Maschera antigas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maschera antigas ad uso civile (Belgio, anni '30)
Maschera antigas usata da un marine americano
Maschera antigas usata da un militare francese

Una maschera antigas è un dispositivo di protezione delle vie respiratorie da agenti inquinanti dell'atmosfera. È composta da un facciale in materiale morbido e da uno o più filtri che purificano l'aria prima dell'inspirazione. L'utilizzo della maschera in ambienti inquinati è possibile solo con un'adeguata presenza di ossigeno. Ovviamente, in caso di mancanza di ossigeno, gli utenti utilizzaranno un'apposita bombola che costituisce una riserva e che rende indipendente l'utilizzatore dal resto del sito pericoloso.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

1915: Militari tedeschi con addosso maschere antigas

Il primo uso massiccio dei gas asfissianti fu fatto dalle truppe tedesche durante la prima guerra mondiale nella battaglia di Ypres. Le truppe alleate dovettero quindi ideare un sistema difensivo contro tale arma e già qualche mese dopo (il 26 giugno 1915[1]). Il primo modello di maschera antigas in dotazione all'esercito consisteva in una semplice maschera di garza al cui interno era posto del cotone imbevuto di sali alcalini, che dovevano essere in grado di neutralizzare gas a base di cloro e bromo[2]. In seguito tale tipo di maschera fu modificato aggiungendovi anche degli occhiali protettivi, per essere poi modificata in una maschera che copriva tutta la faccia, detta polivalente a protezione unica e che avrebbe dovuto proteggere (secondo la propaganda dell'epoca) in modo incondizionato e completo da tutti i gas, anche se impiegati contemporaneamente[3]

Le maschere antigas ebbero un notevole sviluppo nel periodo fra le due guerre mondiali, ed all'inizio della seconda guerra mondiale erano largamente distribuite sia fra le truppe sia fra la popolazione civile. Successivamente alla seconda guerra mondiale, lo sviluppo di armi nucleari e batteriologiche, costrinse alla progettazione di sistemi di filtraggio più sofisticati, come per il modello M9, prodotto nel 1952 negli Stati Uniti.

Maschera antigas moderna[modifica | modifica wikitesto]

Le attuali maschere antigas sono composte da un facciale di gomma o silicone, in modo da garantire una perfetta aderenza al viso; sono inoltre dotate di linguette e fibbie per poter fissare la maschera antigas dietro la testa. Sono dotate altresì di un grande visore trasparente di policarbonato o vetro stratificato, che offre un'ampia visibilità. All'interno è presente una seconda maschera che copre la zona naso-bocca. In questa maschera interna sono presenti due aperture: una per l'inspirazione e una per l'espirazione, fornite delle apposite valvole per condizionare il flusso dell'aria. La valvola d'inspirazione è collegata ad un filtro, che impiega sostanze a base di carbone attivo opportunamente trattate per filtrare e fissare i gas nocivi, mentre la valvola d'espirazione espelle l'aria respirata senza far appannare il visore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La data è riportata in un articolo giornalistico dell'epoca: La Lettura 1º luglio 1917, pag.583.
  2. ^ Ibidem
  3. ^ Ibidem, pag.584

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]