Cronologia della seconda guerra mondiale (1945)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa cronologia della seconda guerra mondiale contiene gli eventi militari, politici e diplomatici inerenti alla seconda guerra mondiale e fatti collegati, dal 1º gennaio al 31 dicembre 1945.

1945[modifica | modifica wikitesto]

Gennaio[modifica | modifica wikitesto]

Carristi e fanti sovietici durante l'avanzata verso l'Oder e Berlino.

Febbraio[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della battaglia di Iwo Jima la bandiera a stelle e strisce sventola sul Monte Suribachi.

Marzo[modifica | modifica wikitesto]

  • 2 marzo - Danzica accerchiata.
  • 3 marzo - I tedeschi liberano Ferruccio Parri.
  • 7 marzo - Truppe statunitensi costituiscono una testa di ponte sul Reno, presso Remagen, ed entrano in territorio tedesco.
  • 8 marzo - Josip Broz Tito forma un governo in Jugoslavia.
  • 9 marzo-10 marzo - Bombardieri B-29 americani bombardano vaste aree del Giappone. A Tokyo le bombe incendiarie provocano 100.000 morti tra i civili.
  • 10 marzo - La Transilvania viene assegnata alla Romania.
  • 16 marzo - Battaglia di Iwo Jima: gli statunitensi completano la conquista dell'isola. Persistono sacche di resistenza giapponese.
  • 17 marzo - Bombardieri B-29 americani bombardano Kobe provocando la morte di 8.000 persone.
  • 18 marzo - 1.250 bombardieri statunitensi bombardano Berlino.
  • 19 marzo - Hitler ordina la distruzione sistematica di tutte le installazioni industriali, militari e civili presenti in Germania.
  • 21 marzo - Truppe britanniche liberano Mandalay, Birmania.
  • 27 marzo - L'Argentina dichiara guerra alla Germania.
  • 30 marzo - Le truppe sovietiche entrano in territorio austriaco; i polacchi prendono la città tedesca di Danzica.

Aprile[modifica | modifica wikitesto]

Maggio[modifica | modifica wikitesto]

Soldati sovietici al centro di Berlino.
Montreal Daily Star: "Germany Quit", 7 maggio 1945.

Giugno[modifica | modifica wikitesto]

Luglio[modifica | modifica wikitesto]

Agosto[modifica | modifica wikitesto]

Il fungo dopo il bombardamento su Nagasaki a 18 km dal suolo.

Settembre[modifica | modifica wikitesto]

Ottobre[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ma la Direttiva n. 16 del CLN AI è ormai operativa, e i combattenti del Nord Italia sono già pronti all'insurrezione. Come poi scrisse A. Dulles, capo del Servizio di spionaggio americano, lo scopo di Clark era di impedire ogni contatto tra i partigiani italiani e i comunisti jugoslavi ormai alle porte di Trieste: "Un cessate il fuoco in questo momento [il riferimento di Dulles è anche alle trattative in corso con i nazisti] consente agli anglo-americani di bloccare l'avanzata dei russi a ovest verso Berlino, ma anche di opporsi alle minacce di Tito verso Trieste per impedire un eventuale aiuto a una insurrezione armata comunista che ha molto probabilmente l'intenzione di instaurare una repubblica sovietica nell'Italia settentrionale"

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesare Salmaggi - Alfredo Pallavisini, Continenti in fiamme - 2194 giorni di guerra, cronologia della seconda guerra mondiale, Mondadori, 1981, ISBN non esistente.
  • J. Bamford, L'orecchio di Dio, Fazi Editore.
  • AA. VV., Storia controversa della seconda guerra mondiale, De Agostini, 1976.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Cronologia della seconda guerra mondiale Successore
1944 1945 -