Christopher Priest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Christopher Priest

Christopher Priest (Cheadle, Manchester, 14 luglio 1943) è uno scrittore di fantascienza britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo studi che l'avrebbero portato a divenire un contabile, Christopher Priest decise di dedicarsi alla scrittura nel 1963. Il suo primo racconto, intitolato The Run, venne pubblicato sulla rivista Impulse nel 1966. Dovettero passare quattro anni prima che riuscisse a pubblicare un romanzo, Indoctrinaire.

Malgrado il riconoscimento del suo talento, soprattutto da parte del mondo letterario, il successo non fu immediato. Riuscì a conquistare il pubblico, in maniera definitiva solo nel 1974, grazie alla pubblicazione del suo terzo romanzo, Il mondo alla rovescia (Inverted World) che vinse, nello stesso anno, il premio BSFA come migliore romanzo.

È stato sposato con la scrittrice Lisa Tuttle, per poi sposare in seconde nozze la scrittrice Leigh Kennedy, con cui vive ad Hastings assieme a due figli.[senza fonte]

Dal 2006 occupa la carica di vicepresidente della International H. G. Wells Society.

Oltre a quelle già elencate, le sue opere importanti sono state: Fugues for a Darkening Island (1972), in cui si narra della massiccia immigrazione di africani in Inghilterra a causa di una guerra nucleare, The Space Machine (1976), ispirato alla figura di H. G. Wells, in cui vengono fatti confluire gli invasori marziani e la macchina del tempo, dei due più famosi romanzi dello scrittore vittoriano; la raccolta di racconti An infinite summer (1979) che contiene il tema dell'arcipelago dei sogni che sarà ripreso in The Affirmation (1981), in The Glamur (1984) riprende un altro dei temi wellsiani, quello dell'invisibilità. Nel 1996 pubblica The Prestige (vincitore del World Fantasy Award 1996) che dieci anni dopo verrà adattato (molto liberamente) per il cinema da Christopher Nolan nel film omonimo. Nel 1999 partecipa alla sceneggiatura del film EXistenZ di David Cronenberg, tratto dal suo romanzo, ma egli stesso ha riconosciuto che questo adattamento non gli è piaciuto.

Considerato come uno degli autori più originali del genere, acclamato dalla critica di fantascienza, non ha però ancora incontrato il successo commerciale. Le sue opere che ruotano attorno al tema della percezione della realtà, abbracciano la maggior parte dei temi dell'immaginario, spaziando dalla fantascienza classica al fantastico, passando, come abbiamo visto, anche per lo steampunk. Queste caratteristiche lo portano ad essere considerato oggigiorno come il successore di Philip K. Dick, e insieme a Ballard uno dei rinnovatori della fantascienza degli anni settanta.[senza fonte]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Indoctrinaire, 1970 (inedito in italiano)
  • Fugue for a darkening island, 1972 (inedito in italiano)
  • Mondo alla rovescia (Inverted World), 1974)
  • Real-time World, 1975 (inedito in italiano)
  • The Space Machine, 1976 (inedito in italiano)
  • A Dream of Wessex, 1979 (inedito in italiano)
  • An Infinite Summer, 1979 (inedito in italiano)
  • The Affirmation, 1981 (inedito in italiano)
  • L'incanto dell'ombra (The Glamour), 1984
  • Short Circuit, 1985 (inedito in italiano)
  • Mona Lisa, 1986 (inedito in italiano)
  • The Quiet Woman, 1990 (inedito in italiano)
  • The Prestige, 1995 (vincitore del James Tait Black Memorial Prize)
  • Esperienze estreme (The Extremes), 1998
  • EXistenZ, 1999
  • The Separation, 2003 (inedito in italiano)
  • Ersatz Wines, 2008 (antologia dei primi racconti) (inedito in italiano)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 54152946 LCCN: n79082185