Grenada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Grenada (disambigua).
Grenada
Grenada – Bandiera
(dettagli)
(EN) Ever conscious of God we aspire, build and advance as one people,
(IT) Sempre consapevoli di Dio, a cui aspiriamo, costruiamo e progrediamo come un solo popolo
Grenada - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Grenada
Nome ufficiale Grenada
Lingue ufficiali inglese
Capitale St. George's  (7.500 ab. / 1999)
Politica
Forma di governo Monarchia parlamentare (Reame del Commonwealth)
Regina Elisabetta II
Governatore generale:

Cécile La Grenade[1]

Capo di Governo Keith Mitchell
Indipendenza Dal Regno Unito, 7 febbraio 1974
Ingresso nell'ONU 17 settembre 1974
Superficie
Totale 344 km² (217º)
 % delle acque 1,6 %
Popolazione
Totale 104.487 ab. (2012) (179º)
Densità 317 ab./km²
Tasso di crescita 0,538% (2012)[2]
Geografia
Continente America centrale
Confini Nessuno
Fuso orario UTC -4
Economia
Valuta Dollaro dei Caraibi Orientali
PIL (nominale) 790[3] milioni di $ (2012) (176º)
PIL pro capite (nominale) 7 496 $ (2012) (76º)
PIL (PPA) 1 427 milioni di $ (2012) (175º)
PIL pro capite (PPA) 13 549 $ (2012) (71º)
ISU (2011) 0,748 (alto) (67º)
Fecondità 2,2 (2011)[4]
Varie
Codici ISO 3166 GD, GRD, 308
TLD .gd
Prefisso tel. +1-437
Sigla autom. WG
Inno nazionale Hail Grenada,
God Save The Queen (Reale)
Festa nazionale
Grenada - Mappa
 

Coordinate: 12°07′N 61°40′W / 12.116667°N 61.666667°W12.116667; -61.666667

Grenada è uno Stato insulare nel mar dei Caraibi sudorientale, che comprende anche le Grenadine meridionali. Grenada è il secondo più piccolo stato indipendente del continente americano (dopo Saint Kitts e Nevis). Si trova a nord di Trinidad e Tobago e a sud di Saint Vincent e le Grenadine.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Colonizzazione[modifica | modifica wikitesto]

L'isola di Grenada fu scoperta nel 1498 da Cristoforo Colombo durante il suo terzo viaggio che la battezzò Concepcion. All'epoca gli indigeni Kalinago che la abitavano la chiamavano Camahogne. Gli spagnoli si stabilirono solo temporaneamente a Camahogne, chiamandola definitivamente col nome di Grenada, comparando il verde ed i rilievi dell'isola con le montagne sovrastanti la città andalusa di Granada. Nel 1609 gli Inglesi fallirono il primo tentativo di colonizzazione. Sconfitti dai caribi, i "superstiti" britannici furono vittime di cannibalismo da parte dei Caribi, e i rimanenti furono gettati in mare. In seguito, nel 1650, i francesi giunti dalla Martinica combatterono i Caribi, fino al 1651 quando nello scontro, i guerrieri indigeni, furono sospinti nella costa nord dell'isola nei pressi di una grande scogliera nelle vicinanze dell'attuale cittadina Sauteurs. Questa località, ribattezzata successivamente in Caribs Leap (in francese Morne des Sauteurs) fu teatro di un suicidio di massa da parte dei Caribi, che preferendo la morte alla resa e alla schiavitù, si gettarono dalle scogliere. Sconfitti i Caribi, i francesi chiamarono la nuova colonia "La Grenade". La Grenade prosperò come colonia francese soprattutto grazie all'esportazione dello zucchero. Fu stabilita una capitale chiamata Fort Royal nel 1650, come ordinato dal Cardinale Richelieu. Le navi della marina francese trovavano riparo nel porto naturale della capitale durante gli uragani. Nessun'altra colonia francese aveva un porto naturale come quello di Fort Royal (chiamata in seguito St.George's). ma le dispute con gli inglesi per il controllo di Grenada proseguirono per oltre un secolo e mezzo. Dopo la firma di due trattati, (il Trattato di Parigi del 1763 e il Trattato di Versailles del 1783) i francesi cedettero l'isola agli inglesi nel 1783. Un secolo dopo, nel 1877, Grenada diventò una "Crown Colony".

1958–1983: Indipendenza e rivoluzione[modifica | modifica wikitesto]

L'isola fu una provincia della Federazione delle Indie Occidentali dal 1958 al 1962. Nel 1967, Grenada ottenne lo status di "Stato associato al Regno Unito", questo significava che da quel momento Grenada era responsabile degli affari nazionali e il Regno Unito era responsabile della sua difesa e degli affari internazionali. L'indipendenza fu garantita nel 1974 da sir Eric Matthew Gairy che diventò il primo a ricoprire la carica di primo ministro di Grenada. Gradualmente si sviluppò una guerra civile tra i sostenitori del governo di Sir Eric Gairy e alcuni partiti oppositori tra cui il "New Jewel Movement". Il partito di Gairy vinse le elezioni nel 1976 ma l'opposizione non accettò il risultato, sostenendo che si fossero verificati dei brogli. Nel 1979 il New Jewel Movement, guidato da Maurice Bishop attuò una vera e propria rivoluzione e con un colpo di Stato incruento depose Eric Gairy. Bishop dichiarò se stesso primo ministro di Grenada, sospese la Costituzione e attraverso una legislazione per decreto promosse forti investimenti nei servizi e si portarono avanti le riforme agrarie avviate dal governo di Eric Gairy.[senza fonte]

Invasione statunitense[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Operazione Urgent Fury.

Nel 1983 un colpo di Stato portò al potere Bernard Coard leader del M.R.C. (Military Revolution Council) quest'ultimo aspramente criticato dallo stesso Castro[senza fonte].

Questi stravolgimenti politici fecero entrare il paese in una grave crisi con gli Stati Uniti, che non tolleravano la presenza di un altro paese marxista nei Caraibi, oltre a Cuba.

Nonostante le assicurazioni di Fidel Castro che da parte cubana non sarebbero stati inviati rinforzi militari sull'isola di Grenada, nel 1983 il presidente Reagan, prendendo come pretesto la presenza di circa 100 studenti americani all'Università di St. George's e sostenendo che correvano il rischio di essere presi in ostaggio dal governo locale,[senza fonte] decise di fare intervenire i marines che occuparono l'isola in breve tempo con l'Operazione Urgent Fury.

L'intervento statunitense venne condannato dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, con il solo voto contrario degli USA. Finita la crisi i soldati statunitensi si ritirarono e nel 1984 gli Stati Uniti diedero 48,4 milioni di dollari di aiuti economici. Tali avvenimenti sono sommariamente presi di spunto per la stesura della sceneggiatura del film del 1986 Gunny, per la regia di Clint Eastwood, in cui questi interpreta il ruolo di un sergente istruttore del corpo dei Marines assegnato ad un plotone di sbandati poi da lui "messi sulla retta via" con i quali in seguito, prenderà parte alla liberazione dell'isola.

Nello stesso anno si tennero di nuovo libere elezioni. Da allora al governo si sono alternati due partiti: il Nuovo partito nazionale (dal 1984 al 1990 e dal 1995 al 2008) e il Congresso democratico nazionale (dal 1990 al 1995 e dal 2008)

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Lo Stato di Grenada prende il nome dall'isola omonima, sulla quale svetta il mount Saint Catherine (840 m), da cui scendono numerosi torrenti che creano alcune piccole cascate. A questa si aggiungono altre piccole isole, facenti parte della porzione meridionale del gruppo delle Grenadine: Carriacou, Petit Martinique, Ronde Island, Caille Island, Diamond Island, Large Island, Saline Island e Frigate Island. Di origine vulcanica, queste isole vantano un suolo estremamente ricco.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima è di tipo tropicale. Grenada, trovandosi lungo il bordo meridionale della cosiddetta hurricane belt (la "cintura degli uragani"), ha visto abbattersi solo tre uragani negli ultimi 50 anni: Janet (23 settembre 1955), che causò seri danni; Ivan (7 settembre 2004, 39 morti) ed Emily (14 luglio 2005), che si abbatté in particolare su Carriacou e nel nord dell'isola di Grenada.

Popolazione[modifica | modifica wikitesto]

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

Scuola presso una spiaggia

Grenada, come altre isole dei Caraibi, sperimenta una forte emigrazione, soprattutto giovanile. Si stima che solo 1/3 dei grenadini nel mondo viva a Grenada: almeno 1/3 del totale si distribuirebbe nelle altre isole caraibiche (soprattutto Barbados e Trinidad), e un altro terzo ancora risiederebbe in città come New York, Londra e Toronto.

Etnie[modifica | modifica wikitesto]

Circa l'80% della popolazione è composto da neri, discendenti degli schiavi africani importati dagli europei. Non resta alcuna traccia degli antichi abitanti amerindi (caribi e aruachi), dopo il massacro perpetrato dai francesi a Sauteurs. Il 12% degli abitanti è invece composto da indiani asiatici, giunti come lavoratori sull'isola tra il 1857 e il 1885. La restante parte della popolazione è costituita da bianchi anglosassoni e mulatti.

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Religione predominante è il cristianesimo: prevale il cattolicesimo (circa il 50% del totale) e, nell'ordine, seguono anglicanesimo, presbiterianesimo e avventismo. Oltre ad alcuni seguaci del rastafarianesimo, è presente una piccola comunità musulmana, costituita da individui originari del Gujarat indiano, prevalentemente dediti al commercio su piccola scala.

Lingue[modifica | modifica wikitesto]

Lingua ufficiale è l'inglese, sebbene correntemente sia parlata una forma di creolo-inglese. Circa il 10-20% della popolazione usa ancora un creolo francese, residuo della prima colonizzazione francese.

Ordinamento dello stato[modifica | modifica wikitesto]

Suddivisione amministrativa[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Parrocchie di Grenada.
Le parrocchie di Grenada

Dal punto di vista amministrativo, Grenada è divisa in 6 parrocchie (parishes):

  1. Saint Andrew
  2. Saint David
  3. Saint George
  4. Saint John
  5. Saint Mark
  6. Saint Patrick

Carriacou e Petite Martinique, facenti parte del gruppo delle Grenadine, hanno invece lo status di dipendenza.

Istituzioni[modifica | modifica wikitesto]

Grenada è uno stato membro del Commonwealth. Capo dello Stato è la regina Elisabetta II, la quale è rappresentata da un governatore generale (attualmente, sir Daniel Williams). Capo dell'esecutivo è il primo ministro, il quale viene nominato dal governatore generale ed è solitamente il leader della forza politica maggioritaria in Parlamento.

Il Parlamento si compone di due camere: il Senato (con 13 membri) e la Camera dei rappresentanti (con 15 membri). I senatori sono scelti dalle forze del governo e da quelle dell'opposizione, mentre i deputati sono direttamente eletti ogni 5 anni, con un sistema uninominale.

Dalle elezioni dell'8 luglio 2008 è uscito vincitore il Congresso democratico nazionale (National Democratic Congress), che ha eletto 11 dei 15 deputati. I 4 restanti sono andati al partito fino allora al governo, il Nuovo partito nazionale (New National Party). Non sono riusciti ad ottenere alcun seggio i candidati della Piattaforma Unita Laburista (United Labour Platform), cartello elettorale tra il Partito Laburista Unito di Grenada (Grenada United Labour Party) dell'ex premier Eric Gairy e il Movimento Laburista del Popolo (People's Labour Movement), presenti in 11 collegi su 15.

Primo ministro è, dal 9 luglio 2008, Tillman Thomas.

Forze armate[modifica | modifica wikitesto]

Grenada non ha nessuna forza armata a partire dal 1983, dopo l'invasione da parte degli Stati Uniti d'America. La difesa è delegata al Sistema di Sicurezza Regionale.[5]

Politica[modifica | modifica wikitesto]

Grenada è membro sia della Comunità Caraibica (CARICOM) sia dell'Organizzazione degli Stati dei Caraibi Orientali (OECS).

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Una serie di riforme fiscali e un politica economica ispirata alla prudenza portarono, nel periodo 1998-1999, ad una crescita annua del 5-6%. Attualmente a preoccupare le autorità sono il pesante deficit pubblico, nonché un certo peggioramento del saldo della bilancia commerciale.

Valuta ufficiale è il dollaro dei Caraibi Orientali, moneta utilizzata anche da altri sette membri della OECS.

Attività ancora molto importante è l'agricoltura. Grenada è nota come The Spice Isle, in quanto produttrice di una grande varietà di spezie (tra cui cannella, chiodi di garofano e zenzero). Un posto di primo piano occupa la noce moscata, tanto importante da venire rappresentata sulla bandiera nazionale: Grenada, infatti, è il secondo produttore al mondo di noce moscata (dopo l'Indonesia) e contribuisce al 20% della produzione mondiale.

Grenada è considerato un paradiso fiscale. Il sistema fiscale italiano, col Decreto Ministeriale 04/05/1999, l'ha inserita tra gli Stati o Territori aventi un regime fiscale privilegiato, nella cosiddetta Lista nera, ponendo quindi limitazioni fiscali ai rapporti economico commerciali che si intrattengono tra le aziende italiane ed i soggetti ubicati in tale territorio.

La devastazione causata dall'uragano Ivan a Grenada.

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene l'agricoltura continui a rivestire una notevole importanza, il turismo è oggi l'attività economica principale. Le spiagge più frequentate sono situate nel sud-ovest dell'isola, dove si trova anche l'aeroporto. Proprio in questa zona si trova Grand Anse Beach, una spiaggia lunga 3 km considerata una delle 10 più belle al mondo. Un certo sviluppo sta conoscendo anche il turismo ecologico, rivolto ad altri centri sull'isola (quali Saint David e Saint John).

Ambiente[modifica | modifica wikitesto]

Il 100,0% del territorio è totalmente/parzialmente protetto.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Trasporti in Grenada.

Granada è collegata al resto del mondo tramite il Maurice Bishop International Airport e il porto di St.George's. Esiste anche un servizio di traghetti che collega St. George’s e Hillsborough.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Sull'isola è diffusa la Myristica fragrans, un albero sempreverde da cui si ricava la noce moscata che è uno dei simboli di Grenada.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Sull'isola vive la "Leptotila wellsi": una specie di colomba originaria di Grenada che è uno dei simboli del paese.

Arte[modifica | modifica wikitesto]

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Pittura e scultura[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

Romanzo[modifica | modifica wikitesto]

Grenada è l'ambientazione di una parte del romanzo "la ragazza che giocava con il fuoco" di Stieg Larsson

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Musica[modifica | modifica wikitesto]

La musica riveste un ruolo molto importante nella cultura di Grenada, specie durante il Carnevale (i generi più diffusi sono soca, calypso e reggae).

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Come in altre isole caraibiche, anche a Grenada lo sport nazionale è il cricket.

Nell'atletica leggera, il quattrocentista Kirani James può vantare un titolo di campione mondiale, conquistato a Daegu 2011, e un titolo di campione olimpico, vinto ai Giochi di Londra 2012 con il tempo di 43"94, che rappresenta la prima medaglia olimpica nella storia dello stato caraibico.[6]

Il pilota inglese di Formula 1 Lewis Hamilton ha origini paterne grenadine.

Tradizioni[modifica | modifica wikitesto]

Il Carnevale del 1965

Sebbene l'influenza francese sia meno visibile a Grenada rispetto ad altre isole caraibiche (come, ad esempio, la Dominica), permangono diverse tracce del periodo coloniale francese. In primo luogo, i cognomi e la toponomastica sono prevalentemente in francese, così come fortemente influenzata dal francese è la lingua creola ancora utilizzata dagli isolani. Restano inoltre alcuni edifici coloniali del Settecento.

Gastronomia[modifica | modifica wikitesto]

La cucina locale stessa, molto simile a quella di New Orleans, riflette l'influenza francese. Va però aggiunto che, in ambito culinario, sono molto forti anche gli influssi africani oltre che indiani (basti pensare all'uso del dhal e del curry). Il piatto nazionale è l’oildown, il cui nome deriva dal fatto di essere cotto nel latte di cocco.

Folklore[modifica | modifica wikitesto]

Un aspetto particolare della cultura grenadina è la tradizione narrativa orale, con favole che riflettono influenze africane e francesi. L'influsso africano si riflette nella presenza di un personaggio, Anancy, dio-ragno ingannatore che ha le sue origini nell'Africa occidentale ed è presente nei racconti orali di altre isole caraibiche. Di chiara origine francese sono invece La Diablesse ("la diavolessa") e il Ligaroo (un licantropo il cui nome deriva da Loup Garoux). .

Festività[modifica | modifica wikitesto]

  • 1º gennaio, Capodanno
  • 7 febbraio, Giorno dell'indipendenza
  • 21 marzo, Good Friday
  • variabile, Pasqua
  • 1º maggio, Giorno dei lavoratori
  • 12 maggio, Whit Monday
  • 22 maggio, Corpus Christi
  • 6 maggio, Emancipation Day
  • 2 giorni ad agosto, Carnevale
  • 25 ottobre, Giorno del ringraziamento (commemorazione dell'intervento USA nel 1983)
  • 25-26 dicembre, festività natalizie

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Grenada Names First Female Governor General, Cecile La Grenade", Caribbean Journal, 10/04/2013
  2. ^ (EN) Population growth rate in CIA World Factbook. URL consultato il 28 febbraio 2013.
  3. ^ Dati dal Fondo monetario internazionale, ottobre 2013
  4. ^ Tasso di fertilità nel 2011. URL consultato il 12 febbraio 2013.
  5. ^ Regional security system
  6. ^ Enrico Currò, Grenada in testa, Usa e Cina giù. Ecco quanto pesano le medaglie, Repubblica.it, 9 agosto 2012. URL consultato il 16 agosto 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Stati per indice di sviluppo umano Successore
Russia 67º posto Kazakistan
geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia