Badia Pavese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Badia Pavese
comune
Badia Pavese – Stemma
Badia Pavese – Bandiera
Badia Pavese – Veduta
Badia Pavese – Veduta
La chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Pavia-Stemma.svg Pavia
Amministrazione
SindacoGranata Ginetta (lista civica) dal 2016
Territorio
Coordinate45°07′N 9°28′E / 45.116667°N 9.466667°E45.116667; 9.466667 (Badia Pavese)
Altitudine55 m s.l.m.
Superficie5,06 km²
Abitanti395[1] (31-12-2021)
Densità78,06 ab./km²
FrazioniMagrese
Comuni confinantiChignolo Po, Monticelli Pavese, Pieve Porto Morone, Santa Cristina e Bissone
Altre informazioni
Cod. postale27010
Prefisso0382
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT018006
Cod. catastaleA538
TargaPV
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 664 GG[3]
Nome abitanticasellesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Badia Pavese
Badia Pavese
Badia Pavese – Mappa
Badia Pavese – Mappa
Posizione del comune di Badia Pavese nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Badia Pavese (Casél in dialetto pavese) è un comune italiano di 395 abitanti[1] della provincia di Pavia in Lombardia. Si trova nel Pavese meridionale, nella piana alluvionale a breve distanza dalla riva sinistra del Po.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Era detto Caselle Badia (Casule Abbatiae fin dal IX secolo), essendo sorto sulle terre dell'antica abbazia di Santa Cristina, il vicino monastero di fondazione Longobarda. Successivamente appartenne feudalmente ai Todeschini e per matrimonio da 1527 ai Cusani, nell'ambito del feudo di Chignolo Po, cui rimase fino al 1797. Faceva parte della Campagna Sottana di Pavia. Nel XVIII secolo gli fu aggregato il comune di Cassina del Mezzano, appartenente allo stesso feudo.[4]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma e il gonfalone sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 23 novembre 1998.

«Semipartito troncato: nel PRIMO, di azzurro, alle cinque spighe di grano, impugnate, d'oro, legate di rosso; nel SECONDO, di rosso, all'airone, al naturale, in profilo; nel TERZO, d’oro, alle due fasce diminuite, scorciate, a spina di pesce, di azzurro, la fascia superiore con cinque punte all'insù, quattro all'ingiù, la fascia inferiore, più corta, con tre punte all'insù e due all'ingiù. Ornamenti esteriori da Comune.»

Le spighe ricordano l'abbondante produzione agricola del territorio; l'airone è un uccello comune nella zona ed anche simbolo delle bonifiche effettuate nelle aree palustri; le due fasce ricordano il legame con il fiume Po sulla cui sponda sorse l'abitato in età altomedievale.

Il gonfalone è un drappo di azzurro.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2021.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Una storia precisa del borgo è stata pubblicata negli anni Novanta, si veda Davide Pozzi, La corte delle caselle : un itinerario storico : note storiche su Badia Pavese ed il suo territorio, Pavia, Poggi, 1993, SBN IT\ICCU\MIL\0193657. Il testo, coperto da copyright, è reperibile presso la biblioteca centrale dell'Università di Pavia e riporta diverse fotografie d'epoca.
  5. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia