Impact de Montréal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Impact de Montréal
Calcio Football pictogram.svg
MontrealImpactlogo.png
Le onze montréalais
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Azzurro Bianco e Nero.png Azzurro, bianco e nero
Dati societari
Città Montréal, Quebec Québec
Nazione Canada Canada
Confederazione CONCACAF
Federazione Flag of Canada.svg CSA
Campionato Major League Soccer
Fondazione 1992
Presidente Canada Joey Saputo
Allenatore Canada Mauro Biello
Stadio Stade Saputo
(20 801 posti)
Sito web www.impactmontreal.com
Palmarès
Titoli nazionali 1 APSL
2 A-League/USL First Division
Trofei nazionali 3 Canadian Championship
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

L'Impact de Montréal (più nota in Italia col nome in inglese Montréal Impact) è un club calcistico canadese con sede a Montréal che milita nella Major League Soccer.

Fondato nel dicembre del 1992 dalla ricca famiglia Saputo, l'Impact ha esordito nelle stagioni 1993 e 1994 in American Professional Soccer League (APSL) che in quelle stagioni poteva essere considerato il massimo livello calcistico di USA e Canada. Dal 1995 al 2009 ha poi continuato a militare nei campionati nordamericani di secondo livello,[1] nelle sue varie denominazioni: A-League dal 1995 al 2004, USL First Division dal 2005 al 2009, USSF Division 2 Pro League nel 2010, NASL nel 2011. Fa eccezione solo la stagione 1999 in cui la squadra non ha preso parte ad alcun campionato.

Dalla stagione 2012 è stata ammessa alla MLS.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi del calcio a Montréal[modifica | modifica wikitesto]

Il primo club di calcio professionistico nella città canadese fu il Montréal Olympique, squadra affiliata alla NASL nel 1971 e sparita dopo solo tre stagioni. L'esperienza dell'Olympique si chiuse senza nemmeno una qualificazione ai play-off e con basse affluenze allo stadio. Nel 1981 venne trasferita a Montréal la franchigia dei Philadelphia Fury, dando vita ai Montréal Manic. Stavolta il club catalizzò le attenzioni del pubblico locale ma anche i Manic durarono per sole tre stagioni nella lega professionistica nordamericana. Dopo il fallimento della NASL, con la nascita della Canadian Soccer League nel 1987 sorse in città il Montréal Supra, discioltosi nel 1992 contestualmente al campionato canadese.

La fondazione dell'Impact de Montréal e le prime stagioni[modifica | modifica wikitesto]

Logo usato dall'Impact dal 2000 al 2011

Il club dell'Impact de Montréal venne fondato nel dicembre del 1992 dalla facoltosa famiglia italo-canadese dei Saputo, per evitare che la città più popolosa del Québec e una della più importanti del Canada rimanesse senza calcio professionistico. La nuova franchigia venne subito ammessa alla APSL, la lega più importante che raccoglieva club statunitensi. L'Impact concluse la sua prima stagione con l'ultimo posto nella stagione regolare. Già nella stagione 1994 i canadesi riuscirono però a raggiungere i play-off e vincere il campionato, battendo in finale per 1-0, il 15 ottobre, i Colorado Foxes. Nell'anno seguente, il primo in cui l'APSL rinominò il proprio campionato A-League, la continua crescita del livello della squadra fu testimoniata dal primo posto al termine della stagione regolare, conclusasi però poi con una eliminazione in semifinale dei play-off.

L'A-League e le difficoltà finanziarie[modifica | modifica wikitesto]

La nascita nel 1996 della MLS ridusse la A-League a un campionato di secondo livello. L'Impact de Montréal giunse primo al termine della stagione regolare per altre due stagioni di fila: sia nel 1996 che nel 1997 dopo il passaggio del campionato sotto l'egida della USISL e il suo allargamento. In entrambi i casi la squadra fu però eliminata nel corso dei play-off. Nel 1999 la squadra non venne iscritta al campionato per dei contrasti fra i proprietari e la lega, il club disputò quindi soltanto la stagione di attività indoor. Nel frattempo la famiglia Saputo aveva ceduto nel 1998 la proprietà del club, che da quel momento andò incontro a una serie di cambi di assetti societari ed a difficoltà finanziarie. Nel 2001 la lega fu addirittura costretta a mettere la società sotto amministrazione controllata per evitarne il fallimento, fino al rientro, nello stesso anno, della famiglia Saputo alla guida della franchigia.[2]

La rinascita[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 l'Impact de Montréal vinse la sua prima Voyageurs Cup, non una vera e propria competizione ma un trofeo che veniva assegnato alla migliore squadra canadese nei campionati americani. Il club del Québec dovette aspettare solo altre due stagioni per vincere il suo secondo campionato: battendo in finale per 2-0 i Seattle Sounders il 18 settembre conquistarono l'edizione 2004 della A-League. Nelle due stagioni seguenti, nel ribattezzato campionato di USL First Division, l'Impact si qualificò al primo posto al termine della stagione regolare, ma in entrambe le occasioni la squadra interruppe il proprio cammino alle semifinali.

Il 2008 costituisce una stagione di svolta per i canadesi per un duplice motivo: da un lato viene inaugurato lo Stade Saputo, il nuovo impianto di gioco costruito dai proprietari del club, dall'altro ottiene la vittoria nella prima edizione della nuova coppa nazionale, il Canadian Championship, diventando anche il primo club canadese a qualificarsi alla CONCACAF Champions League. Nella stagione seguente l'Impact conquista il suo terzo titolo, battendo il Vancouver Whitecaps nella prima finale tutta canadese della USL First Division. Inoltre gli azzurro-bianco-neri ben figurano anche in ambito continentale, arrivando fino ai quarti di finale della Champions League.

L'approdo in MLS[modifica | modifica wikitesto]

Foto di squadra dell'Impact nel 2013

Le stagioni 2010 e 2011 sono interlocutorie per il club canadese: i Saputo fanno parte del gruppo di proprietari di squadre che decidono di secedere dalla USL per creare un nuovo campionato di secondo livello: la NASL. L'Impact ad ogni modo disputa una sola stagione nel nuovo torneo, visto che, come era stato annunciato il 7 maggio 2010, a partire dalla stagione 2012 diventa il diciannovesimo club della Major League Soccer.[3]

L'esordio nella nuova lega avviene il 10 marzo 2012, perdendo in trasferta per 2-0 il derby canadese contro il Vancouver Whitecaps. A una settimana di distanza avviene l'esordio casalingo, un pareggio 1-1 contro il Chicago Fire allo Stadio Olimpico di Montréal, utilizzato nel corso dei lavori di ampliamento dello Stade Saputo. Il primo campionato in MLS si caratterizza per molti alti e bassi che tengono la squadra fuori dai play-off al termine della stagione regolare. Dall'esordio nel massimo campionato statunitense la squadra si è via via arricchita di diversi giocatori stranieri, fra i quali diversi italiani provenienti dalla Serie A come Bernardo Corradi, Marco Di Vaio, Matteo Ferrari e Alessandro Nesta. D'altronde gli stessi proprietari del club sono di origine italiana.[4]

Nella stagione 2013 il club riesce a qualificarsi per la prima volta ai play-off per il titolo, anche se viene subito eliminato dalla Houston Dynamo. A questo risultato bisogna aggiungere la vittoria del Canadian Championship 2013, che ha permesso all'Impact de Montréal di qualificarsi alla CONCACAF Champions League 2013-2014. L'esperienza nel massimo torneo continentale si interrompe però già al primo turno, dove viene eliminato solo per la differenza reti in un girone molto equilibrato, conclusosi con tutte le squadre a pari merito. Nella stagione successiva i pessimi risultati in campionato relegano la squadra all'ultimo posto in campionato, ma gli azzurro-bianco-neri si rifanno nelle altre competizioni: vincono nuovamente il Canadian Championship e nella successiva Champions League terminano al primo posto del girone, conquistando la qualificazione ai quarti di finale.

La prima parte della stagione 2015 vede quindi la squadra di Montréal affrontare la fase ad eliminazione diretta della massima competizione continentale. L'Impact riesce a superare sia i quarti che le semifinali, diventando la prima squadra canadese, e la seconda della MLS, a raggiungere la finale del torneo dopo la sua riforma.[5] I quebecchesi vengono però sconfitti dai messicani del Club America nella finale di ritorno, giocata in casa davanti a più di 60 000 propri sostenitori.[6] Nonostante un inizio di campionato incerto, l'Impact si qualifica ai play-off per la seconda volta in quattro stagioni, realizzando il miglior piazzamento in classifica e il record di punti dall'ammissione alla MLS. Nei play-off l'Impact elimina al primo turno i rivali di Toronto con un netto 3-0, divenendo così la prima squadra canadese a vincere un incontro di play-off e la prima a superare un turno.[7] Ai quarti di finale la squadra del Québec viene eliminata soltanto ai supplementari dai Columbus Crew. I supplementari saranno fatali anche nella stagione successiva: gli azzurro-bianco-neri si qualificano ai play-off e arrivano a sorpresa fino alla semifinale, dove vengono eliminati dal Toronto FC.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Impact de Montréal
  • 1993: 7º in APSL
  • 1994: 3º in APSL. Campione dopo play-off
  • 1995: 1º in A-League. Semifinali play-off
  • 1996: 1º in A-League. Semifinali play-off
  • 1997: 1° in Northeast division di A-League e 1° complessivo. Quarti di finale play-off
  • 1998: 2° in Northeast division di A-League e 9° complessivo. Quarti di finale play-off
  • 1999: Non partecipa ad alcun torneo
  • 2000: 4° in Northeast division di A-League e 18° complessivo
  • 2001: 4° in Northern conference di A-League e 14° complessivo
  • 2002: 2° in Northeast division di A-League e 5° complessivo. Quarti di finale play-off
    Vince la Voyageurs Cup
  • 2003: 1° in Northeast division di A-League e 2° complessivo. Quarti di finale play-off
    Vince la Voyageurs Cup
  • 2004: 1° in Eastern conference di A-League e 2° complessivo. Campione dopo play-off
    Vince la Voyageurs Cup
  • 2005: 1° in USL Firt Division. Semifinali play-off
    Vince la Voyageurs Cup
  • 2006: 1° in USL Firt Division. Semifinali play-off
    Vince la Voyageurs Cup
  • 2007: 3° in USL Firt Division. Quarti di finale play-off
    Vince la Voyageurs Cup
  • 2008: 3° in USL Firt Division. Semifinali play-off
    Campione del Canadian Championship

Viene ammesso alla MLS


Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

I colori del club sono il nero l'azzurro e il bianco, gli ultimi due sono anche i colori tradizionali della bandiera della provincia del Québec. Nelle stagioni 2010 e 2011 l'Impact ha adottato una terza maglia dai colori rosa e nero.[8]

Lo stemma dell'Impact de Montréal ha la forma di uno scudo argentato e al suo interno sono presenti diversi elementi: il fleur de lys è un simbolo tradizionale della monarchia francese e rappresenta l'identità francofona del Québec. Le quattro stelle alla destra del giglio rappresentano invece i quattro popoli che hanno contribuito alla fondazione di Montréal: francesi, inglesi, scozzesi e irlandesi. La parte inferiore dello scudo è occupata da strisce nere e azzurre, come la prima maglia del club alla sua fondazione nel 1993. Le due parti sono separate da una fascia contenente il nome del club. Infine in alto è presente il motto della società: Tous pour gagner, ovvero “Tutti [insieme] per vincere”.[9] Nel 2016 l'emittente Foxsports ha giudicato quello dell'Impact il più bello fra i ventidue loghi dei club della MLS.[10]

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Stade Saputo.
Lo Stade Saputo nel 2012, dopo l'ampliamento a séguito dell'approdo dell'Impact in MLS.

L'Impact gioca le partite in casa allo Stade Saputo, inaugurato nel maggio 2008 e situato all'interno del parco olimpico della città. Come suggerisce il nome, lo stadio è stato costruito principalmente a spese della famiglia Saputo, proprietaria della squadra. Alla sua costruzione l'impianto aveva una capienza di 13 034 spettatori. Con l'ammissione del club alla MLS si decise per l'ampliamento dello stadio; i lavori, finanziati in parte con fondi pubblici ed in parte dai Saputo, sono terminati nel 2012 e hanno portato ad un ampliamento a 20 801 posti.[11] Alcune partite, quelle durante condizioni atmosferiche particolarmente difficili o quelle che richiedono una capienza maggiore, l'Impact de Montréal le gioca allo Stadio Olimpico di Montréal, che nella sua configurazione per il calcio ospita fino a 61 000 persone. Il club ha giocato allo Stadio Olimpico anche durante la ristrutturazione dello Stade Saputo. Prima del 2008, la squadra giocava al campo di calcio annesso al Complexe sportif Claude-Robillard.

Centro di allenamento[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Caserne Létourneux.

L'Impact de Montréal ha un proprio centro d'allenamento, la Caserne Létourneux, dotato di due campi in erba naturale e due in erba sintetica, situato a poca distanza dallo stadio. La struttura prende il nome dalla vecchia destinazione dell'edificio, una ex caserma dei vigili del fuoco.[12] Mentre i campi sono a disposizione della prima squadra e del settore giovanile dalla metà della stagione 2015, l'edificio ha avuto bisogno di ulteriori lavori di ristrutturazione, parzialmente finanziati dalla città di Montréal,[13] ed è stato inaugurato il 22 giugno del 2016.[14]

Precedentemente la squadra svolgeva i propri allenamenti presso il Complexe sportif Marie-Victorin, situato nella parte nord della città. Tale centro è dotato di un campo di calcio coperto e cinque scoperti, due palestre, una piscina da 25 metri e diverse sale polivalenti. Il campo di calcio coperto è dotato anche di una tribuna da 970 posti.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

  • Presidente: Joey Saputo
  • Vicepresidente esecutivo, sviluppo strategico e comunicazione: Richard Legendre
  • Vicepresidente sviluppo tecnico: Nick De Santis
  • Vicepresidente finanziario: André Côté
  • Vicepresidente marketing: Hugues Léger
  • Vicepresidente attività calcistiche: Pari Arshagouni
  • Direttore tecnico: Adam Braz
  • Direttore tecnico dell'Académie: Philippe Eullafroy [15]

[modifica | modifica wikitesto]

Fornitore tecnico
Sponsor maglia
  • 1993-1998 Saputo
  • 2000-2007 Hydro-Québec
  • 2008-2011 Saputo
  • 2012-in corso BMO

Settore giovanile[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Football Club Montréal.

Nel 2010 l'Impact de Montréal ha fondato la propria Académie, ovvero il corrispettivo di un settore giovanile. Al suo interno vi sono varie squadre in base alle fasce d'età.[16] Tutte le squadre giovanili si allenano nelle stesse strutture della prima squadra, lo Stade Saputo e la Caserne Létourneux.[17]

L'Under-16 e l'Under-18 giocano nei rispettivi campionati di categoria organizzati dall'USSDA, l'United States Soccer Development Academy.[18] Oltre la prima squadra ed il settore giovanile, il club canadese possiede una seconda squadra affiliata, denominata FC Montréal, che dal 2015 gioca nella USL Pro, il terzo campionato professionistico nordamericano.[19] L'FC Montréal nasce dalla fusione della squadra riserve, iscritta al campionato riserve della MLS dal 2012 al 2014, con la compagine Under-23 dell'Académie,[20] quest'ultima ha partecipato nel 2014 alla USL Premier Development League,[21] mentre dal 2010 al 2012, quando era ancora una squadra Under-21, giocava nella Canadian Soccer League.

Dal 2006 al 2009 la funzione di squadra riserve era svolta dall'Attak, club della città di Trois-Rivières che disputava la Canadian Soccer League.

Squadra indoor[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1997 al 2000 l'Impact schierò anche una squadra di calcio indoor. I canadesi parteciparono a tre edizioni della NPSL II, i cui campionati si svolgevano durante la stagione invernale, nella pausa fra una stagione outdoor e l'altra. Il campo casalingo era il Centre Molson, solitamente casa della squadra di hockey su ghiaccio dei Canadiens. Visti gli scarsi successi in campo e ai botteghini, la squadra venne ritirata al termine della stagione 1999-2000.

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Ad eccezione che negli anni fra il 1998 e il 2000, la proprietà e la presidenza della squadra sono sempre stati in mano alla famiglia Saputo,[22] una facoltosa famiglia di imprenditori del settore caseario di origine siciliana, proveniente dal paese di Montelepre in provincia di Palermo.[4] La carica di presidente è occupata da Joey Saputo.

Sono dodici gli allenatori ad aver occupato la panchina dell'Impact de Montréal dal 1993, anno della fondazione.[23]

Allenatori dell'Impact de Montréal

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

1994
2004 (A-League); 2009 (USL First Division)
2002; 2003; 2004; 2005; 2006; 2007
2008; 2013; 2014

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Primo al termine della stagione regolare: 1995; 1996; 1997 (A-League); 2005; 2006 (USL First Division)
Finale: 2014-2015

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni ai campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Livello Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione



MLS 5 2012 2016



APSL 2 1993 1994
A-League 9 1995 2004
USL First Division 5 2005 2009
USSF Division 2 Pro League 1 2010
NASL 1 2011

Nella stagione 1999 la società è rimasta inattiva. Negli Stati Uniti non esiste un sistema di promozioni e retrocessioni fra le leghe, quindi la distinzione in livelli delle leghe va intesa in base all'importanza commerciale del campionato e alla ratifica da parte della federazione.

Partecipazioni alle coppe nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione
Canadian Championship 9 2008 2016

Partecipazioni alle competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione
CONCACAF Champions League 3 2008-2009 2014-2015

Record di squadra[modifica | modifica wikitesto]

  • Record di spettatori: 61.004 (29 aprile 2015, finale della CONCACAF Champions League contro il Club America)
  • Record di spettatori in campionato: 61.004 (22 novembre 2016, semifinali play-off contro il Toronto FC)
  • Maggior numero di reti: 58 (in 28 partite nel 1997)
  • Minor numero di reti subite: 15 (in 28 partite nel 2004, 2005 e 2006)
  • Vittoria in casa più ampia: 6-0 (contro il Worcester nel 1997 e contro il Toronto FC nel Canadian Championship 2013)
  • Vittoria in trasferta più ampia: 0-6 (contro il Toronto Lynx nel 1998)
  • Peggior sconfitta in casa: 1-6 (contro il Toronto FC nel Canadian Championship 2009)
  • Peggior sconfitta in trasferta: 6-0 (contro il Rochester Rhinos nel 1998)

Record individuali[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate a tutta la stagione 2016. In grassetto i giocatori ancora all'Impact.

Maggior numero di gol
Nome Campionato Coppe naz. Coppe int. Totale
Canada Mauro Biello 77 0 0 77
Cuba Eduardo Sebrango 56 0 2 58
Italia Marco Di Vaio 34 2 4 40
Giamaica Lloyd Barker 39 0 0 39
Argentina Ignacio Piatti 35 0 2 37
Canada Ali Gerba 25 1 0 26
Costa d'Avorio Didier Drogba 22 1 0 23
Panama Roberto Brown 16 2 4 22
Canada Patrice Bernier 20 1 0 21
Canada Nick De Santis 21 0 0 21
Stati Uniti Tony Donatelli 16 1 3 20

Il recordman di presenze con la maglia dell'Impact è Mauro Biello, con 389 partite giocate,[24] di cui 344 in campionato. Biello è anche il giocatore ad aver segnato più gol in carriera con la squadra di Montréal, mentre il giocatore ad aver segnato più gol in una sola stagione è Marco Di Vaio con 22 centri nella stagione 2013.[25]

Tifoseria e rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Gli UM02 durante una partita del 2012

La principale rivalità dell'Impact è quella del derby contro il Toronto FC, la competizione in questo caso non è solo sportiva ma riguarda più generalmente le due più grandi città del paese, una espressione della parte anglofona del Canada, l'altra della parte francofona.[26] Altra rivalità molto sentita, specialmente negli anni precedenti all'ingresso in MLS, è quella contro il Rochester Rhinos.[27]

Coerentemente con l'identità francofona del Québec, i gruppi di tifoseria organizzata cantano tutti i propri cori in francese.[26] I gruppi sono tre e sono riuniti nell'Association des Supporters de l'Impact de Montréal, un'associazione creata nel 2012 che ha lo scopo di facilitare la comunicazione fra la tifoseria e il club.[28] Il gruppo più antico è l'UM02, sigla di Ultras Montréal 2002, ovvero l'anno di nascita del gruppo stesso, il gruppo si colloca nella tribuna sud nella sezione 132 dello Stade Saputo. Sempre nella tribuna sud, ma nella sezione 127 da cui prende il nome, si colloca il 127 Montréal. La tribuna nord ospita invece nella sezione 114 il gruppo più recente, il 1642MTL, il cui nome deriva dall'anno di fondazione della città. A quest'ultimo gruppo si deve l'introduzione allo stadio dell'Étoile du Nord, una grande campana di oltre 700 kg che viene fatta risuonare a ogni gol della squadra di casa. Il rituale trova origine in uno dei soprannomi della città del Québec, chiamata anche "la città dei cento campanili".[29]

Affluenza spettatori[modifica | modifica wikitesto]

In generale l'interesse attorno al calcio nella città canadese è progressivamente cresciuto, come si può evincere anche dall'aumento dell'affluenza media allo stadio. Questo incremento si è verificato sia nelle partite di campionato[30][31] che in tutte le altre competizioni.[32]

Stagione Stagione regolare Stagione regolare più Play-off Tutte le competizioni
Totale spettatori Partite disputate Media spettatori Totale spettatori Partite disputate Media spettatori Totale spettatori Partite disputate Media spettatori
1993 53.878 12 4.490
1994 32.148 10 3.215 42.278 12 3.523
1995 60.900 12 5.075 67.162 14 4.797
1996 63.288 13 4.868 70.296 15 4.686
1997 70.924 14 5.066 88.420 17 5.201
1998 60.117 15 4.008 74.150 17 4.362
2000 35.069 15 2.338
2001 27.340 13 2.103
2002 72.486 14 5.178 85.723 16 5.358
2003 101.307 14 7.236 109.752 15 7.317
2004 129.901 14 9.279 162.369 17 9.551
2005 156.458 14 11.176 166.582 15 11.105
2006 161.762 14 11.554 173.544 15 11.570
2007 154.497 14 11.036 164.714 15 10.981
2008 190.440 15 12.696 213.576 17 12.563 277.526 23 12.066
2009 185.494 15 12.033 214.645 18 11.925 293.260 21 13.965
2010 185.952 15 12.397 201.416 17 11.848 223.112 19 11.743
2011 161.102 14 11.507 169.514 15 11.301
2012 387.124 17 22.772 400.529 18 22.252
2013 350.259 17 20.603 406.024 21 19.334
2014 296.159 17 17.421 345.452 21 16.450
2015 301.742 17 17.750 337.466 19 17.761 495.162 24 20.632
2016 351.366 17 20.669 427.397 19 22.495 446.361 20 22.318

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata al 26 luglio 2016.[33]

N. Ruolo Giocatore
1 Stati Uniti P Evan Bush
2 Camerun D Ambroise Oyongo
3 Stati Uniti D Amadou Dia
5 Francia C Wandrille Lefèvre
6 Francia C Hassoun Camara
7 Ghana A Dominic Oduro
8 Canada C Patrice Bernier
10 Argentina A Ignacio Piatti
11 Costa d'Avorio A Didier Drogba
14 Stati Uniti C Harry Shipp
15 Argentina C Andrés Fabricio Romero
16 Scozia C Calum Mallace
17 Canada C David Choinière
18 Canada C Kyle Bekker
N. Ruolo Giocatore
19 Belize A Michael Salazar
21 Italia A Matteo Mancosu
22 Stati Uniti P Eric Kronberg
23 Belgio D Laurent Ciman
24 Canada A Anthony Jackson-Hamel
25 Stati Uniti D Donny Toia
26 Stati Uniti D Kyle Fisher
27 Costa Rica A Johan Venegas
28 Canada C Jérémy Gagnon-Laparé
30 Argentina C Hernán Bernardello
32 Argentina A Lucas Ontivero
33 Italia C Marco Donadel
36 Argentina D Víctor Cabrera
40 Canada P Maxime Crépeau

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Negli Stati Uniti non esiste un sistema di promozioni e retrocessioni fra le leghe, quindi con secondo livello si intende una lega che abbia una importanza commerciale immediatamente inferiore alla MLS
  2. ^ (FR) Histoire de l'Impact de Montréal, impactmontreal.com. URL consultato il 12 agosto 2013.
  3. ^ (EN) Jonah Freedman, "Passionate" Montreal named as 19th MLS city, MLSSoccer.com, 7 maggio 2010. URL consultato il 12 agosto 2013.
  4. ^ a b Montelepre, viaggio attraverso le origini per la famiglia dell’imprenditore italo-canadese Lino Saputo, teleoccidente.it, 8 agosto 2011. URL consultato il 12 agosto 2013.
  5. ^ (FR) L’Impact prêt à réécrire l’histoire, impactmontreal.com, 27 aprile 2015. URL consultato il 30 aprile 2015.
  6. ^ (FR) Avant-match: L’Impact dispute le match décisif de la finale de la Ligue des Champions mercredi, impactmontreal.com, 28 aprile 2015. URL consultato il 30 aprile 2015.
  7. ^ (FR) L’Impact blanchit le Toronto FC 3-0 en match de barrage des séries, impactmontreal.com, 29 ottobre 2015. URL consultato il 16 novembre 2015.
  8. ^ (FR) Un nouveau maillot rose e noir pour l’Impact, 25stanley.com, 8 aprile 2010. URL consultato il 15 maggio 2014.
  9. ^ (FR) Nos couleurs, impactmontreal.com. URL consultato il 2 dicembre 2015.
  10. ^ (EN) Ranking the 22 MLS logos for 2017, foxsports.com, 21 settembre 2016. URL consultato il 22 settembre 2016.
  11. ^ (FR) Stade Saputo, impactmontreal.com. URL consultato il 17 agosto 2014.
  12. ^ (FR) Un nouveau centre d’entraînement dans l’ancien édifice de la Caserne Létourneux, impactmontreal.com, 4 settembre 2014. URL consultato il 4 settembre 2014.
  13. ^ (FR) La Ville de Montréal accorde 350.000$ en soutien aux travaux de restauration de la tour de l’ancienne caserne Letourneux, impactmontreal.com, 15 febbraio 2016. URL consultato il 24 aprile 2016.
  14. ^ (FR) L'Impact de Montréal inaugure le Centre Nutrilait, impactmontreal.com, 22 giugno 2016. URL consultato il 24 giugno 2016.
  15. ^ (FR) Administration, impactmontreal.com. URL consultato il 29 maggio 2016.
  16. ^ (FR) Présentation, academie.impactmontreal.com. URL consultato il 26 gennaio 2015.
  17. ^ (FR) infrastructures, academie.impactmontreal.com. URL consultato il 21 aprile 2016.
  18. ^ (FR) Championnats, academie.impactmontreal.com. URL consultato il 26 gennaio 2015.
  19. ^ (FR) Montréal en USL Pro, impactmontreal.com, 4 settembre 2014. URL consultato il 4 settembre 2014.
  20. ^ (FR) Philippe Eullaffroy nommé entraîneur-chef du FC Montréal, impactmontreal.com, 17 novembre 2014. URL consultato il 18 novembre 2014.
  21. ^ (FR) L’Impact de Montréal rejoint la PDL, impactmontreal.com, 3 dicembre 2013. URL consultato il 7 dicembre 2013.
  22. ^ (FR) Propriétaires, impactmontreal.com. URL consultato il 29 maggio 2016.
  23. ^ (FR) Ils ont coaché l'Impact, impactsoccer.com. URL consultato il 1 luglio 2014.
  24. ^ (FR) Mauro Biello - Entraîneur-adjoint, impactmontreal.com. URL consultato il 26 ottobre 2014.
  25. ^ (FR) Buteurs, impactsoccer.com. URL consultato il 12 luglio 2014.
  26. ^ a b (FR) Montréal vs Toronto représente bien plus qu'un match de soccer: l'histoire, la culture, la politique et la fierté en jeu, impactmontreal.com, 14 marzo 2013. URL consultato il 17 novembre 2013.
  27. ^ (FR) Impact-Rhinos: Une rivalité sans cesse renouvelée, impactmontreal.com, 22 giugno 2006. URL consultato il 29 maggio 2016.
  28. ^ (FR) Groupes de supporters, impactmontreal.com. URL consultato il 20 agosto 2016.
  29. ^ Montreal Impact, campana dopo i gol: l’idea parte in Italia, mlssocceritalia.com, 14 agosto 2016. URL consultato il 20 agosto 2016.
  30. ^ (EN) Attendance Project: Div. II, kenn.com. URL consultato il 1 novembre 2016.
  31. ^ (EN) Attendance Project: MLS, kenn.com. URL consultato il 1 novembre 2016.
  32. ^ (FR) Statistiques, impactsoccer.com. URL consultato il 1 novembre 2016.
  33. ^ (FR) Joueurs, impactmontreal.com. URL consultato il 26 luglio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]