Park Ji-sung

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Park Ji-sung
Park Ji-sung in azione con il Manchester United nel 2008
Nazionalità Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud
Altezza 173 cm
Peso 70 kg
Calcio
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Jeonbuk Hyundai (D.T.)
Termine carriera 14 maggio 2014 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
2000-2002Kyoto Purple Sanga76 (11)
2002-2005PSV91 (17)
2005-2012Manchester Utd134 (19)
2012-2013QPR22 (0)
2013-2014PSV23 (2)
Nazionale
2000-2011Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud100 (13)
Carriera da allenatore
2021-2022QPRGiovanili
2022-Jeonbuk HyundaiD.T.
Palmarès
 Coppa d'Asia
Bronzo Libano 2000
Bronzo Qatar 2011
 Giochi asiatici
Bronzo Pusan 2002
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1° settembre 2022

Park Ji-sung[2] (박지성?, 朴智星?, Bak JiseongLR, Pak ChisŏngMR; Seul, 25 febbraio 1981[1][N 1]) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore sudcoreano, di ruolo centrocampista, direttore tecnico dello Jeonbuk Hyundai.

Park Ji-Sung ha legato la sua carriera principalmente a club europei: il PSV Eindhoven, con cui ha vinto due volte il campionato dei Paesi Bassi, una volta la Coppa e una volta la Supercoppa dei Paesi Bassi, ed il Manchester United, dove ha trascorso la maggior parte della carriera vincendo quattro Premier League, tre Coppe di Lega inglese e quattro FA Community Shield, ma soprattutto la UEFA Champions League e la Coppa del mondo per club. Con il Kyoto Purple Sanga ha vinto una Coppa dell'Imperatore. Rimane tuttora l'unico calciatore asiatico vincitore della Champions League.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Park era un centrocampista duttile tatticamente, infatti capace di ricoprire in campo più posizioni, sia come tipico centrale box-to-box che come esterno offensivo. Era un centrocampista difensivo molto abile nella marcatura e nell'anticipo risultando molto efficace nella fase di copertura con incessanti pressing all'avversario, ma anche in quella offensiva contribuendo a far ripartire l'azione.

Era discretamente abile nel dribbling e possedeva un'eccellente corsa che gli permetteva di spingere sulla fascia e di arrivare facilmente al cross (oppure direttamente alla conclusione), tanto che gli fu affibbiato il soprannome di “Three-Lungs Park” ovvero Tre-Polmoni. Dotato di ottima resistenza e forza, si è fatto valere spesso anche nel colpo di testa e nel tiro da fuori.

Tutte queste qualità l'hanno reso, secondo Sir Alex Ferguson, uno dei migliori centrocampisti della sua generazione, nonché tra i più forti calciatori asiatici della storia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Kyoto Purple Sanga[modifica | modifica wikitesto]

Ha cominciato la sua carriera professionistica nelle file del Kyoto Purple Sanga, giocandovi per tre stagioni, dal 2000 al 2002: viene notato in una partitella dagli scout della squadra giapponese nonostante questi non fossero venuti a vedere lui, bensì un altro giocatore: quest'altro giocatore non viene ingaggiato a discapito dello sconosciuto centrocampista. Con il Sanga vince la Coppa dell'Imperatore, la prima nella storia della squadra.

PSV[modifica | modifica wikitesto]

Qui viene notato dagli scout del PSV, che lo portano nei Paesi Bassi. Segue l'allenatore Guus Hiddink, che lo aveva allenato in nazionale. Dopo una prima stagione di ambientamento, nella quale a causa di diversi infortuni e alla rimozione del menisco rende sotto le aspettative, nel 2004-2005 risulta decisivo nella conquista dello scudetto del PSV e ancora più determinante in Champions League avendo segnato al Milan in semifinale, anche se alla fine ciò non valse l'accesso alla finale (vi riuscirono i milanisti segnando prima dello scadere, quando il punteggio era sul 2-0 per gli olandesi, passando per la regola dei gol in trasferta).

Risulta nei nominati per il premio di miglior attaccante della stagione, e dai tifosi olandesi gli sara dedicata una canzone facente parte dell'album ufficiale del PSV.

Manchester United[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 giugno 2005 è stato acquistato dal Manchester United per 7,3 milioni di euro.

In una partita di Champions contro il Lilla, con l'uscita dal campo di Ryan Giggs, diventa il primo asiatico ad indossare la fascia di capitano del Manchester United. Segna la sua prima rete con la squadra nella vittoria per 3-1 sul Birmingham City in Coppa di Lega, e la prima marcatura in Premier League arriva contro l'Arsenal.

Nella stagione 2006-2007 subisce un infortunio al ginocchio che lo ferma per tre mesi, e dopo una doppietta contro il Bolton si opera per un nuovo infortunio, sempre al ginocchio, che termina anzitempo la sua stagione.

Con i Red Devils vince la UEFA Champions League 2007-2008 battendo in finale il Chelsea a Mosca. Dopo aver giocato da titolare contro la Roma nei quarti di finale e contro il Barcellona nelle semifinali, non è sceso in campo durante la finale, decisione che a detta dello stesso Ferguson rimane una delle più difficili che abbia mai dovuto fare da allenatore. Rimane tuttora l'unico asiatico ad aver vinto il trofeo.

Sung sul pallone durante la finale di Champions persa contro il Barcellona nel 2009

Nella stagione 2008-2009 colleziona la sua 100ª presenza con lo United in una gara contro il Tottenham e vince la Coppa del mondo per club. Segna il suo primo gol in Champions contro l'Arsenal, tuttavia in finale la sua squadra deve arrendersi al Barcellona per 2-0.

Nella stagione 2009-2010, dopo un inizio non brillante, si riconferma ancora su alti livelli, segnando inoltre il gol decisivo nella vittoria del derby contro il Liverpool.

Sung col Manchester United nel 2010

Nella stagione 2010-2011 ottiene il premio di miglior giocatore del mese, nei due mesi successivi di novembre e dicembre, continuando a segnare con frequenza. Anche in questa annata, nella finale di Champions lo United affronta il Barcellona e perde nuovamente con due gol di scarto, con risultato finale di 3-1.

Nella stagione 2011-2012 colleziona la 200ª presenza con la maglia dello United, entrando dalla panchina nella gara contro il Chelsea, e indossa la fascia di capitano dal primo minuto contro l'Ajax. L'addio purtroppo è amaro, con una sconfitta nel derby per 1-0 col Manchester City, decisiva per il titolo.

QPR, ritorno al PSV e ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio 2012 firma un biennale con il Queens Park Rangers. Dopo una sola stagione, iniziata da capitano ma terminata male, il 7 agosto 2013 torna in prestito al PSV. Debutta il 20 agosto in PSV-Milan 1-1, gara valida per i preliminari di Champions League. Segna il suo primo gol il 24 agosto in Heracles Almelo-PSV 1-1 al minuto 86, entrato in campo da pochi secondi. Si ripete il 22 settembre in PSV-Ajax 4-0.

Il 14 maggio 2014 annuncia il ritiro dal calcio giocato, ancora perseguitato dai problemi al ginocchio.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la Nazionale sudcoreana Park, oltre ad aver preso parte alla Coppa del mondo, ha collezionato 89 presenze e ha segnato 13 gol. Ha debuttato nel 2000 in un'amichevole persa contro il Messico. Ha anche partecipato ai Giochi olimpici australiani di Sydney 2000.

Nei Mondiali nippo-coreani del 2002 segnò il gol che eliminò dalla competizione il Portogallo e che valse la qualificazione agli ottavi di finale della sua Nazionale, la quale raggiunse in quel torneo uno storico quarto posto. Proprio a causa di ciò, la sua città natale, Suwon, il 27 giugno 2005 gli ha dedicato il nome di una strada, precisamente la Park Ji-Sung Road (Park Ji-Sung Road, Suwon).

Ai Mondiali del 2006 ha segnato il gol che ha permesso alla Corea del Sud di pareggiare con la Francia.

Durante il primo incontro valevole per la qualificazione ai Mondiali di Sudafrica 2010 che ha visto la Corea del Sud battersi contro il Turkmenistan, Park ha segnato un gol al 70' che è andato a sommarsi agli altri tre della partita per il risultato finale di 4-0 a favore della Nazionale sudcoreana. Nella partita contro la Giordania il giocatore del Manchester United ha segnato il primo gol al 38' nella partita finita 2-2.

Nella seconda fase di qualificazione ai Mondiali di Sudafrica 2010, alla quale la squadra sudcoreana ha avuto accesso classificandosi prima con 12 punti a pari merito con la Corea del Nord, Park ha realizzato un gol nella partita disputata contro gli Emirati Arabi terminata con il punteggio di 4-1. Il 12 giugno 2010, all'esordio del Mondiale sudafricano, la sua Nazionale ha battuto la Grecia per 2-0: il raddoppio è stato siglato proprio dall'ex centrocampista del PSV.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 24 agosto 2013.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2000 Bandiera del Giappone Kyoto Purple Sanga JL2 13 1 CG+CYN 1+2 0 - - - - - - 16 1
2001 JL2 38 3 CG+CYN 1+1 0 - - - - - - 40 3
2002 JL1 25 7 CG+CYN 4+0 1+0 - - - - - - 29 8
Totale Kyoto Purple Sanga 76 11 9 1 - - - - 85 12
2002-2003 Bandiera dei Paesi Bassi PSV ED 8 0 CO 0 0 UCL 0 0 - - - 8 0
2003-2004 ED 28 6 CO 1 0 UCL+CU 10 0 SO 1 0 40 6
2004-2005 ED 28 7 CO 3 2 UCL 13 2 - - - 44 11
2005-2006 Bandiera dell'Inghilterra Manchester United PL 33 1 FACup+CdL 2+3 0+1 UCL 6 0 - - - 44 2
2006-2007 PL 14 5 FACup+CdL 5+0 0 UCL 1 0 - - - 20 5
2007-2008 PL 12 1 FACup+CdL 2+0 0 UCL 4 0 CS 0 0 18 1
2008-2009 PL 25 2 FACup+CdL 3+1 1+0 UCL 9 1 CS+SU+Cmc 0+1+1 0 40 4
2009-2010 PL 17 3 FACup+CdL 0+2 0 UCL 6 1 CS 1 0 26 4
2010-2011 PL 15 5 FACup+CdL 1+2 0+2 UCL 9 1 CS 1 0 28 8
2011-2012 PL 17 2 FACup+CdL 1+3 0+1 UCL 7 0 CS 0 0 28 3
Totale Manchester United 134 19 25 5 42 3 4 0 205 27
2012-2013 Bandiera dell'Inghilterra Queens Park Rangers PL 22 0 FACup+CdL 0+2 0+0 - - - - - - 24 0
2013-2014 Bandiera dei Paesi Bassi PSV ED 23 2 CO 0 0 UCL 2 0 - - - 25 2
Totale PSV Eindhoven 87 15 4 2 25 2 1 0 117 19
Totale carriera 319 45 40 8 67 5 5 0 431 58

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Corea del Sud
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
5-4-2000 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 9 – 0 Bandiera del Laos Laos Qual. Coppa d'Asia 2000 - Ammonizione al 28’ 28’
7-4-2000 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 6 – 0 Bandiera della Mongolia Mongolia Qual. Coppa d'Asia 2000 -
9-4-2000 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 4 – 0 Bandiera della Birmania Birmania Qual. Coppa d'Asia 2000 -
28-5-2000 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 0 – 0 Bandiera della Jugoslavia Jugoslavia Amichevole - Uscita al 75’ 75’
30-5-2000 Seongnam Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 0 – 0 Bandiera della Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
7-6-2000 Tehran Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 1 Bandiera della Macedonia Macedonia Coppa LG 1 Uscita al 79’ 79’
9-6-2000 Tehran Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 1 – 0 Bandiera dell'Egitto Egitto Coppa LG -
4-10-2000 Abu Dhabi Emirati Arabi Uniti Bandiera degli Emirati Arabi Uniti 1 – 1 dts
(3 – 2 dtr)
Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Coppa LG - Ingresso al 78’ 78’
7-10-2000 Abu Dhabi Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 4 – 2 Bandiera dell'Australia Australia Coppa LG -
13-10-2000 Tripoli Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 2 Bandiera della Cina Cina Coppa d'Asia 2000 - 1º turno - Ingresso al 60’ 60’
19-10-2000 Tripoli Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 3 – 0 Bandiera dell'Indonesia Indonesia Coppa d'Asia 2000 - 1º turno -
23-10-2000 Tripoli Iran Bandiera dell'Iran 1 – 2 dts Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Coppa d'Asia 2000 - Quarti di finale - Uscita al 68’ 68’
26-10-2000 Beirut Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 1 – 2 Bandiera dell'Arabia Saudita Arabia Saudita Coppa d'Asia 2000 - Semifinale - Uscita al 40’ 40’
29-10-2000 Beirut Cina Bandiera della Cina 0 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Coppa d'Asia 2000 - Finale 3º posto -
20-12-2000 Tokyo Giappone Bandiera del Giappone 1 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Amichevole - Ingresso al 40’ 40’
24-1-2001 Hong Kong Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 3 Bandiera della Norvegia Norvegia Coppa Carlsberg - Ingresso al 77’ 77’
27-1-2001 Hong Kong Paraguay Bandiera del Paraguay 1 – 1 dts
(5 – 6 dtr)
Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Coppa Carlsberg -
11-2-2001 Dubai Emirati Arabi Uniti Bandiera degli Emirati Arabi Uniti 1 – 4 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud 2001 Emirates Cup -
24-4-2001 Il Cairo Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 1 – 0 Bandiera dell'Iran Iran Coppa LG -
26-4-2001 Il Cairo Egitto Bandiera dell'Egitto 1 – 2 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Coppa LG -
25-5-2001 Suwon Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 0 – 0 Bandiera del Camerun Camerun Amichevole - Ingresso al 70’ 70’
30-5-2001 Taegu Francia Bandiera della Francia 5 – 0 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Conf. Cup 2001 - 1º turno -
1-6-2001 Ulsan Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 1 Bandiera del Messico Messico Conf. Cup 2001 - 1º turno -
3-6-2001 Suwon Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 1 – 0 Bandiera dell'Australia Australia Conf. Cup 2001 - 1º turno -
9-12-2001 Seogwipo Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 1 – 0 Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Uscita al 40’ 40’
19-1-2002 Pasadena Stati Uniti Bandiera degli Stati Uniti 2 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Gold Cup 2002 - 1º turno -
23-1-2002 Pasadena Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 0 – 0 Bandiera di Cuba Cuba Gold Cup 2002 - 1º turno -
27-1-2002 Pasadena Messico Bandiera del Messico 0 – 0 dts
(2 – 4 dtr)
Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Gold Cup 2002 - Quarti di finale -
26-3-2002 Bochum Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 0 – 0 Bandiera della Turchia Turchia Amichevole - Ingresso al 64’ 64’
27-4-2002 Incheon Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 0 – 0 Bandiera della Cina Cina Amichevole -
16-5-2002 Pusan Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 4 – 1 Bandiera della Scozia Scozia Amichevole - Ammonizione al 28’ 28’ Uscita al 73’ 73’
21-5-2002 Seogwipo Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 1 – 1 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Amichevole 1
26-5-2002 Suwon Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 3 Bandiera della Francia Francia Amichevole 1 Uscita al 38’ 38’
4-6-2002 Pusan Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 0 Bandiera della Polonia Polonia Mondiali 2002 - 1º turno - Ammonizione al 70’ 70’
10-6-2002 Taegu Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 1 – 1 Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti Mondiali 2002 - 1º turno - Uscita al 38’ 38’
14-6-2002 Incheon Portogallo Bandiera del Portogallo 0 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 2002 - 1º turno 1
18-6-2002 Daejeon Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 1 gg Bandiera dell'Italia Italia Mondiali 2002 - Ottavi di finale -
22-6-2002 Gwangju Spagna Bandiera della Spagna 0 – 0 dts
(3 – 5 dtr)
Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 2002 - Quarti di finale -
25-6-2002 Seul Germania Bandiera della Germania 1 – 0 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 2002 - Semifinale -
29-6-2002 Taegu Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 3 Bandiera della Turchia Turchia Mondiali 2002 - Finale 3º posto -
18-11-2003 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 0 – 1 Bandiera della Bulgaria Bulgaria Amichevole -
14-2-2004 Ulsan Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 5 – 0 Bandiera dell'Oman Oman Amichevole - Uscita al 67’ 67’
18-2-2004 Suwon Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 0 Bandiera del Libano Libano Qual. Mondiali 2006 -
9-6-2004 Daejeon Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 0 Bandiera del Vietnam Vietnam Qual. Mondiali 2006 -
14-7-2004 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 1 – 1 Bandiera di Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago Amichevole -
23-7-2004 Jinan Emirati Arabi Uniti Bandiera degli Emirati Arabi Uniti 0 – 2 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Coppa d'Asia 2004 - 1º turno - Ingresso al 46’ 46’
27-7-2004 Jinan Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 4 – 0 Bandiera del Kuwait Kuwait Coppa d'Asia 2004 - 1º turno -
31-7-2004 Jinan Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 3 – 4 Bandiera dell'Iran Iran Coppa d'Asia 2004 - Quarti di finale -
17-11-2004 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 0 Bandiera delle Maldive Maldive Qual. Mondiali 2006 -
9-2-2005 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 0 Bandiera del Kuwait Kuwait Qual. Mondiali 2006 -
25-3-2005 Dammam Arabia Saudita Bandiera dell'Arabia Saudita 2 – 0 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Qual. Mondiali 2006 -
30-3-2005 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 1 Bandiera dell'Uzbekistan Uzbekistan Qual. Mondiali 2006 -
3-6-2005 Tashkent Uzbekistan Bandiera dell'Uzbekistan 1 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Qual. Mondiali 2006 -
8-6-2005 Madinat al-Kuwait Kuwait Bandiera del Kuwait 0 – 4 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Qual. Mondiali 2006 1
12-10-2005 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 0 Bandiera dell'Iran Iran Amichevole -
12-11-2005 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 2 Bandiera della Svezia Svezia Amichevole -
16-11-2005 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 0 Bandiera della Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro Amichevole -
1-3-2006 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 1 – 0 Bandiera dell'Angola Angola Amichevole -
26-5-2006 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 0 Bandiera della Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Amichevole -
4-6-2006 Edimburgo Ghana Bandiera del Ghana 3 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Amichevole -
13-6-2006 Francoforte Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 1 Bandiera del Togo Togo Mondiali 2006 - 1º turno -
18-6-2006 Lipsia Francia Bandiera della Francia 1 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 2006 - 1º turno 1
23-6-2006 Hannover Svizzera Bandiera della Svizzera 2 – 0 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 2006 - 1º turno -
2-9-2006 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 1 – 1 Bandiera dell'Iran Iran Qual. Coppa d'Asia 2007 -
6-9-2006 Suwon Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 8 – 0 Bandiera di Taipei Cinese Taipei Cinese Qual. Coppa d'Asia 2007 - Uscita al 54’ 54’
6-2-2007 Londra Grecia Bandiera della Grecia 0 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Amichevole - Uscita al 80’ 80’
24-3-2007 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 0 – 2 Bandiera dell'Uruguay Uruguay Amichevole - Uscita al 46’ 46’
6-2-2008 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 4 – 0 Bandiera del Turkmenistan Turkmenistan Qual. Mondiali 2010 1
26-3-2008 Shanghai Corea del Nord Bandiera della Corea del Nord 0 – 0 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Qual. Mondiali 2010 -
31-5-2008 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 2 Bandiera della Giordania Giordania Qual. Mondiali 2010 1
7-6-2008 Amman Giordania Bandiera della Giordania 2 – 2 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Qual. Mondiali 2010 - Ammonizione al 91’ 91’
11-10-2008 Suwon Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 3 – 0 Bandiera dell'Uzbekistan Uzbekistan Amichevole - Ingresso al 45’ 45’
15-10-2008 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 4 – 1 Bandiera degli Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti Qual. Mondiali 2010 1
19-11-2008 Riyad Arabia Saudita Bandiera dell'Arabia Saudita 0 – 2 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Qual. Mondiali 2010 -
11-2-2009 Tehran Iran Bandiera dell'Iran 1 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Qual. Mondiali 2010 1 Uscita al 84’ 84’
28-3-2009 Suwon Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 1 Bandiera dell'Iraq Iraq Amichevole - Uscita al 45’ 45’
1-4-2009 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 1 – 0 Bandiera della Corea del Nord Corea del Nord Qual. Mondiali 2010 -
6-6-2009 Dubai Emirati Arabi Uniti Bandiera degli Emirati Arabi Uniti 0 – 2 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Qual. Mondiali 2010 -
10-6-2009 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 0 – 0 Bandiera dell'Arabia Saudita Arabia Saudita Qual. Mondiali 2010 -
17-6-2009 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 1 – 1 Bandiera dell'Iran Iran Qual. Mondiali 2010 - Ammonizione al 90’ 90’
5-9-2009 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 3 – 1 Bandiera dell'Australia Australia Amichevole -
14-10-2009 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 0 Bandiera del Senegal Senegal Amichevole -
14-11-2009 Esbjerg Danimarca Bandiera della Danimarca 0 – 0 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Amichevole - Uscita al 65’ 65’
18-11-2009 Londra Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 0 – 1 Bandiera della Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 70’ 70’
3-3-2009 Londra Costa d'Avorio Bandiera della Costa d'Avorio 0 – 2 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Amichevole -
16-5-2010 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 0 Bandiera dell'Ecuador Ecuador Amichevole - Uscita al 46’ 46’
24-5-2010 Saitama Giappone Bandiera del Giappone 0 – 2 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Amichevole 1 Uscita al 76’ 76’
30-5-2010 Kufstein Bielorussia Bandiera della Bielorussia 1 – 0 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Amichevole - Uscita al 46’ 46’
12-6-2010 Port Elizabeth Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 0 Bandiera della Grecia Grecia Mondiali 2010 - 1º turno 1
17-6-2010 Johannesburg Argentina Bandiera dell'Argentina 4 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 2010 - 1º turno -
22-6-2010 Durban Nigeria Bandiera della Nigeria 2 – 2 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 2010 - 1º turno -
26-6-2010 Port Elizabeth Uruguay Bandiera dell'Uruguay 2 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 2010 - Ottavi di finale -
11-8-2010 Suwon Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 2 – 1 Bandiera della Nigeria Nigeria Amichevole - Uscita al 46’ 46’
7-9-2010 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 0 – 1 Bandiera dell'Iran Iran Amichevole -
30-12-2010 Abu Dhabi Siria Bandiera della Siria 0 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Amichevole -
10-1-2011 Doha Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 1 – 1 Bandiera del Bahrein Bahrein Coppa d'Asia 2011 - 1º turno -
14-1-2011 Doha Australia Bandiera dell'Australia 1 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Coppa d'Asia 2011 - 1º turno -
18-1-2011 Doha Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 4 – 1 Bandiera dell'India India Coppa d'Asia 2011 - 1º turno - Uscita al 76’ 76’
21-1-2011 Doha Iran Bandiera dell'Iran 0 – 1 dts Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Coppa d'Asia 2011 - Quarti di finale - Uscita al 117’ 117’
25-1-2011 Doha Giappone Bandiera del Giappone 2 – 2 dts
(3 – 0 dtr)
Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Coppa d'Asia 2011 - Semifinale - Ammonizione al 13’ 13’
Totale Presenze 100 Reti 13

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Kyoto Purple Sanga: 2001-2002
PSV Eindhoven: 2002-2003, 2004-2005
PSV Eindhoven: 2003
PSV Eindhoven: 2005
Manchester United: 2005-2006, 2008-2009, 2009-2010
Manchester United: 2006-2007, 2007-2008, 2008-2009, 2010-2011
Manchester United: 2007, 2008, 2010, 2011

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Manchester United: 2007-2008
Manchester United: 2008

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2002

Note[modifica | modifica wikitesto]

Annotazioni[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La data di nascita ufficiale di Park, 25 febbraio 1981, si basa sul tradizionale calendario lunisolare. Secondo il calendario gregoriano, adottato nel 1896 e tutt'oggi comunemente usato nel Paese, il suo giorno di nascita risulta essere il 30 marzo 1981

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nonostante Park Ji-sung sia nato a Seul, egli fu registrato all'ufficio anagrafe di Goheung, nel Jeolla Meridionale, città natale di suo padre. All'età di quattro anni si trasferì con la famiglia a Suwon, città satellite della capitale, dove avrebbe trascorso buona parte della sua adolescenza.
  2. ^ Nell'onomastica coreana il cognome precede il nome. "Park" è il cognome.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN146992994 · ISNI (EN0000 0000 9909 5353 · LCCN (ENno2010108368 · GND (DE102369087X · WorldCat Identities (ENlccn-no2010108368