Candia Lomellina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Candia Lomellina
comune
Candia Lomellina – Stemma
Candia Lomellina – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Pavia-Stemma.png Pavia
Amministrazione
Sindaco Stefano Tonetti (lista civica) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 45°11′N 8°36′E / 45.183333°N 8.6°E45.183333; 8.6 (Candia Lomellina)Coordinate: 45°11′N 8°36′E / 45.183333°N 8.6°E45.183333; 8.6 (Candia Lomellina)
Altitudine 102 m s.l.m.
Superficie 27,9 km²
Abitanti 1 688[1] (31-12-2010)
Densità 60,5 ab./km²
Frazioni Terrasa
Comuni confinanti Breme, Casale Monferrato (AL), Cozzo, Frassineto Po (AL), Langosco, Motta de' Conti (VC), Valle Lomellina
Altre informazioni
Cod. postale 27031
Prefisso 0384
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 018027
Cod. catastale B587
Targa PV
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti candiesi
Patrono Madonna del Rosario
Giorno festivo prima domenica e primo lunedi di ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Candia Lomellina
Candia Lomellina
Candia Lomellina – Mappa
Posizione del comune di Candia Lomellina nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Candia Lomellina (Chèndia in dialetto lomellino[2]) è un comune italiano di 1.673 abitanti[3] della provincia di Pavia in Lombardia. Si trova nella Lomellina occidentale, non lontano dalla riva destra del Sesia.

Monumenti da visitare[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa della Confraternita, con gli affreschi di Giuseppe Amisani
  • Chiesa di San Michele
  • cappella di sant Anna

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Candia entrò a far parte dei domini di Pavia nel 1164 (diploma di Federico I), ma apparteneva forse fin da allora ad una antica famiglia locale, i Confalonieri di Candia. Nel 1560 fu infeudato, insieme a Valeggio, a Giovanni Arcimboldi; nel 1603 il nipote Gianangelo diviene Conte di Candia. Nel 1675 gli Arcimboldi si estinguono e il feudo di Candia è acquistato (1676) da Pietro Gallarati Scotti, signore di Candia e già signori dei vicini Cozzo e Sant'Angelo Lomellina. Nel 1707 Candia, con tutta la Lomellina, passò sotto il dominio di Casa Savoia. Nel 1859 entrò a far parte della provincia di Pavia; nel 1928 a Candia Lomellina fu unito il soppresso comune di Terrasa.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]


Persone legate a Candia[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Candia Lomellina e la fermata di Terrasa, quest'ultima soppressa nel 2003, sono poste lungo la ferrovia Castagnole-Asti-Mortara, il cui traffico è sospeso dal 2012.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 130.
  3. ^ Dato Istat al 31/7/2010.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN246300966 · GND: (DE4732240-8
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia