Expo 2000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Expo 2000
Germania Hannover
Umanità, Natura, Tecnologia
Logo
Esposizione universale
Periodo dal 1º giugno
al 31 ottobre
Partecipanti 155 Paesi
18 organizzazioni
Visitatori 18 milioni
Area 160 ha
Riconoscimento 7 dicembre 1994
Cronologia
Precedente
Expo '98
Successiva
Expo 2005
Portogallo Lisbona Giappone Prefettura di Aichi
 

L'Expo 2000 (ufficialmente (EN) The 2000 Hanover’s World Exposition, (FR) Exposition Universelle Hanovre 2000) è stata organizzata ad Hannover Germania Germania dal 1º giugno al 31 ottobre 2000. Il tema scelto per la Expo fu Humankind, Nature, Technology (Umanità, Natura, Tecnologia) ed aveva come sottotitolo Energetic and space economy (Economia dell'energia e dello spazio). L'Esposizione universale di Hannover fu la prima a cui venne concesso dal BIE l'utilizzo intensivo di strutture pre-esistenti, quelle della fiera della città[1]; su un'area di 160 ettari hanno presentato i propri padiglioni 155 Paesi partecipanti; i visitatori totali sono stati 18 milioni.

Sito[modifica | modifica wikitesto]

Planimetria del sito espositivo

Nel 1992, gli architetti dello Studio Arnaboldi/Cavadini di Locarno vinsero un concorso internazionale di design per il masterplan degli spazi espositivi. Il 12 giugno dello stesso anno fu reso pubblico un sondaggio da parte del consiglio comunale che mostrava solo il 51,5 % dei residenti dell'area come favorevoli all'Expo.

Il 5 maggio 1994, venne creata una nuova società dall'esecutivo di Bonn, la Gesellschaft zur Vorbereitung und Durchführung der Weltausstellung EXPO 2000 in Hannover (EXPO 2000 Hanover GmbH). Capitanata dal presidente Helmut Werner, la società fu responsabile della costruzione e della gestione della fiera.

Nel 1995 la commissione di supervisione accettò il concetto per le tematiche della fiera e le costruzioni iniziarono infine il 22 aprile 1996.

Diversamente dai precedenti Expo, che focalizzavano l'attenzione sul progresso tecnologico e scientifico del momento, l'Expo 2000 focalizzò maggiormente sullo sviluppo e la presentazione di soluzioni per il futuro.

Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Alla Expo 2000 di Hannover presero parte 155 entità tra nazioni e enti.

Hannover2000partecipanti.svg
Paesi partecipanti
Asia
Azerbaigian Azerbaigian Bangladesh Bangladesh Bhutan Bhutan Brunei Brunei
Cambogia Cambogia Cina Cina India India Indonesia Indonesia
Iran Iran Israele Israele Giappone Giappone Giordania Giordania
Corea del Sud Corea del Sud Kirghizistan Kirghizistan Laos Laos Malesia Malesia
Mongolia Mongolia Nepal Nepal Pakistan Pakistan Palestina Palestina
Filippine Filippine Singapore Singapore Sri Lanka Sri Lanka Siria Siria
Tagikistan Tagikistan Thailandia Thailandia Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti Uzbekistan Uzbekistan
Vietnam Vietnam Yemen Yemen
Africa
Angola Angola Benin Benin Botswana Botswana Burkina Faso Burkina Faso
Burundi Burundi Camerun Camerun Capo Verde Capo Verde Rep. Centrafricana Rep. Centrafricana
Ciad Ciad Costa d'Avorio Costa d'Avorio RD del Congo RD del Congo Gibuti Gibuti
Eritrea Eritrea Etiopia Etiopia Gabon Gabon Gambia Gambia
Ghana Ghana Guinea Guinea Guinea-Bissau Guinea-Bissau Kenya Kenya
Lesotho Lesotho Libia Libia Madagascar Madagascar Malawi Malawi
Mali Mali Mauritania Mauritania Mauritius Mauritius Marocco Marocco
Mozambico Mozambico Namibia Namibia Niger Niger Nigeria Nigeria
Ruanda Ruanda São Tomé e Príncipe São Tomé e Príncipe Senegal Senegal Seychelles Seychelles
Sudafrica Sudafrica Sudan Sudan Swaziland Swaziland Tanzania Tanzania
Togo Togo Tunisia Tunisia Uganda Uganda Zambia Zambia
Zimbabwe Zimbabwe
Europa
Albania Albania Andorra Andorra Armenia Armenia Austria Austria
Bielorussia Bielorussia Belgio Belgio Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Bulgaria Bulgaria
Croazia Croazia Cipro Cipro Rep. Ceca Rep. Ceca Danimarca Danimarca
Estonia Estonia Finlandia Finlandia Francia Francia Georgia Georgia
Germania Germania Grecia Grecia Ungheria Ungheria Islanda Islanda
Irlanda Irlanda Italia Italia Lettonia Lettonia Liechtenstein Liechtenstein
Lituania Lituania Lussemburgo Lussemburgo Macedonia Macedonia Malta Malta
Moldavia Moldavia Monaco Monaco Paesi Bassi Paesi Bassi Norvegia Norvegia
Polonia Polonia Portogallo Portogallo Romania Romania Russia Russia
Slovacchia Slovacchia Slovenia Slovenia Spagna Spagna Svezia Svezia
Svizzera Svizzera Turchia Turchia Ucraina Ucraina Regno Unito Regno Unito
Americhe
Argentina Argentina Barbados Barbados Bolivia Bolivia Brasile Brasile
Canada Canada Colombia Colombia Costa Rica Costa Rica Cuba Cuba
Rep. Dominicana Rep. Dominicana Dominica Dominica Ecuador Ecuador El Salvador El Salvador
Grenada Grenada Guatemala Guatemala Guyana Guyana Haiti Haiti
Honduras Honduras Giamaica Giamaica Messico Messico Nicaragua Nicaragua
Panamá Panamá Paraguay Paraguay Saint Vincent e Grenadine Saint Vincent e Grenadine Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago
Venezuela Venezuela
Oceania
Australia Australia Kiribati Kiribati Papua Nuova Guinea Papua Nuova Guinea Samoa Samoa
Isole Salomone Isole Salomone Tuvalu Tuvalu Vanuatu Vanuatu

Presero inoltre parte all'evento le seguenti organizzazioni internazionali:

Padiglioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Le 46 nazioni africane si presentarono in un unico padiglione col motto Il dono dell'Africa. Due gruppi di Paesi erano presenti con progetti comuni; in particolare i paesi facenti parte della SADC portarono la propria esperienza sullo sfruttamento dell'acqua, mentre gli stati del CILSS si focalizzarono sullo sfruttamento del deserto. Molto particolare la scelta del Kenya di presentare una fattoria di farfalle.

Grandi assenti della manifestazione furono gli Stati Uniti che per la prima volta non parteciparono a una Expo con un proprio padiglione. Da notare anche l'assenza di Cile, Perù, Afghanistan, Algeria ed Egitto.

Immagine della Expo[modifica | modifica wikitesto]

Mascotte[modifica | modifica wikitesto]

La mascotte Twipsy

La mascotte della Expo 2000 si chiamava Twipsy. Disegnato da Javier Mariscal, venne scelta tra venti progetti di designer invitati ad un concorso apposito. Il pupazzo rappresenta i tre temi dell'esposizione: Uomo, Natura e Tecnologia; secondo le intenzioni dell'autore è un'entità proveniente da un lontano passato, contemporaneo al Big Bang. Twipsy è una scintilla divenuta stella, una cellula, un invertebrato, un rettile, un mammifero...Anche esteticamente riprende temi del passato quali la pittura di Mirò, Calder e Kandinsky. La mascotte è stata anche protagonista di una serie animata.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La realizzazione di una colonna sonora ufficiale dell'Expo è stata curata dai Kraftwerk.

Selezione della città organizzatrice[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 giugno 1990 il BIE assegnò l'Expo 2000 alla città di Hannover, che superò la candidatura di Toronto per un solo voto (21 a 20). Tra le candidate figurava anche la città italiana di Venezia che però rinunciò a pochi giorni dalla votazione finale.

Votazione per Expo 2000
Città Paese 1ª votazione
Hannover Germania Germania 21
Toronto Canada Canada 20

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Expo Museum - Expo 2000

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]