Ricardo Centurión

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ricardo Centurión
Ricardo Centurión (2016).jpg
Ricardo Centurión all'aeroporto di San Paolo-Guarulhos-Governatore André Franco Montoro (2016).
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 174[1] cm
Peso 65[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Vélez Sarsfield
Carriera
Giovanili
2008-2011Racing Club
Squadre di club1
2011-2013Racing Club31 (4)
2013-2014Genoa12 (0)
2014-2015Racing Club17 (3)
2015-2016San Paolo40 (2)[2]
2016-2017Boca Juniors22 (8)
2017-2018Genoa3 (0)
2018-2019Racing Club29 (10)
2019-2020Atlético San Luis10 (0)
2020-Vélez Sarsfield20 (2)
Nazionale
2012-2013Argentina Argentina U-205 (2)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 aprile 2020

Adrián Ricardo Centurión (Avellaneda, 19 gennaio 1993) è un calciatore argentino, attaccante del Vélez Sarsfield, in prestito dal Racing Club.

In patria è soprannominato El Wachiturro perché amante della cumbia villera[3].

Il 29 marzo 2020 perde la compagna Melody Pasini, morta in un incidente stradale nella città di Lanús causatole da un infarto[4].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Paragonato al connazionale Ángel Di María[5], si tratta di un destro naturale, abile nel dribbling, che predilige essenzialmente agire sulla sinistra per poter in tal modo accentrarsi e tentare il tiro.[3] Può dunque disimpegnarsi sia come ala in un 4-3-3, sia come esterno in un centrocampo a quattro nel 4-4-2[3].

Le sue qualità sono altresì ravvisabili in un cambio di passo che gli consente di superare con facilità irrisoria il diretto avversario, risultando imprevedibile[6].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Debutta nella Prima Divisione Argentina il 17 giugno 2012 durante l'incontro di Apertura con l'Atlético de Rafaela[7]. Il 4 agosto, ancora una volta davanti all'Atlético de Rafaela, rimedia la sua prima ammonizione in carriera[8]. Il 12 agosto realizza la sua prima rete da calciatore professionista, nel corso della partita di campionato disputata contro l'Argentinos Juniors[9].

L'arrivo In Italia al Genoa (2013-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 settembre 2013 si trasferisce in Italia al Genoa [10] con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto.[11] Fa il suo esordio in Serie A il 20 ottobre seguente nella partita vinta in casa dal Genoa per 2-1 contro il Chievo partendo titolare. A fine stagione, dopo 12 presenze in Serie A, non viene riscattato dal Genoa e ritorna al Racing Club con cui firma un contratto da tre anni e mezzo[12].

Gli anni in Sudamerica (2014-2017)[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 dicembre 2014 segna il gol decisivo al quarto minuto della ripresa per la vittoria del titolo per il Racing.[13] Dopo 17 presenze e 3 gol in campionato, il 2 febbraio 2015 si trasferisce per 4,2 milioni di euro al San Paolo, grazie all'intervento di un ricco imprenditore del luogo, Vinícius Pinotti, che ha pagato l'intera operazione[14]; firma fino al 2018[15].

Ritorno al Genoa (2017-2018)[modifica | modifica wikitesto]

L'11 agosto 2017 torna al Genoa a titolo definitivo, firmando un contratto quadriennale.[16] Riesordisce con la maglia rossoblu in campionato il 26 agosto 2017, nella sconfitta interna del grifone per 2-4 contro la Juventus. Dopo essere stato messo ai margini della rosa da Juric[17], viene reintegrato da Ballardini[18], con cui colleziona la sua terza presenza, il 19 novembre nella vittoriosa trasferta di Crotone.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 viene convocato dal c.t. dell'Albiceleste Under-20, Marcelo Trobbiani, per partecipare al campionato sudamericano di categoria dell'anno corrente[19]. Debutta il 10 gennaio in occasione dell'incontro di apertura con il Cile, dove rimedia anche la sua prima ammonizione in Nazionale[20].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 25 giugno 2017

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2011-2012 Argentina Racing Avellaneda PD 2 0 CA 1 0 - - - - - - 3 0
2012-2013 PD 26 4 - - - CS 2 0 - - - 28 4
ago. 2013 PD 3 0 - - - CS 2 0 - - - 5 0
2013-2014 Italia Genoa A 12 0 - - - - - - - - - 12 0
2014 Argentina Racing Avellaneda PD 17 3 - - - - - - - - - 17 3
Totale Racing Avellaneda 48 7 1 0 4 0 - - 53 7
2015 Brasile San Paolo A1/SP+A 12+25 1+2 CB 3 1 CL 6 2 - - - 46 6
2016 A1/SP+A 10+15 0+0 - - - CL 9 2 - - - 34 2
Totale San Paolo 62 3 3 1 15 4 - - 80 8
2016-2017 Argentina Boca Juniors PD 22 8 CA 2 0 - - - - - - 24 8
2017-2018 Italia Genoa A 3 0 CI 2 0 - - - - - - 5 0
Totale Genoa 15 0 2 0 - - - - 17 0
Totale carriera 145 18 8 1 19 4 - - 171 23

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina Under-20
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-1-2013 Mendoza Argentina Under-20 Argentina 0 – 1 Cile Cile Under-20 Sudamericano 2013 - Ingresso al 46’ 46’+Ammonizione al 86’ 86’
12-1-2013 Mendoza Argentina Under-20 Argentina 1 - 2 Paraguay Paraguay Under-20 Sudamericano 2013 - Uscita al 66’ 66’+Ammonizione al 67’ 67’
14-1-2013 Mendoza Argentina Under-20 Argentina 2 - 2 Bolivia Bolivia Under-20 Sudamericano 2013 - Uscita al 69’ 69’
Totale Presenze 3 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Racing: 2014, 2018-2019
Boca Juniors: 2016-2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Ricardo Centurión, su ita.worldfootball.net, worldfootball.net. URL consultato il 5 settembre 2012.
  2. ^ 62 (3) se si comprendono anche le partite disputate nel Campionato Paulista.
  3. ^ a b c Francesco Claps, Adrian Centurion: 1993 - Argentina, su generazioneditalenti.com. URL consultato l'11 settembre 2012.
  4. ^ https://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/calcioestero/argentina-dramma-centurion-morta-a-25-anni-la-fidanzata-dellex-genoa_16720044-202002a.shtml
  5. ^ Redazione Calcionapoli24.it, La lista spesa per gennaio: viva l'idea 'O' Mito', Bigon stregato del nuovo 'Di Maria', su calcionapoli24.it. URL consultato il 5 settembre 2012.
  6. ^ Identikit di ... Vietto e Centuriòn del Racing de Avellaneda', su iamnaples.it. URL consultato il 14 ottobre 2012.
  7. ^ Atlético de Rafaela vs. Racing Club de Avellaneda 4 - 2, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato il 5 settembre 2012.
  8. ^ Racing Club de Avellaneda vs. Atlético de Rafaela 1 - 1, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato il 5 settembre 2012.
  9. ^ Argentinos Juniors vs. Racing Club de Avellaneda 0 - 2, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato il 5 settembre 2012.
  10. ^ Genoacfc.it, UFFICIALE: CENTURION AL GENOA, su genoacfc.it. URL consultato il 2 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2013).
  11. ^ Centurion il "depositato", su canalegenoa.it. URL consultato il 2 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2013).
  12. ^ UFFICIALE: Genoa, Ricardo Centurion torna al Racing Avellaneda
  13. ^ Il Racing Avellaneda del Principe Milito è campione d'Argentina, su today.it.
  14. ^ Incredibile a San Paolo: Centurion acquistato da un tifoso
  15. ^ São Paulo Futebol Clube - "Me seduziu o clube, que é muito grande"
  16. ^ Ufficiale il ritorno di Ricardo Centurion, su genoacfc.it. URL consultato l'11 agosto 2017 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2017).
  17. ^ Serie A, Genoa: caso Centurion, in Fox Sports, 3 novembre 2017. URL consultato il 19 novembre 2017.
  18. ^ Genoa, la missione di Ballardini: Centurion al centro del progetto | Goal.com. URL consultato il 19 novembre 2017.
  19. ^ Stefano Silvestri, Sudamericano Under 20: i convocati di Brasile, Argentina ed Ecuador, su calciosudamericano.it. URL consultato il 16 gennaio 2013.
  20. ^ Argentina U20 VS. Chile U20 0 - 1, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato il 16 gennaio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]