Gambarana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gambarana
comune
Gambarana – Stemma
Gambarana – Veduta
Gambarana – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Pavia-Stemma.svg Pavia
Amministrazione
SindacoFranco Alberto Cattaneo (lista civica) dal 12-6-2017
Territorio
Coordinate45°02′N 8°46′E / 45.033333°N 8.766667°E45.033333; 8.766667 (Gambarana)
Altitudine83 m s.l.m.
Superficie11,78 km²
Abitanti199[1] (31-12-2021)
Densità16,89 ab./km²
FrazioniCambiò Nuovo, San Martino La Mandria
Comuni confinantiBassignana (AL), Frascarolo, Isola Sant'Antonio (AL), Mede, Pieve del Cairo, Suardi
Altre informazioni
Cod. postale27030
Prefisso0384
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT018067
Cod. catastaleD892
TargaPV
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 619 GG[3]
Nome abitantigambaranesi
Patronosan Rocco
Giorno festivo16 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Gambarana
Gambarana
Gambarana – Mappa
Gambarana – Mappa
Posizione del comune di Gambarana nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Gambarana (Gambaräna in dialetto lomellino) è un comune italiano di 199 abitanti della provincia di Pavia in Lombardia. Si trova nella Lomellina meridionale, nella pianura alluvionale presso la riva sinistra del Po.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia del territorio di Gambarana è stata sempre condizionata dalla vicinanza del Po; un tempo esso scorreva più a sud, lasciando spazio per un grosso centro storicamente assai importante, Sparvara; e anche l'attuale frazione Cambiò era un luogo notevole, come d'altra parte la stessa Gambarana. Infatti, tra i rami in cui si divisero i conti palatini di Lomello, signori della Lomellina occidentale fino al XII secolo, due tra i principali portavano appunto i nomi di Sparvara e Gambarana. Nel 1311 i conti palatini erano qui rappresentati da Federico, Giuliano e Riccardo di Sparvara, e da Alberto, Ruffino, Giannone e Opicino di Gambarana. Nel 1164 tutta la Lomellina fu assoggettata alla città di Pavia; il relativo diploma di Federico I nomina sia Sparvara sia Gambarana. Sotto Pavia continuò la signoria degli conti palatini di Sparvara e di Gambarana sui rispettivi feudi che, salvo brevi interruzioni, continuò fino al XVIII secolo (gli Sparvara si estinsero nel 1769, i Gambarana esistono tuttora). Già nel secolo precedente, se non prima, era però iniziata la decadenza di Sparvara, devastata dal Po; il suo nome non indicava che qualche sparsa cascina, e anche i Conti di Sparvara ormai avevano stabilito la loro sede a Cambiò, che era sede del comune ancora detto di Sparvara e Cambiò.

Anche la località di San Martino La Mandria fu un comune fino al XVIII secolo; apparteneva anch'esso al feudo di Gambarana; nel 1806 fu aggregato a Suardi e successivamente a Gambarana, come poi accadde a Cambiò.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma comunale è privo di decreto di concessione ufficiale e si può blasonare.

«D'argento, al leone di rosso, accompagnato in capo da un ramo di alloro e di quercia incrociati in punta. Ornamenti esteriori di Comune.»

Il leone è simbolo dei conti di Gambarana, uno dei rami in cui si divisero i conti Palatini che dominarono la Lomellina occidentale fino al XII secolo. I rami di alloro e di quercia intrecciati in capo allo scudo potrebbero essere ciò che rimane di un capo del littorio, ornamento obbligatorio degli stemmi comunali sotto il regime fascista.[4]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il castello[modifica | modifica wikitesto]

Al centro della cittadina si trova il Castello, una casaforte. L'edificio è in mattoni a pianta quadrata, dalla tipologia a blocco parallelepippedo, senza un cortile interno, ha struttura assai semplice, senza particolari motivi decorativi. Nella parete nord domina una semitorre a base circolare adibita ai servizi. Le mura, scarpate alla base, hanno ancora tracce di merlatura. Il castello ha due ingressi, uno ad est e l'altro posto all'opposto lato, ad ovest. È una proprietà privata, adibita ad abitazione: è uno dei monumenti meglio conservati del Paese di Gambarana.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2021.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Gambarana, su araldicacivica.it.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia