Coppa d'Asia 2023

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa d'Asia 2023
كأس آسيا 2023
Competizione Coppa d'Asia
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 18ª
Organizzatore AFC
Date dal 16 giugno 2023
al 16 luglio 2023
Luogo Qatar Qatar
(10 città)
Partecipanti 24
Formula Gironi all'italiana + Eliminazione diretta
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2019

La Coppa d'Asia 2023, nota anche come Qatar 2023, sarà la 18ª edizione del torneo di calcio continentale per squadre nazionali maggiori maschili organizzato dall'AFC. La fase finale si doveva svolgere in Cina nei mesi di giugno e luglio del 2023; la Cina ha però rinunciato a ospitare la competizione a causa della pandemia di COVID-19. Il 17 ottobre 2022, l'AFC ha annunciato che il torneo si sarebbe svolto in Qatar.[1]

Detentore del trofeo è il Qatar, vincitore dell'edizione 2019.

Scelta della nazione ospitante[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 giugno 2019, a Parigi nel 69º Congresso FIFA, la Cina ha battuto la concorrenza di Corea del Nord e Corea del Sud (le quali si erano proposte per un'organizzazione congiunta) ed è stata scelta come nazione ospitante del torneo per la seconda volta dopo 19 anni.[2][3]

Il 14 maggio 2022 la Cina ha ritirato la candidatura ad ospitare la Coppa d'Asia a causa delle preoccupazioni legate alla pandemia di COVID-19.[4] Il 17 ottobre la scelta della nazione ospitante è ricaduta sul Qatar, che ha battuto Australia, Corea del Sud e Indonesia.[1]

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

In origine erano state previste dodici città della Cina come sedi del torneo ed erano state preventivate opere di rinnovamento per gli stadi ospitanti. Il nuovo Stadio calcistico di Pudong di Shanghai avrebbe ospitato la finale e una semifinale, mentre il rinnovato stadio dei Lavoratori di Pechino avrebbe ospitato l'altra semifinale. Il 28 dicembre 2019 la Federazione calcistica della Cina aveva annunciato dieci città come sedi del torneo (anziché dodici)[5][6] e nel gennaio 2020 l'AFC aveva annunciato dieci stadi per questa edizione.[7]

A causa delle preoccupazioni legate al perdurare della pandemia di COVID-19, nel maggio 2022 la federcalcio cinese ha comunicato all'AFC la rinuncia all'organizzazione del torneo.[8] L'AFC ha dunque riaperto le candidature per l'organizzazione del torneo, che nell'ottobre 2022 è stata assegnata al Qatar, paese originariamente designato come sede del torneo per il 2027.[9]

La manifestazione si svolgerà nei seguenti stadi:[10]

Al Rayyan Al Khor Lusail
Stadio Ahmed bin Ali Education City Stadium Stadio Al-Bayt Stadio Iconico di Lusail
Capacità: 41 143 Capacità: 41 455 Capacità: 66 036 Capacità: 86 239
Al-rayyan-stadium.jpg 2022 FIFA World Cup Korea Uruguay 01.jpg HK 中環 Central 租庇利街 Jubilee Street 中環街市 Central Market mall sign 足球世界杯 FIFA World Football Cup 模型 展覽 exhibition 足球場館 stadiums November 2022 Px3 15.jpg HK 中環 Central 租庇利街 Jubilee Street 中環街市 Central Market mall sign 足球世界杯 FIFA World Football Cup 模型 展覽 exhibition 足球場館 stadiums November 2022 Px3 07.jpg
Al Wakrah Doha
Stadio Al-Janoub Stadium 974
Capacità: 40 336 Capacità: 41 860
28 10 2019 Visita ao estádio de futebol Al Janoub (48977932316).jpg HK 中環 Central 租庇利街 Jubilee Street 中環街市 Central Market mall sign 足球世界杯 FIFA World Football Cup 模型 展覽 exhibition 足球場館 stadiums November 2022 Px3 06 (cropped).jpg
Doha
Stadio Al-Thumama Stadio internazionale Khalifa Stadio Thani bin Jassim Stadio dell'Università del Qatar
Capacità: 40 125 Capacità: 40 696 Capacità: 21 175 Capacità: 20 600
HK 中環 Central 租庇利街 Jubilee Street 中環街市 Central Market mall sign 足球世界杯 FIFA World Football Cup 模型 展覽 exhibition 足球場館 stadiums November 2022 Px3 10.jpg Khalifa Stadium, Doha, Brazil vs Argentina (2010).jpg Entrance to Thani bin Jassim Stadium.jpg Qatar univ stadium Doha.jpg

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni alla Coppa d'Asia 2023.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

I primi due turni di qualificazione per la Coppa d'Asia sono serviti anche come qualificazioni AFC al campionato del mondo 2022. Il Qatar ha partecipato al secondo turno solo per la Coppa d'Asia 2023 in qualità di nazione organizzatrice del campionato del mondo[12], mentre la Cina ha partecipato al secondo turno solo per la qualificazione la campionato del mondo in qualità di nazione organizzatrice della Coppa d'Asia. Nonostante questo, però, la Cina ha dovuto rinunciare a ospitare la Coppa d'Asia a causa della pandemia di COVID-19. Per gli stessi motivi della pandemia la Corea del Nord si è ritirata dalle qualificazioni.

Timor Est è stato escluso dalle qualificazioni della Coppa d'Asia 2023 avendo schierato un totale di 12 giocatori non eleggibili per le qualificazioni alla Coppa d'Asia 2019.[13]

Le qualificazioni sono iniziate il 6 giugno 2019. Il torneo si svolgerà a giugno e luglio 2023, spostato dalla tipica programmazione gennaio-febbraio della Coppa d'Asia a causa della concomitanza con il campionato del mondo 2022 in Qatar, svoltosi a novembre e dicembre 2022.

Squadra Data di qualificazione certa Partecipante in quanto Partecipazioni precedenti al torneo Ultima presenza
Giappone Giappone 28 maggio 2021 Vincitore del Gruppo F del secondo turno di qualificazione 9 (1988, 1992, 1996, 2000, 2004, 2007, 2011, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Siria Siria 7 giugno 2021 Vincitrice del Gruppo A del secondo turno di qualificazione 6 (1980, 1984, 1988, 1996, 2011, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Qatar Qatar 7 giugno 2021 Vincitore del Gruppo E del secondo turno di qualificazione 10 (1980, 1984, 1988, 1992, 2000, 2004, 2007, 2011, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Corea del Sud Corea del Sud 9 giugno 2021 Vincitrice del Gruppo H del secondo turno di qualificazione 13 (1956, 1960, 1964, 1972, 1980, 1984, 1988, 1996, 2000, 2004, 2007, 2011, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Australia Australia 11 giugno 2021 Vincitrice del Gruppo B del secondo turno di qualificazione 4 (2007, 2011, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Iran Iran 15 giugno 2021 Vincitore del Gruppo C del secondo turno di qualificazione 14 (1968, 1972, 1976, 1980, 1984, 1988, 1992, 1996, 2000, 2004, 2007, 2011, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti 15 giugno 2021 Vincitori del Gruppo G del secondo turno di qualificazione 10 (1980, 1984, 1988, 1992, 1996, 2004, 2007, 2011, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Cina Cina 4 giugno 2019, poi 15 giugno 2021 Rappresentativa della nazione organizzatrice della fase finale, poi seconda nel Gruppo A del secondo turno di qualificazione 12 (1976, 1980, 1984, 1988, 1992, 1996, 2000, 2004, 2007, 2011, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Arabia Saudita Arabia Saudita 15 giugno 2021 Vincitrice del Gruppo D del secondo turno di qualificazione 10 (1984, 1988, 1992, 1996, 2000, 2004, 2007, 2011, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Iraq Iraq 15 giugno 2021 Secondo nel Gruppo D del secondo turno di qualificazione 9 (1972, 1976, 1996, 2000, 2004, 2007, 2011, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Oman Oman 15 giugno 2021 Secondo nel Gruppo E del secondo turno di qualificazione 4 (2004, 2007, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Vietnam Vietnam 15 giugno 2021 Secondo nel Gruppo G del secondo turno di qualificazione 4 (1956, 1960, 2007, 2019)[14] Emirati Arabi Uniti 2019
Libano Libano 15 giugno 2021 Secondo nel Gruppo H del secondo turno di qualificazione 2 (2000, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Giordania Giordania 14 giugno 2022 Vincitore del Gruppo A del terzo turno di qualificazione 4 (2004, 2011, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Indonesia Indonesia 14 giugno 2022 Secondo nel Gruppo A del terzo turno di qualificazione 4 (1996, 2000, 2004, 2007) Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007
Palestina Palestina 14 giugno 2022 Vincitore del Gruppo B del terzo turno di qualificazione 2 (2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Uzbekistan Uzbekistan 14 giugno 2022 Vincitore del Gruppo C del terzo turno di qualificazione 7 (1996, 2000, 2004, 2007, 2011, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Thailandia Thailandia 14 giugno 2022 Secondo nel Gruppo C del terzo turno di qualificazione 7 (1972, 1992, 1996, 2000, 2004, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
India India 14 giugno 2022 Vincitore del Gruppo D del terzo turno di qualificazione 4 (1964, 1984, 2011, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Hong Kong Hong Kong 14 giugno 2022 Secondo nel Gruppo D del terzo turno di qualificazione 3 (1956, 1964, 1968) Iran 1968
Bahrein Bahrein 14 giugno 2022 Vincitore del Gruppo E del terzo turno di qualificazione 7 (1988, 2000, 2004, 2007, 2011, 2015, 2019) Emirati Arabi Uniti 2019
Malaysia Malaysia 14 giugno 2022 Secondo nel Gruppo E del terzo turno di qualificazione 3 (1976, 1980, 2007) Indonesia-Malesia-Thailandia-Vietnam 2007
Tagikistan Tagikistan 14 giugno 2022 Vincitore del Gruppo F del terzo turno di qualificazione - Esordiente
Kirghizistan Kirghizistan 14 giugno 2022 Secondo nel Gruppo F del terzo turno di qualificazione 1 (2019) Emirati Arabi Uniti 2019

Nota bene: nella sezione "partecipazioni precedenti al torneo", le date in grassetto indicano che la nazione ha vinto quella edizione del torneo, mentre le date in corsivo indicano la nazione ospitante.

Sorteggio dei gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Le 12 squadre che si sono qualificate durante il secondo turno delle qualificazioni occupano le posizioni delle prime due urne, quelle che si sono qualificate durante il terzo turno delle ultime due.

Urna 1 Urna 2 Urna 3 Urna 4
Qatar Qatar Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti Uzbekistan Uzbekistan India India
Iran Iran Iraq Iraq Bahrein Bahrein Thailandia Thailandia
Giappone Giappone Oman Oman Giordania Giordania Tagikistan Tagikistan
Corea del Sud Corea del Sud Cina Cina Kirghizistan Kirghizistan Hong Kong Hong Kong
Australia Australia Siria Siria Libano Libano Malaysia Malaysia
Arabia Saudita Arabia Saudita Vietnam Vietnam Palestina Palestina Indonesia Indonesia

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Qatar Qatar 0 0 0 0 0 0 0 0
2. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
3. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
4. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
2. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
3. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
4. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
2. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
3. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
4. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
2. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
3. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
4. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0

Gruppo E[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
2. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
3. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
4. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0

Gruppo F[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
2. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
3. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0
4. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0

Raffronto tra le squadre terze classificate[modifica | modifica wikitesto]

Tra le terze classificate di ogni girone, si applicano i seguenti criteri per stabilire il passaggio del turno delle migliori quattro squadre[15]:

  • maggior numero di punti ottenuti nella fase a gironi;
  • più alta differenza reti complessiva;
  • maggior numero di reti segnate nel girone;
  • migliore condotta fair play, calcolata partendo da 10 punti per squadra, che vengono decurtati in questo modo:
    1. ogni ammonizione: un punto;
    2. ogni doppia ammonizione o espulsione: tre punti;
    3. ogni espulsione diretta dopo un'ammonizione: quattro punti;
  • più alta posizione nel ranking AFC aggiornato all'ultima data utile prima dell'inizio del torneo;

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR Girone
1. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0 A
2. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0 B
3. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0 C
4. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0 D
5. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0 E
6. da stabilire da stabilire 0 0 0 0 0 0 0 0 F

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Qatar to host AFC Asian Cup 2023™; India and Saudi Arabia shortlisted for 2027 edition, su the-afc.com, Asian Football Confederation, 17 ottobre 2022. URL consultato il 17 ottobre 2022 (archiviato il 17 ottobre 2022).
  2. ^ CALCIO, COPPA ASIA 2023 ASSEGNATA ALLA CINA, su sport.repubblica.it.
  3. ^ China confirmed as 2023 Asian Cup hosts – AFC, su Eurosport, 4 giugno 2019. URL consultato il 4 giugno 2019.
  4. ^ (EN) Important update on AFC Asian Cup 2023™ hosts, su Asian Football Confederation, 14 maggio 2022. URL consultato il 14 maggio 2022.
  5. ^ (EN) Beijing, Shanghai among 10 cities to host 2023 Asian Cup, su thedailystar.net, The Daily Star, 28 dicembre 2019. URL consultato il 29 dicembre 2019.
  6. ^ (EN) Host cities for AFC Asian Cup China 2023 confirmed, su the-afc.com, AFC, 28 dicembre 2019.
  7. ^ FotoGallery – Gli stadi dell’Asian Cup China 2023, su allasianfootball.com.
  8. ^ Calcio, a causa del covid la Cina rinuncia alla Coppa d'Asia 2023, 14 maggio 2022.
  9. ^ (EN) Qatar wins bid to replace China as AFC Asian Cup 2023 host, 17 ottobre 2022.
  10. ^ 04: Stadiums (PDF), in Bidding Nation Qatar [AFC Asian Cup 2027 Bid Book], Qatar Football Association, 28 dicembre 2020, p. 55.
  11. ^ Conclusosi il campionato del mondo 2022, lo stadio è in via di demolizione. Cfr. Efosa Taiwo, World Cup 2022: Stadium 974 set to be demolished, su Vanguard, 6 dicembre 2022.
  12. ^ (EN) Dan Dan Palmer, Hosts Qatar to compete in qualifying for 2022 World Cup, su insidethegames.biz, 31 luglio 2017. URL consultato il 20 agosto 2017.
  13. ^ (EN) Federacao Futebol Timor-Leste expelled from AFC Asian Cup 2023, su The-AFC.com, 20 gennaio 2017.
  14. ^ Nelle edizioni del 1956 e 1960 partecipante come Vietnam del Sud
  15. ^ AFC Asian Cup 2019 Competition Regulations, su the-afc.com, AFC.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio