Monumenta Germaniae Historica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un frontespizio dei Diplomata del 1872, a cura di Georg Heinrich Pertz

I Monumenta Germaniae Historica (frequentemente abbreviati MGH nelle bibliografie e negli elenchi di fonti) sono una serie completa di fonti attentamente preparate e pubblicate per lo studio dei popoli germanici e, più ampiamente, dell'Europa; comprendono un periodo di tempo che va dalla caduta dell'Impero romano d'Occidente al XVI secolo circa. Queste fonti non si riferiscono tanto alla storia della Germania (che tra il VI e il XVI secolo ancora non esisteva come nazione), quanto piuttosto ai popoli germanici e ai regni romano-barbarici sorti alla caduta dell'Impero romano d'Occidente.

Il progetto[modifica | modifica sorgente]

La società che finanziò la serie fu fondata dal riformista prussiano Heinrich Friedrich Karl Freiherr vom Stein nel 1819 e il primo volume apparve nel 1826. Molti eminenti medioevalisti tedeschi e di altri paesi portarono avanti il lavoro di raccogliere e confrontare manoscritti e produrre edizioni di studio. Il motto scelto da Johann Lambert Büchler, Sanctus amor patriae dat animum ("il santo amore per la patria fortifica lo spirito") mostra la coincidenza del nazionalismo romantico con l'erudizione.

Il progetto, uno dei più grandi sforzi collettivi di studi storici, continua nel XXI secolo. Nel 2004 i MGH, con la sponsorizzazione della Deutsche Forschungsgemeinschaft, fecero un passo in avanti significativo: tutte le loro pubblicazioni, che sono state in stampa per più di cinque anni, possono ora essere lette in linea, in una riproduzione fotodigitale, sul sito web dei MGH.

Sezioni[modifica | modifica sorgente]

La collezione si articola in cinque grandi aree:

  1. Antiquitates
  2. Diplomata
  3. Epistolae
  4. Leges
  5. Rerum scriptores

C'è anche una sezione Necrologia.

Sono state aperte anche molte aree sussidiarie, compresa una serie di volumi più compatti per uso scolastico (Scriptores in usum scholarum) e una serie di studi speciali (MGH Schriften).

Presidenti[modifica | modifica sorgente]

La serie dei presidenti è la seguente:

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]