti dallo Shield a TLC.[184]

Alla Royal Rumble, il Team Hell No difese con successo il titolo contro il Team Rhodes Scolars; Kane partecipò inoltre al Royal Rumble match entrando con il numero 24, ma venne eliminato da Bryan, a sua volta eliminato da Kane.[185] Nella puntata di Raw dell'11 febbraio, Kane sconfisse Dolph Ziggler e conquistò l'ultimo posto nell'Elimination Chamber match che avrebbe determinato il primo sfidante per il World Heavyweight Championship, ma all'omonimo pay-per-view venne eliminato per secondo da Mark Henry. A WrestleMania 29, il Team Hell No sconfisse Ziggler e Big E Langston in un'altra difesa titolata.[186] Il Team Hell No riprese la rivalità con lo Shield dopo aver salvato The Undertaker da un attacco, ma nella puntata di Raw del 22 aprile, Undertaker, Kane e Bryan furono sconfitti dallo Shield. Al pay-per-view Extreme Rules, il regno da campioni del Team Hell No giunse alla fine dopo 245 giorni in un tornando tag team match contro i membri dello Shield (Seth Rollins e Roman Reigns).[187] Nella puntata di SmackDown del 14 giugno, Kane, Bryan e Randy Orton conclusero la striscia di imbattibilità negli show televisivi dello Shield.[188] Kane sfidò senza successo Dean Ambrose per lo United States Championship a Payback[189] e la notte seguente a Raw.

Nella puntata di Raw dell'8 luglio, Kane venne attaccato e infortunato (kayfabe) dalla debuttante Wyatt Family; ciò lo costrinse a saltare Money in the Bank.[190] Kane tornò tre settimane dopo, perdendo contro Daniel Bryan; al termine del match venne nuovamente attaccato dalla Wyatt Family: ciò portò a un Ring of Fire match a SummerSlam tra Kane e Bray Wyatt, che vinse il match grazie alle interferenze di Luke Harper e Erick Rowan. Al termine del match, Kane subì un ulteriore attacco dalla Wyatt Family, che lo trascinò con sé fuori dall'arena;[191] tale storyline fu concepita per permettere a Jacobs di prendersi del tempo libero per il film See No Evil 2.

Direttore delle operazioni (2013–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The Authority (wrestling).
Kane con Triple H, Stephanie McMahon e Randy Orton: l'Authority nell'aprile 2014.
Kane nel 2014, come "direttore delle operazioni".

Kane fece il suo ritorno a Hell in a Cell, dove attaccò la Wyatt Family.[192] Nella puntata successiva di Raw, Kane si alleò con Stephanie McMahon, a cui consegnò la sua maschera, tornando ad essere heel;[193] la settimana seguente confermò la sua lealtà, aiutando i membri dell'Authority. Come parte del suo cambiamento di personaggio, Kane apparve senza maschera, indossando un abito elegante e una cravatta per adattarsi all'ideologia corporativa dell'Authority, venendo nominato inoltre Director of Operations ("direttore delle operazioni"). Alla Royal Rumble, Kane prese parte all'annuale Royal Rumble match, ma venne eliminato da CM Punk; Kane si vendicò eliminando Punk verso la fine del match.[194] Kane prese successivamente parte alla rivalità tra l'Authority e Daniel Bryan, che affrontò nella puntata di Raw del 17 febbraio, infortunandolo a un braccio, e a cui costò l'Elimination Chamber match contro Randy Orton nell'omonimo pay-per-view.[195]

Dopo WrestleMania XXX, dove perse insieme ai New Age Outlaws contro lo Shield,[196] Kane fu rimproverato da Stephanie McMahon e gli fu intimato di tornare ad essere il "Big Red Monster" che era prima. La settimana seguente, Kane indossò ancora una volta la sua maschera e fu reso il primo sfidante per il WWE World Heavyweight Championship di Daniel Bryan, che Kane attaccò più volte insieme alla moglie Brie Bella. Al pay-per-view Extreme Rules, Kane perse il match titolato contro Bryan.[197] A Money in the Bank, Kane aiutò Seth Rollins a vincere il Money in the Bank ladder match, ma non riuscì a vincere il WWE World Heavyweight Championship in un ladder match.[198] A Battleground, Kane lottò nel fatal four-way match per il titolo mondiale insieme a John Cena, Randy Orton e Roman Reigns, ma fu schienato da Cena.[199]

Nella puntata di Raw del 5 agosto, dopo aver perso un Last Man Standing match contro Roman Reigns, Kane consegnò nuovamente la maschera a Stephanie McMahon.[200] Nella successiva puntata di Raw, Kane tornò al ruolo di "direttore delle operazioni". Alle Survivor Series, Kane combatté per il Team Authority contrapposto al Team Cena, ma venne eliminato da Ziggler, che vinse poi il match per il Team Cena. A causa di questa sconfitta, l'Authority venne privata del potere e Kane perse l'incarico di "direttore delle operazioni".[201] A TLC, Kane perse contro Ryback in un chairs match[202] Nella puntata di Raw del 28 dicembre, John Cena fece ritornare l'Authority e Kane riassunse la carica di "direttore delle operazioni".[203] Nell'annuale Royal Rumble match, Kane entrò con il numero 24 ed eliminò quattro wrestler, battendo il record di eliminazioni totali nel Royal Rumble match precedentemente detenuto da Shawn Michaels, prima di essere eliminato dal vincitore Roman Reigns.[204] A Fastlane, Kane, Big Show e Seth Rollins sconfissero Dolph Ziggler, Erick Rowan e Ryback[205] A WrestleMania 31, Kane prese parte alla André the Giant Memorial Battle Royal, ma venne eliminato da Cesaro.[206] Il mese di aprile fu segnato da diverse tensioni con Rollins,[207] ma ciò non impedì a Kane di proseguire la sua permanenza nell'Authority. Al pay-per-view Extreme Rules, Kane fu nominato gatekeeper ("guardiano della porta") nello steel cage match per il WWE World Heavyweight Championship tra Seth Rollins and Randy Orton, che Rollins vinse fuggendo dalla gabbia.[208] A Payback, Kane aiutò Rollins a mantenere il titolo in un fatal four-way match contro Dean Ambrose, Randy Orton e Roman Reigns.[209] Riconciliatosi con Rollins, Kane lo accompagnò sul ring a Elimination Chamber, interferendo a suo favore nel match contro Dean Ambrose.[210] Kane prese poi parte al Money in the Bank ladder match dell'omonimo pay-per-view, ma non riuscì a conquistare la valigetta.[211] Nella puntata di Raw del 25 giugno, Kane aiutò Rollins ad attaccare Brock Lesnar, riuscendo ad avere la meglio;[212] a causa di ciò, Rollins lo premiò con una vacanza alle Hawaii, ma nella puntata di Raw del 13 luglio, in cui fece il suo ritorno, Kane fu attaccato e infortunato (kayfabe) a una caviglia da Lesnar, per poi essere scaricato e colpito anche da Rollins.[213][214] L'infortunio fu concepito per permettere a Jacobs di prendere parte alle riprese di 6:42, film in cui avrebbe interpretato uno dei protagonisti.[215]

Personaggio nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Jacobs ha sempre alternato nella sua carriera periodi in cui il suo personaggio Kane era un monster heel a periodi comedy. Al suo debutto, nel 1997, Kane era, secondo la storyline, il fratellastro di The Undertaker, di cui cercava di vendicarsi: era un mostro che non parlava mai e dotato di una forza impressionante, che lo portò a sconfiggere Stone Cold Steve Austin e lo stesso Undertaker. In seguito cominciò ad alternare periodi comedy a periodi da monster heel a seconda delle storyline in cui era inserito fino a quando, nel 2003, dopo una perdita di interesse del pubblico per il suo personaggio, si tolse la maschera. Da quel momento, Kane divenne uno psicopatico paranoico e cominciò ad attaccare chiunque gli capitasse sotto tiro. A WrestleMania XX, The Undertaker tornò a interpretare il personaggio del "Deadman" e sconfisse Kane in pochi minuti.

Successivamente, Kane si alternò tra varie rivalità e alleanze fino a quando, nel dicembre del 2011, ritornò da un infortunio subito da Mark Henry con una nuova maschera e iniziò una faida con John Cena, tornando ad essere un personaggio dominante e inarrestabile. Ritornò ad avere una gimmick comedy quando fu messo in tag team con Daniel Bryan. Nel novembre 2013 si unì all'Authority, togliendosi nuovamente la maschera e apparendo in abiti eleganti, come "direttore delle operazioni". Nella puntata di Raw del 14 aprile 2014, dopo un rimprovero di Stephanie McMahon a causa delle sue recenti sconfitte, Kane tornò a utilizzare la sua maschera; la settimana successiva attaccò il WWE World Heavyweight Champion Daniel Bryan, tornando a interpretare il ruolo del monster heel. Nella puntata di Raw del 5 agosto 2014, dopo aver perso un Last Man Standing match contro Roman Reigns, consegnò nuovamente la maschera a Stephanie McMahon. Nella successiva puntata di Raw, Kane tornò al ruolo di "direttore delle operazioni".

Nell'aprile 2015, Kane cominciò a distaccarsi dall'Authority, ribellandosi a Seth Rollins, senza tuttavia compiere la definitiva separazione dalla stable. A Payback, dopo l'aggiunta della stipulazione che se Rollins non avesse mantenuto il titolo sarebbe stato licenziato dal ruolo di "direttore delle operazioni", Kane aiutò Rollins a mantenere il titolo, ricucendo i rapporti. Nel giugno 2015, Kane aiutò Rollins in un pestaggio ai danni di Brock Lesnar; tuttavia, alcune settimane più tardi, fu infortunato (kayfabe) da Lesnar e scaricato dallo stesso Rollins.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Jacobs è sposato dal 23 agosto 1995 con Crystal Maurisa Goins, che, al momento del matrimonio, aveva due figlie da una precedente relazione[216].

È un libertariano e ha un blog dove esprime le sue idee, The Adventure of Citizen X.[217] Nel 2008 ha supportato la candidatura di Ron Paul alla presidenza degli Stati Uniti d'America.[218] Jacobs è inoltre membro dell'organizzazione libertariana Free State Project e nel 2009 ha tenuto discorsi al New Hampshire Liberty Forum e al Ludwig von Mises Institute.[219] In un'intervista rilasciata a Thomas Woods ha dichiarato di ispirarsi a Woods stesso, Ron Paul, John Stossel, Peter Schiff e Murray Rothbard, definendosi un rothbardiano teorico, consapevole del fatto che non si realizzerà mai una società senza stato nell'arco della sua esistenza.[220] Nel 2014 è stato nominato tra i possibili sfidanti di Lamar Alexander alle primarie repubblicane per scegliere il candidato al seggio da senatore del Tennessee, ma ha successivamente smentito la possibile candidatura.[221]

Nel marzo 2002 partecipò a un'edizione speciale del telequiz americano The Weakest Link con altri wrestler della WWE, vincendo nel round finale contro Bubba Ray Dudley. Donò i soldi vinti a un ospedale di Memphis, Tennessee.

Nel 2014, insieme alla moglie, ha aperto un'agenzia assicurativa a Knoxville, Tennessee, chiamata The Jacobs Agency.[222][223]

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Kane effettua la Chokeslam From Hell su CM Punk.
Kane effettua il flying clothesline su CM Punk.
Kane colpisce Rey Mysterio con il throat thrust.
  • Musiche d'ingresso
    • Come Isaac Yankem
      • "Dentist Drill Sounds" (18 agosto 1995–12 settembre 1996)
    • Come Diesel
      • "Diesel Blues" di Jim Johnston (23 settembre 1996–11 maggio 1997)
    • Come Kane
      • "Burned" di Jim Johnston (5 ottobre 1997–12 giugno 2000)[234]
      • "Out of the Fire" di Jim Johnston (19 giugno 2000–28 marzo 2002)[234]
      • "Rollin' (with "Out of the Fire" intro)" dei Limp Bizkit (febbraio 2001–18 novembre 2001; usata come membro dei Brothers of Destruction)
      • "Slow Chemical" di Jim Johnston e dei Finger Eleven (1º aprile 2002–11 agosto 2008)[234]
      • "Rest in Fire" (Man on Fire + Rest in Peace) di Jim Johnston (14 marzo 2004–6 marzo 2010; usata come membro dei Brothers of Destruction)
      • "Man on Fire" di Jim Johnston (18 agosto 2008–22 luglio 2011)[234][235]
      • "Veil of Fire" di Jim Johnston (12 dicembre 2011–presente)[236]

Condotta in pay-per-view[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Pro Wrestling Illustrated
    • Feud of the Year (2013) vs. Daniel Bryan come membro dell'Authority
    • Most Hated Wrestler of the Year (2013) come membro dell'Authority
    • Tag Team of the Year (1999) con X-Pac
    • tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2011)
    • 186º tra i 500 migliori wrestler singoli nella "PWI Years" (2003)
  • Wrestling Observer Newsletter
    • Most Disgusting Promotional Tactic (2004) per aver ingravidato Lita
    • Most Overrated (2010, 2014)
    • Worst Feud of the Year (2002) vs. Triple H
    • Worst Feud of the Year (2003) vs. Shane McMahon
    • Worst Feud of the Year (2004) vs. Matt Hardy e Lita
    • Worst Feud of the Year (2007) vs. Big Daddy V
    • Worst Feud of the Year (2008) vs. Rey Mysterio
    • Worst Feud of the Year (2010) vs. Edge
    • Worst Feud of the Year (2012) vs. John Cena
    • Worst Gimmick (1996) come il falso Diesel
    • Worst Worked Match of the Year (2001) con The Undertaker vs. KroniK ad Unforgiven

Risultati nella Lucha de Apuestas[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Terminologia del wrestling § Lucha de Apuestas.

Record: 1-1

Posta in palio Vincitore Sconfitto Luogo Data Note
Maschera Kane Vader Milwaukee, Wisconsin 31 maggio 1998 Mask vs. Mask match a Over the Edge: In Your House.
Maschera Triple H Kane New York City, New York 23 giugno 2003 Mask vs. Title match a Raw.

Carriera nel cinema[modifica | modifica wikitesto]

Jacobs nel 2013.

Nel 2004, per un breve periodo, Jacobs ha lasciato le scene della WWE per girare il film Il collezionista di occhi (See No Evil), in cui ha ricoperto il ruolo del protagonista, il serial killer Jacob Goodnight. Il film è uscito il 19 maggio 2006 negli Stati Uniti e il 28 luglio in Italia, ma non ha riscosso molto successo, totalizzando su Rotten Tomatoes l'8% di recensioni positive.[238] Ha recitato anche in un episodio della sesta stagione della serie televisiva Smallville[239] insieme alla collega Ashley Massaro.[240] Nel 2010 ha interpretato Tanker Lutz nel film MacGruber di Jorma Taccone.[241] Dopo aver doppiato una versione animata di Kane in Scooby-Doo! WrestleMania Mystery[242] è tornato nei panni di Jacob Goodnight nel sequel de Il collezionista di occhi, intitolato Il collezionista di occhi 2 (2014).[243] Il 3 agosto 2015 ha annunciato che avrebbe preso parte al film 6:42, prodotto dai WWE Studios, al fianco del collega Dolph Ziggler.[215]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

DVD dedicati a Kane[modifica | modifica wikitesto]

  • Kane - Viaggio all'inferno (Kane - Journey To Hell; 2006)
  • The Twisted, Disturbed Life Of Kane (2009)
  • Best Of WWE Volume 7 - Kane (2010)
  • Brothers Of Destruction - Greatest Matches (2014)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s (EN) Profilo su cagematch.net. URL consultato il 3 maggio 2015.
  2. ^ (EN) Greg Oliver, The Pro Wrestling Hall of Fame: The Heels, ECW Press, 2007, pp. 227, ISBN 1-55022-759-9.
  3. ^ a b c Profilo su wwe.com
  4. ^ Fin Martin, The 10 best U.S.-style all-rounders in Power Slam, nº 226, SW Publishing, luglio 2013, p. 31.
    «Stone Cold è tornato da un devastante infortunio al collo causato da un piledriver mal eseguito da parte di Owen Hart a SummerSlam nel 1997, per poi diventare la più grande stella del wrestling dal 1998 al 2003. Poster boy durante l'Attitude Era della WWF, il Rattlesnake era un pieno di carisma ed energia, i suoi incontri basati sulla rissa diretta trasudavano intensità ed eccitazione.».
  5. ^ Kane: Profile & Match Listing, Internet Wrestling Database, 12 novembre 2014. URL consultato l'8 agosto 2015.
  6. ^ (EN) LIVE REPORT - 2/2 Stone Cold & Triple H Podcast: Complete "virtual-time" coverage of WWE Network live podcast - storyline decisions, Rumble booking, C.M. Punk, Chyna, more hot topics, 2 febbraio 2015. URL consultato il 30 aprile 2015.
  7. ^ (EN) Greg Beck, Exclusive: Ric Flair on Charlotte vs. Ronda Rousey, Shawn Michaels, Bobby Heenan, staying relevant and more su wrestlingnews.co, 22 aprile 2015. URL consultato il 7 agosto 2015.
    «Non vorrei essere nel main event di WrestleMania, ma potrei fare uno strappo alla regola se avessi da lottare contro Hogan o un tipo come Kane. Egli è il migliore al mondo.».
  8. ^ (EN) Kane saves Undertaker & The Rock su wwe.com, 29 maggio 2000. URL consultato l'8 agosto 2015.
  9. ^ (EN) Kane's Injury Update su kane4kids.tripod.com, 2 agosto 2002. URL consultato l'8 agosto 2015.
    «Kane si è strappato il bicipite destro mentre si stava allenando domenica scorsa e sarà fuori dalle scene per circa tre mesi».
  10. ^ (EN) Full WWE Raw Results (Kane returns), 26 agosto 2002. URL consultato l'8 agosto 2015.
  11. ^ Jeremy Dunham, Smackdown Countdown 2003: Kane, IGN, September 15, 2003. URL consultato il 3 agosto 2015.
  12. ^ Terry Morrow, Calm Influence of Family at Center of Life For This WWF Dynamo., Knoxville News-Sentinel, March 26, 1999. URL consultato il 3 agosto 2015.
  13. ^ a b c (EN) Kane Talks WrestleMania Memories And The Undertaker, Why He Wanted To Remove His Mask, More, 1º aprile 2015. URL consultato il 2 aprile 2015.
  14. ^ (EN) 12 Things You Didn’t Know About WWE Giant Kane su losangeles.cbslocal.com, 13 novembre 2014. URL consultato il 30 luglio 2015.
  15. ^ SMW Tag Team Title. URL consultato il 7 agosto 2015.
  16. ^ Regni dello USWA Heavyweight Championship, wrestling-titles.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  17. ^ (EN) Profilo su cagematch.net. URL consultato il 3 maggio 2015.
  18. ^ (EN) WWE's 25 most absurd Superstars #7 Isaac Yankem, D.D.S. su wwe.com. URL consultato il 4 agosto 2015.
  19. ^ (EN) Bret Hart vs. Dr. Isaac Yankem: SummerSlam 1995 (2:43) su wwe.com. URL consultato il 30 luglio 2015.
  20. ^ (EN) Reliving A Feud #1: Jerry Lawler vs. Bret Hart, 1993-1995 su placetobenation.com, 16 luglio 2013. URL consultato il 30 luglio 2015.
  21. ^ (EN) Survivor Series 1995: Full Event Results su wwe.com. URL consultato il 30 luglio 2015.
  22. ^ (EN) Shawn Michaels (spot No. 18) wins the Royal Rumble Match su wwe.com. URL consultato il 30 luglio 2015.
  23. ^ (EN) WWF In Your House 12: It's Time su cagematch.net, 15 dicembre 1996. URL consultato il 6 agosto 2015.
  24. ^ (EN) Stone Cold (spot No. 5) wins the Royal Rumble Match su wwe.com. URL consultato il 30 luglio 2015.
  25. ^ a b c d e f g h i j k l I momenti più distruttivi della storia di Kane, WWE.com. URL consultato il 15 ottobre 2008.
  26. ^ (EN) Survivor Series 1997: Full Event Results su wwe.com. URL consultato il 4 agosto 2015.
  27. ^ (EN) Kane vs. Vader: No Way Out. February 15th. 1998. URL consultato il 26 febbraio 2015.
  28. ^ (EN) Full WrestleMania XIV Results su wwe.com, 29 marzo 1998. URL consultato il 3 settembre 2015.
    «The Undertaker ha sconfitto Kane (con Paul Bearer).».
  29. ^ (EN) Unforgiven: In Your House: Full Event Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  30. ^ (EN) Kane vs. Vader su wwe.com, 26 aprile 1998. URL consultato l'8 agosto 2015.
  31. ^ (EN) WWE World Heavyweight Championship - Kane, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  32. ^ (EN) World Tag Team Championships - Kane & Mankind, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  33. ^ (EN) World Tag Team Championships - Stone Cold & Undertaker, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  34. ^ (EN) World Tag Team Championships - Kane & Mankind 2, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  35. ^ World Tag Team Championships - New Age Outlaws, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  36. ^ a b (EN) Biografia di Kane su wwe.com, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  37. ^ (EN) Dark Pegasus Video Review: In Your House 25 – Judgment Day ’98 su 411mania.com, 25 febbraio 2008. URL consultato il 4 agosto 2015.
  38. ^ (EN) World Tag Team Championships - Kane & X-Pac, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  39. ^ (EN) World Tag Team Championships - Kane & X-Pac 2, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  40. ^ (EN) Full WrestleMania 2000 results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  41. ^ (EN) SummerSlam 2000: Full Event Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  42. ^ (EN) Armageddon 2000: Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  43. ^ a b (EN) Hardcore Championship's List, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  44. ^ (EN) Intercontinental Championship - Kane, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  45. ^ World Tag Team Championships - Kane & Undertaker, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  46. ^ (EN) World Tag Team Championships - Stone Cold & Triple H, WWE.com. URL consultato il 20 ottobre 2008.
  47. ^ (EN) Backlash 2001: Main Event su wwe.com. URL consultato il 4 agosto 2015.
  48. ^ (EN) Intercontinental Championship - Albert, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  49. ^ (EN) World Tag Team Championships - Kane & Undertaker 2, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  50. ^ (EN) World Championship Wrestling Tag Team Title, Wrestling-Titles.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  51. ^ (EN) WWE Unforgiven 2001 Results su wrestlingclique.com, 8 aprile 2008. URL consultato il 3 settembre 2015.
  52. ^ SmackDown! results - September 17, 2001, Online World of Wrestling. URL consultato il 7 agosto 2015.
  53. ^ (EN) World Championship Wrestling Tag Team Title, Wrestling-Titles.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  54. ^ (EN) Survivor Series 2001:Full Event Results, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  55. ^ (EN) Full WrestleMania X8 results, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  56. ^ (EN) Splittin' time, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  57. ^ (EN) Intercontinental Championship - Kane 2, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  58. ^ (EN) World Tag Team Championships - Christian & Chris Jericho, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  59. ^ a b (EN) PebblesCrap:The very worst of The Flintstones, ECW Press, 2003, pp. 267, ISBN 1-55022-584-7.
  60. ^ (EN) Intercontinental Championship - Triple H, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  61. ^ (EN) Armageddon 2002: Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  62. ^ (EN) Royal Rumble match 2003, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  63. ^ (EN) World Tag Team Championships - Kane & Rob Van Dam, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  64. ^ (EN) World Tag Team Championships - Rene Dupree & Sylvain Grenier, WWE.com. URL consultato il 7 agosto 2015.
  65. ^ (EN) SummerSlam 2003: Full Results su wwe.com. URL consultato il 4 agosto 2015.
  66. ^ (EN) Goldberg vs. Triple H vs. Kane su wwe.com, 14 dicembre 2003. URL consultato il 12 agosto 2015.
  67. ^ (EN) Full WrestleMania XX Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  68. ^ (EN) SummerSlam 2004: Full results su wwe.com. URL consultato il 4 agosto 2015.
  69. ^ (EN) Unforgiven 2004: Full Results su wwe.com. URL consultato il 4 agosto 2015.
  70. ^ (EN) Arena Report - Nationwide Arena, WWE.com. URL consultato il 20 ottobre 2008.
  71. ^ (EN) Taboo Tuesday 2004 Results su wwe.com, 20 ottobre 2004. URL consultato il 3 settembre 2015.
  72. ^ No Revolution: Triple H prevails, slamsport.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  73. ^ (EN) Full WrestleMania 21 Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  74. ^ (EN) Backlash 2005: Full Event Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  75. ^ (EN) Vengeance 2005: Full Event Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  76. ^ (EN) WWE Monday Night Raw Results su onlineworldofwrestling.com, 17 ottobre 2005. URL consultato l'11 agosto 2015.
    «Come da pronostico, Kane ha vinto la Battle Royal».
  77. ^ (EN) Who was voted to challenge for the WWE Championship at the 2005 "Taboo Tuesday" Pay Per View? su funtrivia.com, 7 marzo 2007. URL consultato il 3 settembre 2015.
  78. ^ (EN) World Tag Team Championships - Big Show & Kane, WWE.com. URL consultato l'8 agosto 2015.
  79. ^ (EN) Team SmackDown def. Team RAW (Classic Survivor Series Match), WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  80. ^ (EN) Armageddon 2005: Results, WWE.com. URL consultato l'8 agosto 2015.
  81. ^ (EN) WWE Champion John Cena def. Kurt Angle, Shawn Michaels, Kane, Chris Masters and Carlito to retain (Elimination Chamber Match), WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  82. ^ (EN) Full WrestleMania 22 results, WWE.com. URL consultato il 15 aprile 2015.
  83. ^ (EN) The Champ bows down to the "King of Kings", WWE.com. URL consultato l'8 agosto 2015.
  84. ^ (EN) Kane vs. Big Show (No Contest), WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  85. ^ (EN) WWE Smackdown results may 19 2006, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  86. ^ (EN) "Impostor Kane" def. Kane, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  87. ^ (EN) J.R.'s Superstar of the Week - Edge, WWE.com. URL consultato l'8 agosto 2015.
  88. ^ (EN) I risultati di RAW del 7 agosto, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  89. ^ (EN) Johnny Nitro to face Kane for Intercontinental Championship, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  90. ^ (EN) Winning the war, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  91. ^ (EN) Raw: Brands mix at Family Reunion, slamsport.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  92. ^ (EN) Divide and conquer?, WWE.com, 15 dicembre 2006. URL consultato l'8 agosto 2015.
  93. ^ (EN) Kane def. MVP (Inferno Match), WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  94. ^ (EN) Undertaker wins the Royal Rumble Match su wwe.com. URL consultato il 4 agosto 2015.
  95. ^ (EN) Kane def. King Booker, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  96. ^ (EN) Money in ye Bank, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  97. ^ (EN) Full WrestleMania 23 results, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  98. ^ (EN) Kane contro Regal e Taylor a Milano, WWE.com. URL consultato il 21 ottobre 2008.
  99. ^ (EN) Mark Henry costs Undertaker the World Heavyweight Championship, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  100. ^ (EN) Mark Henry def. Kane (Lumberjack Match), WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  101. ^ (EN) Edge Rated-iRate over championship match with Kane, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  102. ^ (EN) Khali's greatest victory, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  103. ^ (EN) World Heavyweight Champion The Great Khali def. Batista and Kane (Triple Threat Match), WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  104. ^ (EN) Kane def. Finlay, WWE.com, 26 agosto 2007. URL consultato il 13 aprile 2015.
  105. ^ Risultati del 16 ottobre 2007 a ECW, WWE.com. URL consultato il 20 ottobre 2008.
  106. ^ (EN) Kane def. United States Champion MVP (Countout, MVP retains) su WWE.com.
  107. ^ (EN) Triple H and Jeff Hardy win Traditional Survivor Series Elimination Match, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  108. ^ (EN) Big Daddy V & Mark Henry def. ECW Champion CM Punk & Kane, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  109. ^ (EN) Kane def. ECW Champion Chavo Guerrero (New Champion), WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  110. ^ (EN) ECW Champion Kane def. Chavo Guerrero, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  111. ^ (EN) WWE Tag Team Champions The Miz & John Morrison def. ECW Champion Kane & CM Punk, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  112. ^ (EN) A Draft disaster, WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  113. ^ (EN) Mark Henry def. Big Show and Kane (New ECW Champion), WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  114. ^ a b (EN) Four on the Floor, WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  115. ^ a b (EN) World Heavyweight Champion CM Punk vs. Batista (Double-disqualification), WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  116. ^ (EN) Re-booking history: Kane vs Mysterio in 2008 su ewrestlingnews.com, 19 maggio 2012. URL consultato il 3 settembre 2015.
    «Kane rivelò di aver malmenato Rey Mysterio fino a fargli perdere conoscenza e a strappargli di dosso la maschera.».
  117. ^ Chris Jericho wins World Heavyweight Championship Scramble, WWE.com. URL consultato l'8 agosto 2015.
  118. ^ (EN) Snakes and ladders, WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  119. ^ (EN) Three the hard way, WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  120. ^ a b (EN) WWE No Mercy 2008 Pay-Per-View Results, wrestlenewz.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  121. ^ a b WWE Cyber Sunday 2008 Report, tuttowrestling.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  122. ^ (EN) Team HBK def. Team JBL Traditional (Survivor Series Elimination Match), WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  123. ^ (EN) Royal Rumble Results su wwe.com, 25 gennaio 2009. URL consultato l'8 agosto 2015.
  124. ^ (EN) Edge wins World Heavyweight Title Elimination Chamber Match, WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  125. ^ (EN) CM Punk wins Money in the Bank Ladder Match, WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  126. ^ (EN) WWE Backlash Results su Wrestlezone.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  127. ^ (EN) Dolph Ziggler vs The Great Khali su WWE.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  128. ^ (EN) WWe SummerSlam Results su Wrestlezone.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  129. ^ (EN) WWE Breaking Point Results su Wrestlezone.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  130. ^ (RU) WWE Friday Night SmackDown - Kane vs R-Truth su Vbox7.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  131. ^ (EN) WWE Superstars - Matt Hardy vs Kane su WWE.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  132. ^ (EN) WWE Bragging Rights 2009 Results su WWE.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  133. ^ (EN) Kane saves The Undertaker from Big Show and Chris Jericho su Tune.pk. URL consultato il 31 luglio 2015.
  134. ^ (EN) SmackDown - Kane vs Mike Knox su WWE.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  135. ^ (EN) WWE Elimination Chamber Results su Wrestlezone.com, 21 febbraio 2010. URL consultato il 31 luglio 2015.
  136. ^ (EN) Wrestlemania 26 Matches su WWE.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  137. ^ (EN) WWE SmackDown Results su Wrestleview.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  138. ^ (EN) Undertaker in a vegetative state - Sarcastic list of suspects su Bleacherreport.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  139. ^ (EN) WWE Money in the Bank 2010 Results su WWE.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  140. ^ (EN) WWE SmackDown Results su Wrestleview.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  141. ^ (EN) WWE SummerSlam Results su WWE.com, 16 agosto 2010. URL consultato il 31 luglio 2015.
  142. ^ (EN) WWE Night of Champions Results su Wrestlezone.com, 19 settembre 2010. URL consultato il 31 luglio 2015.
  143. ^ (EN) WWE Hell in a Cell Results su Wrestlezone.com, 3 ottobre 2010. URL consultato il 31 luglio 2015.
  144. ^ (EN) WWE Bragging Rights Results su Wrestlezone.com, 24 ottobre 2010. URL consultato il 31 luglio 2015.
  145. ^ (EN) WWE Survivor Series Results su Wrestlezone.com, 21 novembre 2010. URL consultato il 31 luglio 2015.
  146. ^ (EN) SmackDown - Edge torments an abducted Paul Bearer su WWE.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  147. ^ (EN) WWE TLC Results su WWE.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  148. ^ (EN) WWE SmackDown Results su Wrestleview.com, 8 gennaio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  149. ^ (EN) WWE Superstars Results su Sirjorgewwe.blogspot.it, 28 gennaio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  150. ^ (EN) WWE Royal Rumble Results su Wrestlezone.com, 30 gennaio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  151. ^ (EN) WWE SmackDown Results su Wrestleview.com, 4 febbraio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  152. ^ (EN) WWE SmackDown Results su Cultofwhatever.com, 18 febbraio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  153. ^ (EN) WWE Elimination Chamber 2011 Results su Wrestlezone.com, 20 febbraio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  154. ^ WWE Smackdown Results 3/4/11, Lordsofpain.net. URL consultato il 31 luglio 2015.
  155. ^ (EN) WWE SmackDown results su Lordsofpain.net, 11 marzo 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  156. ^ (EN) WWE SmackDown Results su Lordsofpain.net, 18 marzo 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  157. ^ (EN) Wrestlemania 27 Results su WWE.com, 3 aprile 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  158. ^ .(EN) WWE SmackDown Results su Lordsofpain.net, 22 aprile 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  159. ^ (EN) Extreme Rules Results su WWE.com, 1º maggio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  160. ^ (EN) WWE Raw Results su Wrestleview.com, 2 maggio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  161. ^ (EN) WWE Raw Results su Wrestleview.com, 17 maggio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  162. ^ WWE Overt the Limit su WWE.com. URL consultato il 31 luglio 2015.
  163. ^ (EN) WWE Raw Results su Wrestleview.com, 23 maggio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  164. ^ (EN) SmackDown - Kane vs The Great Khali su WWE.com, 27 maggio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  165. ^ (EN) Money in the Bank Results su WWE.com, 17 luglio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  166. ^ (EN) WWE SmackDown Results su Lordsofpain.net, 15 luglio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  167. ^ (EN) WWE SmackDown Results su Wrestleview.com, 22 luglio 2011. URL consultato il 31 luglio 2015.
  168. ^ Kelchner, Kaleb, WWE Monday Night Raw Results su bleacherreport.com, bleacherreport.com, 21 novembre 2011. URL consultato il 4 agosto 2015.
  169. ^ (EN) Raw: The WWE Universe awaits the resurrection of Kane (0:50) su wwe.com, 28 novembre. URL consultato il 6 agosto 2015.
  170. ^ (EN) Ryan Murphy, WWE Raw SuperShow results: Kane resurrected su wwe.com, 12 dicembre 2011. URL consultato il 6 agosto 2015.
  171. ^ Aitken, Robert, WWE Slammy Awards 2011 Results, Winners and Analysis, bleacherreport.com, 12 dicembre 2011. URL consultato il 4 agosto 2015.
  172. ^ (EN) WWE Royal Rumble 2012 results su 24wrestling.com, 29 gennaio 2012. URL consultato il 31 luglio 2015.
  173. ^ (EN) WWE Elimination Chamber 2012 Results su wwe.com, 19 febbraio 2012. URL consultato il 31 luglio 2015.
  174. ^ (EN) WWE SmackDown Results su wrestleview.com, 16 marzo 2012. URL consultato il 31 luglio 2015.
  175. ^ (EN) Wrestlemania 28 - Kane def. Randy Orton su wwe.com, 1º aprile 2012. URL consultato il 31 luglio 2015.
  176. ^ (EN) Extreme Rules 2012 Results su wwe.com, 29 aprile 2012. URL consultato il 31 luglio 2015.
  177. ^ (EN) Kane def. Zack Ryder su wwe.com, 20 marzo 2012. URL consultato il 1º agosto 2015.
  178. ^ (EN) WWE Raw Results su wrestleview.com, 21 maggio 2012. URL consultato il 1º agosto 2015.
  179. ^ (EN) WWE SmackDown Results su wrestleview.com, 1º giugno 2012. URL consultato il 1º agosto 2015.
  180. ^ (EN) No Way Out Results su wwe.com, 17 giugno 2012. URL consultato il 1º agosto 2015.
  181. ^ (EN) SummerSlam Results su wwe.com, 19 agosto. URL consultato il 1º agosto 2015.
  182. ^ (EN) Night of Champions Results su wwe.com, 16 settembre 2012. URL consultato il 1º agosto 2015.
  183. ^ (EN) Hell in a Cell Results su wwe.com, 28 ottobre 2012. URL consultato il 1º agosto 2015.
  184. ^ (EN) TLC Results su wwe.com, 16 dicembre 2012. URL consultato il 1º agosto 2015.
  185. ^ (EN) Royal Rumble Results su wwe.com, 27 gennaio 2013. URL consultato il 1º agosto 2015.
  186. ^ (EN) WrestleMania 29 Results su wwe.com, 7 aprile 2013. URL consultato il 1º agosto 2015.
  187. ^ (EN) Extreme Rules Results su wwe.com, 19 maggio 2013. URL consultato il 1º agosto 2015.
  188. ^ (EN) WWE SmackDown Results su wrestleview.com, 14 giugno 2013. URL consultato il 1º agosto 2015.
  189. ^ (EN) Payback Results su wwe.com, 16 giugno 2013. URL consultato il 1º agosto 2015.
  190. ^ (EN) Monday Night Raw Results su prowrestling.wikia.com, 8 luglio 2013. URL consultato il 1º agosto 2015.
  191. ^ (EN) SummerSlam Results su wwe.com, 18 agosto 2013. URL consultato il 1º agosto 2015.
  192. ^ (EN) Hell in a Cell Results su wwe.com, 27 ottobre 2013. URL consultato il 1º agosto 2015.
  193. ^ (EN) Raw Results su wwe.com, 28 ottobre 2013. URL consultato il 1º agosto 2015.
  194. ^ (EN) Royal Rumble Results su wwe.com, 26 gennaio 2014. URL consultato il 1º agosto 2015.
  195. ^ (EN) Elimination Chamber Results su wwe.com, 23 febbraio 2014. URL consultato il 1º agosto 2015.
  196. ^ (EN) The Shield def. Kane & The New Age Outlaws su wwe.com, 6 aprile 2014. URL consultato l'8 agosto 2015.
  197. ^ (EN) Extreme Rules Results su wwe.com, 4 maggio 2014. URL consultato il 1º agosto 2015.
  198. ^ Alex Giannini, John Cena def. Randy Orton, Bray Wyatt, Roman Reigns, Cesaro, U.S. Champion Sheamus, Kane and Alberto Del Rio to become the new WWE World Heavyweight Champion, WWE, 10 giugno 2014.
  199. ^ Murphy, Ryan, John Cena won the WWE World Heavyweight Championship Fatal 4-Way Match, WWE. URL consultato il 20 luglio 2014.
  200. ^ (EN) WWE Raw Results, Winners, Grades and Highlights su bleacherreport.com, 4 agosto 2014. URL consultato il 1º agosto 2015.
  201. ^ (EN) Survivor Series Results su wwe.com, 23 novembre 2014. URL consultato il 1º agosto 2015.
  202. ^ (EN) TLC Results su wwe.com, 14 dicembre 2014. URL consultato il 1º agosto 2015.
  203. ^ (EN) The Authority reinstated to power by John Cena latest details and reaction su bleacherreport.com, 28 dicembre 2014. URL consultato il 1º agosto 2015.
  204. ^ (EN) Royal Rumble Results su wwe.com, 25 gennaio 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  205. ^ (EN) Fastlane Results su wwe.com, 22 febbraio 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  206. ^ (EN) WrestleMania 31 Results su wwe.com, 29 marzo 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  207. ^ (EN) Tensions rise between Kane and Seth Rollins su wwe.com, 23 aprile 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  208. ^ (EN) Extreme Rules Results su wwe.com, 26 aprile 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  209. ^ (EN) Payback Results su wwe.com, 17 maggio 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  210. ^ (EN) Elimination Chamber Results su wwe.com, 31 maggio 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  211. ^ (EN) Money in the Bank Results su wwe.com, 14 giugno 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  212. ^ (EN) WWE Raw Results su wwe.com, 25 giugno 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  213. ^ (EN) Kane suffers broken ankle on Raw su wwe.com, 13 luglio 2015. URL consultato il 4 agosto 2015.
  214. ^ (EN) WWE Raw Live Results, Reaction and Analysis su bleacherreport.com, 13 luglio 2015. URL consultato il 1º agosto 2015.
  215. ^ a b (EN) Kane & Dolph Ziggler to star in '6:42' from WWE Studios and Lionsgate su wwe.com, 3 agosto 2015. URL consultato il 12 agosto 2015.
  216. ^ (EN) Crystal Jacobs: WWE Kane's wife su sports.rightpundits.com, 4 settembre 2010. URL consultato il 3 settembre 2015.
    «Ella aveva due figlie da una precedente relazione, ora entrambe adulte. Arista Metcalp vive in Tennesse con suo marito ed una figlia piccola, mentre Devan Laura Parker risiede in Colorado.».
  217. ^ Blog. URL consultato il 13 ottobre 2008.
  218. ^ (EN) WWE Monster Kane Talks Politics: Endorses Ron Paul for President su nationalledger.com, 26 dicembre 2007. URL consultato il 12 agosto 2011.
  219. ^ (EN) Profilo di Glenn Jacobs sul sito ufficiale del Mises Institute su mises.org. URL consultato il 12 agosto 2015.
  220. ^ Filmato audio WWE Wrestler Kane talks Libertarianism, and his Heroes su YouTube, 30 ottobre 2013. URL consultato il 12 agosto 2015.
  221. ^ (EN) Alex Harris, Jacobs Staying Out of Political Ring, Leaves Alexander to Other Challengers su tnreport.com, 28 agosyo 2013. URL consultato il 13 agosto 2015.
  222. ^ (EN) WWE star opens up insurance company in Tennessee, wrestleview.com, 16 marzo 2014. URL consultato il 15 aprile 2015.
  223. ^ (EN) The Jacobs Agency Insurance, jacobsagencytn.com, 2014. URL consultato il 15 aprile 2015.
  224. ^ a b c Profilo di Kane su cagematch.net, Cagematch. URL consultato l'8 agosto 2015.
  225. ^ Smoky Mountain Wrestling, SMW: Unabomb introduced by Eddie Gilbert; Unabomb & "Hot Stuff" Eddie Gilbert Vs. The Rock 'n' Roll Express.
  226. ^ Profilo di Jim Cornette su onlineworldofwrestling.com, Online World of Wrestling. URL consultato l'8 agosto 2015.
  227. ^ Profilo di Kane su WWF.com, WWF. URL consultato l'8 agosto 2015.
  228. ^ a b Bio, WWE. URL consultato il 20 maggio 2008 (archiviato dall'url originale il 27 giugno 2008).
  229. ^ Triple H answers questions about who the new 'corporate' Kane is, WWE, 6 novembre 2013. URL consultato il 5 luglio 2014.
  230. ^ a b Anthony Benigno, Raw results: Monsters and demons reign as Kane attacks Bryan and The Wyatts swarm Cena, WWE, 21 aprile 2014. URL consultato il 5 luglio 2014.
  231. ^ Ryan Murphy, WWE World Heavyweight Champion Daniel Bryan def. Kane (Extreme Rules Match), WWE. URL consultato il 4 maggio 2014.
  232. ^ Kane won SmackDown Money in the Bank Ladder Match, WWE, 18 luglio 2010. URL consultato l'8 agosto 2015.
  233. ^ World Champion Rey Mysterio def. Jack Swagger; Kane def. Rey Mysterio (New World Champion), WWE, 18 luglio 2010. URL consultato l'8 agosto 2015.
  234. ^ a b c d Profilo di Kane su cagematch.net, Cagematch. URL consultato l'8 agosto 2015.
  235. ^ (EN) WWE: The Music Vol 9 CD, WWE. URL consultato l'8 agosto 2015.
  236. ^ (EN) WWE: Veil of Fire (Kane) - Single. URL consultato il 12 agosto 2015.
  237. ^ (EN) Profilo di Abu Colossus su cagematch.net. URL consultato il 3 maggio 2015.
  238. ^ (EN) See No Evil (2006) su rottentomatoes.com, 2006. URL consultato il 1º agosto 2015.
  239. ^ Interpretò Titan nell'episodio Combat, stagione 6, episodio 17
  240. ^ (EN) Ashley and Kane fly high on "Smallville" su wwe.com, 15 febbraio 2007. URL consultato il 1º agosto 2015.
  241. ^ Cast completo del film MacGruber su mymovies.it. URL consultato il 31 agosto 2015.
  242. ^ (EN) WWE WrestleMania Mystery Trailer su behindthevoiceactors.com, 17 dicembre 2013. URL consultato il 31 agosto 2015.
    «Tra le superstar della WWE che prestano le loro voci al film sono inclusi Triple H, Kane, The Miz, Brodus Clay, Santino Marella e AJ Lee».
  243. ^ Il collezionista di occhi 2 - Cast completo su mymovies.it. URL consultato il 31 agosto 2015.
  244. ^ Non è un'autobiografia, ma un libro sulla gimmick di Kane

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN29055765 · LCCN: (ENnb2006016107 · ISNI: (EN0000 0001 1469 9615