Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie
Archidioecesis Tranensis-Barolensis-Vigiliensis (-Nazarensis)
Chiesa latina
Cattedrale Trani apr06 01.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Bari-Bitonto
Regione ecclesiastica Puglia
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Arcivescovo Giovanni Battista Pichierri
Vicario generale Savino Giannotti
Arcivescovi emeriti Carmelo Cassati
Sacerdoti 144 di cui 109 secolari e 35 regolari
2.029 battezzati per sacerdote
Religiosi 39 uomini, 265 donne
Diaconi 25 permanenti
Abitanti 292.200
Battezzati 279.680 (95,7% del totale)
Superficie 701 km² in Italia
Parrocchie 66
Erezione VI secolo
Rito romano
Cattedrale San Nicola Pellegrino
Concattedrali Santa Maria Maggiore a Barletta
San Pietro Apostolo a Bisceglie
Indirizzo Via Beltrani 9, 76125 Trani [BT], Italia
Sito web www.trani.chiesacattolica.it
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Italia
La concattedrale di Barletta
Veduta della cattedrale di Trani
Il palazzo arcivescovile di Trani

L'arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie (in latino: Archidioecesis Tranensis-Barolensis-Vigiliensis (-Nazarensis)) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Bari-Bitonto appartenente alla regione ecclesiastica Puglia. Nel 2010 contava 279.680 battezzati su 292.200 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Giovanni Battista Pichierri.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende 7 centri: oltre alle 3 città titolari di Trani, Barletta e Bisceglie annovera anche i centri di Corato, Margherita di Savoia, San Ferdinando di Puglia e Trinitapoli.

Sede arcivescovile è la città di Trani, dove si trova la cattedrale di San Nicola Pellegrino. A Barletta e a Bisceglie sorgono le concattedrali della diocesi, dedicate rispettivamente a Santa Maria Maggiore e a San Pietro Apostolo.

Il territorio è suddiviso in 5 zone pastorali con 66 parrocchie. Le 5 zone pastorali, secondo il nuovo Statuto approvato il 2 giugno 2005, sono così denominate:

  1. zona pastorale "San Nicola, il pellegrino", in Trani.
  2. zona pastorale "San Ruggiero", in Barletta.
  3. zona pastorale "Santi Mauro-Sergio-Pantaleo" in Bisceglie.
  4. zona pastorale "San Cataldo", in Corato.
  5. zona pastorale "SS. Salvatore-Madonna di Loreto- San Ferdinando Re" in Margherita di Savoia, Trinitapoli, San Ferdinando di Puglia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Bisceglie[modifica | modifica sorgente]

Secondo la tradizione, lo stesso apostolo san Pietro avrebbe annunciato il Vangelo in Bisceglie, consacrando il primo vescovo, san Mauro. Le liste episcopale menzionano poi il vescovo Sergio (o Giorgio), che fu tra i padri conciliari nel concilio di Nicea del 787: tuttavia questo vescovo fu confuso con l'omonimo vescovo di Bargilia in Asia Minore.

Primo vescovo storicamente attestato è Mercurio nell'XI secolo. Durante l'episcopato di Amando furono ritrovate le reliquie di san Mauro, che fu ritenuto primo vescovo della diocesi. Nel 1222 la città accolse Francesco d'Assisi, che fondò un monastero. Nel 1295 il vescovo Leone consacrò la cattedrale.

Il 27 giugno 1818 con la bolla De utiliori di papa Pio VII la diocesi di Bisceglie fu concessa in amministrazione perpetua agli arcivescovi di Trani.

Barletta[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Arcidiocesi di Nazareth.

Dal 1327 Barletta divenne la sede stabile dell'arcivescovo di Nazareth, ormai impossibilitato a risiedere in Palestina. Inizialmente aveva giurisdizione solo sulla città di Barletta; in seguito estese la sua giurisdizione anche sulle soppresse diocesi di Canne (1455) e Monteverde (XVI secolo).

Il 27 giugno 1818 con la bolla De utiliori papa Pio VII soppresse l'arcidiocesi di Nazareth e la diocesi di Canne, e ne aggregò il territorio all'arcidiocesi di Trani. La diocesi di Monteverde invece, ugualmente soppressa, venne aggregata alla diocesi di Sant'Angelo dei Lombardi.

Il 22 ottobre 1828 con la bolla Multis quidem di papa Leone XII il titolo di arcivescovo di Nazareth fu concesso agli arcivescovi di Trani.

Il 21 aprile 1860 con la bolla Imperscrutabili Dei di papa Pio IX fu eretta la diocesi di Barletta ed unita aeque principaliter a quella di Trani.

Trani[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Trani fu eretta in epoca antica. Secondo la tradizione i primi due vescovi di Trani furono i martiri san Redento e san Magno, vissuti verso la metà del III secolo.

Nella seconda metà dell'XI secolo la diocesi di Trani fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana, avente come suffraganee le diocesi di Andria e di Bisceglie. Tuttavia già con Rodostamo i prelati di Trani avevano il titolo di arcivescovi ad personam. In questo periodo la sede era sottomessa ai patriarchi bizantini, fino a metà dell'XI secolo.

Nel XV secolo papa Martino V unì la diocesi di Salpi, eretta nel V secolo, all'arcidiocesi di Trani. Lo stesso papa nel 1424 dispose l'unione della diocesi di Canne, fino ad allora suffraganea dell'arcidiocesi di Bari, all'arcidiocesi di Trani, ma il provvedimento non ebbe effetto e nel 1449 la diocesi di Canne fu unita all'arcidiocesi di Nazareth.

Nel 1523 la sede di Salpi fu separata da Trani, ma fu poi definitivamente soppressa nel 1547, aggregandone il territorio all'arcidiocesi di Trani.

Dal 1818 e dal 1860 gli arcivescovi di Trani furono nominati rispettivamente amministratori apostolici in perpetuo di Bisceglie e vescovi di Barletta.

Trani-Barletta-Bisceglie[modifica | modifica sorgente]

Il 20 ottobre 1980 in forza della bolla Qui Beatissimo Petro di papa Giovanni Paolo II Trani cessò di essere una sede metropolitana e divenne suffraganea dell'arcidiocesi di Bari. I vescovi di Trani tuttavia continuarono a mantenere la dignità arcivescovile.

Il 30 settembre 1986 in forza del decreto Instantibus votis della Congregazione per i Vescovi le tre sedi di Trani, Barletta e Bisceglie furono unite con la formula plena unione e la nuova circoscrizione ecclesiastica ha assunto il nome attuale. Gli arcivescovi continuano ad avere ancora oggi il titolo di arcivescovi di Nazareth.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Juan Castellar y de Borja, arcivescovo di Trani (1493 - 1503)
Marco Vigerio della Rovere, O.F.M.Conv., arcivescovo di Trani (1506 - 1517)
Papa Urbano VIII, nato Maffeo Vincenzo Barberini arcivescovo della sede di Nazareth con residenza a Barletta (1604 - 1608)
Pompeo Sarnelli, vescovo di Bisceglie (1692 - 1724)

Sede di Trani[modifica | modifica sorgente]

  • San Redento † (? - 249 deceduto)
  • San Magno † (? - 19 agosto 251 deceduto)
  • Eutizio o Eutichio † (prima del 493 - dopo il 504)
  • Sutinio † (menzionato nel 761)
  • Leone † (menzionato nel 787)
  • Leopardo † (menzionato nell'827)
  • Oderisio † (menzionato nell'834)
  • Angelario † (menzionato nell'845)
  • Giovanni I † (952/953 - dopo il 980)
  • Rodostamo † (menzionato nel 983)
  • Crisostomo † (menzionato nel 999)
  • Giovanni II † (prima del 1053 - 1059 deposto)
  • Delio † (1059 - 1063)
  • Bisanzio I † (15 maggio 1063 - dopo il 1099)
  • Bertrando I † (prima del 1101 - dopo il 1108)
  • Bisanzio II † (menzionato nel 1120)
  • Verterando (?) † (menzionato nel 1129)
  • Ubaldo † (prima del 1130 - dopo il 1138)
  • Pellegrino † (menzionato nel 1141)
  • Bisanzio III † (circa 1142 - dopo il 1150)
  • Bertrando II † (prima del 1157 - dopo il 1187)
  • Sanmaro o Samaro † (prima del 1192 - dopo il 1201)
    • G. (Gregorio), O.S.B. † (1202) (vescovo eletto)
  • Bartolomeo † (1203 - dopo il 1225)
  • Giacomo O.P. † (prima del 1227 - dopo il 1260)
  • Nicola † (28 maggio 1267 - dopo il 1271)
    • Ottobono o Opizio † (1º aprile 1280 - 4 giugno 1288 nominato arcivescovo di Genova) (amministratore apostolico)
  • Filippo † (5 novembre 1288 - dopo il 1295 deceduto)
  • Giovani d'Anagni, O.F.M.Obs. † (17 giugno 1297 - 1299 deceduto)
  • Oddone Arcioni † (6 novembre 1299 - 1314 deceduto)
  • Bartolomeo † (8 luglio 1317 - 11 gennaio 1328 nominato arcivescovo di Manfredonia)
  • Bartolomeo Brancacci † (23 dicembre 1327 - 14 novembre 1341 deceduto)
  • Andrea di Veroli † (4 marzo 1342 - 1342 deceduto)
  • Guglielmo de Rosières, O.S.B. † (4 aprile 1343 - 28 febbraio 1344 nominato arcivescovo di Brindisi)
  • Filippo, O.P. † (26 marzo 1344 - 1348 deceduto)
  • Maugerio, O.P. † (5 novembre 1348 - 1352 deceduto)
  • Giacomo Tura Scottini, O.P. † (5 novembre 1352 - 1378 nominato antivescovo di Luni)
    • Matteo Spina † (26 gennaio 1379 - 28 maggio 1384 nominato antiarcivescovo di Taranto) (antivescovo)
    • Guglielmo † (menzionato nel 1390) (antivescovo)
  • Antonio de Lamberto † (circa 1379 - 24 gennaio 1383 deceduto)
  • Enrico Minutolo † (1383 - settembre 1389 nominato arcivescovo di Napoli)
  • Riccardo Silvestri † (24 dicembre 1390 - 1393 deceduto)
  • Giacomo Cubello † (7 novembre 1393 - 1418 deceduto)
  • Francesco Carosio † (26 gennaio 1418 - 27 aprile 1427 deceduto)
  • Giacomo Barrili † (16 giugno 1427 - 1438 deceduto)
  • Latino Orsini † (8 giugno 1439 - 23 dicembre 1450 nominato arcivescovo, titolo personale, di Urbino)
  • Giovanni Orsini † (23 dicembre 1450 - 1478 deceduto)
  • Cosma Migliorati Orsini, O.S.B. † (1º aprile 1478 - 21 novembre 1481 deceduto)
  • Giovanni Attaldo † (17 dicembre 1481 - 1493 deceduto)
  • Juan Castellar y de Borja † (23 agosto 1493 - 9 agosto 1503 nominato arcivescovo di Monreale)
  • Francisco Lloris y de Borja † (9 agosto 1503 - 22 luglio 1506 deceduto)
  • Marco Vigerio della Rovere, O.F.M.Conv. † (1506 - 30 luglio 1517 dimesso)
  • Bartolomeo Serristori † (3 luglio 1551 - 1555 deceduto)
  • Gianbernardino Scotti, C.R. † (20 dicembre 1555 - 9 agosto 1559 nominato arcivescovo, titolo personale, di Piacenza)
  • Juan Bautista Ojeda † (26 gennaio 1560 - 27 agosto 1571 nominato arcivescovo, titolo personale, di Agrigento)
  • Angelo Oraboni, O.F.M.Obs. † (17 marzo 1572 - 10 maggio 1575 deceduto)
  • Scipione da Tolfa † (10 dicembre 1576 - 15 novembre 1592 dimesso)
  • Giulio Caracciolo † (31 marzo 1593 - 1º gennaio 1597 nominato arcivescovo, titolo personale, di Cassano)
  • Andra De Franchis † (4 agosto 1598 - 1603 deceduto)
  • Juan de Rada, O.F.M.Obs. † (17 agosto 1605 - 16 gennaio 1606 nominato arcivescovo, titolo personale, di Patti)
  • Diego Álvarez, O.P. † (19 marzo 1607 - dicembre 1634 deceduto)
  • Tommaso Anchora (o Ariconi), C.R. † (8 gennaio 1635 - 1655 deceduto)
  • Tommaso de Sarria, O.P. † (16 ottobre 1656 - 13 aprile 1665 nominato arcivescovo di Taranto)
  • Giovanni Battista del Tinto, O.Carm. † (15 febbraio 1666 - 19 ottobre 1676 nominato arcivescovo, titolo personale, di Cassano)
  • Paolo Ximenes † (14 marzo 1678 - 21 dicembre 1693 deceduto)
  • Pietro de Torres † (24 gennaio 1695 - ottobre 1709 deceduto)
    • Sede vacante (1709-1717)
  • Giuseppe Antonio Davanzati † (22 novembre 1717 - 16 febbraio 1755 deceduto)
  • Domenico Andrea Cavalcanti, C.R. † (12 maggio 1755 - 3 febbraio 1769 deceduto)
  • Gaetano Maria Capece, C.R. † (18 dicembre 1769 - 27 febbraio 1792 nominato arcivescovo, titolo personale, di Pozzuoli)
  • Luigi Trasmondi, O.S.B.Cel. † (18 giugno 1792 - 1804 deceduto)
  • Luigi Pirelli, C.R. † (29 ottobre 1804 - 15 luglio 1820 deceduto)
  • Gaetano Franci, C.R.M. † (19 aprile 1822 - 26 giugno 1847 deceduto)
  • Giuseppe de' Bianchi Dottula † (22 dicembre 1848 - 21 aprile 1860 nominato arcivescovo di Trani e Barletta)

Sedi unite di Trani e Barletta[modifica | modifica sorgente]

  • Giuseppe de' Bianchi Dottula † (21 aprile 1860 - 22 settembre 1892 deceduto)
  • Domenico Marinangeli † (16 gennaio 1893 - 5 febbraio 1898 nominato patriarca titolare di Alessandria)
  • Tommaso de Stefano † (24 marzo 1898 - 19 maggio 1906 deceduto)
  • Francesco Paolo Carrano † (1º settembre 1906 - 18 marzo 1915 deceduto)
  • Giovanni Régine † (6 dicembre 1915 - 4 ottobre 1918 deceduto)
  • Giuseppe Maria Leo † (17 gennaio 1920 - 20 gennaio 1939 deceduto)
  • Francesco Petronelli † (25 maggio 1939 - 16 giugno 1947 deceduto)
  • Reginaldo Giuseppe Maria Addazi † (10 novembre 1947 - 3 luglio 1971 dimesso)
  • Giuseppe Carata † (28 agosto 1971 - 30 settembre 1986 nominato arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie)

Sede di Nazareth con residenza a Barletta[modifica | modifica sorgente]

  • Ivo, O.P. † (1327 - 26 febbraio 1330)
  • Pietro di Napoli, O.P. † (15 marzo 1330 - 1345 deceduto)
  • Durando, O.Carm. † (10 maggio 1345 - 1348 deceduto)
  • Riccardo, O.F.M. † (8 dicembre 1348 - 1366 deceduto)
  • Guglielmo Belvaysius, O.P. † (28 gennaio 1366 - 8 agosto 1369 nominato arcivescovo di Torres)
  • Giovanni Salomoni, O.P. † (29 ottobre 1369 - 1380 deceduto)
  • Giordano Estublans, O.P. † (4 febbraio 1381 - ?)
  • Giovanni Alessio † (15 febbraio 1390 - 1400 nominato vescovo di Egina)
  • Paolo di Arezzo, O.F.M. † (24 febbraio 1400 - 1431 deceduto)
  • Agostino Favaroni, O.E.S.A. † (13 giugno 1431 - 1443 deceduto)
  • Marino Orsini † (1445 - ?)
  • Giacomo de Aurilia, O.F.M. † (11 luglio 1455 - 1483 deceduto)
  • Giovanni de Barthon, † (10 marzo 1483 - 1491 deceduto)
  • Giovanni Maria Poderico † (11 aprile 1491 - 24 aprile 1510 nominato arcivescovo di Taranto)
  • Orlando Carretto Della Rovere † (24 aprile 1510 - 12 agosto 1512 nominato arcivescovo di Avignone)
  • Gregorio (Giorgio) Benigno Salviati, O.F.M. † (circa marzo 1513 - 1520 deceduto)
  • Leonardo Baccuto † (1520 - 11 settembre 1525 deceduto)
  • Pietro De Albis † (1525 - 19 marzo 1526 deceduto)
  • Pietro Francesco Ferro † (20 aprile 1526 - dicembre 1526 deceduto)
  • Giovanni Francesco Cina † (13 gennaio 1527 - luglio 1527 deceduto)
  • Filippo Adimari † (7 agosto 1528 - novembre 1536 deceduto)
  • Girolamo De Caro † (novembre 1536 - 16 febbraio 1552 dimesso)
  • Bernardino Figueroa † (1º marzo 1553 - 26 novembre 1571 nominato vescovo di Brindisi)
  • Fabio Mirto Frangipani † (5 novembre 1572 - 17 marzo 1587 deceduto)
  • Francesco Spera, O.F.M. † (11 maggio 1587 - 28 ottobre 1587 deceduto)
  • Girolamo Bevilacqua, O.F.M. † (2 dicembre 1587 - 4 settembre 1604 deceduto)
  • Maffeo Barberini † (20 ottobre 1604 - 27 ottobre 1608 nominato vescovo di Spoleto, poi eletto papa con il nome di Urbano VIII)
  • Michelangelo Tonti † (5 novembre 1608 - 11 marzo 1609 nominato vescovo di Cesena)
  • Domenico Rivarola † (30 marzo 1609 - 3 gennaio 1627 deceduto)
  • Antonio Lombardi † (22 marzo 1627 - luglio 1636 deceduto)
  • Antonio Severoli † (3 ottobre 1639 - 1666 deceduto)
  • Francesco Antonio De Luca † (7 febbraio 1667 - 1676 deceduto)
  • Marziale Pellegrini, O.F.M.Conv. † (24 maggio 1677 - 1685 deceduto)
  • Filippo Condulmari † (14 maggio 1685 - ottobre 1688 deceduto)
  • Giuseppe Rosa † (11 gennaio 1690 - novembre 1694 deceduto)
  • Domenico Folgori † (7 febbraio 1695 - agosto 1706 deceduto)
  • Giulio Piazza † (13 settembre 1706 - 21 luglio 1710 nominato vescovo di Faenza)
  • Girolamo Mattei † (1º ottobre 1710 - 21 novembre 1712 nominato arcivescovo di Fermo)
  • Salvatore Miroballo † (20 dicembre 1717 - 22 marzo 1726 dimesso)
    • Giovanni Crisostomo Bianchi, O.E.S.A. † (8 aprile 1726 - 15 aprile 1726 deceduto) (vescovo eletto)
  • Nicola Iorio † (3 giugno 1726 - novembre 1744 deceduto)
  • Antonio Marulli De Galiberti † (21 giugno 1745 - novembre 1751 deceduto)
  • Giusto De Marco, C.R. † (20 dicembre 1751 - ottobre 1769 deceduto)
  • Pasquale Maria Mastrillo, C.R. † (20 novembre 1769 - novembre 1783 deceduto)
  • Giuseppe Mormile, C.R. † (26 marzo 1792 - 1801 deceduto)
    • Sede vacante (1800-1818)
    • Sede soppressa (1818-1828)
    • Sede unita a Trani (1828)

Sede di Bisceglie[modifica | modifica sorgente]

  • Sergio † (menzionato nel 787)
  • Mercurio ? † (menzionato nel 1059)
  • Giovanni I † (menzionato nel 1071)
  • Dumnello † (menzionato nel 1074)
  • Mancusio †
  • Stefano † (prima del 1099 - dopo il 1100)
  • Amando † (prima del 1153 - dopo il 1179)
  • Bisanzio † (prima del 1197 - 1222 deceduto)
  • Nicola † (menzionato nel 1229)
  • Berto † (menzionato nel 1237)
  • Gerolamo † (menzionato nel 1285)
  • Leone † (prima del 1292 - dopo il 1295)
  • Matteo † (menzionato nel 1298)
  • Leone di Gaeta † (menzionato nel 1303)
  • Giovanni II † (menzionato nel 1314)
  • Giacomo † (menzionato nel 1317)
  • Nicola I † (menzionato nel 1320)
  • Bartolomeo Fiore, O.P. † (menzionato nel 1327)
  • Martino Sambiasi † (? - 1348 deceduto)
  • Simone de Rayano † (5 novembre 1348 - dopo il 1367 deceduto)
    • Nicola Ricci, O.F.M. † (19 luglio 1387 - 21 aprile 1421 nominato vescovo di Veglia) (antivescovo)
  • Domenico †
  • Giovanni † (circa 1390 - 1390)
  • Giacomo Federici, O.Carm. † (4 gennaio 1391 - dopo il 18 settembre 1399)
  • Francesco Falconi † (circa 1399 - ?)
  • Nicola Falconi † (1413 - 1442 deceduto)
  • Giacomo Pietro de Gravina † (23 maggio 1442 - 1476 deceduto)
  • Bernardino Barbiani † (9 agosto 1476 - 24 agosto 1487 nominato vescovo di Bisaccia)
  • Martino Madio da Tramonti † (24 agosto 1487 - 1507 dimesso)
  • Antonio Lupicino † (19 novembre 1507 - 1524 dimesso)
  • Geronimo Sifola † (11 maggio 1524 - 1565 deceduto)
  • Giovanni Andrea Signati † (22 agosto 1565 - 23 settembre 1575 nominato vescovo di Bisignano)
  • Leonardo Bonaccorsi † (23 settembre 1575 - 1576 deceduto)
  • Giovanni Battista Soriani, O.Carm. † (22 agosto 1576 - 25 giugno 1582 deceduto)
  • Nicola Secadenari † (1583 - 30 luglio 1583 deceduto)
  • Alessandro Cospi † (7 ottobre 1583 - 15 maggio 1609 deceduto)
  • Antonio Albergati † (3 agosto 1609 - 1627 dimesso)
  • Nicola Bellolatto † (8 marzo 1627 - 15 luglio 1636 deceduto)
  • Bernardino Scala † (12 gennaio 1637 - 18 maggio 1643 nominato vescovo di Montefeltro)
  • Guglielmo Gaddi † (31 agosto 1643 - 7 febbraio 1652 deceduto)
  • Giuseppe Lomellini, O.S.B. † (26 agosto 1652 - 25 agosto 1657 deceduto)
  • Cesare Cancellotti o Lancellotti † (1º aprile 1658 - 26 giugno 1662 nominato vescovo di Montalto)
  • Giovanni Battista Penna, O.S.A. † (9 aprile 1663 - 2 luglio 1664 deceduto)
  • Francesco Antonio Ricci, O.F.M.Obs. † (15 settembre 1664 - 28 aprile 1685 deceduto)
  • Giuseppe Crispino † (10 settembre 1685 - 13 novembre 1690 nominato vescovo di Amelia)
  • Pompeo Sarnelli † (24 marzo 1692 - 7 luglio 1724 deceduto)
  • Antonio Pacicco, O.F.M. † (11 settembre 1724 - marzo 1739 deceduto)
  • Francesco Antonio de Leonardis † (15 luglio 1739 - 30 aprile 1762 deceduto)
  • Donato Antonio Giannelli † (22 novembre 1762 - 1783 deceduto)
    • Sede vacante (1783-1792)
  • Salvatore Palica, O.S.B.Cel. † (26 marzo 1792 - 1800 deceduto)
    • Sede vacante (1800-1818)
    • Sede amministrata dagli arcivescovi di Trani (1818-1986)

Sede di Trani-Barletta-Bisceglie[modifica | modifica sorgente]

Vescovi oriundi dell'arcidiocesi[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 292.200 persone contava 279.680 battezzati, corrispondenti al 95,7% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 254.000 254.629 99,8 172 125 47 1.476 30 510 35
1970 243.080 243.465 99,8 168 102 66 1.446 81 610 48
1980 247.305 249.841 99,0 159 104 55 1.555 65 446 55
1990 264.000 269.542 97,9 139 89 50 1.899 54 438 56
1999 270.187 282.687 95,6 147 103 44 1.838 6 51 346 58
2000 270.934 283.434 95,6 147 104 43 1.843 16 49 340 58
2001 272.226 284.726 95,6 149 109 40 1.827 16 43 335 58
2002 272.914 285.414 95,6 144 106 38 1.895 16 40 323 60
2003 274.260 286.760 95,6 144 107 37 1.904 16 39 314 60
2004 274.060 286.560 95,6 138 104 34 1.985 16 36 302 61
2010 279.680 292.200 95,7 144 109 35 2.029 25 39 265 66

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Per Trani[modifica | modifica sorgente]

Per Barletta[modifica | modifica sorgente]

Per Bisceglie[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]