Casorate Primo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Casorate Primo
comune
Casorate Primo – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Pavia-Stemma.png Pavia
Amministrazione
SindacoEnrico Vai (Voi con Noi-Per Casorate (lista civica)) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate45°19′N 9°01′E / 45.316667°N 9.016667°E45.316667; 9.016667 (Casorate Primo)Coordinate: 45°19′N 9°01′E / 45.316667°N 9.016667°E45.316667; 9.016667 (Casorate Primo)
Altitudine103 m s.l.m.
Superficie9,74 km²
Abitanti8 795[1] (31-8-2019)
Densità902,98 ab./km²
FrazioniCascina dell'Acqua
Comuni confinantiBesate (MI), Bubbiano (MI), Calvignasco (MI), Motta Visconti (MI), Trovo (PV), Vernate (MI)
Altre informazioni
Cod. postale27022
Prefisso02
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT018034
Cod. catastaleB988
TargaPV
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanticasoratesi
PatronoSan Vittore
Giorno festivoultimo martedì di ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Casorate Primo
Casorate Primo
Casorate Primo – Mappa
Posizione del comune di Casorate Primo nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Casorate Primo (Casùraa in dialetto milanese[2], AFI: [kazuˈrɑː]) è un comune italiano di 8 795 abitanti della provincia di Pavia. Si trova nel Pavese settentrionale, non lontano dalla riva sinistra del Ticino, al confine con la Città metropolitana di Milano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La signoria di Casorate fu donata dall'imperatore Lotario I al vescovo di Pavia nell'849. Nel 1164 l'imperatore Federico I pose Casorate sotto il dominio della città di Pavia; da allora, nonostante la vicinanza a Milano (della cui diocesi fece sempre parte, come sede di una pieve ecclesiastica), fu sempre amministrativamente legata a Pavia, facendo parte della Campagna Soprana. La dipendenza feudale dal vescovo di Pavia durava ancora nel XVIII secolo: nel 1418 il vescovo Pietro Grassi concesse a Casorate gli Statuti comunali. Nel 1239 i confederati lombardi vi sconfissero l'imperatore Federico II. Il 12 novembre 1356 Lodrisio Visconti, al comando delle truppe milanesi, vi sconfisse gli imperiali guidati da Marcovaldo di Raudeck. Nel 1863 prese il nome di Casorate Primo.

Il 13 settembre 2008 il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito a Casorate Primo il titolo di Città.[3]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa prepositurale di San Vittore[modifica | modifica wikitesto]

È la chiesa principale di Casorate Primo. Anche se Casorate è in provincia di Pavia, la chiesa appartiene al decanato di Abbiategrasso dell'arcidiocesi di Milano. Con i titoli di parrocchia, prepositurale e anticamente collegiata sede di prevosto, era l'antica chiesa capopieve che comprendeva oltre alle altre 3 chiese di Casorate (Sant'Antonio, Santa Maria e dei Santi Gervasio e Protaso, questa non più esistente) anche l'oratorio di Merlate, le chiese di Vernate, Moncucco, Pasturago e le parrocchie di Calvignasco e Bubbiano. È stata anche sede di vicariato foraneo. Si dice che questa chiesa era la più antica della zona (esisteva nel V/VI secolo), ricostruita nelle forme attuali nella seconda metà del Settecento e finita nel 1790 dall'architetto Gallori. Grazie a questa ricostruzione, attualmente la chiesa ha una lunghezza di 50 metri (40 all'altare), è la chiesa più grande del circondario di Casorate (battendo anche in dimensioni la prepositurale di Rosate). Dietro la chiesa sorge il campanile, rialzato nel 1803 e nel 1822, è alto in tutto 45 metri. Possiede un concerto di 6 campane in Si2 (la maggiore ha un diametro di 151,6 centimetri). Il Si2 è del 1953, il Do#3 è del 1928, le restanti 4 sono del 1838. La campana maggiore (il Si2) è la seconda campana più grande del circondario di Casorate, solo il Sib2 di Rosate è di poco più grande (10 centimetri in più)

Chiesa di Santa Maria

Chiesa di Sant'Antonio

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Pur facendo parte della provincia pavese, i casoratesi parlano una variante del dialetto milanese (il casoratese). Questo dialetto ha poco in comune col dialetto pavese, che risente delle forti influenze dall'emiliano.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Le scuole di Casorate sono due (primaria e secondaria). All'inizio la scuola secondaria era nello stesso edificio della primaria, ma dal 1973 è stato costruito un edificio per la scuola secondaria. Ora li si trova la segreteria di tutti gli edifici scolastici del paese.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sindaco Durata mandato
Daniele Bardelli 1995 – 1999
Giovanni Orlandi 1999 – 2004
Gian Antonio Rho 2004 – 2014[5]
Antonio Longhi 2014 – 2019
Enrico Vai dal 27 maggio 2019

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2019.
  2. ^ Saggio sui dialetti gallo-italici
  3. ^ comune.casorateprimo.pv.it, http://www.comune.casorateprimo.pv.it/files/File/Manifesto_Casorate_Citt.pdf.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Doppio mandato

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN126971376 · GND (DE4476615-4 · WorldCat Identities (EN126971376
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia