Arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo
Archidioecesis Potentina-Murana-Marsicensis
Chiesa latina
PiazzaDuomoPZ.jpg
Regione ecclesiastica Basilicata
Diocesi suffraganee
Acerenza, Matera-Irsina, Melfi-Rapolla-Venosa, Tricarico, Tursi-Lagonegro
Arcivescovo metropolita Agostino Superbo
Arcivescovi emeriti Ennio Appignanesi
Sacerdoti 119 di cui 82 secolari e 37 regolari
1.270 battezzati per sacerdote
Religiosi 86 uomini, 200 donne
Diaconi 19 permanenti
Abitanti 152.000
Battezzati 151.200 (99,5% del totale)
Superficie 1.634 km² in Italia
Parrocchie 61
Erezione V secolo
Rito romano
Cattedrale San Gerardo Vescovo
Concattedrali San Nicola a Muro Lucano
Santa Maria Assunta e San Giorgio a Marsico Nuovo
Santi patroni patrono principale: San Gerardo di Potenza
patroni secondari: Sant'Aronzio e San Rocco
Indirizzo Largo Duomo 5, 85100 Potenza, Italia
Sito web www.diocesipotenza.it
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Italia

L'arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo (in latino: Archidioecesis Potentina-Murana-Marsicensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica appartenente alla regione ecclesiastica Basilicata. Nel 2004 contava 151.200 battezzati su 152.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Agostino Superbo.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende il territorio delle città di Potenza, Muro Lucano, Marsico Nuovo ed altri 22 comuni della provincia di Potenza.

Sede arcivescovile è la città di Potenza, dove si trova la cattedrale di San Gerardo vescovo. A Muro Lucano sorge la concattedrale di San Nicola, mentre a Marsico Nuovo si trova la concattedrale dedicata a Santa Maria Assunta e a San Giorgio.

Il territorio è suddiviso in 61 parrocchie.

Provincia ecclesiastica[modifica | modifica sorgente]

La provincia ecclesiastica, istituita nel 1976, comprende le seguenti suffraganee:

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'odierna arcidiocesi è frutto della piena unione di tre sedi episcopali distinte, ognuna con una sua storia.

Muro Lucano[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Muro Lucano fu eretta in epoca incerta; secondo Vincenzio d'Avino la sua nascita risale al 1009. Il primo vescovo noto è Leone, che partecipò ad un sinodo romano nel 1049 sotto il pontificato di Leone IX. Al vescovo Roberto si deve la consacrazione della cattedrale di Muro, avvenuta nel 1169. Era suffraganea dell'arcidiocesi di Conza (poi Conza e Campagna).

Durante lo scisma d'Occidente, il vescovo Antonio, che aveva aderito all'obbedienza avignonese, ebbe molto a soffrire e rischiò una condanna a morte da parte del re di Napoli. Rifugiatosi nel castello di Buccino, continuò a governare la diocesi da questo luogo, che l'antipapa Clemente VII eresse a nuova diocesi (Polsinensis o Bolsinensis) al posto di Muro. Gli succedette un altro vescovo avignonese, anche lui di nome Antonio (1395), nominato dall'antipapa Benedetto XIII.

Il seminario diocesano fu eretto dal vescovo Filesio Cittadini qualche anno dopo la conclusione del concilio di Trento. Nel 1728 il vescovo Domenico Antonio Manfredi consacrò la nuova cattedrale dedicata a Maria Assunta. A metà dell'Ottocento la diocesi comprendeva otto località, oltre a Muro: Bella, San Fele, Ruvo, Rapone, Castelgrande, Balvano, Ricigliano e Romagnano.

Il 2 luglio 1954 Muro Lucano entrò a far parte della nuova provincia ecclesiastica di Acerenza; dal 21 agosto 1976 fece parte della provincia ecclesiastica di Potenza.

Il 5 marzo 1973, dopo tre anni di sede vacante, l'arcivescovo di Potenza (e vescovo di Marsico Nuovo) Aurelio Sorrentino fu nominato anche vescovo di Muro Lucano, unendo così in persona episcopi le due sedi.

Marsico Nuovo[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Marsico Nuovo fu eretta all'incirca nell'VIII secolo, ma trae la sua origine dall'antica diocesi di Grumentum, di cui sono noti tre vescovi: Sempronio Atto, vissuto verso il 370; Giuliano o Tulliano, vissuto tra il 578 e il 590, e Rodolfo Alano in epoca imprecisata, ma posteriore a Giulio. La distruzione di Grumentum ad opera dei saraceni causò la traslazione della sede a Marsico Nuovo. Tuttavia ancora nell'XI e XII secolo i vescovi non avevano rinunciato al vecchio titolo: ad esempio il vescovo Giovanni, nel 1095, si firma Episcopus sanctae sedis Grumentinae in civitate Marsico; e nel 1123 il vescovo Leone Grumentinae sedis pontifex.

La diocesi di Marsico Nuovo era suffraganea dell'arcidiocesi di Salerno. La cattedrale, dedicata all'Assunta e a San Giorgio, fu ricostruita dopo le distruzioni operate dai Saraceni e consacrata nel 1131 dal vescovo Enrico.

Tra i vescovi post-tridentini, si ricorda in modo particolare Giuseppe Cianti (1640-1656): nel 1643 celebrò un sinodo per l'attuazione del concilio; riedificò la cattedrale; istituì il seminario diocesano e l'archivio vescovile.

Il 27 giugno 1818 la diocesi di Marsico Nuovo fu unita aeque principaliter alla diocesi di Potenza con la bolla De utiliori di papa Pio VII. Tuttavia rimasero distinte le rispettive province ecclesiastiche di appartenenza.

Il 2 luglio 1954 entrò a far parte della nuova provincia ecclesiastica di Acerenza; e dal 21 agosto 1976 fece parte della provincia ecclesiastica di Potenza.

L'unione aeque principaliter con Potenza perdurò fino al 1986, quando divenne unione piena.

Potenza[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Potenza fu eretta nel V secolo e a partire dall'XI secolo divenne suffraganea dell'arcidiocesi di Acerenza. Prima menzione storicamente documentata dell'esistenza della diocesi risale alla fine del V secolo, quando il nome del vescovo Erculenzio appare in due lettere di papa Gelasio I. Circa il secondo vescovo noto, Amanzio o Amando, è incerta l'attribuzione a questa sede o a quella di Potenza Picena. Il terzo vescovo del periodo primitivo, Pietro, è citato in una lettera di papa Pelagio I.

Dal 1111 al 1119 fu vescovo di Potenza san Gerardo, che costruì la cattedrale ed oggi è il patrono dell'arcidiocesi.

Il seminario diocesano di Potenza fu istituito nel primo quarto del XVII secolo dal vescovo Achille Caracciolo.

Il 27 giugno 1818 la diocesi di Potenza fu unita aeque principaliter alla diocesi di Marsico Nuovo con la bolla De utiliori di papa Pio VII.

L'11 febbraio 1973 in forza della bolla Cum Italicas di papa Paolo VI la diocesi di Potenza fu elevata al rango di arcidiocesi immediatamente soggetta alla Santa Sede e il 5 marzo dello stesso anno l'arcivescovo di Potenza fu eletto anche vescovo di Muro Lucano, dando inizio ad un'unione in persona episcopi.

Fu l'arcivescovo di Acerenza, a capo di un'antichissima sede episcopale, ad esercitare per primo la funzione di metropolita lucano, ma ciò sino al 21 agosto 1976, quando con la bolla Quo aptius dello stesso papa Paolo VI l'arcidiocesi di Potenza divenne sede metropolitana con giurisdizione su tutte le sedi lucane.

Il 30 settembre 1986 con il decreto Instantibus votis della Congregazione per i Vescovi le tre sedi di Potenza, di Marsico Nuovo e di Muro Lucano furono unite in plena unione e la nuova circoscrizione ha assunto il nome attuale.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Sede di Potenza[modifica | modifica sorgente]

  • Erculenzio † (circa 495)
  • Amanzio o Amando † (prima del 498 o 501 - dopo il 504)
  • Pietro † (menzionato nel 555)
  • Balas † (menzionato nell'826)
  • Bruno † (menzionato nel 1058)
  • Anonimo † (menzionato nel 1080)
  • Gerardo † (1099 - 1111)
  • San Gerardo II † (1111 - 30 ottobre 1119 deceduto)
  • Manfredi † (1119 - ?)
  • Giovanni I † (prima del 1177 - dopo il 1179)
  • Bartolomeo † (1197 - dopo il 1200)
  • Eleochino † (menzionato nel 1210)
  • Grazia † (menzionato nel 1221)
  • Tommasino † (menzionato nel 1231)
  • Oberto † (prima del 1250 - 1256 deceduto)
  • Anonimo † (menzionato nel 1266)
  • Guglielmo I, O.P. † (menzionato nel 1274)
  • Bonifacio † (menzionato nel 1289)
  • Francesco † (1290 - dopo il 1302)
  • Guglielmo II † (prima del 1314 - 1343 deceduto)
  • Guglielmo Della Torre, O.F.M. † (16 giugno 1343 - ?)
  • Giovanni de Rupella, O.Carm. † (13 maggio 1351 - 1364 deceduto)
  • Giacomo † (13 marzo 1364 - 1374 deceduto)
  • Bartolomeo della Spina † (15 marzo 1374 - ?)
  • Marco † (menzionato nel 1386)
  • Andrea † (1389 - 26 settembre 1392 nominato vescovo di Squillace)
  • Nicola Vincioni † (4 febbraio 1393 - 21 maggio 1395 nominato vescovo di Ferentino)
  • Giacomo † (1395 - ?)
  • Benedetto d'Arpino, O.F.M. † (11 agosto 1399 - 1402 nominato arcivescovo di Lepanto)
  • Andrea Serao † (11 ottobre 1402 - 17 novembre 1404 nominato vescovo di Caiazzo)
  • Benedetto d'Arpino, O.F.M. † (26 novembre 1404 - 1419 dimesso) (per la seconda volta)
  • Angelo † (11 settembre 1419 - 25 febbraio 1429 nominato arcivescovo di Rossano)
  • Giacomo Squacquera, O.Cist. † (25 febbraio 1429 - 1450 deceduto)
  • Antonio Anglo (o Angeli) † (1º luglio 1450 - 1463)
  • Giovanni Paolo Vassalli † (14 gennaio 1463 - 17 aprile 1468 nominato vescovo di Troia)
  • Luigi Caracciolo † (17 aprile 1469 - 1482 deceduto)
  • Gianfilippo Castiglioni † (9 dicembre 1482 - circa 1491 deceduto)
  • Giorgio Margara † (10 gennaio 1491 - ?)
  • Juan Ortega † (16 novembre 1502 - 1503 deceduto)
  • Giacomo Nini † (7 agosto 1506 - 1521 dimesso)
  • Nino Nini † (28 novembre 1526 - 21 gennaio 1564 deceduto)
    • Felice Rossi † (1564 - 5 luglio 1566 nominato vescovo di Tropea) (vescovo eletto)
  • Tiberio Carafa † (15 maggio 1566 - 6 febbraio 1579 nominato vescovo di Cassano allo Ionio)
  • Sebastiano Barnaba † (17 agosto 1579 - 19 giugno 1606 deceduto)
  • Gaspare Cardoso, O.S.B. † (19 giugno 1606 succeduto - 1615 deceduto)
  • Achille Caracciolo † (2 maggio 1616 - 1623 deceduto)
    • Sede vacante (1623-1626)
  • Diego Vargas † (20 luglio 1626 - ottobre 1633 deceduto)
  • Girolamo Magnesi † (20 novembre 1634 - 1641 deceduto)
    • Sede vacante (1641-1644)
  • Miguel de Torres, O.P. † (18 aprile 1644 - 1645 deceduto)
  • Bonaventura Claverio, O.F.M. † (16 luglio 1646 - circa 1677 deceduto)
  • Diego Lozano, O.Carm † (13 settembre 1677 - 10 settembre 1681 deceduto)
  • Luigi de Filippi, O.P. † (3 luglio 1684 - 5 gennaio 1685 deceduto)
  • Baldassare da Benavente, O. de M. † (13 maggio 1686 - 30 ottobre 1687 deceduto)
  • Pietro de Torres † (24 gennaio 1689 - 24 gennaio 1695 nominato arcivescovo di Trani)
  • Agnello Rossi, O.Carm. † (2 maggio 1695 - 30 aprile 1707 deceduto)
    • Sede vacante (1707-1715)
  • Carlo Pignatelli, C.R. † (23 settembre 1715 - 14 gennaio 1722 nominato vescovo di Gaeta)
  • Biagio De Dura † (2 marzo 1722 - marzo 1740 deceduto)
  • José Alfonso Meléndez, O.F.M.Disc. † (30 gennaio 1741 - 19 febbraio 1748 nominato arcivescovo di Palermo)
  • Tommaso Sersale, C.R. † (1º aprile 1748 - prima del 18 luglio 1749 deceduto)
  • Bonaventura Fabozzi, O.F.M. † (21 luglio 1749 - 4 gennaio 1761 deceduto)
  • Carlo Parlati, P.O. † (6 aprile 1761 - 14 dicembre 1767 nominato arcivescovo di Acerenza e Matera)
  • Domenico Russo † (16 maggio 1768 - 20 marzo 1780 nominato vescovo di Monopoli)
  • Giovanni Andrea Serrao † (18 luglio 1783 - 24 febbraio 1799 deceduto)
    • Sede vacante (1799-1805)
  • Bartolomeo Cesare † (26 giugno 1805 - 30 settembre 1819 deceduto)

Sede di Marsico Nuovo[modifica | modifica sorgente]

  • Senualdo † (menzionato nel 761)
  • Leodrisio † (menzionato nell'861)
  • Pietro I † (menzionato nel 981)
  • Grimaldo † (X secolo)
  • Gisulfo † (menzionato nel 1089)
  • Giovanni I, O.S.B. † (menzionato nel 1095)
  • Giovanni II † (menzionato nel 1106)
  • Leone † (menzionato nel 1123)
  • Enrico † (menzionato nel 1131)
  • Giovanni III † (prima del 1144 - dopo il 1152)
  • Giovanni IV, O.S.B. † (prima del 1166 - dopo il 1179)
  • Giovanni V † (menzionato nel 1198)
  • Benedetto † (menzionato nel 1200)
  • Anselmo † (menzionato dopo il 1210)
  • Ruggero I † (menzionato nel 1222)
  • Oderisi † (prima del 1234 - dopo il 1242)
  • Reginaldo Lentini, O.P. † (circa 1266 - 5 dicembre 1274 nominato arcivescovo di Messina)
  • Reginaldo da Piperno, O.P. † (22 giugno 1275 - ?)
  • Giovanni de Vetere † (prima del 1293 - dopo il 1296)
  • Matteo † (menzionato nel 1305)
  • Giovanni Acuto † (menzionato nel 1312)
  • Ruggero II † (prima del 1314 - dopo il 1326 deceduto)
  • Pietro II, O.P. † (21 ottobre 1328 - 1343)
  • Ruggero III † (1343 - 12 gennaio 1349 nominato vescovo di Tricarico)
  • Bartolomeo † (16 giugno 1349 - dopo il 1364 deceduto)
  • Pietro Corsari † (12 novembre 1375 - 29 gennaio 1378 nominato vescovo di Sora)
  • Tommaso Sferrato, O.F.M. † (29 gennaio 1378 - 1384 deposto)
    • Giacomo de Padula † (22 aprile 1384 - ?) (antivescovo)
  • Andrea I † (circa 1384 - 1399 deceduto)
  • Marco † (6 ottobre 1399 - 1399 deposto)
  • Pietro † (31 maggio 1400 - 1400 deceduto)
  • Nardello da Gaeta, O.F.M. † (11 giugno 1400 - circa 1440 deceduto)
  • Carletto † (27 aprile 1440 - ? deceduto)
  • Leonardo da Gaeta † (10 gennaio 1453 - ?)
  • Pietro di Diano † (1456 - 1458 deceduto)
  • Andrea II † (1458 - 1460 deceduto)
  • Sansone de Cayano † (22 dicembre 1460 - 1478 deceduto)
  • Giovanni Antonio Pitito, O.F.M.Conv. † (27 luglio 1478 - 1483 deceduto)
  • Nicola Angelo de Abbatissa † (17 ottobre 1483 - 1483 o 1484 deceduto)
  • Antonio de Medici, O.F.M. † (2 luglio 1484 - 1484 o 1485 deceduto)
  • Fabrizio Guarna † (12 agosto 1485 - 1494 deceduto)
  • Ottaviano Caracciolo † (19 marzo 1494 - 1535 deceduto)
  • Vincenzo Boccaferro, O.S.B.Oliv. † (10 gennaio 1536 - 1537 deceduto)
  • Angelo Archilegi † (24 settembre 1537 - 4 febbraio 1541 nominato vescovo di Assisi)
  • Marzio de Marzi Medici † (4 febbraio 1541 - dopo l'11 dicembre 1573 deceduto)
  • Angelo de Marzi Medici † (15 ottobre 1574 - 1582 deceduto)
  • Luigi Pallavicini † (8 agosto 1583 - 7 novembre 1583 nominato vescovo di Nizza)
  • Antonio Fera, O.F.M.Conv. † (9 aprile 1584 - 24 aprile 1600 deceduto)
  • Ascanio Parisi † (24 aprile 1600 succeduto - 23 aprile 1614 deceduto)
  • Timoteo Caselli, O.P. † (21 luglio 1614 - 23 novembre 1639 deceduto)
  • Giuseppe Cianti, O.P. † (5 marzo 1640 - gennaio 1656 dimesso)
  • Angelo Pineri † (26 giugno 1656 - 22 luglio 1671 deceduto)
  • Giovanni Battista Falvo † (16 novembre 1671 - 1º gennaio 1676 deceduto)
  • Giovanni Gambacorta, C.R. † (23 marzo 1676 - 25 maggio 1683 deceduto)
  • Francesco Antonio Leopardi † (27 settembre 1683 - 1º ottobre 1685 nominato vescovo di Tricarico)
  • Domenico Lucchetti † (1º aprile 1686 - febbraio 1707 deceduto)
  • Donato Azzano † (19 maggio 1710 - 9 luglio 1732 deceduto)
  • Alessandro Puoti † (1º ottobre 1732 - 3 agosto 1744 deceduto)
  • Diego Andrea Tomacelli † (7 settembre 1744 - 24 agosto 1766 deceduto)
  • Carlo Tortora † (1º dicembre 1766 - 10 maggio 1771 deceduto)
  • Carlo Nicodemi † (29 luglio 1771 - 26 marzo 1792 nominato vescovo di Sant'Angelo dei Lombardi e Bisaccia)
  • Bernardo Maria della Torre † (26 marzo 1792 - 18 dicembre 1797 nominato vescovo di Lettere)
  • Paolo Garzilli † (18 dicembre 1797 - 2 ottobre 1818 nominato vescovo di Bovino)

Sedi di Potenza e Marsico Nuovo[modifica | modifica sorgente]

Sede di Muro Lucano[modifica | modifica sorgente]

  • Leone † (menzionato nel 1049)
  • Eustachio † (menzionato nel 1059)
  • Gaudino † (menzionato nel 1102)
  • Roberto † (menzionato nel 1169)
  • Monteguidone † (menzionato nel 1213)
  • Giovanni (o Magno) † (menzionato nel 1217)
  • Nicola I † (menzionato nel 1250 - ? deposto)
  • Palermo † (12 giugno 1253 - dopo il 1277)
  • Nicola † (menzionato nel 1322)
  • Pietro † (? - 20 ottobre 1332 nominato arcivescovo di Sorrento)
  • Matteo † (9 novembre 1332 - ?)
  • Nicola II † (prima del 1340 - 14 giugno 1344 nominato vescovo di Caserta)
  • Enrico Marci † (14 giugno 1344 - 1348 deceduto)
  • Guglielmo I † (10 novembre 1348 - 1356 deceduto)
  • Giacomo del Fosco † (20 dicembre 1357 - 13 marzo 1364 nominato vescovo di Potenza)
  • Domenico, O.Carm. † (13 marzo 1364 - 21 aprile 1373 nominato vescovo di Ariano Irpino)
  • Simone † (21 aprile 1373 - ?)
    • Antonio I † (circa 1376 - dopo il 1389) (antivescovo)
    • Antonio II † (27 gennaio 1395 - ?) (antivescovo)
  • Guglielmo II † (prima del 1395 - 13 aprile 1405 nominato vescovo di Capaccio)
  • Giovanni de Pannella † (13 aprile 1405 - circa 1418 deceduto)
  • Guiduccio Della Porta † (16 febbraio 1418 - 1423 deceduto)
  • Giovanni Sanfelici † (24 settembre 1423 - 1443 dimesso)
  • Barnaba de Molina † (26 agosto 1443 - circa 1462 deceduto)
  • Andrea Veroli † (26 maggio 1463 - 8 ottobre 1464 nominato vescovo di Camerino)
  • Meolo de Mascambruni † (8 ottobre 1464 - 1486 deceduto)
  • Nicolò Antonio Pesci † (15 febbraio 1486 - 1517 dimesso)
  • Antonio Camillo Pesci † (23 dicembre 1517 - 1521 deceduto)
  • Cesare Carpano † (6 settembre 1521 - 1528 deceduto)
  • Matteo Grifoni, O.S.B.Vall. † (24 gennaio 1528 - 15 novembre 1540 nominato vescovo di Trivento)
  • Silverio Petrucci † (27 giugno 1541 - 1560 deceduto)
  • Flavio Orsini † (29 novembre 1560 - 6 luglio 1562 dimesso)
  • Filesio Cittadini † (6 luglio 1562 - 1572 dimesso)
  • Giulio Ricci † (23 gennaio 1572 - 9 maggio 1575 nominato vescovo di Gravina)
  • Daniele Vocazio, O.F.M. † (9 maggio 1575 - 1577 deceduto)
  • Vincenzo Petrolini † (25 febbraio 1577 - 1606 deceduto)
  • Tomeo Confetto † (10 maggio 1606 - 8 gennaio 1630 deceduto)
  • Clemente Confetto † (8 gennaio 1630 succeduto - 13 aprile 1643 nominato vescovo di Acerno)
  • Giovanni Carlo Coppola † (18 maggio 1643 - 1652 deceduto)
  • Ascanio Ugolini † (19 febbraio 1652 - maggio 1660 deceduto)
  • Francesco Maria Annoni, C.R. † (21 giugno 1660 - 12 maggio 1674 deceduto)
  • Alfonso Pacello † (1º ottobre 1674 - 31 dicembre 1702 deceduto)
  • Andrea Sarnelli † (23 aprile 1703 - 15 settembre 1707 deceduto)
  • Giovanni Innocenzo Carusio † (19 dicembre 1707 - gennaio 1718 deceduto)
  • Angelo Acerno † (6 aprile 1718 - 22 settembre 1724 deceduto)
  • Domenico Antonio Manfredi † (20 novembre 1724 - 3 marzo 1738 nominato vescovo di Boiano)
  • Melchiorre Delfico † (5 maggio 1738 - 23 aprile 1744 deceduto)
  • Vito Mojo † (15 giugno 1744 - 11 marzo 1767 deceduto)
  • Carlo Gagliardi † (10 luglio 1767 - 1º luglio 1778 deceduto)
  • Luca Niccolò de Luca † (14 dicembre 1778 - 26 marzo 1792 nominato vescovo di Trivento)
  • Giuseppe Maria Benevento, O.F.M.Conv. † (26 marzo 1792 - prima del 6 dicembre 1794 deceduto)
  • Giovanni Battista Ferroni † (18 dicembre 1797 - 11 dicembre 1826 deceduto)
  • Filippo Martuscelli † (9 aprile 1827 - 16 luglio 1831 deceduto)
  • Tommaso Antonio Gigli, O.F.M.Conv. † (2 luglio 1832 - 1858 deceduto)
  • Francesco Saverio D'Ambrosio, O.F.M.Cap. † (20 giugno 1859 - 23 gennaio 1883 deceduto)
  • Raffaele Capone, C.SS.R. † (23 gennaio 1883 succeduto - 20 marzo 1908 deceduto)
  • Alessio Ascalesi, C.PP.S. † (29 aprile 1909 - 19 giugno 1911 nominato vescovo di Sant'Agata de' Goti)
  • Giuseppe Scarlata † (27 novembre 1911 - 5 aprile 1935 deceduto)
  • Bartolomeo Mangino † (30 dicembre 1936 - 18 febbraio 1946 nominato vescovo di Caserta)
  • Giacomo Palombella † (14 febbraio 1946 - 3 gennaio 1951 nominato vescovo di Calvi e Teano)
  • Matteo Guido Sperandeo † (23 febbraio 1952 - 5 settembre 1954 nominato vescovo di Calvi e Teano)
  • Antonio Rosario Mennonna † (5 gennaio 1955 - 22 febbraio 1962 nominato vescovo di Nardò)
  • Umberto Luciano Altomare † (10 luglio 1962 - 22 agosto 1970 nominato vescovo di Diano-Teggiano)
  • Aurelio Sorrentino † (5 marzo 1973 - 4 giugno 1977 nominato arcivescovo di Reggio Calabria)
  • Giuseppe Vairo † (3 dicembre 1977 - 30 settembre 1986 nominato arcivescovo di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo)

Sede di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo[modifica | modifica sorgente]

Vescovi oriundi dell'arcidiocesi[modifica | modifica sorgente]

Santi della diocesi[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 152.000 persone contava 151.200 battezzati, corrispondenti al 99,5% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 87.050 87.050 100,0 89 65 24 978 36 136 25
1970 111.457 0,0 93 54 39 0 46 218 33
1980 133.400 136.400 97,8 97 64 33 1.375 35 201 42
1990 153.800 154.800 99,4 106 68 38 1.450 3 40 220 57
1999 152.000 152.600 99,6 103 72 31 1.475 13 33 178 59
2000 152.000 152.600 99,6 104 73 31 1.461 13 33 135 59
2001 178.000 180.000 98,9 107 77 30 1.663 18 32 130 61
2002 173.500 175.000 99,1 110 78 32 1.577 20 33 120 61
2003 151.200 152.000 99,5 125 84 41 1.209 19 51 230 61
2004 151.200 152.000 99,5 119 82 37 1.270 19 86 200 61

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Per Potenza[modifica | modifica sorgente]

Per Marsico Nuovo[modifica | modifica sorgente]

Per Muro Lucano[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi