Christopher Nolan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo scrittore irlandese, vedi Christopher Nolan (scrittore).
Christopher Nolan nel 2013.

Christopher Jonathan James Nolan (Londra, 30 luglio 1970) è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico britannico. Conosciuto principalmente per aver diretto il reboot della saga di Batman (iniziata con Batman Begins, proseguita con Il cavaliere oscuro e finita con Il cavaliere oscuro - Il ritorno), The Prestige, Inception, Nolan è anche noto per la proverbiale riservatezza riguardo la trama e ad altri particolari dei suoi film.[1] Tra le sue collaborazioni ricorrenti si annoverano quella con sua moglie, la produttrice Emma Thomas,[2] suo fratello, lo sceneggiatore Jonathan Nolan, e gli attori Christian Bale e Michael Caine che ha diretto per la prima volta sul set di Batman Begins.

Nella sua carriera ottiene tre candidature agli Oscar: per Memento alla migliore sceneggiatura originale e per Inception al miglior film e alla migliore sceneggiatura originale. Inoltre, insieme a sua moglie Emma Thomas, è co-fondatore della compagnia di produzione cinematografica Syncopy Films.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Christopher Nolan nasce a Londra[3] da padre inglese e madre americana.[4][5].[3] Ha trascorso la sua infanzia tra Londra e Chicago, infatti ha entrambe le cittadinanze.[6] Da bambino si era dimostrato molto portato per la fotografia[7] e per la realizzazione di piccoli cortometraggi.

Nolan ha due fratelli: il fratello minore Jonathan, con cui collabora durante la realizzazione di sceneggiature per i suoi film[8], e Matthew, arrestato nel 2009 con l'accusa di omicidio[9] (accusa poi annullata[10]).

Christopher Nolan e sua moglie Emma Thomas al Santa Barbara Independent SBIFF 2011.

Nel 1989 Nolan, alle prime armi, riesce a far proiettare il suo primo corto sul canale americano PBS. In seguito alla partecipazione al Cambridge Film Festival e alla realizzazione di Larceny e Doodlebug, Nolan conosce Emma Thomas, una produttrice cinematografica che diventerà successivamente sua moglie e con la quale avvierà anche un importante sodalizio artistico.[11] Insieme a quest'ultima, inoltre, Nolan fonda la compagnia di produzione cinematografica Syncopy Films.[12] Attualmente la coppia vive a Los Angeles con i loro tre figli.[13]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver incontrato Emma Thomas Nolan scrive e dirige il suo primo film: Following, un noir girato in bianco e nero a bassissimo costo[14] La prima pellicola diretta da Nolan vince vari premi in diversi festival cinematografici, conquistando anche una calorosa accoglienza da parte della critica.[14]

Un anno dopo, nel 2000, Nolan dirige Memento. La storia di questo film è tratta da un racconto breve scritto del fratello Jonathan. Come dichiarato dal regista, però, durante lo sviluppo del film, la trama è stata modificata leggermente rispetto alla versione cartacea.[15] La produzione di Memento cominciò nel 1997, ma ricevette il via solo successivamente con il consenso di Aaron Ryder, uno dei dirigenti della Newmarket Films, il quale rimase enormemente colpito dell'idea di Nolan. Alla sua uscita nelle sale, Memento riceve ottime critiche e un buon incasso al botteghino, mentre Nolan ottiene due nomination per la migliore sceneggiatura ai Golden Globe e all'Oscar e diversi premi.[16]

Nel 2002 Nolan dirige un nuovo film: il regista e produttore Steven Soderbergh, rimasto colpito da Memento, gli affida la regia di Insomnia, remake hollywoodiano di un thriller psicologico norvegese, che vede Al Pacino alle prese con un Robin Williams che per la prima volta è nel ruolo del cattivo; accanto ai due protagonisti recita anche Hilary Swank. Anche questo film viene accolto in maniera positiva dalla critica, tanto che dal film viene tratto un romanzo scritto da Robert Westbrook e pubblicato nello stesso anno.[17]

Il successo internazionale con Batman Begins[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 Nolan viene a sapere dal suo agente che la Warner Bros. vuole realizzare un nuovo capitolo della saga cinematografica di Batman, e si presenta dai produttori con una sua proposta su come rilanciare il franchise. La Warner crede nell'idea del regista e decide di affidargli il prestigioso incarico di dirigere il nuovo film dedicato al personaggio, dopo l'insuccesso disastroso di Batman & Robin del 1997.[18] Nolan precisò di voler inserire Batman in un contesto moderno e renderlo molto più realistico rispetto alle precedenti incarnazioni.[19][20] Nolan cominciò a scrivere la sceneggiatura della pellicola insieme all'autore David S. Goyer[21] perché pur essendo fan di lunga data del fumetto, sentiva il bisogno di essere affiancato da un vero esperto della materia per redigere il copione: i due insieme analizzarono diversi fumetti batmaniani, in particolare Batman: Anno uno di Miller. Riguardo alcune scelte creative, Nolan affermò di essersi ispirato al Superman di Richard Donner, soprattutto per la focalizzazione sulla crescita di Batman[22] e sulla scelta dell'attore che avrebbe interpretato il protagonista.[22] Nolan si ispirò anche al film Blade Runner per il design da dare alla città di Gotham City.[23]

Batman Begins uscì nelle sale cinematografiche il 15 giugno 2005 con la totale approvazione della critica[24] e del pubblico. Nolan venne applaudito per aver creato un film più tradizionale rispetto agli episodi precedenti di Tim Burton (Batman del 1989 e Batman - Il ritorno del 1992) e di Joel Schumacher (Batman Forever del 1995 e Batman & Robin del 1997) avendo optato per effetti speciali live action[25], in un periodo in cui la grafica computerizzata era economica e accreditata. Batman Begins fu un campione d'incassi in patria e in tutto il mondo per la Warner Bros., costato approssimativamente 135.000.000 dollari di produzione incassò in America la cifra di 205.343.774 dollari e 167.366.241 dollari nel resto del mondo, arrivando ad un totale di incasso di 372.710.015 dollari[26]. Il film fu accolto dai critici come un rilancio in grande stile delle trasposizioni fumettistiche e come esempio di grande cinema al servizio dell'intrattenimento.[27]

The Prestige[modifica | modifica wikitesto]

Mentre era in cerca di un distributore per Memento, Nolan venne contattato dalla produttrice Valerie Dean per realizzare un adattamento cinematografico del romanzo The Prestige di Christopher Priest.[28] Dopo aver letto il romanzo, Nolan si convinse che quest'ultimo aveva valide potenzialità per poter essere portato sullo schermo e cominciò a discuterne con il fratello Jonathan Nolan. I fratelli Nolan, dopo aver acquistato i diritti delle opzioni sul libro dalla società Newmarket Films[28] e aver concluso la post produzione di Insomnia, iniziarono la collaborazione per la sceggiatura definitiva. Nolan impiegò circa cinque anni per completare la sceneggiatura[29] e 18 mesi[30] per individuare la modalità per raccontare la storia.

In The Prestige, Nolan richiama a sé alcuni attori con cui aveva già lavorato precedentemente, come Christian Bale e Michael Caine,[31][32] mentre per la parte del protagonista del film, il regista scelse l'attore australiano Hugh Jackman.[33] Il film venne accolto favorevolmente da critica e pubblico incassando complessivamente circa 109.676.311 di dollari, di cui 53.089.891 solo negli Stati Uniti[34].

Il cavaliere oscuro[modifica | modifica wikitesto]

Il regista Christopher Nolan e il resto del cast alla première de Il cavaliere oscuro - New York 2008

Forte del successo ottenuto con Batman Begins, Nolan venne confermato come regista per il seguito Il cavaliere oscuro, ottenendo maggiore libertà creativa dallo studio, ed a sua volta egli stesso confermò il cast tecnico e artistico della precedente pellicola. Come per Batman Begins, Nolan scrisse il soggetto del film con l'aiuto di David S. Goyer basandosi stavolta sui fumetti Il lungo Halloween e The Killing Joke[35], mentre la sceneggiatura vera e propria fu scritta da lui e suo fratello Jonathan; il regista confermò di essersi ispirato al cinema di Michael Mann per la realizzazione della pellicola.[36]. In questo film, Nolan sceglie di inserire il personaggio di Joker, già portato sul grande schermo da Jack Nicholson. Per la parte della nemesi di Batman, Nolan sceglie il talentuoso Heath Ledger[37][38], il quale morirà poco dopo la fine delle riprese de Il cavaliere oscuro.[39] Il film verrà successivamente dedicato alla memoria dell'attore scomparso.

Il cavaliere oscuro ebbe un budget di 185.000.000 di dollari e incassò solo in America 533.345.358. Nel resto del mondo incassò 468.576.467, per un totale di 1.001.921.825 di dollari diventando uno dei più grandi successi mai realizzati[40]. Anche questo secondo film viene accolto in maniera favorevole dalla critica internazionale, tanto da essere considerato da molti «il miglior film fatto su Batman» e «il più importante film supereroistico di tutti i tempi».[41]

Nel corso della produzione del film, la Warner Bros. annunciò l'inizio della lavorazione del film Justice League: Mortal, cross-over cinematografico in cui sarebbe comparso lo stesso Batman. Riguardo a tale progetto, Nolan dichiarò di essere sempre concentrato su un unico lavoro per volta, e che la sua saga non avrebbe avuto legami con nessun altro film tratto da fumetti. A seguito di queste dichiarazioni, la Warner Bros. sospese il film sulla Justice League of America in maniera da non interferire con il lavoro del regista.[36]

Inception[modifica | modifica wikitesto]

Prima ancora dell'uscita di Memento, Nolan era alla prese con la sceneggiatura di Inception[42]. Inizialmente concepito come film horror, Nolan voleva raccontare attraverso questo film la storia di alcuni ladri di sogni, ma decise di accantonare il progetto quando la sceneggiatura era composta da circa ottanta pagine[30] per dedicarsi a Insomnia. Dopo alcuni anni, Nolan, anche grazie al supporto di sua moglie e co-produttrice Emma Thomas, decise di ricominciare a lavorare al film, ma anche questa volta il progetto fu messo da parte dato che alcuni anni prima era uscito nelle sale cinematografiche Matrix (1999), la cui storia ricordava troppo le tematiche della sua sceneggiatura[43].

Dopo il grandissimo successo ottenuto con Il cavaliere oscuro, Nolan finalmente cominciò a dedicarsi completamente alla realizzazione della pellicola, passando sei mesi a completarne la sceneggiatura[30][42]. Secondo Nolan, Inception si basa sull'idea che nei sogni ogni percezione appare reale e che nel subconscio si possono nascondere e di conseguenza scoprire i segreti più nascosti[44]. Anche per questo film, Nolan richiama alcuni attori con cui aveva lavorato in precedenza come Michael Caine, Ken Watanabe e Cillian Murphy, mentre per la parte del protagonista sceglie Leonardo DiCaprio. Nolan aveva cercato per anni di lavorare con l'attore e l'aveva incontrato più volte, non riuscendo mai a convincerlo ad apparire in uno dei suoi film, fino ad Inception. DiCaprio accettò il ruolo perché incuriosito dalla storia del film.[45]

Inception ricevette ottime recensioni da parte della critica[46], guadagnò 825.531.030 dollari complessivi in tutto il mondo[47] e ottenne anche molti premi, tra cui quattro Oscar alle premiazioni avvenute nel febbraio 2011, oltre ad altri importanti premi.[48]

Il cavaliere oscuro - Il ritorno e la fine della trilogia dedicata a Batman[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente, dopo l'uscita de Il cavaliere oscuro, Nolan non era convinto di voler dirigere anche il terzo film dedicato a Batman.[49] In seguito, dopo la conclusione di Inception, Nolan confermò[50] nel mese di marzo 2010[51] di voler concludere la saga dell'Uomo Pipistrello con un terzo e ultimo episodio[51] ingaggiando alcuni membri del cast dei due film precedenti.

Il cavaliere oscuro - Il ritorno, così intitolato il terzo film, venne annunciato ufficialmente ad ottobre 2010.[52] Nolan dichiarò che per dirigere un terzo episodio doveva prima trovare una storia all'altezza dei precedenti film.[53] Per questo incarica suo fratello Jonathan di scrivere una prima bozza del copione basandosi sul soggetto preliminare sviluppato dal regista e da Davide Goyer[54]; durante la lavorazione del film Nolan dichiara anche di aver preso come esempio il lavoro svolto da Peter Jackson riguardo alla conclusione della trilogia de Il Signore degli Anelli[55] e che il romanzo Racconto di due città (A Tale of Two Cities) di Charles Dickens è stato un'influenza importante per la sua storia.[56]. L'autore tornò a documentarsi sulla mitologia di Batman selezionando altri fumetti che avrebbero fornito gli spunti narrativi adeguati, tra cui Knightfall, Il ritorno del Cavaliere Oscuro e Batman: Terra di nessuno.[57][58] Come ultimo antagonista della saga Nolan inserì nel terzo film il personaggio di Bane, in quanto voleva creare una sfida nuova per Batman con un rivale che lo mettesse alla prova "fisicamente e psicologicamente", ma anche per la diversità con Joker, antagonista della precedente pellicola.[59]

Il film esordì in maniera drammatica: in occasione dell'anteprima di mezzanotte tenutasi a Denver il 20 luglio 2012, un ragazzo armato, James Holmes di 24 anni, e con il volto coperto da una maschera antigas, ha fatto fuoco sugli spettatori, uccidendo 12 persone e ferendone altre 58 prima di essere arrestato.[60] Commentando l'evento, Nolan dichiarò:

« A nome del cast e della troupe del Cavaliere Oscuro - il Ritorno, vorrei esprimere il nostro più profondo dispiacere per l'insensata tragedia che ha colpito l'intera comunità di Aurora. Non so nulla delle vittime, se non che si trovavano in quel cinema per vedere un film. Credo che i film siano una delle grandi forme d'arte americane e che l'esperienza condivisa di vedere una storia svilupparsi sullo schermo sia un passatempo importante e gioioso. Il cinema è la mia casa, e l'idea che qualcuno violi quel luogo innocente e ricco di speranza in maniera così profondamente selvaggia è devastante. Nulla di ciò che potremmo dire potrebbe esprimere adeguatamente i nostri sentimenti nei confronti delle vittime innocenti di questo gravissimo crimine, ma i nostri pensieri sono con loro e con le loro famiglie.[61] »

Il cavaliere oscuro - Il ritorno ebbe un budget di 250.000.000 di dollari, il più alto di tutta la trilogia,[62] e, come i precedenti episodi, si rivelò un successo di pubblico e di critica. Attualmente ha incassato in tutto il mondo $1,081,041,287, diventando il film più proficuo della saga.[63]

L'uomo d'acciaio[modifica | modifica wikitesto]

Durante la lavorazione della trilogia di film su Batman, David S. Goyer all'inizio del 2010 cominciò a sviluppare diverse idee riguardo ad un reboot su Superman. Goyer voleva creare una storia completamente diversa da quelle adattate in precedenza e svilupparla insieme a Nolan; il regista fu subito convinto dal soggetto del collega, che ambienta la storia di Superman in un contesto moderno, com'era già accaduto per Batman Begins.[64] Una volta presentato il progetto alla Warner Bros., Nolan venne assunto come produttore esecutivo della pellicola.[65] Inoltre, ebbe modo di sviluppare alcune idee per la sceneggiatura accanto a Goyer e al regista Zack Snyder.[66]

Riguardo al suo approccio personale con Superman, Nolan affermò che questa nuova versione del personaggio sarebbe stata molto diversa da quelle realizzate da Richard Donner e Bryan Singer e precisò: «Molte persone si sono avvicinate a Superman in modi diversi. Io so solo la maniera che ha funzionato al meglio per noi è quella che applicherò per il film. Il mio Batman vive in un mondo nel quale sa di essere l'unico supereroe, e il nostro Uomo d'Acciaio avrà lo stesso approccio. Ciascuno dei due ha una logica interna, nella storia. Non hanno nulla a che fare l'uno con l'altro».[67]

Interstellar[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2013 fu annunciato che Nolan avrebbe diretto, scritto e prodotto il suo prossimo progetto: un film di fantascienza intitolato Interstellar. La trama del film deriva da un trattato scritto da un fisico della Caltech, Kip Thorne, meglio conosciuto per il suo contributo alla fisica della gravitazione, all'astrofisica, e per il progetto LIGO (Laser Interferometer Gravitational Wave Observatory). Thorne ha lavorato al soggetto con la produttrice Lynda Obst, che lo ha proposto in seguito alla Paramount: la prima bozza di sceneggiatura fu commissionata da Steven Spielberg (regista originario del progetto) a Jonathan Nolan; in seguito all'abbandono di Spielberg il progetto rimase in stasi per qualche anno finché Nolan non fu coinvolto per subentrare alla regia, e revisionò la sceneggiatura del fratello per inserire nuove idee.

La trama della pellicola "seguirà un eroico viaggio interstellare verso i confini più lontani della nostra comprensione scientifica" e le riprese saranno effettuate anche in formato IMAX, che Nolan sfrutterà per la terza volta dopo Il cavaliere oscuro e Il cavaliere oscuro - Il ritorno. Warner Bros. Pictures e Paramount Pictures co-finanziano il progetto, che verrà distribuito nelle sale il 7 novembre 2014. Hoyte Van Hoytema lavorerà al film come nuovo direttore della fotografia di Christopher Nolan, dopo che Wally Pfister ha deciso di debuttare alla regia con il film Transcendence, sempre prodotto da Nolan.

Le riprese del film sono iniziate il 6 agosto 2013 a Montrèal, in Canada. Hans Zimmer comporrà le musiche.

Stile e tecnologia[modifica | modifica wikitesto]

Nolan è dotato di uno stile personale e inconfondibile. Nella filmografia del regista è possibilie tracciare un filo conduttore che unisce svariate caratteristiche comuni presenti nei suoi film. Fin dall'esordio di Following, Nolan traspone nelle sue pellicole tematiche come la vendetta, l'ossessione, l'inganno, il tormento interiore, il confine tra realtà e la percezione della stessa racchiusa nei suoi personaggi, sempre approcciandosi con un tono realistico equilibrato da una messa in scena costruita ad hoc, come accaduto nel riavvio del franchise di Batman. Inoltre quasi tutte le storie dei suoi film procedono secondo una narrazione temporale non lineare.

Durante la produzione dei suoi film, Nolan ha sempre mantenuto la trama ed altri particolari del film nel mistero, come accaduto per la sceneggiatura di Inception, e ha rivelato che non è abituato a leggere cosa dicono i fan su vari forum e blog, in modo da non essere in qualche modo influenzato.[1]

Inoltre a partire da Batman Begins il regista non registra più commenti audio per i suoi film (pratica in uso da altri registi come David Lynch o Woody Allen), che difatti non sono presenti in nessuna edizione home-video, asserendo che "odia farli" se non c'è una ragione o una maniera interessante per aggiungerli: principalmente vuole evitare di dare un'interpretazione del film, lasciando che siano gli spettatori a individuarla, e secondariamente proprio riguardo ad un'interpretazione artistica non considera "completi" dei commenti registrati durante la produzione di un film, perché questo si può definire finito solo quando è mostrato al pubblico.[68]

Per i suoi film, Nolan ha deciso di girare in pellicola alla massima definizione possibile, utilizzando pellicole molto ampie. Infatti, per alcune scene d'azione de Il cavaliere oscuro e per un terzo delle scene deIl cavaliere oscuro - Il ritorno il regista ha utilizzato addirittura cineprese IMAX, sofisticate telecamere ad altissima risoluzione utilizzate fino a quel momento solamente per girare documentari. Questa tecnologia, secondo lo stesso regista, è più immersiva e coinvolgente del 3D e «aiuta a trasformare il film in evento»[69]. In un'intervista dedicata a Inception, Nolan ha dichiarato di non voler girare i suoi prossimi film in 3D, limitandone l'utilizzo solo a possibili future riconversioni[70]: «I miei pensieri sul 3D sono complicati. Sicuramente mi preoccupa la perdita di luminosità nell'immagine perché credo che il 3D attualmente funzioni molto bene su piccolo schermo con i videogiochi. Io preferisco lavorare con la tecnologia IMAX, ad ogni modo dipende anche da cosa chiede il pubblico e da come lo percepisce.[71]».

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Christopher Nolan parla di Batman 3 e Superman in BadTaste.it, 14 giugno 2010. URL consultato il 2 agosto 2012.
  2. ^ (EN) Borys Kit, Heath Ledger Will Not Appear in 'Dark Knight Rises' in The Hollywood Reporter, 1º dicembre 2010. URL consultato il 2 agosto 2012.
  3. ^ a b (EN) Geoff Boucher, Christopher Nolan’s ‘Inception’ — Hollywood’s first existential heist film in Los Angeles Times, 11 aprile 2010. URL consultato il 28 gennaio 2011.
  4. ^ (EN) Can't get him out of our heads
  5. ^ Ariel Leve
  6. ^ (EN) Dave Itzkoff, The Man Behind the Dreamscape in The New York Times, 30 giugno 2010. URL consultato il 1º luglio 2010.
  7. ^ (EN) Nolan's move from Highgate to Hollywood | Film
  8. ^ (EN) Dark Knight Director's Brother Arrested for Murder
  9. ^ (EN) Christopher Nolan’s brother linked to murder - Entertainment - Access Hollywood - TODAY.com
  10. ^ (EN) Nolan Family Blog
  11. ^ (EN) Borys Kit, Heath Ledger Will Not Appear in 'Dark Knight Rises' in The Hollywood Reporter, 1º dicembre 2010. URL consultato il 2 agosto 2012.
  12. ^ (EN) The 'Syncopy' of Christopher Nolan's Cinema in Cinematical.com. URL consultato il 2 agosto 2012.
  13. ^ (EN) Anthony Breznican, With Inception, Chris Nolan's head games continue in USA Today, 15 luglio 2010. URL consultato il 2 agosto 2010.
  14. ^ a b (EN) Johannes Duncker, The Making of Following, christophernolan.net, 6 giugno 2002. URL consultato il 19 maggio 2008.
  15. ^ (EN) Jonathan Nolan, Memento Mori, Esquire Magazine, 2001. URL consultato il 2 ottobre 2010.
  16. ^ (EN) Session Timeout – Academy Awards Database – AMPAS. Awardsdatabase.oscars.org
  17. ^ Robert Westbrook, Insomnia, Onyx, ISBN 978-0-451-41049-8.
  18. ^ (EN) Michael Fleming, 'Batman' captures director Nolan in Variety, 27 gennaio 2003. URL consultato il 2 agosto 2012.
  19. ^ (EN) Michael Fleming, 'Batman' captures director Nolan in Variety, 27 gennaio 2003. URL consultato il 2 novembre 2006.
  20. ^ (EN) Marc Graser e Cathy Dunkley, The bat and the beautiful, Variety, 8 febbraio 2004. URL consultato il 2 agosto 2012.
  21. ^ (EN) Claude Brodesser e Cathy Dunkley, Inside Move: WB jump starts Batmobile, Variety, 26 marzo 2003. URL consultato il 2 agosto 2012.
  22. ^ a b Adam Smith, (luglio 2005). "The Original American Psycho" (in inglese). Empire: pp. 74–80, 82, 84, 87.
  23. ^ (EN) Jeff Otto, Interview: Christopher Nolan in IGN, 5 giugno 2006. URL consultato il 2 agosto 2012.
  24. ^ (EN) Batman Begins, by Roger Ebert, rogerebert.suntimes.com, 14 giugno 2005. URL consultato il 2 agosto 2012.
  25. ^ (EN) Andrew Pulver, "He's not a god - he's human"- Christopher Nolan tells Andrew Pulver how his new film, Batman Begins, gets to the heart of the caped crusader in The Guardian, 15 giugno 2005. URL consultato il 2 agosto 2012.
  26. ^ (EN) Batman Begins Box Office, Mojo Box Office. URL consultato il 26 maggio 2009.
  27. ^ (EN) 'Batman Begins' Director Christopher Nolan's reinterpretation of the comic book hero honors the Dark Knight and filmmaking itself - By Kenneth Turan, Los Angeles Time.com, 14 giugno 2005. URL consultato il 23 marzo 2010.
  28. ^ a b The Prestige - La produzione (PDF) in The Prestige Production Notes, Warner Bros.it, The Prestige, p. 3. URL consultato il 2 agosto 2012.
  29. ^ (EN) Christopher Nolan Pulling film magic out of a hat. By Stuart McGurk, The London Paper. URL consultato il 1º giugno 2010.
  30. ^ a b c The Prestige - La produzione (PDF) in The Prestige Production Notes, Warner Bros.it, The Prestige, p. 4. URL consultato il 3 giugno 2010.
  31. ^ The Prestige - Christian Bale è Alfred Borden (PDF) in The Prestige Production Notes, Warner Bros.it, The Prestige, pp. 5, 6. URL consultato il 3 giugno 2010.
  32. ^ The Prestige - Gli assistenti dei maghi: Michael Caine è Cutter (PDF) in The Prestige Production Notes, Warner Bros.it, The Prestige, p. 7. URL consultato il 2 agosto 2012.
  33. ^ The Prestige - Hugh Jackman è Robert Angier (PDF) in The Prestige Production Notes, Warner Bros.it, The Prestige, pp. 4, 5. URL consultato il 2 agosto 2012.
  34. ^ (EN) The Prestige (2006) - Box Office Mojo
  35. ^ Christopher Nolan e David S. Goyer, Prefazione a Absolute Batman: The Long Halloween, 2007, ISBN 978-1-4012-1282-7
  36. ^ a b (EN) IGN Interviews Christopher Nolan in IGN, 06 dicembre 2007. URL consultato il 6 luglio 2009.
  37. ^ (EN) Villains, pp. 34-57, in Craig Byrne, Alexander Tochilovsky, The Dark Knight: Featuring Production Art and Full Shooting Script, Universe Publishing (NY), 2008, ISBN 978-0-7893-1812-1
  38. ^ (EN) Jonah Weinland, Ledger to play the Joker in Batman sequel, The Dark Knight in Comic Book Resources, 31 luglio 2006. URL consultato il 6 settembre 2008.
  39. ^ (EN) Leonard Greene, 'I warned him' says Jack in New York Post, 24 gennaio 2008. URL consultato il 2 agosto 2012.
  40. ^ (EN) The Dark Knight, Mojo Box Office. URL consultato il 2 agosto 2012.
  41. ^ Il Cavaliere Oscuro in BadTaste.it, 22 luglio 2008. URL consultato il 2 settembre 2008.
  42. ^ a b (EN) Anthony Breznican, With 'Inception,' Chris Nolan's head games continue in UsaToday.com, 16 luglio 2010. URL consultato il 14 ottobre 2010.
  43. ^ Christopher Nolan, 35mm.it, 23 settembre 2010. URL consultato il 23 febbraio 2011.
  44. ^ Inception (PDF), WarnerBros.it. URL consultato il 2 agosto 2012.
  45. ^ Dan Jolin (luglio 2010). "Crime of the Century". Empire: pp. 93–94.
  46. ^ (EN) Steven Zeitchik, The rise and reassessment of 'Inception' in Los Angeles Times, 19 luglio 2010. URL consultato il 2 agosto 2012.
  47. ^ (EN) Inception, Box Office Mojo. URL consultato il 2 agosto 2012.
  48. ^ (EN) Steven Zeitchik, 'Inception' rides out critical backlash, Los Angeles Times, 19 luglio 2010. URL consultato il 2 agosto 2012.
  49. ^ Christian Bale preoccupato per Batman 3, My Movies. URL consultato il 2 agosto 2012.
  50. ^ (EN) Batman ends: Christopher Nolan's third could be his final instalment, The Guardian. URL consultato il 12 aprile 2010.
  51. ^ a b (EN) Hero Complex, Los Angeles Time, 10 marzo 2010. URL consultato il 12 aprile 2010.
  52. ^ Cinema: "The Dark Knight Rises" è il nuovo film di Batman, repubblica.it, 28 ottobre 2010. URL consultato il 2 agosto 2012.
  53. ^ "Merrick" (pseudonym), Nolan Talks Dark Knight Blu-Ray, a 100,000 Person Screening of the Film (Featuring Live Q & A w/ Nolan), TDK Sequel, and More!! in Ain't It Cool News, 5 dicembre 2008. URL consultato il 2 agosto 2012.
  54. ^ (EN) It's A Bird! It's A Plane! It's Chris Nolan! He'll Mentor Superman 3.0 And Prep 3rd Batman in Deadline.com, 9 febbraio 2010. URL consultato il 2 agosto 2012.
  55. ^ Andrea Bedeschi, Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno, Nolan si è ispirato a... Peter Jackson!, BadTaste.it, 15 luglio 2012. URL consultato il 2 agosto 2012.
  56. ^ Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno, le ispirazioni letterarie per il film in BadTaste.it, 9 luglio 2012. URL consultato il 2 agosto 2012.
  57. ^ (EN) Bat Signal Up: Here's what we know so far about The Dark Knight Rises in moviehole.net, 12 dicembre 2011. URL consultato il 2 agosto 2012.
  58. ^ (EN) Will Brooker, Clues from the Comics About Batman's Fate in The Dark Knight Rises in Io9.com, 7 giugno 2012. URL consultato il 2 agosto 2012.
  59. ^ The Dark Knight Rises, prime rivelazioni ufficiali in FantasyMagazine, 17 ottobre 2008. URL consultato il 10 settembre 2012.
  60. ^ Dark Knight Rises – Strage all’anteprima di Denver, 12 morti, ScreenWeek Blog. URL consultato il 2 agosto.
  61. ^ Andrea Francesco Berni, Christopher Nolan parla della strage in Colorado, BadTaste.it, 21 luglio 2012. URL consultato il 2 agosto 2012.
  62. ^ Brooke Barnes, Batman Sales High Despite Shootings, The New York Times. URL consultato il 2 agosto 2012.
  63. ^ The Dark Knight Rises (2012) in Box Office Mojo, 23 luglio 2012. URL consultato il 2 agosto 2012.
  64. ^ (EN) Christopher Nolan on Batman and Superman in Superhero Hype!, 4 giugno 2010. URL consultato il 22 luglio 2012.
  65. ^ (EN) It's A Bird! It's A Plane! It's Chris Nolan! He'll Mentor Superman 3.0 And Prep 3rd Batman, Deadline.com, 9 febbraio 2010. URL consultato il 2 agosto 2012.
  66. ^ Domenico Majorana, Henry Cavill e Zack Snyder parlano di Superman, BadTaste.it, 7 aprile 2011. URL consultato il 2 agosto 2012.
  67. ^ (EN) Geoff Boucher, Christopher Nolan takes flight with Superman: "We have a fantastic story" in Tribune Company, Los Angeles Times, 10 marzo 2010. URL consultato il 2 agosto 2012.
  68. ^ intervista a Christopher Nolan in BoxOfficeMojo.com, 14 giugno 2010. URL consultato il 12 ottobre 2005.
  69. ^ (EN) Scott Bowles, First look: Enter the Joker — in the IMAX format in USA Today, 28 maggio 2007. URL consultato il 9 settembre 2008.
  70. ^ Christopher Nolan e la tecnologia 3D in BadTaste.it, 26 marzo 2010. URL consultato il 26 marzo 2010.
  71. ^ Q&A: IL MONDO VIRTUALE E IMMAGINIFICO DI NOLAN in Film.it, 22 settembre 2010. URL consultato il 22 settembre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 102310843 LCCN: no2002001999