Carlos Lett

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carlos Lett
Carlos Lett.jpg
Nazionalità Argentina Argentina
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1911
Carriera
Squadre di club1
1905-1911Alumni10+ (12+)
Nazionale
1905-1911 Argentina Argentina 2 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Carlos Arturo Lett (18851956) è stato un calciatore argentino, di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Attaccante, giocò anche come ala sinistra.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Lett si unì alla rosa dell'Alumni nel 1905 insieme al portiere José Buruca Laforia.[2] Alla sua prima stagione nella squadra divenne il miglior marcatore del campionato, con 12 gol; l'Alumni vinse il torneo con tre punti di vantaggio sul Belgrano Athletic. Nel 1906 partecipò alla finale di campionato, segnando al 24º minuto. Lett rimase nei ranghi dell'Alumni fino al suo scioglimento avvenuto nel 1911, vincendo sei Copa Campeonato e svariati altri trofei.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Debuttò in Nazionale il 15 agosto 1905, nella gara di Copa Lipton contro l'Uruguay.[3] In tale occasione giocò come interno destro.[4] Esattamente cinque sei anni dopo ottenne la seconda presenza in Nazionale, nuovamente in occasione della Copa Lipton.[5]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Alumni: 1905, 1906, 1907, 1909, 1910, 1911
Alumni: 1907, 1908, 1909

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1905 (12 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Carlos Lett, playerhistory.com. URL consultato il 6 agosto 2011.
  2. ^ Escobar Bavio, p. 108.
  3. ^ (EN) Héctor Pelayes, Argentina national team archive, RSSSF. URL consultato il 6 agosto 2011.
  4. ^ (DEENESFR) Argentina - Uruguay 0:0, IFFHS. URL consultato il 6 agosto 2011.
  5. ^ (DEENESFR) Chile - Argentina 0:3, IFFHS. URL consultato il 6 agosto 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (ES) Ernesto Escobar Bavio, Alumni, cuna de campeones y escuela de hidalguía, Buenos Aires, Editorial Difusión, 1953.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]