Darío Benedetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Darío Benedetto
InddelVal-Boca (11).jpg
Benedetto con la maglia del Boca Juniors nel 2016.
Nome Darío Ismael Benedetto
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 175 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Boca Juniors
Carriera
Squadre di club1
2008-2009 Arsenal Sarandí 13 (1)
2009-2011 Defensa y Justicia 23 (2)
2011-2012 Gimnasia Jujuy 19 (11)
2012-2013 Arsenal Sarandí 37 (8)
2013-2014 Club Tijuana 43 (21)
2014-2016 América 49 (17)
2016- Boca Juniors 31 (27)
Nazionale
2017- Argentina Argentina 3 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 ottobre 2017

Darío Ismael Benedetto (Berazategui, 17 maggio 1990) è un calciatore argentino con cittadinanza messicana, attaccante del Boca Juniors e della nazionale argentina.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Berazategui, nei pressi di Buenos Aires. È soprannominato El Pipa[1], o El Zàppalà[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera con la maglia dell'Arsenal de Sarandì, ma viene subito mandato in prestito per fargli fare esperienza in squadre più piccole come il Difensa y Justicia e il Gimnasia Jujuy, dove dimostra il suo talento, perciò viene richiamato dall'Arsenal de Sarandì dove gli viene data la maglia da titolare. Nell'estate del 2013, dopo le reti e le buone prestazioni messe in luce, viene acquistato per 1,5 milioni di dollari dai messicani del Club Tijuana[3] dove esordisce con una tripletta nel 3-3 contro l'Atlas[4].

Il 12 dicembre 2014 viene rivenduto per 8 milioni di dollari ai campioni in carica del massimo campionato messicano, ossia il Club America[5]. Il 29 aprile del 2015, in occasione della finale di ritorno della CONCACAF Champions Legue giocata al Saputo Stadium, realizza una tripletta decisiva contro i canadesi del Montréal Impact (2-4) che consentirà al Club America di alzare la sua 6° Champions e diventando così, assieme al suo compagno di squadra Oribe Peralta, il miglior marcatore della competizione con 7 reti.[6] Andrà ancora a segno l'anno successivo nella finale sempre di CONCACAF Champions League contro il Tigres UANL, realizzando la rete dell'1-0.

Il 6 giugno 2016 ritorna in patria al Boca Juniors per 5,5 milioni di dollari, dopo aver chiesto proprio egli stesso la cessione. Il 25 settembre realizza una tripletta in 18 minuti, dal 7′ al 25′ del primo tempo, contro il Quilmes (4-1)[7][8]. Erano sei anni che nessuno segnava una tripletta alla Bombonera: l’ultimo a riuscirci fu Martin Palermo, idolo assoluto degli xeneizes, contro il Colòn.[9]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto 2017 viene convocato per la prima volta nella nazionale argentina dal CT. Jorge Sampaoli. Il 5 settembre seguente fa il suo debutto in maglia albiceleste entrando al 63°esimo, al posto di Paulo Dybala, nella partita valida per la qualificazione ai Mondiali Russia 2018 giocata contro il Venezuela[10].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 18 maggio 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008-2009 Argentina Arsenal Sarandi PD 12 1 - - - - - - - - - 12 1
set.2009 PD 1 0 - - - - - - - - - 12 1
Totale Arsenal Sarandí 31 4 - - 1 0 1 1 33 5
2009-2010 Argentina Defensa y Justicia PBN 13 1 - - - - - - - - - 13 1
ago.-dic. 2010 PBN 10 1 10 1
Totale Defensa y Justicia 23 1 - - - - - - 23 1
feb.-giu. 2011 Argentina Gimnasia de Jujuy PBN 20 11 - - - - - - - - - 20 11
Totale carriera 207 10 - - - - - - 293 19

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
5-9-2017 Buenos Aires Argentina Argentina 1 – 1 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 63’ 63’
5-10-2017 Buenos Aires Argentina Argentina 0 – 0 Perù Perù Qual. Mondiali 2018 -
10-10-2017 Quito Ecuador Ecuador 1 – 3 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 76’ 76’
Totale Presenze 3 Reti 0

Palmares[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Arsenal de Sarandí: Clausura 2012
Arsenal de Sarandì: 2012
Arsenal de Sarandì: 2013

Competizioni Internazionali[modifica | modifica wikitesto]

América: 2014-2015, 2015-2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [http://www.iogiocopulito.it/dario-el-pipa-benedetto-storia-del-tifoso-diventato-capocannoniere/
  2. ^ (IT) Dario "El Pipa" Benedetto: il tifoso diventato capocannoniere - Io Gioco Pulito, in Io Gioco Pulito, 24 giugno 2017. URL consultato l'11 settembre 2017.
  3. ^ Dario Benedetto si è trasferito da Arsenal De Sarandi a Tijuana per una somma non rivelata, su www.soccerfame.it. URL consultato il 28 settembre 2016.
  4. ^ Dario Benedetto se estreno con Hat trick en Mexico, taringa.net. URL consultato il 28 settembre 2016.
  5. ^ Sports World News, Club America Transfer News: Dario Benedetto Signs 4-Year, $8 Million Contract for Clausura Tournament, sportsworldnews.com, 12 dicembre 2014. URL consultato il 28 settembre 2016.
  6. ^ CONCACAF Champions League: Dario Benedetto si scatena e regala il trionfo al Club America!, calcioesteronews.it. URL consultato il 28 settembre 2016.
  7. ^ 10 Gol Tv, Golazo de Benedetto - Boca - Quilmes - Campeonato Argentino Primera División 2016 - 25/09/2016, 25 settembre 2016. URL consultato il 28 settembre 2016.
  8. ^ Stanislao Lauricina, Il Boca Juniors scopre Dario Benedetto, il nuovo Pipa: 3 gol e un assist al debutto, su TodaySport.it, 26 settembre 2016. URL consultato il 28 settembre 2016.
  9. ^ Benedetto, 18 minuti incredibili: il Boca ha un nuovo idolo?, tropicodelcalcio.gazzetta.it. URL consultato il 28 settembre 2016.
  10. ^ {{cita web|url=http://www.spazioj.it/2017/08/28/convocati-argentina-higuain/

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]