Arcidiocesi di Sant'Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Sant'Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia
Archidioecesis Sancti Angeli de Lombardis-Compsana-Nuscana-Bisaciensis
Chiesa latina
Suffraganea dell' arcidiocesi di Benevento
Regione ecclesiastica Campania
Arcivescovo Pasquale Cascio
Vicario generale Donato Cassese
Sacerdoti 65 di cui 41 secolari e 24 regolari
1.276 battezzati per sacerdote
Religiosi 35 uomini, 73 donne
Diaconi 1 permanenti
Abitanti 83.500
Battezzati 83.000 (99,4% del totale)
Superficie 1.290 km² in Italia
Parrocchie 36 (4 vicariati)
Erezione XII secolo (Sant'Angelo)
VIII secolo (Conza)
XII secolo (Bisaccia)
XI secolo (Nusco)
in plena unione dal 30 settembre 1986
Rito romano
Cattedrale Sant'Antonino martire
Concattedrali Santa Maria Assunta (Conza)
Sant'Amato (Nusco)
Natività della Vergine Maria (Bisaccia)
Indirizzo Via Belvedere, 83054 Sant'Angelo dei Lombardi [Avellino], Italia
Sito web www.diocesisantangelo.it
Dati dall'Annuario Pontificio 2011 * *
Chiesa cattolica in Italia
La nuova concattedrale di Conza, costruita dopo che l'antico centro storico cittadino, dove si trovava la precedente cattedrale, venne raso al suolo dal terremoto dell'Irpinia del 1980.

L'arcidiocesi di Sant'Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia (in latino: Archidioecesis Sancti Angeli de Lombardis-Compsana-Nuscana-Bisaciensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Benevento appartenente alla regione ecclesiastica Campania. Nel 2010 contava 83.000 battezzati su 83.500 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Pasquale Cascio.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende 30 comuni dell'Irpinia.

Sede arcivescovile è la città di Sant'Angelo dei Lombardi, dove si trova la cattedrale di Sant'Antonino martire. A Conza della Campania, Nusco e Bisaccia sorgono le concattedrali dedicate rispettivamente a Santa Maria Assunta, Sant'Amato e alla Natività della Vergine Maria.

Il territorio è suddiviso in 36 parrocchie.

Istituti religiosi maschili[modifica | modifica sorgente]

Istituti religiosi femminili[modifica | modifica sorgente]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nusco[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Nusco fu eretta durante il pontificato di papa Gregorio VII. Ad Alfano I arcivescovo di Salerno si deve la consacrazione del primo vescovo, sant'Amato, durante o dopo il 1076.

La diocesi, suffraganea dell'arcidiocesi di Salerno, comprendeva il gastaldato longobardo di Montella, comprensivo di quattro centri abitati: Montella, Bagnoli Irpino, Cassano Irpino e Nusco.

Il 27 giugno 1818, in forza della bolla De utiliori di papa Pio VII, la diocesi di Montemarano venne soppressa ed il suo territorio, costituito dai comuni di Montemarano, Volturara Irpina, Castelfranci e Castelvetere sul Calore, fu incorporato in quello della diocesi di Nusco.

Bisaccia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Bisaccia fu eretta probabilmente nell'XI secolo. Infatti, il primo vescovo conosciuto fu Basilio, menzionato in un documento notarile del 1097. La diocesi, suffraganea dell'arcidiocesi di Conza, comprendeva tre centri abitati: Bisaccia, Vallata e Morra.

Per la povertà delle rendite della mensa episcopale e per la ristrettezza del suo territorio, papa Leone X nel 1513 stabilì l'unione aeque principaliter di Bisaccia con Sant'Angelo dei Lombardi, ma questa unione venne sospesa nel 1517. Papa Paolo III stabilì nuovamente l'unione con bolla del 3 novembre 1534, decidendo che il vescovo che sarebbe sopravvissuto avrebbe riunito le due sedi. L'unione si realizzò perciò nel 1540 alla morte del vescovo Nicola Volpe di Bisaccia, e Rainaldo Cancellieri divenne il primo vescovo delle due diocesi unite.

Sant'Angelo dei Lombardi[modifica | modifica sorgente]

Anche la diocesi di Sant'Angelo dei Lombardi risale all'XI secolo. La prima menzione di un suo vescovo si trova in un documento di papa Gregorio VII, non datato ma attribuibile al periodo 1080/1085, dove si accenna ad un vescovo R. che, assieme ad altri vescovi, deve il doveroso ossequio all'arcivescovo di Salerno. Tuttavia la sede di Sant'Angelo dei Lombardi appare ben presto suffraganea dell'arcidiocesi di Conza; essa comprendeva i centri abitati di Sant'Angelo dei Lombardi, Lioni, Guardia Lombardi e Torella dei Lombardi.

A partire dal 1540 la diocesi fu unita aeque principaliter alla diocesi di Bisaccia.

Tra i vescovi di Sant'Angelo dei Lombardi e Bisaccia si distinse in modo particolare Gaspare Paluzzi degli Albertoni (1601 - 1614), nipote di papa Urbano VII, governatore delle province dell'Umbria e di Roma e nunzio apostolico in Portogallo, dove morì.

Il 27 giugno 1818, in forza della bolla De utiliori di papa Pio VII, la diocesi di Monteverde venne soppressa ed il suo territorio, costituito dai comuni di Monteverde e di Aquilonia, fu incorporato in quello della diocesi di Sant'Angelo dei Lombardi e Bisaccia.

Conza[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Conza fu probabilmente eretta nell'VIII secolo. Nel 743 un documento attesta la partecipazione del vescovo Pelagio al sinodo romano svoltosi in quell'anno e indetto da papa Zaccaria. Nella seconda metà dell'XI secolo la sede di Conza fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana.

La cattedrale di Conza fu consacrata nel 1122 o 1123 dall'arcivescovo Ugo. Il seminario diocesano fu istituito nella prima metà del XVIII secolo a Sant'Andrea di Conza durante l'episcopato di Francesco Paolo Nicolai.

A partire dalla metà del XVII secolo gli arcivescovi lasciarono Conza e posero sempre più spesso la loro residenza abituale a Sant'Andrea di Conza e a Santomenna, dove furono edificati nuovi palazzi episcopali[1]e le chiese locali vennero trasformate in pro-cattedrali.

Il 27 giugno 1818, in forza della bolla De utiliori di papa Pio VII, la diocesi di Campagna, che era stata eretta il 19 giugno 1525, fu data in amministrazione perpetua agli arcivescovi di Conza. Contestualmente fu soppressa la diocesi di Satriano ed il suo territorio unito a quello di Conza. Con la medesima bolla, fu ridisegnata la provincia ecclesiastica di Conza che comprendeva le diocesi di Campagna, Sant'Angelo dei Lombardi e Bisaccia, Lacedonia e Muro Lucano.

Sant'Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia[modifica | modifica sorgente]

Il 30 settembre 1921 con la bolla Ad christifidelium di papa Benedetto XV ebbe termine il regime di amministrazione perpetua e fu ristabilita la diocesi di Campagna, resa immediatamente soggetta alla Santa Sede. Contestualmente l'arcidiocesi di Conza fu unita aeque principaliter alla diocesi di Sant'Angelo dei Lombardi e Bisaccia ed inoltre perse 13 comuni che furono ceduti alla diocesi di Campagna. Gli arcivescovi da questo momento iniziarono a risiedere abitualmente a Sant'Angelo dei Lombardi.

Il 4 agosto 1973 Gastone Mojaisky Perrelli, già vescovo di Nusco, fu nominato anche arcivescovo di Conza e vescovo di Sant'Angelo dei Lombardi e Bisaccia, unendo così in persona episcopi le quattro sedi.

Il 30 aprile 1979 l'arcidiocesi di Conza perse la dignità metropolitica in forza della bolla Quamquam Ecclesia di papa Giovanni Paolo II, mantenendo il titolo arcivescovile. La diocesi di Nusco e l'arcidiocesi di Conza, con le antiche suffraganee di Sant'Angelo dei Lombardi, Bisaccia e Lacedonia, entrarono a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Benevento.[2]

Il terremoto dell'Irpinia del 1980 ha gravemente danneggiato il patrimonio culturale delle diocesi dell'Alta Irpinia. In particolare è andata distrutta la cittadina di Conza e la sua antica cattedrale, ridotta attualmente a poche vestigia.

Il 30 settembre 1986 in forza del decreto Instantibus votis della Congregazione per i Vescovi l'arcidiocesi di Conza e le diocesi di Sant'Angelo dei Lombardi e Bisaccia e di Nusco sono state unite con la formula plena unione e la nuova circoscrizione ecclesiastica sorta dall'unione ha assunto il nome di Arcidiocesi di Sant'Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia.

Il 18 ottobre 1995 l'arcidiocesi si è ampliata, incorporando il comune di Rocca San Felice, che apparteneva alla diocesi di Avellino. Il 25 gennaio 1998 con una nuova variazione territoriale, la diocesi ha incorporato i comuni di Frigento (antica sede vescovile), Sturno, Gesualdo e Villamaina, che appartenevano alla diocesi di Avellino, e ha ceduto alla diocesi di Ariano Irpino-Lacedonia il comune di Vallata.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Sede di Sant'Angelo dei Lombardi[modifica | modifica sorgente]

  • R. † (circa 1080/1085)
  • Bonifacio † (menzionato nel 1179)
  • Giovanni † (menzionato nel 1247)
  • Lorenzo † (? - 11 dicembre 1346 nominato arcivescovo di Conza)
  • Pietro dell'Aquila † (12 febbraio 1347 - 30 maggio 1348 nominato vescovo di Trivento)
  • Roberto Estore, O.E.S.A. † (30 maggio 1348 - ?)
  • Alessandro † (? - 1398 deceduto)
  • Pietro † (24 dicembre 1398 - 1418 deceduto)
  • Antonio da Barletta † (7 maggio 1418 - 1427 dimesso)
  • Pietro de Agello, O.S.B.Coel. † (13 ottobre 1427 - 1448 dimesso)
  • Possulo Donnorso † (27 novembre 1447 - ?)
  • Giacomo, O.E.S.A. † (3 agosto 1468 - 15 gennaio 1477 deceduto)
  • Michele † (21 febbraio 1477 - 1485 deceduto)
  • Edoardo Ferro † (12 agosto 1485 - 1491 deceduto)
  • Biagio de Locha † (23 gennaio 1492 - ? deceduto)
  • Rainaldo Cancellieri † (16 dicembre 1502 - 1540 nominato vescovo di Sant'Angelo dei Lombardi e Bisaccia)

Sede di Bisaccia[modifica | modifica sorgente]

  • Basilio † (menzionato nel 1097)
  • Riccardo † (menzionato nel 1179)
  • Lodato † (30 settembre 1254 - ?)
  • Zaccaria † (1265 - 1282 deceduto)
  • Benedetto † (1282 - 20 aprile 1288 nominato vescovo di Avellino)
    • Manfredo † (2 giugno 1291 - ?) (amministratore apostolico)
  • Francesco † (? - 3 luglio 1310 nominato vescovo di Ascoli Satriano)
  • Giacomo † (19 marzo 1311 - 1328 deceduto)
    • Giovanni I, O.F.M. † (20 marzo 1329 - 1329 deceduto) (vescovo eletto)
  • Francesco Bestagno, O.P. † (11 settembre 1329 - 1351 deceduto)
  • Nicola I, O.P. † (27 giugno 1351 - ?)
  • Benedetto Colonna † (1353 - ?)
  • Giovanni II † (? - 13 settembre 1364 nominato vescovo di Terralba)
  • Costantino da Termoli, O.E.S.A. † (26 marzo 1365 - 3 novembre 1368 nominato vescovo di Montecorvino)
  • Stefano † (1368 - 1369 dimesso)
  • Francesco de Capite, O.F.M. † (21 febbraio 1369 - ? deceduto)
    • Siffredo Reynardi, O.E.S.A. † (17 agosto 1385 - ?) (antivescovo)
  • Nicola II † (9 giugno 1386 - ?)
  • Leone † (21 agosto 1389 - ?)
  • Giovanni Angeli † (13 giugno 1410 - ? deceduto)
  • Guglielmo Nicolai † (3 novembre 1428 - ? deceduto)
  • Petruccio de Migliolo † (12 giugno 1450 - 30 gennaio 1463 nominato vescovo di Lacedonia)
  • Martino de Maggio † (8 aprile 1463 - 24 agosto 1487 nominato vescovo di Bisceglie)
  • Bernardino Barbiani † (24 agosto 1487 - ?)
  • Gaspare de Corbara † (12 novembre 1498 - 23 dicembre 1517 dimesso)
  • Nicola Volpe † (23 dicembre 1517 - 1540 deceduto)

Sede di Sant'Angelo dei Lombardi e Bisaccia[modifica | modifica sorgente]

  • Rainaldo Cancellieri † (1540 - 1542 dimesso)
  • Valerio Cancellieri † (11 ottobre 1542 - 1574 deceduto)
  • Pietrantonio Vicedomini † (17 novembre 1574 - 4 novembre 1580 nominato vescovo di Avellino)
  • Giovanni Battista Pietralata † (12 dicembre 1580 - 1585 dimesso)
  • Antonello de Folgore † (27 novembre 1585 - 1590 deceduto)
  • Flaminio Torricella † (30 gennaio 1591 - 1600 deceduto)
  • Gaspare Paluzzi degli Albertoni † (4 aprile 1601 - 1614 deceduto)
  • Francesco Diotallevi † (21 luglio 1614 - 1622 deceduto)
  • Ercole Rangoni † (2 maggio 1622 - 24 aprile 1645 nominato arcivescovo di Conza)
  • Gregorio Coppino, O.S.B. † (12 giugno 1645 - ottobre o novembre 1645 deceduto)
  • Alessandro Sarzilla † (12 maggio 1646 - 1646 deceduto)
  • Ignazio Cianti, O.P. † (7 gennaio 1647 - febbraio o marzo 1661 dimesso)
  • Tommaso de Rosa † (16 gennaio 1662 - 8 maggio 1679 nominato vescovo di Policastro)
  • Giovanni Battista Nepita † (8 gennaio 1680 - 26 marzo 1685 nominato vescovo di Massa Lubrense)
  • Giuseppe Mastellone † (14 maggio 1685 - giugno 1721 deceduto)
  • Giuseppe Galliani † (1º dicembre 1721 - aprile 1727 deceduto)
  • Angelo Maria Nappi, O.S.M. † (25 giugno 1727 - dicembre 1734 deceduto)
  • Antonio Manerba (Malerba) † (25 maggio 1735 - settembre 1761 deceduto)
  • Domenico Volpe † (25 gennaio 1762 - 12 marzo 1783 deceduto)
    • Sede vacante (1783-1792)
  • Carlo Nicodemi † (26 marzo 1792 - 2 marzo 1808 deceduto)
    • Sede vacante (1808-1818)
  • Bartolomeo Goglia † (21 dicembre 1818 - 20 aprile 1840 deceduto)
  • Ferdinando Girardi, C.M. † (22 luglio 1842 - 21 dicembre 1846 nominato vescovo di Nardò)
  • Giuseppe Gennaro Romano † (21 dicembre 1846 - 17 giugno 1854 dimesso)
  • Giuseppe Maria Fanelli † (23 giugno 1854 - 8 giugno 1891 deceduto)
  • Nicola Lo Russo † (8 giugno 1891 succeduto - 9 aprile 1897 deceduto)
  • Giulio Tommasi † (19 aprile 1897 - 30 settembre 1921 nominato arcivescovo di Conza, Sant'Angelo dei Lombardi e Bisaccia)

Sede di Conza[modifica | modifica sorgente]

  • Pelagio † (menzionato nel 743)
  • Pietro I † (menzionato nel 967)
  • Pietro II † (menzionato nel 1049)
  • Leone † (menzionato nel 1087)
  • Gregorio † (menzionato nel 1103)
  • Ugo † (circa 1118 - 1123)
  • Sant'Erberto Hoscam † (prima del 1169 - 1180 deceduto)
  • Gervasio † (menzionato nel 1184)
  • Pantaleone † (circa 1200 - dopo il 1215)
  • G. † (menzionato nel 1224)
  • Andrea † (27 settembre 1225 - ?)
  • Nicola Bonifazi † (24 aprile 1254 - circa 1273 deceduto)
  • Andrea de Alberto † (18 agosto 1274 - circa 1277 deceduto)
  • Stefano de Orinigo, O.Cist. † (circa 1277 - ? dimesso)
  • Lorenzo Biondi, O.P. † (13 giugno 1279 - circa 1282 deceduto)
    • Sede vacante (circa 1282-1295)
  • Adenolfo † (1º ottobre 1295 - 2 gennaio 1301 nominato arcivescovo di Benevento)
  • Consiglio Gatti, O.P. † (30 gennaio 1301 - 1308 deceduto)
    • Sede vacante (1308-1327)
  • Leone † (27 febbraio 1327 - 1334 deceduto)
  • Pietro III † (30 ottobre 1334 - 1346 deceduto)
  • Lorenzo † (11 dicembre 1346 - 1351 deceduto)
  • Filippo, O.Carm. † (17 giugno 1351 - ? deceduto)
  • Bartolomeo † (4 luglio 1356 - 1389 o 1390 deceduto)
    • Bernardo de Villaria † (28 aprile 1388 - ?) (antivescovo)
  • Mello Albito † (18 maggio 1390 - dopo il 1412)
    • Nicola † (23 marzo 1395 - ? deceduto) (antivescovo)
    • Nicola da Cascia, O.F.M. † (15 maggio 1409 - 20 maggio 1422 nominato arcivescovo di Rossano) (antivescovo)
  • Gaspare da Diano † (20 maggio 1422 - 23 febbraio 1438 nominato arcivescovo di Napoli)
  • Latino Orsini † (marzo 1438 - novembre 1438 nominato arcivescovo di Trani)
  • Raimondo degli Ugotti, O.S.B.I. † (3 luglio 1439 - 1455 deceduto)
  • Giovanni Conti † (26 gennaio 1455 - 1º ottobre 1484 dimesso)
    • Niccolò Grato Conti † (1º ottobre 1484 - 20 settembre 1494 deceduto) (arcivescovo eletto)
  • Francesco Conti † (8 ottobre 1494 - 11 settembre 1517 dimesso)
  • Camillo Gesualdo † (11 settembre 1517 - 14 giugno 1535 dimesso)
  • Troiano Gesualdo † (16 luglio 1535 - 1539 deceduto)
  • Ambrogio Catarino Politi, O.P. † (3 giugno 1552 - 8 novembre 1553 deceduto)
  • Gerolamo Muzzarelli, O.P. † (11 dicembre 1553 - 1561 deceduto)
  • Alfonso Gesualdo † (14 aprile 1561 - 18 novembre 1572 dimesso)
  • Salvatore Caracciolo † (19 novembre 1572 - novembre 1573 deceduto)
  • Marcantonio Pescara † (15 marzo 1574 - 1584 deceduto)
  • Scipione Gesualdo † (28 novembre 1584 - 1608 deceduto)
  • Bartolomeo Cesi † (10 marzo 1608 - 1614 dimesso)
  • Curzio Cocci † (3 marzo 1614 - novembre 1621 deceduto)
  • Fabio de Lagonissa † (21 febbraio 1622 - 1645 dimesso)
  • Ercole Rangoni † (24 aprile 1645 - 13 febbraio 1650 deceduto)
  • Fabrizio Campana, O.S.B.Coel. † (22 maggio 1651 - 17 settembre 1667 deceduto)
  • Giacomo Lenza, O.S.B. † (14 novembre 1667 - agosto 1672 deceduto)
  • Paolo Caravita, O.S.B.Oliv. † (16 gennaio 1673 - 26 settembre 1681 deceduto)
  • Gaetano Caracciolo, C.R. † (8 giugno 1682 - 11 agosto 1709 deceduto)
    • Sede vacante (1709-1716)
  • Francesco Paolo Nicolai † (2 settembre 1716 - 11 agosto 1731 deceduto)
  • Giuseppe Nicolai † (9 agosto 1731 - 27 ottobre 1758 deceduto)
  • Marcello Capano Orsini † (12 febbraio 1759 - 28 giugno 1765 deceduto)
  • Cesare Antonio Caracciolo, C.R. † (9 dicembre 1765 - ottobre 1776 deceduto)
  • Ignazio Andrea Sambiase, C.R. † (16 dicembre 1776 - 1799 deceduto)
  • Gioacchino Maria Mancusi † (26 giugno 1805 - 1811 deceduto)
    • Sede vacante (1811-1818)

Sede di Conza e Campagna[modifica | modifica sorgente]

  • Michele Arcangelo Lupoli † (25 maggio 1818 - 30 settembre 1831 nominato arcivescovo di Salerno)
  • Gennaro Pellini † (2 luglio 1832 - 6 ottobre 1835 deceduto)
  • Leone Ciampa, O.F.M.Disc. † (1º febbraio 1836 - 22 dicembre 1848 nominato arcivescovo di Sorrento)
  • Giuseppe Pappalardo † (22 dicembre 1848 - 19 dicembre 1849 dimesso)
  • Gregorio De Luca † (20 maggio 1850 - 15 agosto 1878 deceduto)
  • Salvatore Nappi † (28 febbraio 1879 - 18 ottobre 1896 dimesso)
  • Antonio Buglione † (18 ottobre 1896 succeduto - 20 febbraio 1904 deceduto)
  • Nicola Piccirilli † (14 novembre 1904 - 25 aprile 1918 nominato arcivescovo di Lanciano)
  • Carmine Cesarano † (30 settembre 1918 - 30 settembre 1921 nominato arcivescovo, titolo personale, di Campagna)

Sede di Conza, Sant'Angelo dei Lombardi e Bisaccia[modifica | modifica sorgente]

Sede di Nusco[modifica | modifica sorgente]

  • Sant'Amato † (dopo il 1076 - 30 settembre 1093 deceduto)
  • Guido † (menzionato nel 1104)
  • Ruggero I † (menzionato nel 1143)
  • Guglielmo I † (menzionato nel 1194)
  • Ruggero II † (menzionato nel 1198 circa)
  • Luca † (menzionato nel 1240 circa)
  • Giacomo, O.F.M. † (1285 - ?)
  • P. † (menzionato nel 1296)
  • Ruggero Gesualdo † (? - 1350 deceduto)
  • Francesco † (31 ottobre 1350 - 14 febbraio 1365 nominato vescovo di Sorres)
  • Arnaldo, O.P. † (14 febbraio 1365 - 1375 deceduto)
  • Angelo Vitali, O.E.S.A. † (29 gennaio 1375 - ? deceduto)
    • Antonio I, O.F.M. † (10 giugno 1386 - ?) (antivescovo)
    • Pietro, O.F.M. † (? - 27 agosto 1392 nominato antivescovo di Ventimiglia) (antivescovo)
  • Marco Porri † (26 gennaio 1394 - ?)
  • Angelo Barrili † (9 settembre 1396 - ?)
  • Bernardo † (18 febbraio 1400 - ?)
  • Guglielmo II † (? - 1418 deceduto)
  • Antonio II † (24 novembre 1418 - 1435 deceduto)
  • Carluccio (o Paoluccio) † (30 maggio 1435 - 1446 deceduto)
  • Giovannuccio Pasquali, O.F.M. † (1446 - 1471 deceduto)
  • Stefano Moscatelli † (11 ottobre 1471 - 1485 deceduto)
  • Antonio Maramaldo † (21 novembre 1485 - dopo il 1513 deceduto)
  • Marino Acciabianca † (dopo il 1513 succeduto - 12 marzo 1537 dimesso)
  • Gerolamo Acciabianca † (17 giugno 1523 - 1537 deceduto)
  • Pietro Paolo Parisio † (11 gennaio 1538 - 9 marzo 1545 deceduto)
  • Luigi Cavalcanti † (1º giugno 1545 - 30 gennaio 1563 nominato vescovo di Bisignano)
  • Alessandro Gadaletta † (30 gennaio 1563 - 1572 deceduto)
  • Pietro Persio † (23 gennaio 1573 - 1578 deceduto)
  • Patrizio Lunato Laosio † (15 ottobre 1578 - 1602 deceduto)
  • Lazzaro Pellizzari, O.P. † (20 novembre 1602 - 1º ottobre 1607 nominato vescovo di Modena)
  • Giovanni Battista Zuccato † (19 novembre 1607 - 1614 dimesso)
  • Michele Rezia † (9 luglio 1614 - 8 agosto 1639 nominato vescovo di Ascoli Satriano)
  • Francesco Arcudi, C.R. † (19 dicembre 1639 - 7 ottobre 1641 deceduto)
  • Giovanni Mauro, O.F.M.Conv. † (13 gennaio 1642 - 1º novembre 1644 deceduto)
  • Aniello Campagna † (6 marzo 1645 - gennaio 1648 deceduto)
  • Pietro Paolo Russo † (1º marzo 1649 - maggio 1657 deceduto)
  • Benedetto Rocci, O.Carm. † (6 maggio 1658 - 1661 deceduto)
  • Angelo Picchetti † (16 gennaio 1662 - 28 settembre 1668 deceduto)
  • Fulgenzio Arminio Monforti, O.E.S.A. † (1º aprile 1669 - 1680 dimesso)
  • Benedetto Giacinto Sangermano † (7 ottobre 1680 - 7 giugno 1702 deceduto)
  • Giacinto Dragonetti, C.O. † (5 marzo 1703 - 11 settembre 1724 nominato vescovo dei Marsi)
  • Nicolò Tupputi † (11 settembre 1724 - gennaio 1740 deceduto)
  • Gaetano de Arco † (6 marzo 1741 - 25 maggio 1753 deceduto)
  • Francesco Antonio Bonaventura † (26 novembre 1753 - 15 giugno 1788 deceduto)
    • Sede vacante (1788-1792)
  • Francesco Saverio De Vivo † (27 febbraio 1792 - 1797 deceduto)
    • Sede vacante (1797-1818)
    • Matteo Aceto † (21 dicembre 1818 - 1819 deceduto) (vescovo eletto)
  • Pasquale de Nicolais † (21 febbraio 1820 - 15 maggio 1835 deposto)
  • Francesco-Paolo Mastropasqua † (2 ottobre 1837 - 26 giugno 1848 deceduto)
  • Giuseppe Autelitano † (28 settembre 1849 - 11 gennaio 1854 deceduto)
  • Michele Adinolfi † (30 novembre 1854 - 23 marzo 1860 nominato vescovo di Nocera dei Pagani)
  • Gaetano Stiscia † (23 marzo 1860 - 24 aprile 1870 deceduto)
  • Giovanni Acquaviva, C.O. † (22 dicembre 1871 - 26 gennaio 1893 deceduto)
  • Giuseppe Consenti, C.SS.R. † (26 gennaio 1893 succeduto - 12 giugno 1893 nominato vescovo di Lucera)
  • Emilio Alfonso Todisco Grande † (12 giugno 1893 - agosto 1896 deceduto)
  • Michele Arcangelo Pirone † (30 novembre 1896 - 6 febbraio 1909 deceduto)
  • Angelo Giacinto Scapardini, O.P. † (29 aprile 1909 - 10 settembre 1910 nominato arcivescovo titolare di Antiochia di Pisidia)
  • Luigi Paulini † (11 settembre 1911 - 10 marzo 1919 nominato vescovo di Concordia)
  • Pasquale Mores † (15 dicembre 1919 - 31 gennaio 1950 ritirato)
  • Guido Maria Casullo † (29 maggio 1951 - 11 febbraio 1963 nominato vescovo ausiliare di Pinheiro)
  • Gastone Mojaisky Perrelli † (10 maggio 1963 - 18 novembre 1978 dimesso)
  • Mario Miglietta † (18 novembre 1978 - 21 febbraio 1981 nominato arcivescovo, titolo personale, di Ugento-Santa Maria di Leuca)
  • Antonio Nuzzi (21 febbraio 1981 - 30 settembre 1986 nominato arcivescovo di Sant'Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia)

Sede di Sant'Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 83.500 persone contava 83.000 battezzati, corrispondenti al 99,4% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
arcidiocesi di Conza, Sant'Angelo dei Lombardi e Bisaccia
1950 91.646 91.898 99,7 68 58 10 1.347 10 73 22
1970 83.765 85.500 98,0 73 60 13 1.147 19 92 24
1980 62.200 63.200 98,4 59 38 21 1.054 25 80 22
diocesi di Nusco
1950 38.700 38.810 99,7 53 49 4 730 4 38 19
1970 34.200 34.500 99,1 23 18 5 1.486 7 45 20
1980 31.868 32.775 97,2 26 20 6 1.225 7 31 19
arcidiocesi di Sant'Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia
1990 92.800 93.000 99,8 62 45 17 1.496 18 117 40
1999 101.500 103.000 98,5 63 38 25 1.611 1 31 78 45
2000 88.500 89.825 98,5 64 39 25 1.382 1 47 83 45
2001 88.500 89.825 98,5 67 40 27 1.320 1 57 83 45
2002 85.000 85.479 99,4 68 38 30 1.250 2 57 83 45
2003 85.000 85.470 99,5 67 37 30 1.268 2 70 86 45
2004 84.500 85.000 99,4 67 41 26 1.261 2 50 78 35
2010 83.000 83.500 99,4 65 41 24 1.276 1 35 73 36

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ L'episcopio di Sant'Andrea di Conza è attualmente sede del comune.
  2. ^ La diocesi di Muro Lucano già dal 1954 era entrata far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Acerenza, passata poi a quella di Potenza nel 1976.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Documenti pontifici[modifica | modifica sorgente]

Per Sant'Angelo dei Lombardi[modifica | modifica sorgente]

Per Bisaccia[modifica | modifica sorgente]

Per Conza[modifica | modifica sorgente]

Per Nusco[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]