Morgan Freeman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Morgan Freeman a Madrid per la presentazione di 10 cose di noi (2010)
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior attore non protagonista 2005

Morgan Freeman (Memphis, 1º giugno 1937) è un attore e regista statunitense, candidato al premio Oscar per cinque volte: come miglior attore in A spasso con Daisy, Le ali della libertà e Invictus - L'invincibile, e come miglior attore non protagonista in Street Smart - Per le strade di New York e Million Dollar Baby, e vincitore del prestigioso premio grazie a quest'ultimo nel 2005[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini e gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Memphis (Tennessee) il 1º giugno 1937[2] da Morgan Porterfield Freeman, un barbiere, e Mayme Edna, donna delle pulizie. Ha tre fratelli maggiori. La famiglia di Freeman traslocava frequentemente durante la sua infanzia; vissero infatti a Greenwood (Mississippi), Gary (Indiana) e infine a Chicago (Illinois).[2]

Freeman fece il debutto teatrale all'età di otto anni, interpretando il protagonista in uno spettacolo scolastico. All'età di dodici anni vinse una competizione statale di recitazione, e poté quindi recitare in uno spettacolo radiofonico a Nashville (Tennessee),[2] mentre frequentava il liceo. Nel 1955 decise di lasciare la recitazione, abbandonando la Jackson State University e scegliendo, invece, la carriera di meccanico nella U.S. Air Force, l'aviazione statunitense.[2]

Freeman si trasferì a Los Angeles nei primi anni sessanta, lavorando come impiegato della trascrizione al Los Angeles Community College. Durante questa esperienza viveva anche a New York City, dove lavorava come ballerino all'Esposizione Universale del 1964, e a San Francisco, dove era un membro del gruppo musicale Opera Ring.[2]

Freeman fece il suo debutto teatrale in una versione de The Royal Hunt of the Sun adattata dalla sua compagnia teatrale, ed apparve in una piccola parte nel film L'uomo del banco dei pegni, del 1964. Fece il suo debutto Off-Broadway nel 1967, recitando insieme a Viveca Lindfors in The Niggerlovers, prima di debuttare a Broadway nel 1968 nella versione di Hello, Dolly! interpretata interamente da attori di colore, che vedeva nel cast anche Pearl Bailey e Cab Calloway.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Morgan Freeman con la moglie Myrna Colley-Lee ai Premi Oscar 1990

Anche se il primo film in cui appare accreditato è Una fattoria a New York City, del 1971, Freeman divenne celebre inizialmente lavorando nello spettacolo per bambini del canale televisivo statunitense PBS The Electric Company e nella soap opera Destini.

A partire dalla metà degli anni ottanta è protagonista di varie pellicole di successo, che dimostreranno la versatilità e il talento di Freeman. Nel 1988 riceve la sua prima nomination al Premio Oscar, come miglior attore non protagonista per Street Smart - Per le strade di New York. Due anni dopo riceve la sua seconda nomination, stavolta come miglior attore, per A spasso con Daisy, venendo però battuto da Daniel Day-Lewis con Il mio piede sinistro.

Verso la metà degli anni novanta si cimenta in alcuni ruoli da co-protagonista, come nel thriller Seven di David Fincher, accanto a Brad Pitt e Kevin Spacey, il western Gli spietati dell'amico Clint Eastwood e Virus letale accanto a Dustin Hoffman. Nel 1995 riceve una candidatura al Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico e all'Oscar al miglior attore per la sua interpretazione in Le ali della libertà, tratto dall'omonimo romanzo di Stephen King.

Nel 2005, alla sua quarta candidatura, riesce a vincere l'Oscar al miglior attore non protagonista per il film Million Dollar Baby, diretto da Clint Eastwood. Nello stesso anno è la voce narrante del film La guerra dei mondi. Viene inoltre scelto dal regista Christopher Nolan per interpretare Lucius Fox nella trilogia di Batman iniziata con Batman Begins. Nel 2009 interpreta il ruolo di Nelson Mandela in Invictus - L'invincibile di Eastwood, grazie al quale nel 2010 è stato nuovamente candidato all'Oscar al miglior attore, in lizza insieme a George Clooney, Jeff Bridges, Colin Firth e Jeremy Renner, risultando però battuto da Jeff Bridges con Crazy Heart.

Nel giugno 2010 presenta la serie di documentari dedicata ai misteri dell'universo Morgan Freeman Science Show, attraverso la casa di produzione Revelations Entertainment, da lui fondata nel 1997 insieme a Lori McCreary.

Il 9 giugno 2011 ha ricevuto dall'American Film Institute l'AFI Life Achievement Award, prestigioso premio alla carriera già conferito, tra gli altri, ad artisti del calibro di Jack Nicholson, Al Pacino, Robert De Niro, Michael Douglas, Sean Connery e Meryl Streep.[3]

Nel 2012 torna a recitare nel ruolo di Lucius Fox nel film Il cavaliere oscuro - Il ritorno diretto da Christopher Nolan. Nello stesso anno è stato insignito del premio Cecil B. De Mille (Golden Globe alla carriera),[4][5] premio vinto in precedenza da Robert De Niro, Al Pacino, Anthony Hopkins, Martin Scorsese, Warren Beatty[6] e Robert Mitchum.[7]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Morgan Freeman vive a Charleston, nel Mississippi.

Nella notte del 3 agosto 2008 Freeman è rimasto coinvolto in un incidente stradale, forse provocato da un colpo di sonno, mentre era alla guida di una Nissan Maxima del 1997. L'incidente è occorso vicino a Ruleville, nel Mississippi, mentre Morgan si dirigeva verso la sua abitazione a Charleston. La macchina si è ribaltata più volte prima di fermare la sua corsa. Entrambi gli occupanti, Morgan e Demaris Meyer (la proprietaria dell'auto sulla quale viaggiavano), sono stati salvati dall'elisoccorso, e Freeman è stato ricoverato in ospedale per la frattura di un braccio, del gomito e di una spalla.[8]

Freeman è stato sposato due volte: con Jeanette Adair Bradshaw dal 1967 al 1979 e con Myrna Colley-Lee dal 1984 al 2010. Ha adottato la figlia della sua prima moglie e dalla seconda ha avuto un'altra bambina. Ha anche due figli maschi, nati da precedenti relazioni.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore esecutivo[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Premi e nomination[modifica | modifica wikitesto]

Oscar[modifica | modifica wikitesto]

Golden Globe[modifica | modifica wikitesto]

Altri[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Morgan Freeman è stato doppiato da:

  • Renato Mori in Johnny il bello, Glory - Uomini di gloria, Il falò delle vanità, Virus letale, Seven, Moll Flanders, Il collezionista, Nella morsa del ragno, Amistad, Pioggia infernale, Deep Impact, Under Suspicion, Betty Love, High Crimes - Crimini di stato, Al vertice della tensione, L'acchiappasogni, Una settimana da Dio, Levity, Robin Hood - Principe dei ladri (ridoppiaggio), Brivido biondo, Million Dollar Baby, Danny the Dog, Edison City, Il vento del perdono, Batman Begins, Slevin - Patto criminale, 10 cose di noi, Feast of Love, Non è mai troppo tardi, Il cavaliere oscuro, Invictus - L'invincibile, Morgan Freeman Science Show (st. 1)
  • Vittorio Di Prima in Robin Hood - Principe dei ladri, Reazione a catena, Drug War - L'ora della vendetta, The Contract, Un'impresa da Dio, Gone Baby Gone, Wanted - Scegli il tuo destino, Red, Attacco al potere - Olympus Has Fallen
  • Angelo Nicotra in La forza del singolo, Now You See Me - I maghi del crimine, Last Vegas, Transcendence, Lucy
  • Ugo Maria Morosi in A spasso con Daisy, Il cavaliere oscuro - Il ritorno, Oblivion
  • Michele Gammino in Una donna, una storia vera, Street Smart - Per le strade di New York, Morgan Freeman Science Show (st. 2+)
  • Franco Odoardi in Brubaker
  • Marcello Tusco in Attica
  • Raffaele Uzzi in Harry & Son
  • Alessandro Rossi in Fuori dal tunnel
  • Rino Bolognesi ne La contropartita
  • Paolo Poiret in Conta su di me
  • Goffredo Matassi ne Gli spietati
  • Carlo Sabatini in Le ali della libertà
  • Paolo Marchese in The Code
  • Diego Reggente in The Maiden Heist
  • Luciano De Ambrosis ne L'incredibile storia di Winter il delfino e L'incredibile storia di Winter il delfino 2

Da doppiatore è sostituito da:

  • Renato Mori ne La guerra dei mondi e Love Guru
  • Fiorello ne La marcia dei pinguini
  • Michele Gammino in A Raisin in the Sun - Un grappolo di sole
  • Luigi La Monica in Conan the Barbarian
  • Pietro Biondi in The Lego Movie

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Morgan Freeman - Awards, IMDb. URL consultato il 24 agosto 2012.
  2. ^ a b c d e Morgan Freeman in MYmovies, Mo-Net Srl.
  3. ^ (EN) AFI Life Achievement Award, afi.com. URL consultato il 24 agosto 2012.
  4. ^ (EN) Hollywood Foreign Press Association - Golden Globe Awards - Morgan Freeman, goldenglobes.org. URL consultato il 24 agosto 2012.
  5. ^ Golden Globes 2012: a Morgan Freeman il premio Cecil B. De Mille, movieplayer.it. URL consultato il 24 agosto 2012.
  6. ^ (EN) Hollywood Foreign Press Association - Past Cecil B. DeMille Award Winners - 2000 - present, goldenglobes.org. URL consultato il 24 agosto 2012.
  7. ^ (EN) Hollywood Foreign Press Association - Past Cecil B. DeMille Award Winners - The 1990s, goldenglobes.org. URL consultato il 24 agosto 2012.
  8. ^ Morgan Freeman coinvolto in grave incidente stradale, LASTAMPA.it. URL consultato il 24 agosto 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar al miglior attore non protagonista Successore
Tim Robbins
per Mystic River
2005
per Million Dollar Baby
George Clooney
per Syriana

Controllo di autorità VIAF: 85553980 LCCN: no89021635