Coppa d'Asia 2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa d'Asia 2011
كأس آسيا 2011
Logo della competizione
Competizione Coppa d'Asia
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 15ª
Date dal 7 gennaio 2011
al 29 gennaio 2011
Luogo Qatar Qatar
(2 città)
Partecipanti 16
Impianto/i 5 stadi
Risultati
Vincitore Giappone Giappone
(4° titolo)
Secondo Australia Australia
Terzo Corea del Sud Corea del Sud
Quarto Uzbekistan Uzbekistan
Statistiche
Miglior giocatore Giappone Keisuke Honda
Miglior marcatore Corea del Sud Koo Ja-Cheol (5)
Incontri disputati 32
Gol segnati 90 (2,81 per incontro)
Pubblico 404 567
(12 643 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2007 2015 Right arrow.svg
Risultati della Coppa d'Asia 2011.

La Coppa d'Asia 2011 nota anche come Qatar 2011, è stata la 15ª edizione del massimo torneo continentale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dall'AFC e la cui fase finale si è svolta in Qatar dal 7 al 29 gennaio 2011.

La competizione ha visto la vittoria del Giappone che ha così ottenuto il diritto di partecipare alla FIFA Confederations Cup 2013 in Brasile.

Scelta della sede[modifica | modifica wikitesto]

Il Qatar, l'India e l'Iran avevano espresso la loro volontà di ospitare la Coppa d'Asia 2011[1] mentre l'Australia aveva considerato la possibilità di fare un'offerta dell'ultimo minuto[2].

Il Qatar ha poi inviato la sua proposta ufficiale il 19 giugno 2007, mentre l'India ha ritirato la sua candidatura e l'Iran non è riuscito a presentare in tempo la documentazione necessaria. Come conseguenza, il Qatar è stato annunciato come nazione organizzatrice il 29 luglio 2007 a Giacarta, in Indonesia, durante la Coppa d'Asia 2007.

Per via dei regolamenti FIFA che prevedono che gli eventi delle confederazioni debbano tenersi a gennaio o a luglio e visto che quest'ultimo è il mese più caldo in Medio Oriente, in tale circostanza è stato altresì comunicato che la fase finale della competizione si sarebbe tenuta a gennaio 2011[3].

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

Doha Al Rayyan Doha
Khalifa International Stadium Ahmed bin Ali Stadium Thani bin Jassim Stadium
Capienza: 40,000 Capienza: 21,282 Capienza: 21,175
Khalifa Stadium, Doha, Brazil vs Argentina (2010).jpg Al-rayyan-stadium.jpg Entrance to Thani bin Jassim Stadium.jpg
Doha Doha
Stadio Qatar SC Jassim Bin Hamad Stadium
Capienza: 12,000 Capienza: 12,946
Interior view of Suheim Bin Hamad Stadium in 2020.jpg Save the Dream at the Supercoppa (30394071002).jpg

Formula[modifica | modifica wikitesto]

La formula prevede la formazione, mediante sorteggio, di quattro gironi all'italiana (chiamati "gruppi") con partite di sola andata, ciascuno composto da quattro squadre.

Per determinare la posizione in classifica delle squadre in ogni gruppo saranno presi in considerazione, nell'ordine, i seguenti criteri:

  1. maggiore numero di punti;
  2. maggiore numero di punti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  3. migliore differenza reti negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  4. maggiore numero di reti segnate negli scontri diretti tra le squadre interessate (classifica avulsa);
  5. migliore differenza reti;
  6. maggiore numero di reti segnate;
  7. condotta "fair play" nella fase finale;
  8. sorteggio.

Le prime due nazionali classificate di ogni raggruppamento accedono alla fase a eliminazione diretta che consiste in un tabellone di tre turni (quarti di finale, semifinali e finale) ad accoppiamenti interamente prestabiliti e con incontri basati su partite uniche ed eventuali tempi supplementari e tiri di rigore in caso di persistenza della parità tra le due contendenti.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Pr. Squadra Data di qualificazione certa Partecipante in quanto Ultima presenza Partecipazioni precedenti al torneo
1 Qatar Qatar 29 luglio 2007 Rappresentativa della nazione organizzatrice della fase finale Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007 7 (1980, 1984, 1988, 1992, 2000, 2004, 2007)
2 Iraq Iraq 25 luglio 2007 Vincitore della Coppa d'Asia 2007 Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007 6 (1972, 1976, 1996, 2000, 2004, 2007)
3 Arabia Saudita Arabia Saudita 25 luglio 2007 2ª classificata nella Coppa d'Asia 2007 Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007 7 (1984, 1988, 1992, 1996, 2000, 2004, 2007)
4 Corea del Sud Corea del Sud 28 luglio 2007 3ª classificata nella Coppa d'Asia 2007 Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007 11 (1956, 1960, 1964, 1972, 1980, 1984, 1988, 1996, 2000, 2004, 2007)
5 India India 13 agosto 2008 Vincitrice dell'AFC Challenge Cup 2008 Singapore 1984 2 (1964, 1984)
6 Uzbekistan Uzbekistan 18 novembre 2009 2º classificato nel gruppo C di qualificazione Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007 4 (1996, 2000, 2004, 2007)
7 Siria Siria 18 novembre 2009 1ª classificata nel gruppo D di qualificazione Emirati Arabi Uniti 1996 4 (1980, 1984, 1988, 1996)
8 Iran Iran 6 gennaio 2010 1º classificato nel gruppo E di qualificazione Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007 11 (1968, 1972, 1976, 1980, 1984, 1988, 1992, 1996, 2000, 2004, 2007)
9 Cina Cina 6 gennaio 2010 2ª classificata nel gruppo D di qualificazione Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007 9 (1976, 1980, 1984, 1988, 1992, 1996, 2000, 2004, 2007)
10 Giappone Giappone 6 gennaio 2010 1º classificato nel gruppo A di qualificazione Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007 6 (1988, 1992, 1996, 2000, 2004, 2007)
11 Bahrein Bahrein 6 gennaio 2010 2º classificato nel gruppo A di qualificazione Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007 3 (1988, 2004, 2007)
12 Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti 6 gennaio 2010 1º classificato nel gruppo C di qualificazione Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007 7 (1980, 1984, 1988, 1992, 1996, 2004, 2007)
13 Corea del Nord Corea del Nord 27 febbraio 2010 Vincitrice dell'AFC Challenge Cup 2010 Giappone 1992 2 (1980, 1992)
14 Australia Australia 3 marzo 2010 1ª classificata nel gruppo B di qualificazione Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007 1 (2007)
15 Kuwait Kuwait 3 marzo 2010 2º classificato nel gruppo B di qualificazione Cina 2004 8 (1972, 1976, 1980, 1984, 1988, 1996, 2000, 2004)
16 Giordania Giordania 3 marzo 2010 2ª classificata nel gruppo E di qualificazione Cina 2004 1 (2004)

Sorteggio dei gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 aprile 2010 l'AFC ha diviso le sedici partecipanti nelle seguenti fasce di merito:

1ª urna (teste di serie) 2ª urna 3ª urna 4ª urna
Qatar Qatar

Iraq Iraq
Arabia Saudita Arabia Saudita
Corea del Sud Corea del Sud

Giappone Giappone

Australia Australia
Iran Iran
Uzbekistan Uzbekistan

Cina Cina

Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti
Bahrein Bahrein
Giordania Giordania

Siria Siria

Kuwait Kuwait
India India
Corea del Nord Corea del Nord

Il sorteggio dei gruppi della fase finale si è tenuto a Doha il 23 aprile 2010 e ha avuto il seguente esito (il Qatar è stato inserito automaticamente nel gruppo A):

Gruppo A Gruppo B Gruppo C Gruppo D
Qatar Qatar Arabia Saudita Arabia Saudita Corea del Sud Corea del Sud Iraq Iraq
Kuwait Kuwait Giappone Giappone India India Corea del Nord Corea del Nord
Cina Cina Giordania Giordania Australia Australia Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti
Uzbekistan Uzbekistan Siria Siria Bahrein Bahrein Iran Iran

Arbitri[modifica | modifica wikitesto]

Sono dodici gli arbitri convocati dall'AFC per dirigere questo torneo.

Su invito della stessa confederazione, è presente l'algerino Mohamed Benouza, unico arbitro non asiatico.

 

Vi sono inoltre quattro ufficiali convocati in qualità di riserve[4].

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Doha
7 gennaio 2011, ore 19:15 UTC+3
Incontro 1
Qatar Qatar0 – 2
referto
Uzbekistan UzbekistanKhalifa International Stadium (37 143 spett.)
Arbitro: Giappone Yūichi Nishimura

Doha
8 gennaio 2011, ore 16:15 UTC+3
Incontro 2
Kuwait Kuwait0 – 2
referto
Cina CinaAl Gharafa Stadium (7 423 spett.)
Arbitro: Australia Benjamin Williams

Doha
12 gennaio 2011, ore 16:15 UTC+3
Incontro 9
Uzbekistan Uzbekistan2 – 1
referto
Kuwait KuwaitAl Gharafa Stadium (3 481 spett.)
Arbitro: Bahrein Nawaf Shukralla

Doha
12 gennaio 2011, ore 19:15 UTC+3
Incontro 10
Cina Cina0 – 2
referto
Qatar QatarKhalifa International Stadium (30 778 spett.)
Arbitro: Corea del Sud Kim Dong-jin

Doha
16 gennaio 2011, ore 19:15 UTC+3
Incontro 17
Qatar Qatar3 – 0
referto
Kuwait KuwaitKhalifa International Stadium (28 339 spett.)
Arbitro: Singapore Abdul Malik

Doha
16 gennaio 2011, ore 19:15 UTC+3
Incontro 18
Cina Cina2 – 2
referto
Uzbekistan UzbekistanAl Gharafa Stadium (3 529 spett.)
Arbitro: Oman Abdullah Al Hilali

Squadra Pt G V N P GF GS DR
Uzbekistan Uzbekistan 7 3 2 1 0 6 3 +3
Qatar Qatar 6 3 2 0 1 5 2 +3
Cina Cina 4 3 1 1 1 4 4 0
Kuwait Kuwait 0 3 0 0 3 1 7 -6

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Doha
9 gennaio 2011, ore 16:15 UTC+3
Incontro 3
Giappone Giappone1 – 1
referto
Giordania GiordaniaQatar Sports Club Stadium (6 255 spett.)
Arbitro: Singapore Abdul Malik

Ar Rayyan
9 gennaio 2011, ore 19:15 UTC+3
Incontro 4
Arabia Saudita Arabia Saudita1 – 2
referto
Siria SiriaStadio Ahmed bin Ali (15 768 spett.)
Arbitro: Corea del Sud Kim Dong-jin

Ar Rayyan
13 gennaio 2011, ore 16:15 UTC+3
Incontro 11
Giordania Giordania1 – 0
referto
Arabia Saudita Arabia SauditaStadio Ahmed bin Ali (17 349 spett.)
Arbitro: Emirati Arabi Uniti Ali Al Badwawi

Doha
13 gennaio 2011, ore 19:15 UTC+3
Incontro 12
Siria Siria1 – 2
referto
Giappone GiapponeQatar Sports Club Stadium (10 453 spett.)
Arbitro: Iran Mohsen Torky

Ar Rayyan
17 gennaio 2011, ore 16:15 UTC+3
Incontro 19
Arabia Saudita Arabia Saudita0 – 5
referto
Giappone GiapponeStadio Ahmed bin Ali (2 022 spett.)
Arbitro: Uzbekistan Ravshan Irmatov

Doha
17 gennaio 2011, ore 16:15 UTC+3
Incontro 20
Giordania Giordania2 – 1
referto
Siria SiriaQatar Sports Club Stadium (9 849 spett.)
Arbitro: Qatar Abdulrahman Mohammed

Squadra Pt G V N P GF GS DR
Giappone Giappone 7 3 2 1 0 8 2 +6
Giordania Giordania 7 3 2 1 0 4 2 +2
Siria Siria 3 3 1 0 2 4 5 -1
Arabia Saudita Arabia Saudita 0 3 0 0 3 1 8 -7

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Doha
10 gennaio 2011, ore 16:15 UTC+3
Incontro 5
India India0 – 4
referto
Australia AustraliaStadio Jassim bin Hamad (9 783 spett.)
Arbitro: Emirati Arabi Uniti Ali Al Badwawi

Doha
10 gennaio 2011, ore 19:15 UTC+3
Incontro 6
Corea del Sud Corea del Sud2 – 1
referto
Bahrein BahreinAl Gharafa Stadium (6 669 spett.)
Arbitro: Oman Abdullah Al Hilali

Doha
14 gennaio 2011, ore 16:15 UTC+3
Incontro 13
Australia Australia1 – 1
referto
Corea del Sud Corea del SudAl Gharafa Stadium (15 526 spett.)
Arbitro: Qatar Abdulrahman Mohammed

Doha
14 gennaio 2011, ore 19:15 UTC+3
Incontro 14
Bahrein Bahrein5 – 2
referto
India IndiaStadio Jassim bin Hamad (11 032 spett.)
Arbitro: Malaysia Subkhiddin Mohd Salleh

Doha
18 gennaio 2011, ore 16:15 UTC+3
Incontro 21
Corea del Sud Corea del Sud4 – 1
referto
India IndiaAl Gharafa Stadium (11 366 spett.)
Arbitro: Arabia Saudita Khalil Al Ghamdi

Doha
18 gennaio 2011, ore 16:15 UTC+3
Incontro 22
Australia Australia1 – 0
referto
Bahrein BahreinStadio Jassim bin Hamad (3 919 spett.)
Arbitro: Giappone Yūichi Nishimura

Squadra Pt G V N P GF GS DR
Australia Australia 7 3 2 1 0 6 1 +5
Corea del Sud Corea del Sud 7 3 2 1 0 7 3 +4
Bahrein Bahrein 3 3 1 0 2 6 5 +1
India India 0 3 0 0 3 3 13 -10

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

Doha
11 gennaio 2011, ore 16:15 UTC+3
Incontro 7
Corea del Nord Corea del Nord0 – 0
referto
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi UnitiQatar Sports Club Stadium (3.639 spett.)
Arbitro: Malaysia Subkhiddin Mohd Salleh

Ar Rayyan
11 gennaio 2011, ore 19:15 UTC+3
Incontro 8
Iraq Iraq1 – 2
referto
Iran IranStadio Ahmed bin Ali (10.478 spett.)
Arbitro: Uzbekistan Ravshan Irmatov

Doha
15 gennaio 2011, ore 16:15 UTC+3
Incontro 15
Iran Iran1 – 0
referto
Corea del Nord Corea del NordQatar Sports Club Stadium (6.488 spett.)
Arbitro: Bahrein Nawaf Shukralla

Ar Rayyan
15 gennaio 2011, ore 19:15 UTC+3
Incontro 16
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti0 – 1
referto
Iraq IraqStadio Ahmed bin Ali (7.233 spett.)
Arbitro: Giappone Yūichi Nishimura

Ar Rayyan
19 gennaio 2011, ore 19:15 UTC+3
Incontro 23
Iraq Iraq1 – 0
referto
Corea del Nord Corea del NordStadio Ahmed bin Ali (4.111 spett.)
Arbitro: Malaysia Subkhiddin Mohd Salleh

Doha
19 gennaio 2011, ore 19:15 UTC+3
Incontro 24
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti0 – 3
referto
Iran IranQatar Sports Club Stadium (5.012 spett.)
Arbitro: Corea del Sud Kim Dong-jin

Squadra Pt G V N P GF GS DR
Iran Iran 9 3 3 0 0 6 1 +5
Iraq Iraq 6 3 2 0 1 3 2 +1
Corea del Nord Corea del Nord 1 3 0 1 2 0 2 -2
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti 1 3 0 1 2 0 4 -4

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Quarti di finale Semifinali Finale
Incontro 26
 1A Uzbekistan Uzbekistan  2
Incontro 30
 2B Giordania Giordania  1  
 Uzbekistan Uzbekistan  0
Incontro 27
   Australia Australia  6  
 1C Australia Australia (dts)  1
Incontro 32
 2D Iraq Iraq  0  
 Australia Australia  0
Incontro 25
   Giappone Giappone (dts)  1
 1B Giappone Giappone  3
Incontro 29
 2A Qatar Qatar  2  
 Giappone Giappone (dtr)  2 (3) Finale 3º posto
Incontro 28
   Corea del Sud Corea del Sud  2 (0)  
 1D Iran Iran  0  Uzbekistan Uzbekistan  2
 2C Corea del Sud Corea del Sud (dts)  1    Corea del Sud Corea del Sud  3
Incontro 31

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Doha
21 gennaio 2011, ore 16:25 UTC+3
Incontro 25
Giappone Giappone3 – 2
referto
Qatar QatarAl Gharafa Stadium (19 479 spett.)
Arbitro: Malaysia Subkhiddin Mohd Salleh

Doha
21 gennaio 2011, ore 19:25 UTC+3
Incontro 26
Uzbekistan Uzbekistan2 – 1
referto
Giordania GiordaniaKhalifa International Stadium (16 073 spett.)
Arbitro: Singapore Abdul Malik

Doha
22 gennaio 2011, ore 16:25 UTC+3
Incontro 27
Australia Australia1 – 0
(d.t.s.)
referto
Iraq IraqStadio Jassim bin Hamad (7 889 spett.)
Arbitro: Qatar Abdulrahman Mohammed

Doha
22 gennaio 2011, ore 19:25 UTC+3
Incontro 28
Iran Iran0 – 1
(d.t.s.)
referto
Corea del Sud Corea del SudQatar Sports Club Stadium (7 111 spett.)
Arbitro: Uzbekistan Ravshan Irmatov

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Doha
25 gennaio 2011, ore 16:25 UTC+3
Incontro 29
Giappone Giappone2 – 2
(d.t.s.)
referto
Corea del Sud Corea del SudAl Gharafa Stadium (16 171 spett.)
Arbitro: Arabia Saudita Khalil Al Ghamdi

Doha
25 gennaio 2011, ore 19:25 UTC+3
Incontro 30
Uzbekistan Uzbekistan0 – 6
referto
Australia AustraliaKhalifa International Stadium (24 826 spett.)
Arbitro: Emirati Arabi Uniti Ali Al Badwawi

Incontro per il terzo posto[modifica | modifica wikitesto]

Doha
28 gennaio 2011, ore 18:00 UTC+3
Incontro 31
Uzbekistan Uzbekistan2 – 3
referto
Corea del Sud Corea del SudStadio Jassim bin Hamad (8 199 spett.)
Arbitro: Singapore Abdul Malik

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Finale della Coppa d'Asia 2011.
Doha
29 gennaio 2011, ore 18:00 UTC+3
Incontro 32
Australia Australia0 – 1
(d.t.s.)
referto
Giappone GiapponeKhalifa International Stadium (37 174 spett.)
Arbitro: Uzbekistan Ravshan Irmatov

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Australia
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Giappone
Australia Australia
P 1 Mark Schwarzer
DD 8 Luke Wilkshire
DC 2 Lucas Neill (C)
DC 6 Saša Ognenovski
DS 3 David Carney
CC 15 Mile Jedinak
CC 16 Carl Valeri Ammonizione al 16’ 16’
CD 14 Brett Holman Ammonizione al 39’ 39’ Uscita al 65’ 65’
CS 17 Matt McKay Ammonizione al 112’ 112’
TQ 10 Harry Kewell Uscita al 103’ 103’
AC 4 Tim Cahill Uscita al 109’ 109’
Sostituzioni:
CC 7 Brett Emerton Ingresso al 65’ 65’
AC 23 Robbie Kruse Ingresso al 103’ 103’
CC 22 Neil Kilkenny Ingresso al 109’ 109’
CT:
Germania Holger Osieck
AUS-JPN 2011-01-29.svg
Giappone Giappone
P 1 Eiji Kawashima
DD 6 Atsuto Uchida Uscita al 120’ 120’
DC 22 Maya Yoshida
DC 4 Yasuyuki Konno
DS 5 Yūto Nagatomo
CC 7 Yasuhito Endō
CC 17 Makoto Hasebe (C)
TQ 18 Keisuke Honda
CD 9 Shinji Okazaki
CS 14 Jungo Fujimoto Uscita al 56’ 56’
AC 11 Ryōichi Maeda Uscita al 98’ 98’
Sostituzioni:
DC 3 Daiki Iwamasa Ingresso al 56’ 56’
AC 19 Tadanari Lee Ingresso al 98’ 98’
DC 2 Masahiko Inoha Ingresso al 120’ 120’
CT:
Italia Alberto Zaccheroni

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica dei marcatori[modifica | modifica wikitesto]

5 reti
4 reti
3 reti
2 reti
1 rete
Autoreti

Record[modifica | modifica wikitesto]

  • Gol più veloce: Australia Harry Kewell (Uzbekistan-Australia, semifinali, 25 gennaio, 5º minuto)
  • Gol più lento: Corea del Sud Hwang Jae-Won (Giappone-Corea del Sud, semifinali, 25 gennaio, 120º minuto)
  • Primo gol: Uzbekistan Odil Ahmedov (Qatar-Uzbekistan, partita inaugurale, fase ai gironi, 8 luglio, 6º minuto)
  • Ultimo gol: Giappone Tadanari Lee (Australia-Giappone, finale 1º posto, 28 luglio, 109º minuto)
  • Miglior attacco: Giappone Giappone (14 reti segnate)
  • Peggior attacco: Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti e Corea del Nord Corea del Nord (0 reti segnate)
  • Miglior difesa: Australia Australia, Corea del Nord Corea del Nord e Iran Iran (2 reti subite)
  • Peggior difesa: Uzbekistan Uzbekistan (13 reti subite)
  • Miglior differenza reti nella fase a gironi: Giappone Giappone (+6)
  • Miglior differenza reti in tutto il torneo: Australia Australia (+1)
  • Partita con il maggior numero di gol: Bahrein Bahrein-India India 5-2 (fase a gironi, 14 gennaio, 7 gol)
  • Partita con il maggior scarto di gol: Uzbekistan Uzbekistan-Australia Australia 0-6 (semifinali, 25 gennaio, 6 gol di scarto)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Nations make Asian Cup bid, su foxsports.com.au, Fox Sports, 14 febbraio 2007. URL consultato il 20 febbraio 2007 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2007).
  2. ^ (EN) Chances to host 2011 Asian Cup fading, su smh.com.au, Sydney Morning Herald, 13 febbraio 2007. URL consultato il 13 febbraio 2007 (archiviato il 2 luglio 2017).
  3. ^ (EN) Qatar confirmed as cup host, su foxsports.com.au, Fox Sports, 29 luglio 2007. URL consultato il 29 luglio 2007 (archiviato dall'url originale il 19 settembre 2007).
  4. ^ (EN) AFC Asian Cup Qatar 2011 - Match officials [collegamento interrotto], su the-afc.com, Asian Football Confederation. URL consultato il 29 dicembre 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio