Gustavo Reggi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gustavo Reggi
Reggi Llevant.jpg
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 186 cm
Peso 85 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex Attaccante)
Squadra Huracán (LH)
Ritirato 2014 - giocatore
Carriera
Giovanili
1993-1996 San Martín (M)
Squadre di club1
1996-1997 Ferro Carril Oeste 27 (15)
1997-1998 Independiente 29 (7)
1998-1999 Gimnasia La Plata 32 (10)
1999-2001 Reggina 23 (1)
2001 Crotone 14 (3)
2001-2002 Reggina 2 (0)
2002 Unión (SF) 13 (1)
2002-2003 Las Palmas 34 (11)
2003-2007 Levante 96 (20)
2007-2009 Castellón 26 (2)
2009 Quilmes 6 (1)
2009-2014 San Martín (M) 112 (40)
Carriera da allenatore
2017- Huracán (LH)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Gustavo Enrique Reggi (San Martín, 28 maggio 1973) è un allenatore di calcio ed ex calciatore argentino, di ruolo attaccante.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 è nato il suo primogenito Nicolás.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel vivaio del Ferro Carril Oeste, debutta nel campionato argentino nel 1996. Nel 1997 passa al Club Atlético Independiente, e nel 1998 al Gimnasia LP. Nel 1999 viene acquistato dalla Reggina che andrà a disputare il suo primo campionato della storia in Serie A. Reggi debutterà nella prima giornata in Juventus-Reggina (1-1), mentre nella seconda giornata (la prima davanti ai propri tifosi) segnerà la sua prima ed unica rete con la maglia amaranto in Reggina-Fiorentina (2-2).

Nel 2000 inizierà con la Reggina sempre in Serie A ma nel gennaio del 2001 viene ceduto in prestito al Crotone in Serie B.

Il 2001 vede la formazione dello stretto retrocessa in Serie B e Reggi inizierà l'annata con la società del presidente Pasquale Foti, ma dopo 3 presenze nel gennaio 2002 farà ritorno in Argentina al Santa Fe, per poi andare in Segunda División con il Las Palmas e nel 2003 al Levante.

Nel 2007 rescinde il suo contratto con la società valenciana[2], e va al Castellón. Nel 2009 si è trasferito dapprima al Quilmes e successivamente al San Martín, squadra argentina della Provincia di Mendoza, con cui ha giocato fino al 2014, per poi ritirarsi ed assumere il ruolo di coordinatore.[3]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 ottobre 2017 diviene il nuovo allenatore del Club Atlético Huracán Las Heras.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Levante: 2003-2004

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Apertura 1996 (11 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Reggi: "si può andare in serie A" [collegamento interrotto], in Il Crotonese, 23 marzo 2001. URL consultato il 24 novembre 2012.
  2. ^ Ufficiale: ex reggino Gustavo Reggi rescinde con il Levante, su Tuttomercatoweb.com, 12 - 08 - 2007. URL consultato il 30 agosto 2007 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2007).
  3. ^ (ES) Reggi, a la cabeza del resurgimiento de San Martín, Ovación, 4 aprile 2014. URL consultato il 30 dicembre 2015.
  4. ^ (ES) Gustavo Reggi es el nuevo entrenador de Huracán Las Heras, Losandes, 21 ottobre 2017. URL consultato il 21 ottobre 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo Perrone (a cura di), Il libro del calcio italiano 1999/2000, Roma, Il Corriere dello Sport, 1999, p. 109.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]