Ferrera Erbognone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ferrera Erbognone
comune
Ferrera Erbognone – Stemma
Ferrera Erbognone – Veduta
Ferrera Erbognone – Veduta
Stazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Pavia-Stemma.svg Pavia
Amministrazione
SindacoGiovanni Fassina (lista civica) dal 26-5-2019
Territorio
Coordinate45°07′N 8°52′E / 45.116667°N 8.866667°E45.116667; 8.866667 (Ferrera Erbognone)
Altitudine89 m s.l.m.
Superficie19,17 km²
Abitanti1 063[1] (31-12-2021)
Densità55,45 ab./km²
FrazioniConfalonera
Comuni confinantiGalliavola, Lomello, Mezzana Bigli, Ottobiano, Pieve del Cairo, Sannazzaro de' Burgondi, Scaldasole, Valeggio
Altre informazioni
Cod. postale27032
Prefisso0382
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT018062
Cod. catastaleD552
TargaPV
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 619 GG[3]
Nome abitantiferrerini
Patronosan Giovanni Battista (24 giugno)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Ferrera Erbognone
Ferrera Erbognone
Ferrera Erbognone – Mappa
Ferrera Erbognone – Mappa
Posizione del comune di Ferrera Erbognone nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Ferrera Erbognone (Frèra in dialetto lomellino[4]) è un comune italiano di 1 063 abitanti della provincia di Pavia in Lombardia. Si trova nella Lomellina meridionale, sul torrente Erbognone, affluente dell'Agogna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Ferrera fu sempre legato al vicino Sannazzaro de' Burgondi, appartenendo probabilmente fin dal 1000 circa ai nobili Sannazzaro. Nel 1250 è citato nell'elenco delle terre appartenenti al dominio pavese; seguì poi le sorti del feudo di Sannazzaro, signoria dei Malaspina a partire dal 1466. Ferrera risultava unito al comune di Sannazzaro ancora all'inizio del XVII secolo, divenendo autonomo verso la metà del secolo. Nel 1806 a Ferrera fu unito il comune di Cascina Confalonera. Nel 1863 assunse la denominazione di Ferrera Erbognone.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Stemma

Lo stemma deriva dal blasone dalla famiglia feudale dei Malaspina di Alagna di cui questo Comune ha seguito le vicende storiche. È stato approvato con delibera del consiglio comunale n. 49 del 9 ottobre 1949[5] e concesso, assieme al gonfalone, con decreto del presidente della Repubblica del 2 marzo 1954.[6]

«Di rosso, al leone d'oro, tenente con le branche anteriori uno spino secco di nero, attraversato da una fascia d'azzurro in divisa. Ornamenti esteriori di Comune.»

Gonfalone

«Il gonfalone sarà dei colori rosso ed azzurro divisi per metà in senso verticale ed al centro saranno riprodotti lo scudo e le armi del comune con in alto il nome del Comune stesso.»

(Statuto comunale, art. 4[5])

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Le Cascine[modifica | modifica wikitesto]

La Cascina Confalonera è una grande cascina situata a nordovest di Ferrera; costituiva nel XVIII secolo un comune, con il nome di Cascina Confalonera con Cascina Ardizzi. Cascina Ardizzi (poi detta Casalino, e che costituisce la parte orientale della attuale Confalonera) era un luogo più antico, già nominato come comune nel XVII secolo e ancora all'inizio del successivo. Confalonera prevalse successivamente e oggi il nome indica entrambe le cascine. Entrambe seguirono le sorti di Ottobiano, e solo nel 1806 il comune, abolito, fu aggregato a Ferrera.

Antica ghiacciaia[modifica | modifica wikitesto]

L'Antica ghiacciaia è una delle ultime rimaste in questi luoghi rurali; aveva la funzione di contenere pezzi di ghiaccio, data la freschezza dell'ambiente, oltre a generi alimentari.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1884 e il 1933 la località era raggiungibile mediante un'apposita fermata posta lungo il tracciato della tranvia Mortara-Ottobiano-Pieve del Cairo. Attualmente è servita dalla stazione di Ferrera Lomellina, posta sulla ferrovia Pavia-Alessandria.

L'ENI ha installato nel suo Green Data Center il più grande supercalcolatore italiano, lo HPC4. Il territorio comunale ospita inoltre, insieme a quella di Sannazzaro, una delle più importanti raffinerie a livello europeo, anch'essa di proprietà del gruppo ENI. Fa parte della stessa l’impianto ENI EST (ENI Slurry Technology), tecnologia licenziata interamente da ENI e capace di trattare combustibili pesanti massimizzando la produzione di combustibili leggeri (gasolio, benzina); l'impianto è stato costituito interamente all'interno del comune di Ferrera Erbognone.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il sindaco di Ferrera Erbognone è Giovanni Fassina (lista civica Continuiamo insieme per Ferrera), in carica dal 26 maggio 2019.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città era il C.S.D. Ferrera Erbognone 1980. Vanta una partecipazione al campionato lombardo di Eccellenza nell'annata 2018-19, grazie alla promozione colta nella stagione precedente. Dopo aver terminato il torneo all'ultimo posto, retrocede in Promozione. Il 12 settembre 2019, a campionato già iniziato, comunica il proprio ritiro dal campionato. I colori sociali sono il rosso e l'azzurro.

Ciclismo[modifica | modifica wikitesto]

Gs Flores Ferrera Associazione Sportiva Dilettantistica è affiliata all'ASC. L'associazione è nata con l'intento di formare nuovi campioni di ciclismo e farli allenare nelle gare cui partecipa o che organizzano insieme all'ASC.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2021.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 2006, p. 318.
  5. ^ a b Comune di Ferrera Erbognone, Statuto (PDF), Art. 4 – Stemma e gonfalone.
  6. ^ Ferrera Erbognone, su Archivio Centrale dello Stato. URL consultato il 31 dicembre 2022.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia