8 (opera teatrale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
8
Opera teatrale
Autore Dustin Lance Black
Titolo originale 8
Lingua originale Inglese
Genere teatro-documentario
Composto nel 2011
Prima assoluta 19 settembre 2011
Eugene O'Neill Theatre
 

8 è un'opera teatrale scritta da Dustin Lance Black, che ricrea gli argomenti giuridici e le testimonianze nel processo Perry v. Schwarzenegger, che ha dichiarato la Proposition 8 della California - che vietava i matrimoni tra persone dello stesso sesso - incostituzionale. L'opera è stata creata dopo che il sistema giudiziario federale statunitense aveva rifiutato di consentire il rilascio delle registrazioni video del processo, per dare al pubblico una visione realistica di quello che era avvenuto durante il dibattito.

L'opera è scritta nello stile del teatro parola per parola, forma del teatro-documentario, utilizzando le trascrizioni originali del processo, con le interviste dagli imputati, ai querelanti e ai sostenitori coinvolti.

8 è stata portata in scena per la prima volta all'Eugene O'Neill Theatre di New York City il 19 settembre 2011 sotto la regia di Joe Mantello. Il 3 marzo 2012 è stata messa in scena al Wilshire Ebell Theatre di Los Angeles con la regia di Rob Reiner, e trasmessa in mondovisione attraverso YouTube, permettendo di raccogliere oltre 2 milioni di dollari per l'American Foundation for Equal Rights (AFER).[1]

Contesto[modifica | modifica sorgente]

Nel maggio 2009, l'AFER intentò una causa (detta Perry v. Schwarzenegger) presso la Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto settentrionale della California, per conto di due coppie dello stesso sesso, per contestare la Proposition 8, un emendamento costituzionale approvato dagli elettori che aveva tolto alle coppie omosessuali il diritto di sposarsi.[2] Le due coppie sono state rappresentate da David Boies e Theodore Olson, due avvocati di alto profilo che si erano opposti l'un l'altro nel caso della Corte Suprema degli Stati Uniti Bush v. Gore.[3]

Durante il processo, i querelanti hanno presentato la testimonianza di esperti, nove dei quali furono considerati dalla corte "ampiamente qualificati per offrire un'opinione sui temi identificati" e "hanno offerto una credibile opinione sui temi identificati".[4]

Gli oppositori dei matrimini gay, al contrario, non sono stati in grado di fornire dati affidabili per dimostrare che i matrimoni tra persone dello stesso sesso possano recare un danno alla società o all'istituzione del matrimonio.

Il 4 agosto 2010, il giudice Vaughn R. Walker, capo della Corte Distrettuale, ha dichiarato che la Proposition 8 viola il giusto processo e le clausole di salvaguardia del Quattordicesimo Emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti, e non aveva alcuna ragione legittima per negare alle coppie omosessuali il diritto fondamentale del matrimonio.[5]

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Kris Perry – Querelante
  • Sandy Stier – Querelante
  • Spencer Perry – Figlio del querelante
  • Bridger Zadina (Ebell di Los Angeles)
  • Jay Armstrong Johnson (Broadway)
  • Elliot Perry – figlio del querelante
  • Jeff Zarrillo – Querelante
  • Paul Katami – Querelante
  • Dr. Gregory M. Herek – Testimone per il querelante
  • Dr. Nancy Cott – Testimone per il querelante
  • Dr. Ilan Meyer – Testimone per il querelante
  • Ryan Kendall – Testimone per il querelante
  • Dr. Gary Segura – Testimone per il querelante
  • Charles J. Cooper – Avvocato per la Difesa
  • David Blankenhorn – Testimone per la Difesa
  • William Tam – Testimone per la Difesa
  • Maggie Gallagher – Presidente del NOM (oppositrice dei matrimoni gay)
  • Giornalista
  • Campbell Brown (Ebell di Los Angeles)
  • Campbell Brown (Broadway)
  • Impiegato al tribunale

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "8" Lo spettacolo a favore dei matrimoni gay con George Clooney, Brad Pitt, Martin Sheen, Jamie Lee Curtis e molti altri - Il video, cinemagay.it. URL consultato il 10 marzo 2012.
  2. ^ (EN) Bush v. Gore Foes Join to Fight Gay Marriage Ban, New York Times. URL consultato il 10 marzo 2012.
  3. ^ (EN) Bush-Gore legal pair push gay marriage suit, San Francisco Chronicle. URL consultato il 10 marzo 2012.
  4. ^ (EN) Perry v. Schwarzenegger, 704 F. Supp. 2d 921 - Dist. Court, ND California 2010. URL consultato il 10 marzo 2012.
  5. ^ (EN) Gay marriage put on hold indefinitely in San Francisco, court rules, after judge overturned Prop 8, Daily News. URL consultato il 10 marzo 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]