Montescano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Montescano
comune
Montescano – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Pavia-Stemma.png Pavia
Amministrazione
SindacoEnrica Brega (lista civica) dal 25-5-2014
Territorio
Coordinate45°02′N 9°18′E / 45.033333°N 9.3°E45.033333; 9.3 (Montescano)Coordinate: 45°02′N 9°18′E / 45.033333°N 9.3°E45.033333; 9.3 (Montescano)
Altitudine208 m s.l.m.
Superficie2,4 km²
Abitanti424[1] (31-12-2018)
Densità176,67 ab./km²
FrazioniPozzolo-Roncole
Comuni confinantiCanneto Pavese, Castana, Montù Beccaria
Altre informazioni
Cod. postale27040
Prefisso0385
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT018097
Cod. catastaleF638
TargaPV
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 628 GG[3]
Nome abitantimontescanesi
PatronoMadonna di Caravaggio
Giorno festivo24 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montescano
Montescano
Montescano – Mappa
Posizione del comune di Montescano nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Montescano (Munscän in dialetto oltrepadano) è un comune italiano di 424 abitanti della provincia di Pavia in Lombardia. Si trova nelle colline dell'Oltrepò Pavese, in valle Versa. Il capoluogo, Pozzolo, si trova nella vallata, mentre Montescano, il centro più antico, si trova sulla collina. Il luogo è noto per un importante centro medico di cura e riabilitazione[4].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1164 è citato nel diploma imperiale con cui gran parte dell'Oltrepò passa sotto il dominio pavese: pertanto doveva già essere un luogo di una certa importanza. In seguito il piccolo comune non lascia grande traccia nella storia; comunque appare sempre avere mantenuto la qualifica di comune. Fu compreso nel feudo di Broni, e seguì probabilmente le sorti di Castana, venendo separato da questo feudo e passando ai Borromeo nel XVI secolo e ai Pallavicino Trivuzio nel XVIII secolo.

Tra il 1929 e il 1948 il comune fu soppresso e aggregato a Castana.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del Comune di Montescano è stato concesso con decreto del presidente della Repubblica del 28 novembre 2003.[5]

«D'azzurro, alla fontana Missaga d'oro, munita di due cannelle laterali con acqua di azzurro, sgorgante e ricadente in due piccole conche sottostanti, scanalate, essa fontana fondata in punta, accompagnata all'altezza del punto d'onore da due grappoli d'uva di porpora, pampinosi di due di verde, uniti al tralcio al naturale posto in fascia, uno a destra l'altro a sinistra, e dalla lettera maiuscola M, posta in capo, d'argento. Ornamenti esteriori da Comune.»

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Comunità montane[modifica | modifica wikitesto]

Fa parte della fascia bassa della Comunità Montana Oltrepò Pavese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2018.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Fondazione Salvatore Maugeri: Ist. di Montescano: Presentazione dell'Istituto, su fsm.it. URL consultato il 4 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2016).
  5. ^ D.P.R. 28.11.2003 concessione di stemma e gonfalone, su presidenza.governo.it, Governo italiano, Ufficio Onorificenze e Araldica. URL consultato il 15 agosto 2021.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN129101334
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia