Silvano Pietra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Silvano Pietra
comune
Silvano Pietra – Stemma
Silvano Pietra – Veduta
Silvano Pietra
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Pavia-Stemma.png Pavia
Amministrazione
SindacoAlessandro Panigazzi (lista civica) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate45°02′N 8°57′E / 45.033333°N 8.95°E45.033333; 8.95 (Silvano Pietra)Coordinate: 45°02′N 8°57′E / 45.033333°N 8.95°E45.033333; 8.95 (Silvano Pietra)
Altitudine83 m s.l.m.
Superficie13,67 km²
Abitanti693[1] (31-12-2010)
Densità50,69 ab./km²
Comuni confinantiCasei Gerola, Corana, Cornale e Bastida, Mezzana Bigli, Sannazzaro de' Burgondi, Voghera
Altre informazioni
Cod. postale27050
Prefisso0383
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT018149
Cod. catastaleI739
TargaPV
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantisilvanesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Silvano Pietra
Silvano Pietra
Silvano Pietra – Mappa
Posizione del comune di Silvano Pietra nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Silvano Pietra (Silvän in dialetto oltrepadano) è un comune italiano di 700 abitanti della provincia di Pavia in Lombardia. Si trova nella pianura dell'Oltrepò Pavese, a pochi chilometri dalla riva destra del Po, tra i torrenti Staffora e Curone.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio di Silvano Pietra faceva parte della Corte regia di Corana, che l'imperatrice Adelaide donò nel 969 al monastero di San Salvatore di Pavia. In quell'epoca non era ancora noto Silvano, bensì il castello dell'Armentaria, attuale cascina Armentera. Silvano è citato dal XII secolo, allorché passa con i centri vicini sotto il dominio pavese. L'alta signoria del monastero del Salvatore, che si mantiene nei vicini centri di Corana e Bastida de' Dossi, viene di fatto a cessare a Silvano, che cade sotto il dominio dei Beccaria nel XIV secolo; seguono brevi infeudazioni tra cui quella ai Bottigella di Pavia (1468), che sono anche grandi proprietari terrieri, per cui a lungo anche successivamente il paese fu detto Silvano Bottigella. Già nel 1483 tuttavia il feudo venne loro sottratto, e dopo una breve infeudazione ai Sanseverino passò nel 1528 a Brunorio Pietra, ministro ducale, ai cui discendenti rimarrà fino all'abolizione del feudalesimo (1797). Al nome di Silvano Bottigella si sostituirà quindi il nome attuale.

Castello dei Conti Pietra[modifica | modifica wikitesto]

Nella piazza centrale di Silvano Pietra si trova il castello (datato 1329) denominato “Castello con alta torre già dei Beccaria”. All’inizio del 1300 Silvano apparteneva feudalmente ai Beccaria, casata rappresentata da Manfredo, conquistatore di Mortara e Novara e capostipite del ramo di San Gaudenzio, Mortara e Silvano (cit. M. Merlo, I Beccaria di Pavia,pag.33). Probabilmente la costruzione del forte castello munito di tre torri alte 35, 27 e 25 metri fu iniziata dai Beccaria e terminata entro il primo quarto del XIV secolo ed utilizzato nei primi anni come prigione. Questa ipotesi è attestata da una scritta incisa sul muro originario trecentesco che recita "Prijonie". Del castello originario oggi sopravvive soltanto l’ala sud con ancora visibili sulla facciata tracce del vecchio ponte levatoio, monofore ed archi a sesto acuto ed a tutto sesto. Al suo interno sono conservati pregiati affreschi che vanno dal 1400 al 1600 e le cui paternità sono ancora al vaglio di esperti del settore.

Immagini[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN244347200
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia